Trump nel caos cambia di nuovo i vertici della campagna

Pubblicato il 17 agosto 2016 da ansa

Trump nel caos cambia di nuovo i vertici della campagna

Trump nel caos cambia di nuovo i vertici della campagna

NEW YORK. – Seconda rivoluzione in due mesi ai vertici per cercare di salvare e rilanciare la sua campagna elettorale. Dopo settimane nere Donald Trump annuncia la promozione della sondaggista Kellyeanne Conway a manager della campagna e l’arrivo di Stephen Bannon, il numero uno della pubblicazione di destra Breibart, come amministratore delegato della campagna.

Due ingressi che di fatto rappresentano un ridimensionamento per Paul Manafort, l’attuale numero uno della campagna di Trump, finito nel mirino delle critiche per i legami con il partito filo-russo ucraino dell’ex presidente ucraino Yanukovich. Partito che Manafort – afferma l’Associated Press presentando i risultati di una sua indagine – ha aiutato a finanziare segretamente con almeno 2,2 milioni di dollari da due importanti società di lobbying con sede a Washington nel 2012.

Un comportamento quindi in violazione della legge, che impone ai lobbisti americani di riferire al Dipartimento di Giustizia se essi rappresentano leader o partiti stranieri. Manafort respinge seccamente le accuse, che descrive come senza senso.

Con il ridimensionamento di Manafort, il controllo della campagna sembra di fatto essere assunto da Bannon, ex Goldman Sachs la cui scelta sembra segnalare la volontà di Trump di voler tornare, con ancora più forza, allo stile pugilistico che gli ha consentito di vincere le primarie.

Bannon e Trump hanno diversi punti in comune: hanno simpatie populiste e nazionaliste che riflettono la loro avversione per i partiti politici. A tutti e due piace stuzzicare l’establishment. E, come Trump ha ricordato nel comunicato in cui annuncia il cambio ai vertici, Bannon è stato definito ”il più pericoloso operativo politico in America”.

A completare la rivoluzione di Trump anche l’ex numero uno di Fox News, Roger Ailes, cacciato per uno scandalo sessuale. Ailes, secondo indiscrezioni, sta aiutando Trump a prepararsi nei dibattiti. Le aggiunte del tycoon alla sua squadra non hanno esperienza politica diretta, limitandosi nel caso di Bannon e Ailes a gestire la parte informativa. Ma conoscono i modi e mezzi per far arrivare il messaggio e, nel caso di Ailes, come sfondare sul piccolo schermo.

Quando al voto mancano ormai 82 giorni, i prossimi appuntamenti cruciali per Trump, così come per Hillary, sono i dibattiti televisivi. Clinton negli ultimi 21 sondaggi è avanti a Trump a livello nazionale e si sta rafforzando in alcuni degli stati finora roccaforte dei repubblicani, quali Arizona, Georgia e Texas.

Il partito repubblicano guarda lo svolgersi degli eventi. Incassando il no di Trump a cambiare, ‘non voglio, sono quello che sono’, è sotto crescente pressione. Nelle ultime ore 100 repubblicani hanno chiesto che Trump venga immediatamente scaricato, con i fondi destinati a sostenere le elezioni alla Camera e al Senato per evitare una vittoria a valanga dei democratici.

Ultima ora

12:29Totti: Lotti, mi auguro grande festa per lui domani

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAG - "Totti non si discute, è un grande campione. Domani mi auguro che sarà per lui una grande festa, come è giusto che sia, e come sono convinto che l'Olimpico gli tributerà". Lo ha detto il ministro per lo sport Luca Lotti, rispondendo ai giornalisti sull'ultima partita in maglia giallorossa del capitano della Roma. Il ministro è intervenuto oggi a margine di una premiazione organizzata dal comitato toscano dilettanti, al centro tecnico di Coverciano a Firenze.

12:23G7: su Russia i sette pronti a ‘ulteriori azioni’

(ANSA) - TAORMINA, 27 MAG - Nella dichiarazione finale del G7 i grandi si impegneranno a prendere 'ulteriori azioni' nei confronti della Russia se non rispetta gli accordi di Minsk sull'Ucraina. Lo riferiscono fonti vicine al dossier, precisando che la discussione sulla Russia si tiene oggi. Sulla necessità di non levare le sanzioni a Mosca ci sarebbe quindi anche l'accodo degli Usa.

12:22Filippine: esercito bombarda Marawi, bandiere bianche civili

(ANSA) - BANGKOK, 27 MAG - Nei combattimenti di Marawi l'esercito filippino sta impiegando contro gli estremisti affiliati all'Isis anche bombardamenti aerei, mentre da alcuni edifici della città di 200 mila abitanti sono spuntate bandiere bianche sventolate da civili. Lo hanno riferito all'Associated Press alcuni testimoni. Con il bilancio ufficiale delle vittime fermo a 44 da ieri mattina (ma probabilmente già aumentato sul campo), gli scontri proseguono senza sosta tra le truppe di Manila e un centinaio di militanti armati appartenenti ai gruppi Maute e Abu Sayyaf, entrambi affiliati all'Isis. Un portavoce dell'esercito ha annunciato che le operazioni andranno avanti "fino a che la città sarà ripulita" dai combattenti che da martedì pongono assedio a Marawi, in seguito al blitz fallito delle forze di sicurezza per catturare uno dei loro comandanti. Nonostante migliaia di residenti abbiano lasciato la città, in molti sono rimasti nelle proprie case.

12:20Migranti: fiori e tedesco per integrazione profughi

(ANSA) - BOLZANO, 27 MAG - Hanno appreso primi rudimenti della lingua tedesca assieme a nozioni di floristica e cura dei giardini: sono 13 ragazzi profughi, richiedenti asilo in Alto Adige. Grazie ad un progetto organizzato dall'ufficio educazione permanente del dipartimento cultura tedesca in collaborazione con la scuola professionale Laimburg, e in sinergia con l'associazione dei giardinieri altoatesini, hanno compiuto un corso a moduli e uno stage presso 8 giardinerie in Alto Adige. In precedenza i ragazzi avevano acquisito i comportamenti corretti per la sicurezza sul lavoro. Ora sono pronti per una chiamata all'opera. Gli assessori provinciali di Bolzano Philipp Achammer e Arnold Schuler si sono complimentati con i corsisti e hanno consegnato loro gli attestati di frequenza del percorso formativo nell'ambito di una piccola festa.

12:18Migranti:altre due navi arrivate in Calabria,in una 32 salme

(ANSA) - CROTONE, 27 MAG - È approdata questa mattina nel porto di Crotone la nave Phoenix, dell'organizzazione non governativa Moas, con a bordo 600 migranti, tra i quali 150 bambini non accompagnati. La nave trasporta anche le salme di 32 persone morte nel naufragio dei giorni scorsi al largo della Libia, tra cui quelle di alcuni bambini. Le operazioni di sbarco e di assistenza ai migranti sono coordinate dalla Prefettura di Crotone. Un altro gruppo di 481 migranti é giunto, sempre stamattina, nel porto di Reggio Calabria a bordo della nave "Sirio" della Marina Militare. Quattro dei migranti sono stati ricoverati in ospedale per patologie varie. Le due navi sarebbero dovute approdare in Sicilia, ma sono state dirottate in Calabria per il blocco disposto per il G7 di Taormina. Ieri, per lo stesso motivo, erano approdate in Calabria altre quattro navi, con a bordo, complessivamente, 1.669 migranti. (ANSA).

12:15G7: anche Merkel cancella conferenza stampa finale

(ANSA) - Taormina, 27 MAG - Anche la cancelliera Angela Merkel, come il presidente Usa Donald Trump, rinuncia alla conferenza stampa finale della delegazione tedesca al G7. La Merkel avrà solo un breve colloquio con i giornalisti tedeschi, non con la stampa internazionale. Come nel caso di Trump, a Taormina si rincorrono ipotesi per spiegare la decisione di cancellare la conferenza stampa: ieri i due leader hanno avuto una discussione, definita "vivace e franca" dalla Merkel, senza replicare frontalmente alle accuse di Trump alle pratiche commerciali tedesche.

12:13G7: unica dichiarazione su clima, ‘più tempo agli Usa’

(ANSA) - TAORMINA, 27 MAG - Sulla questione del clima ci sarà "un'unica dichiarazione a sette" al termine del G7, nella quale i sei altri partner si impegnano "a lasciare più tempo agli Usa per prendere una decisione sull'accordo di Parigi". Lo riferiscono fonti del G7.

Archivio Ultima ora