Primo Settembre, Torrealba: “Una manifestazione di paura negare l’accesso alla capitale”

Jesus Torrealba, secretary of the Venezuelan coalition of opposition parties (MUD), speaks during a news conference in Caracas September 24, 2014. Venezuela's opposition parties on Wednesday named Torrealba to head their coalition before the 2015 parliamentary elections, where they hope to weaken Venezuela's President Nicolas Maduro's socialist government. REUTERS/Carlos Garcia Rawlins (VENEZUELA - Tags: POLITICS)

CARACAS – Il presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, ieri durante una trasmissione a reti unificate, ha assicurato l’Opposizione che se il primo settembre, qualora ci dovesse essere un tentativo di colpo di Stato, avrà una risposta energica, assai maggiore di quella del presidente Erdogan in Turchia. Una minaccia alla quale il Segretario Esecutivo del Tavolo dell’Unità non ha risposto direttamente.

Torrealba interno

Nel corso del suo programma “La Fuerza de la Unión”, l’esponente dell’Opposizione ha affermato che “qualora il governo dovesse proibire l’accesso alla capitale a coloro che desiderano partecipare alla nostra manifestazione, starebbe dimostrando tutti i suoi timori”.
– La chiusura delle vie d’accesso alla capitale – ha detto Torrealba – solo provocherebbe file infernali di atomobili, solo tanto, tanto traffico.
Torrealba ha ribadito che la manifestazione ha l’obiettivo di esigere la data per la raccolta delle firme per il referendum, di chiedere sia resa nota dal Consiglio Nazionale Elettorale una cronologia che permetta la realizzazione, prima della fine dell’anno, del Referendum e delle elezioni amministrative.

Condividi: