Sisma dell’Aquila: 7 anni dopo novemila sfollati

Pubblicato il 25 agosto 2016 da ansa

Sisma dell'Aquila: 7 anni dopo novemila sfollati

Sisma dell’Aquila: 7 anni dopo novemila sfollati

L’AQUILA – Sette anni dopo la scossa distruttiva del 6 aprile 2009, gli sfollati del terremoto dell’ Aquila sono scesi sotto quota 9 mila da quasi 70 mila iniziali. In centro storico hanno riaperto circa 90 attività commerciali, tra cui 2 bed&breakfast, quanto ai fondi 4,4 miliardi sono stati stanziati per la ricostruzione e 3 miliardi mancano all’appello per concluderla.

Queste le principali cifre, ritenute “confortanti” dalla governance anche se manca all’appello la velocità nel presentare e integrare progetti, a fronte di una presenza di fondi anche liquidi ora divenuta costante.

Per quanto concerne i dati analitici, all’ultimo censimento di aprile sono 4,4 miliardi di euro i contributi emessi in totale per la ricostruzione privata. Le ditte impegnate, sono 223 complessivamente, ripartite in 141 in centro, 61 al di fuori e 73 nelle frazioni. Alcune ditte sono impegnate su più cantieri.

Dall’agosto 2013 a marzo di quest’anno sono stati eliminati 320 edifici con 820 mila metri cubi di macerie prodotte. Di questi, 96 palazzi sono stati abbattuti in centro (204 mila metri cubi), 14 fuori dalle mura (44 mila), 111 in periferia (511 mila) e 99 nelle frazioni (59 mila).

Le persone che hanno una casa inagibile e vivono attualmente negli alloggi antisismici del progetto C.a.s.e. e nei moduli abitativi provvisori (Map), sono 8.351, rispetto alla capienza massima di 16 mila raggiunta nei primi mesi dopo il sisma, che corrispondono a 3.261 nuclei familiari, per 2,56 persone in media a famiglia.

Considerando tutti i 1.406 nuclei di nuovi inquilini, i contratti attivi complessivamente sono 3.702 nelle new town C.a.s.e. e 965 nei Map, più altri 85 nei Map della frazione di Onna della Croce Rossa.

Ultima ora

00:53Cnn turca, arrestato killer di Capodanno a Istanbul

(ANSAmed) - ROMA, 16 GEN - Il killer del nightclub 'Reina' a Istanbul, l'uzbeko Abdulkadir Masharipov, è stato arrestato stasera con il figlio di 4 anni nel quartiere di Esenyurt a Istanbul. Lo riferisce la Cnn Turk. Altre 3 persone sono state arrestate stasera dall'antiterrorismo turca. I 3 sospetti sono stati trovati nella stessa abitazione dell'attentatore nel quartiere di Esenyurt, alla periferia europea di Istanbul, durante il blitz che ha portato al suo arresto. Abdulkadir Masharipov si sarebbe nascosto 3 giorni fa nell'abitazione in cui è stato arrestato. Lo riferisce Ntv, secondo cui si tratterebbe di un covo dell'Isis e le 3 persone trovate insieme a lui sarebbero anche loro militanti jihadisti. La polizia turca ha rilasciato una foto in cui si vede il volto del principale sospettato per la strage del Reina con ecchimosi e ferite e macchie di sangue sulla maglietta.

00:36Maradona ‘dopo 30 anni chiedo scusa a mio figlio Diego’

(ANSA) - NAPOLI 16 GENNAIO - 'Chiedo scusa dopo 30 anni a mio figlio Diego. Non ti lascerò mai più''. Così Diego Maradona ha concluso a sorpresa lo spettacolo 'Tre volte dieci', rivolgendosi al figlio avuto dalla napoletana Cristiana Sinagra che sedeva nella platea del San Carlo. Il ragazzo si è alzato ed ha salutato inchinandosi verso il pubblico che applaudiva. Prima, accanto a Alessandro Siani, autore dello show, Maradona aveva detto: 'Auguro che il Napoli vinca tutto quello che deve vincere. So che la gente di Napoli ha bisogno'. Ora devo andare a Dubai, ho tre anni di contratto. Ma ci sono giocatori del Napoli che vogliono che la gente sia felice, quindi sono tranquillo. E il presidente vuole vincere''.

00:11Calcio: Torino-Milan 2-2

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Torino-Milan 2-2 (2-0) nell'ultimo posticipo della 20/a giornata della Serie A. A segno per i granata Belotti (21' pt) e Benassi (26' pt). Per i rossoneri in gol Bertolacci all'11' st (rete convalidata da Tagliavento grazie all'ausilio della gol-line technology) e Bacca su rigore al 15' st. Nel primo tempo Ljajic fallisce un calcio di rigore.

23:44Juve:Agnelli, disappunto per ko, ma obiettivo leggenda

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - "Il risultato di ieri è un motivo di disappunto, ma dobbiamo restare concentrati sull'obiettivo finale: questa stagione ci può e deve portare nella leggenda". Così il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, questa sera al Museo delle Scienze e della Tecnologia di Milano dove presenta il nuovo logo del club.

23:26Investiti da treno nel Fiorentino, 1 morto e un ferito

(ANSA) - MONTELUPO (FIRENZE), 16 GEN - Una persona è morta, un'altra è rimasta ferita, sembra in modo non grave, in un incidente avvenuto, poco dopo le 21, alla stazione ferroviaria di Montelupo (Firenze). Secondo le prime informazioni le due persone sarebbero state investite dal treno regionale Pisa-Firenze. Ancora da chiarire la dinamica di quanto successo. Sul posto, oltre al 118, la polfer e i carabinieri. La linea ferroviaria è interrotta in entrambe le direzioni. (ANSA).

23:21Maltempo: Firenze, domani chiusi parchi, giardini e cimiteri

(ANSA) - FIRENZE, 16 GEN - Chiusi domani a Firenze parchi, giardini e cimiteri comunali. Lo ha deciso l'unità di crisi, presieduta dalla vicesindaca Giachi, che si è insediata alle 19 al centro operativo della Protezione civile all'Olmatello, a Firenze. In un nuovo alert system lanciato dalla protezione civile del Comune dopo che le nuove previsioni meteo hanno confermato, per domani, codice arancione per il vento forte, si invitano poi i cittadini a prestare la massima attenzione ed evitare, domani, spostamenti e attività all'aperto in particolare dalle 7 alle 13. Il centro coordinerà l'attività delle strutture operative per fronteggiare eventuali criticità. Al momento, però, non si registrano emergenze. (ANSA).

23:15Trasporti: riattivato traffico in Stazione Centrale a Milano

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - E' stato pienamente riattivato alle 19.45 il traffico ferroviario nella stazione Milano Centrale, dopo che un guasto alla linea elettrica di alimentazione dei treni ha fortemente rallentato la circolazione ferroviaria dalle 17.05. Secondo quanto comunica RFI, i treni a lunga percorrenza e i regionali hanno registrato ritardi medi di circa un'ora, con un picco massimo di tre ore per due treni, oltre a limitazioni di percorso, deviazioni e cancellazioni. Sono in corso di accertamento le cause del guasto che ha interessato i binari dall'1 al 12. (ANSA).

Archivio Ultima ora