La venezuelana Rojas salta la Diamond League

La venezuelana Rojas salta la Diamond League
La venezuelana Rojas salta la Diamond League
La venezuelana Rojas salta la Diamond League

CARACAS – La Diamond League di atletica torna protagonista con il Meeting di Losanna, in Svizzera. Sono passati pochi giorni dalla fine delle Olimpiadi di Rio ed eccoci con un nuovo appuntamento dove troviamo l’elite dell’atletica internazionale. Ma l’evento avrà un’assente di lusso, la venezuelana Yulimar Rojas, vincitrice della medaglia d’argento nel salto triplo.

Stando alle informazioni date dalla Federación Venezolana de Atletismo, il suo allenatore Iván Pedrosa vuole darle un periodo di riposo per farla riprendere al meglio dall’infortunio subito durante l’evento dei cinque cerchi.

L’atleta aveva tutte le intenzioni di partecipare, ma un fastidio al ginocchio destro l’ha costretta ad alzare bandiera bianca.

“Dopo l’infortunio subito durante la semifinale dei giochi olimpici del salto triplo, il suo ginocchio ha cominciato a darle fastidio. Per questo motivo, Pedrosa ha optato per farla riposare, in questo modo sarà al top della forma nella prossima stagione, quando ci saranno gare indoor” ha dichiarato Marcos Oviedo, presidente della Federatletica venezuelana.

In questo momento di pausa, la medagliata, approfitterà per visitare il suo paese e mostrare ai suoi fans la medaglia vinta a Rio.

“Stiamo cercando di realizzare un emotivo ricevimento con tutti gli enti sportivi del paese per ricevere a Yulimar come merita” ha confessato Oviedo.

La prima volta che la bandiera venezualana è apparsa su un un podio olimpico è stato nel 1952, durante i giochi che si svolsero a Helsinki: quella volta a rappresentare degnamente la terra di Bolìvar fu Asnoldo Devonish, che vinse il bronzo nel salto triplo.

A Rio, dopo 64 anni, un altro atleta riporta il tricolore venezuelano su un podio di una gara di atletica, in questa occasione la protagonista è una donna, Yulimar Rojas che si è appesa al collo l’argento.

Fioravante De Simone

Condividi: