Primo settembre: accusano gli Stati Uniti di volere un “golpe”

Pubblicato il 29 agosto 2016 da redazione

Primo settembre: accusano gli Stati Uniti di volere un “golpe”

Primo settembre: accusano gli Stati Uniti di volere un “golpe”

CARACAS – Lo spettro del “Golpe” é sempre presente, nonostante la realtá dei fatti smentisca la presenza di presunti complotti orditi dall’esterno per destituire il capo dello Stato. Qualche giorno fa, lo stesso presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, dopo una breve tregua, ha chiamato in causa la Casa Bianca, accusandola di voler promuovere un nuovo “Plan Condor” e di tramare ai danni del governo che presiede. Ora, a tornare sull’argomento è stato il ministero degli Esteri, attraverso un comunicato.

Gli esponenti del governo e i rappresentanti del Psuv, da giorni insistono nel dire che la “Toma de Caracas”, organizzata dal Tavolo dell’Unità per esigere al Consiglio Nazionale Elettorale la data della raccolta del 20 per cento delle firme per il Referendum, ha un unico obiettivo: creare le condizioni per un “golpe”.

E addirittura, come nel caso del Direttore del Distretto Capitale, Daniel Aponte, sostenere che non si può permettere all’Opposizione di manifestare poichè avrebbe dimostrato, in occasioni precedenti, la sua vocazione violenta. Aponte, inoltre, ha annunciato che giovedì primo settembre, anche il Psuv organizzerà una grande manifestazione a Caracas.

Tornando allo spettro del “Golpe”, il ministero degli Esteri, con un comunicato, ha ritenuto “insolenti” le dichiarazioni del portavoce del Dipartimento di Stato, John Kirby. Questi, durante una conferenza stampa, ha espresso la preoccupazione del governo Obama per le sorti di Daniel Ceballos, esponente di Voluntad Popular, trasferito nel carcere di San Juan de los Morros. Il ministero ha accusato il colosso del Nord di promuovere un “golpe” con la complicitá delle frange radicali dell’Opposizione.

La Cancelleria venezuelana sostiene che gli Stati Uniti sono impegnati a ripetere l’esperienza dell’11 aprile del 2002. Ma sono accuse ripetute tante volte che ormai riscuotono sempre meno seguito tra i venezuelani. Anche la notizia dell’arresto di due presunti cospiratori è stata accolta con scetticismo e indifferenza.

Il governo del presidente Obama, sostiene il ministero degli Esteri, procura creare le condizioni per “indebolire e destabilizzare il sistema democratico e così poter destituire il presidente Maduro”.

Dal canto suo, il deputato Elías Jaua ha affermato categorico che la manifestazione organizzata dall’Opposizione non ha i permessi indispensabili e, quindi, non potrá “entrare a Caracas”.

La risposta alle dichiarazioni dell’ex vice-presidente della Repubblica non si è fatta attendere. Enrique Capriles Radonsky, esponente del Tavolo dell’Unità, ha precisato che “le garanzie costituzionali non sono state ancora sospese. Quindi i venezuelani hanno tutto il diritto a circolare liberamente”.

– E’ un diritto che ci corrisponde – ha detto -. Ed è responsabilità del governo permettere che si rispetti.

Capriles Radonsky ha accusato gli esponenti del Psuv e i rappresentanti del governo di voler creare un clima di paura e di tensione e assicurato che i venezuelani, nonostante tutto, scenderanno in piazza a manifestare il proprio malconteto e a esigere dal Consiglio Nazionale Elettorale la data della raccolta delle firme per il Referendum.

Ultima ora

01:14Calcio: Liverpool battuto dall’ultima in classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Una settimana dopo aver inflitto al Manchester City, dominatore della Premier League, la sua prima sconfitta in campionato, il Liverpool è riuscito nell'impresa di andare a perdere (1-0) sul campo dello Swansea, ultima in classifica, nel posticipo del 24/o turno. Si è così interrotta la striscia di 18 risultati utili consecutivi della formazione allenata da mister Jurgen Klopp, tra tutte le competizioni. La rete di Alfie Mawson, al 40', ha siglato uno dei risultati più inattesi della stagione e lasciato il Liverpool in quarta posizione, a -3 dal Chelsea.

00:50Calcio: Allegri, l’importante era restare in scia al Napoli

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "L'importante era vincere. Alla fine c'è stata un po' di ansia perché ci mancavano un po' le gambe. Abbiamo alle spalle sei giorni di lavoro importante ed i ragazzi l'hanno sentito. Potevamo chiudere la partita già nel primo tempo ed ancora con un paio di occasioni nella ripresa. Non ci siamo riusciti e quindi complimenti al Genoa". Massimiliano Allegri sa che la Juventus non ha giocato una partita entusiasmante, ma si prende i 3 punti grazie all'1-0, rete di Douglas Costa. "E' importante che la squadra vinca anche se Higuain non segna" ha commentato. Lotta scudetto riservata a Napoli e Juventus? "Il campionato è ancora lungo tutti quelli che ci stanno dietro possono ancora rientrare - ammette Allegri - Ora davanti (di un punto, ndr) abbiamo il Napoli e quindi era importante restargli in scia".

00:23Calcio: Douglas Costa, vittoria difficile ma importante

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Sono contento del gol e di aver aiutato la squadra. Nel secondo tempo siamo un po' calati fisicamente, è stata difficile ma non abbiamo subito gol con grande sacrificio a parte di tutti: abbiamo portato a termine la partita in vantaggio e quello è l'importante". Le parole a caldo del giocatore juventino Douglas Costa dopo l'1-0 sul Genoa che ha riportato i bianconeri a -1 dal Napoli. "Mettere pressione al Napoli? Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e andare avanti senza guardare gli altri", ha aggiunto il centrocampista.

00:18Donna uccisa in agguato a Napoli, tre colpi al volto

(ANSA) - NAPOLI, 22 GEN - Una donna di 54 anni, Annamaria Palmieri, è stata uccisa in un agguato ed è stata trovata riversa in via del'Alveo Artificiale nel quartiere periferico di San Giovani a Teduccio a Napoli. Lo si apprende da fonti della Questura. Dai primi rilievi emerge che la donna è stata raggiunta da tre colpi di pistola al volto. La donna, rilevano le stesse fonti, aveva precedenti per reati contro il patrimonio, per droga e per associazione per delinquere. Agenti della Scientifica stanno operando nell'area del rinvenimento del corpo.

00:08Calcio: serie A, Juventus-Genoa 1-0

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La Juventus con il minimo sforzo batte il Genoa nel posticipo della 21/a giornata si serie A e tiene il passo del Napoli, vittorioso ieri a Bergamo. Di Douglas Costa, al 16', l'unica rete della partita, alla quale il Genoa non ha saputo replicare. I bianconeri, alla quarta vittoria di fila, seguono ad una lunghezza il Napoli, che comanda a quota 54, e hanno 10 lunghezze di vantaggio sulla terza, la Lazio. Il Genoa, reduce da tre risultati utili consecutivi, è fermo a 21 punti, +5 dalla zona retrocessione.

22:32Calcio: Marotta, quella su Balotelli è una bufala

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Le voci su Balotelli? C'è affetto e stima per questo ragazzo, ma è una notizia da fantacalcio, una bufala. Quello di Balotelli è un profilo che non occorre alla Juventus". L'ad della Juventus, Giuseppe Marotta, prima di Juve-Genoa nega ogni interesse per l'attaccante del Nizza e anche per il giocatore della Lazio De Vrij: "non è un nostro obiettivo". Confermata invece la pista Emre Can. "L'interesse è chiaro - dice il dirigente a Premium Sport - vogliamo tentare di portarlo con noi, ma non è detto che ci riusciremo perché al momento ha un contratto con il Liverpool. Potrebbe rinnovarlo e oltretutto ci sono altre squadre su di lui".

22:21Calcio: Verona, presidente conferma la panchina a Pecchia

(ANSA) - VERONA, 22 GEN - Niente cambi sulla panchina del Verona. Fabio Pecchia resta in sella, e guiderà la squadra gialloblù anche nel prossimo impegno di campionato, in trasferta al Franchi, contro la Fiorentina. Lo ha deciso il presidente del club, Maurizio Setti. La squadra andrà intanto in ritiro. "Al termine di una giornata di riflessioni e confronti - spiega il Verona in una nota - il presidente dell'Hellas Verona, Maurizio Setti, ha deciso che la squadra andrà in ritiro fino a data da destinarsi. Il gruppo, in vista del match contro la Fiorentina, si allenerà ad Imola agli ordini di Fabio Pecchia e del suo staff, con il primo allenamento in programma per mercoledì 24 gennaio". La proprietà comunica inoltre di aver indetto il silenzio stampa, esteso "a tutti i propri tesserati".

Archivio Ultima ora