Primo settembre, l’Opposizione lima gli ultimi dettagli

Pubblicato il 30 agosto 2016 da redazione

CARACAS – Elezioni amministrative, mancanza di generi alimentari, carenza di medicine, collasso delle cliniche e degli ospedali. Argomenti che, in questi giorni, sono stati messi da parte. La partita politica, oggi, si gioca tutta il primo settembre. Così, mentre gli esponenti del Psuv si schierano incondizionalmente col governo; il ministero degli Esteri accusa gli Stati Uniti di promuovere, assieme a frange radicali dell’Opposizione, un “golpe” per destituire il presidente Maduro e il deputato Diosdado Cabello offre dettagli sull’arresto di Yon Goicochea, mentre familiari e avvocati non conoscono ancora ufficialmente le ragioni del suo arresto; i leader del Tavolo dell’Unità limano gli ultimi dettagli relativi la “Toma de Caracas”. Alla grande manifestazione, organizzata per reclamare al Consiglio Nazionale Elettorale maggiore celerità nel decidere la data della raccolta delle firme per il Referendum, stando agli esponenti dell’eterogenea coalizione dovrebbe partecipare oltre un milione di persone.
– Questa – ha detto il deputato Freddy Guevara – non sarà una semplice manifestazione. Sarà un corteo con oltre un milione di persone.
Il deputato, poi, ha esortato il Consiglio Nazionale Elettorale a non indugiare oltre nel rendere noto la data della raccolta del 20 per cento delle firme, per procedere al referendum revocatorio prima dello scadere dell’anno.
La direttrice dell’organismo elettorale, Socorro Hernàndez, ha risposto indirettamente al deputato dell’Opposizione sostenendo, in un’intervista concessa ai colleghi di “Venevisión”, che l’Opposizione potrà procedere a raccogliere il 20 per cento delle firme, quasi quattro milioni di iscritti nelle liste elettorali, dal 24 al 30 ottobre. Ovvero, ribadendo quanto speculato a suo tempo dalla presidente del Cne Tibisay Lucena, durante l’ultima settimana di ottobre.
Ma ancora non c’è nulla di ufficiale. Solo dichiarazione di esponenti dell’organismo elettorale e i loro apprezzamenti. Per questo, la decisione del Tavolo dell’Unità di giocarsi la propria credibilità con una manifestazione che il deputato Freddy Guevara ha definito “la mamà de todas las marchas” (la madre di tutti i cortei, ndr) e che il Segretario Escutivo del Tavolo dell’Unità non ha dubitato a dichiarare:
– Quella del primo settembre sarà una delle più importanti manifestazioni politiche mai organizzate nel Paese.
Di fronte al clima di tensione che si vive nel Paese, il clero venezuelano, rappresentato dai suoi vescovi, ha esortato Governo e Opposizione a evitare la violenza.
L’Arcivescovo di Merida, Baltazar Porras, con parole prudenti ma assai chiare ha condannato la militarizzazione del Paese, ha affermato che la figura del referendum è contemplata dalla Costituzione e sottolineato che l’esercizio di un diritto non deve essere catalogato come “tentativo di golpe” e non può essere “oggetto di provvedimenti indimidatori o repressivi”.
Dal canto suo, il ministro degli Interni, Nestor Reverol, dopo aver affermato che il “diritto a manifestare non è assoluto ed è condizionato” ha reso noto che “sono state date disposizioni alle polizie di El Hatillo, Baruta, Chacao e Sucre” di assumere la responsabilità del controllo e della difesa dell’ordine pubblico. Ha quindi commentato:
– Si ha la presunzione che durante la manifestazione vi saranno atti di vandalismo e di violenza.
E aggiunto che la violenza potrà essere repressa opportunamente con gas tossici e l’uso delle armi.
A questo proposito, il Direttore del Comune di Caracas, Daniel Aponte, ha reiterato che l’Opposizione non ha i permessi necessari per manifestare a Caracas.

Ultima ora

17:26Cade da scogli durante pesca, muore vigile urbano in Salento

(ANSA) - OTRANTO (LECCE), 24 GEN - Un pescatore dilettante è morto precipitando da un tratto di scogliera in località 'Palombara' ad Otranto. La vittima era il vice comandante dei vigili urbani di Collepasso, il maresciallo Antonio Campa, di 57 anni. L'uomo era uscito di buon'ora per andare a pesca con una canna lungo la scogliera. A dare l'allarme intorno alle 13.30 alla Capitaneria di Porto di Otranto, è stata la figlia della vittima, allarmata per il mancato rientro a casa del padre. Sul posto sono intervenute due motovedette della Guardia costiera e una pattuglia da terra. Dopo un giro di perlustrazione, il cadavere è stato trovato in una cavità rocciosa dov'era finito dopo un volo da un'altezza di circa cinque metri, forse a causa di un piede messo in fallo o di un malore. La salma è stata recuperata dai vigili del fuoco. (ANSA).

17:16Fondazione Ventre, 4 indagati per investimento ‘fantasma’

(ANSA) - BOLOGNA, 24 GEN - Quattro persone sono indagate a Bologna per aver fatto 'sparire' un investimento da circa due milioni, i cui utili avrebbero dovuto finanziare le attività di beneficenza della Fondazione Mariele Ventre, costituita per tutelare l'immagine della musicista fondatrice del Piccolo coro dell'Antoniano, morta nel 1995. Dell'inchiesta, nata da una denuncia della presidente della Fondazione, Maria Antonietta Ventre, sorella di Mariele ha dato notizia il Corriere di Bologna. Il denaro era stato affidato nel 2010 ad un consulente finanziario, uomo di fiducia da tempo della famiglia: ora il professionista è indagato a vario titolo con altri tre per truffa, appropriazione indebita e reati fiscali. Dell'investimento, nel campo delle energie rinnovabili, secondo quanto accertato dalla Procura e dalla Gdf, sarebbero rientrati solo 130mila euro: per l'accusa il resto è finito nelle tasche del promoter e, in misura minore, di un imprenditore ferrarese, di un ex amministratore pubblico e di un manager. (ANSA).

17:11Brasile: scoppia rivolta in carcere Bauru

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 24 GEN - Ennesima rivolta carceraria in Brasile, che dall'inizio dell'anno è stato colpito da una crisi senza precedenti del sistema penitenziario, con ripetute sommosse seguite da stragi: incidenti sono scoppiati nel 'Centro de Progressao Penitenciaria' di Bauru, comune nell'entroterra dello stato di San Paolo. In base alle prime informazioni della polizia militare, i reclusi hanno dato fuoco a due ale dell'edificio e almeno duecento sarebbero riusciti a fuggire.

17:05Trump riceve i big dell’auto alla Casa Bianca

(ANSA) - NEW YORK, 24 GEN - Siamo di fronte a un ambientalismo fuori controllo: lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump incontrando alla Casa Bianca i big dell'industria automobilistica Usa, tra cui il numero uno di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne. ''Agli Stati Uniti serve una forte spinta per costruire fabbriche nel paese'', ha aggiunto Trump assicurando una riduzione delle regole e un taglio delle tasse.

17:03Calcio: Serie A, Corini quinta panchina saltata

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Eugenio Corini è il quinto allenatore della stagione in Serie A, il terzo al Palermo, a lasciare la panchina prima della fine del campionato, non contando l'addio all'Inter di Roberto Mancini avvenuto l'8 agosto scorso (ancora in fase di ritiri e amichevoli). Il primo esonero era avvenuto il 6 settembre, dopo la seconda giornata, con il benservito a Davide Ballardini e l'arrivo del giovane Roberto De Zerbi, poi a sua volta caduto il 30 novembre dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia ad opera dello Spezia. Dopo la settima giornata, il 2 ottobre, era toccato invece al tecnico dell'Udinese Giuseppe Iachini (ex Palermo), sostituito da Luigi Delneri. Quindi, dopo l'undicesima giornata, nella prima settimana di novembre, la fine dell'avventura di Frank De Boer all'Inter, che ha lasciato il posto a Stefano Pioli.

17:03Germania: Stern, Gabriel rinuncia alla candidatura

(ANSA) - BERLINO, 24 GEN - Bild online anticipa la copertina del nuovo numero di Stern secondo cui Sigmar Gabriel rinuncia alla candidatura alla cancelleria. Il successore di Sigmar Gabriel alla testa del partito socialdemocratico tedesco sarà Martin Schulz. Lo scrive Spiegel on line che citando fonti proprie titola sulla rinuncia di Gabriel. La prassi vuole che il leader del Spd si candidi per la cancelleria: salvo sorprese Schulz sarà l'avversario della cancelliera uscente Angel Merkel alle elezioni di fine settembre.

16:47Calcio: Palermo, club dispiaciuto per l’addio di Corini

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - "Mi è dispiaciuto per la scelta di Corini, si era instaurato un buon rapporto. È una persona seria, in questi pochi giorni ho visto che ha ottime qualità". Lo ha detto il ds del Palermo Nicola Salerno commentando le dimissioni di Eugenio Corini. La settimana scorsa era stato proprio Salerno a convincere il presidente Maurizio Zamparini a rinnovare la fiducia al tecnico. "Lui avrebbe voluto un lavoro finalizzato anche in prospettiva - ha spiegato il ds - ma in questo momento nessuno può dare garanzie sul futuro: ci sono altri problemi da risolvere, anche perché non abbiamo ancora alzato bandiera bianca (in chiave salvezza, ndr)". Il club cerca ora un nuovo tecnico. "Ballardini probabilmente non è convinto della situazione - ha proseguito Salerno - Il Palermo ha iniziato male, ma a volte qualche risultato dà la svolta, come per il Cagliari, la cui salvezza partì da un match con il Napoli. Abbiamo fatto una buona gara con l'Inter, ma c'è stata quella disattenzione difensiva. C'era anche un rigore per noi".

Archivio Ultima ora