Terremoto: piogge e disagi nelle tendopoli

Pubblicato il 31 agosto 2016 da ansa

Sisma: piogge e disagi nelle tendopoli

Sisma: piogge e disagi nelle tendopoli

AMATRICE (RIETI) – Le prime piogge sulle tendopoli, le strade rese ancora più impraticabili dal fango, i disagi di una vita senza più nulla, la terra che continua a tremare, con una scossa di magnitudo 3.8 in provincia di Macerata e una 3.9 in quella di Ascoli che hanno fatto rivivere l’incubo del 24 agosto a migliaia di persone: una settimana dopo il terremoto che ha squassato il centro Italia è chiaro a tutti che bisogna accelerare, per consentire alla gente che ha perso familiari e case di tornare alla normalità.

Di ricominciare a lavorare, avere relazioni libere e non imposte dalla convivenza forzata. Anche perché l’orrore non è ancora finito: dalle macerie dell’hotel Roma i vigili del fuoco hanno estratto l’ultima vittima ufficiale dell’albergo, un uomo che era sotto 10 metri di macerie. E all’ospedale di Pescara è morto il 23enne Filippo Sanna, rimasto per ore sotto i resti della sua casa, la vittima numero 294 di quel maledetto mercoledì.

Lo sa bene Matteo Renzi che durante l’incontro con la Merkel ha annunciato che il governo, nonostante le polemiche, procederà alla nomina di Vasco Errani a commissario per la ricostruzione. Un compito, quello che attende l’ex governatore dell’Emilia Romagna, tutt’altro che facile: non sarà semplice, passata l’emozione, far mantenere alla politica le promesse fatte sulle macerie.

Il premier, al termine dei funerali ad Amatrice, ha garantito che i soldi ci sono: la legge di stabilità sarà il primo banco di prova per capire se alle parole seguiranno i fatti, ma saranno soprattutto gli stanziamenti per i prossimi anni a dire se l’Italia avrà imparato o meno la lezione.

– Per ricostruire – ammette il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio – ci vorranno anni. Ma noi siamo già al lavoro.

Prima della ricostruzione, però, la politica e sopratutto il governo dovranno affrontare un altro problema: dove sistemare gli sfollati – ad oggi, secondo i dati della Protezione Civile, circa quattromila, in tre regioni – in attesa che, non prima di 4 mesi, siano pronte le casette di legno.

Al momento una decisione non è ancora stata presa: le riunioni di questi giorni serviranno per capire se far arrivare le roulotte nelle zone terremotate oppure spostare la gente negli alberghi. Ma quel che è certo è che non è pensabile lasciare i terremotati per più di un mese nelle tende: dunque entro qualche giorno al massimo la soluzione deve essere individuata.

Ad Amatrice e negli altri comuni terremotati, intanto, si prova a ripartire. Domani, negli uffici mobili delle Poste, sarà possibile ritirare la pensione, il Credito cooperativo di Roma aprirà sempre da domani un’agenzia mobile proprio ad Amatrice e sono in arrivo tre container per ospitare altrettante farmacie. Con la messa in sicurezza di un muro, inoltre, potrebbe riaprire anche uno dei caseifici del paese.

Anche alcune attività economiche cominciano pian piano a riaprire e poco importa che i clienti sono soprattutto soccorritori e non cittadini. Ha riaperto la ferramenta e ha riaperto il ristorante del villaggio ‘Scoiattolo’, a due passi dal ponte dei Tre occhi ad Amatrice. Il menù propone tre primi, amatriciana, gricia e cacio e pepe; tre secondi, bistecca di vitella, braciola di maiale e salsicce, due contorni, patate fritte e insalata.

– Non accettiamo prenotazioni – dice Laura – finché c’è cibo si mangia. C’è stato chiesto dalla protezione civile di dare una parvenza di normalità e questo stiamo facendo, se volete venire a cena le porte sono aperte.

Il tentativo di normalità è pure la prima convocazione del consiglio comunale di Arquata del Tronto anche se il segno forse più tangibile della ripartenza è l’inizio dei lavori per la realizzazione della scuola di Amatrice, nella zona di San Cipriano. La stanno realizzando 50 uomini della Protezione Civile del Trentino, con due ingegneri che lavorano a titolo gratuito. 24 moduli prefabbricati coperti da un tetto in legno, consentiranno di realizzare 10 aule per materne, elementari e medie, oltre ai servizi igienici.

– Stiamo predisponendo il terreno – spiega il responsabile del campo Giovanni Tomati -, subito dopo dovremmo gettare la base di cemento in cui passeranno tutti i servizi, acqua, luce, fognature, e poi montare i prefabbricati. Le cose vanno fatte bene e a norma, ma cercheremo di far entrare i ragazzi il 14 settembre”.

(Matteo Guidelli/ANSA)

Ultima ora

10:30Giappone: premier Abe valuta visita in Italia a marzo

(ANSA) - TOKYO, 24 FEB - Il premier giapponese Shinzo Abe sta valutando l'opportunità di includere l'Italia nella lista dei paesi che visiterà nel suo viaggio in Europa il prossimo mese. Lo riferisce l'agenzia Kyodo, che cita fonti governative, secondo le quali Abe ha intenzione di approfondire le discussioni sul trattato del libero commercio nell'incontro con il premier italiano Paolo Gentiloni, in anticipazione dell'incontro di maggio, a margine del vertice dei Paesi del G7. In una telefonata dello scorso mese, spiega la nota del ministero degli Esteri nipponico, i due leader hanno concordato sulla definizione di libero commercio nell'ambito di una economia aperta agli scambi, entrambi come fattori fondamentali per la pace e la prosperità.

10:26India:egiziana più pesante mondo ha perso 50 kg in 12 giorni

(ANSA) - NEW DELHI, 24 FEB - Eman Ahmed, la donna egiziana che con i suoi 500 chili era considerata la più pesante del mondo, ha perso 50 chili nei suoi primi 12 giorni di terapia nell'ospedale di Mumbai (India centrale) che ha accettato di curarla. Lo riferisce la tv Zee News. La donna è sottoposta nell'ospedale Saifee della capitale dello Stato di Maharashtra ad una dieta rigidissima e a 90 minuti di fisioterapia al giorno che hanno già prodotto i primi risultati: oltre 50 chili persi. Eman, che ha 37 anni e da 25 non usciva dalla sua casa ad Alessandria, ora può alzare le braccia, afferrare oggetti e sollevarsi. Attualmente è in cura, oltre che per l'obesità, per apnea nel sonno, ipotiroidismo, diabete, ipertensione, problemi renali e ritenzione di fluidi. Il medico indiano Muffazal Lakdawala, che l'ha fatta arrivare a Mumbai, sostiene che nelle due settimane che restano prima di un intervento chirurgico, la donna debba continuare a perdere peso per poter entrare in sala operatoria. L'obiettivo è portarla a 200 chili.

10:10Turchia: raid aerei contro roccaforte Pkk curdo in nord Iraq

(ANSAmed) - ISTANBUL, 24 FEB - L'aviazione turca ha compiuto mercoledì nuovi raid contro obiettivi del Pkk curdo in nord Iraq, prendendo di mira i monti Qandil, considerati il quartier generale dei ribelli. Lo hanno reso noto oggi le Forze armate, secondo cui i bombardamenti, condotti a partire da alcune segnalazioni di intelligente, hanno ucciso almeno 27 combattenti e distrutto 3 rifugi. Secondo fonti di sicurezza, negli ultimi giorni Ankara starebbe rafforzando le sue iniziative contro il Pkk per evitare attacchi durante la campagna per il referendum sul presidenzialismo del 16 aprile.(ANSAmed).

10:08Usa: ‘via dal mio Paese’, ingegnere indiano ucciso in Kansas

(ANSA) - NEW DELHI, 24 FEB - Un ingegnere indiano è stato ucciso ed altre due persone sono rimaste ferite in una sparatoria mercoledì sera in un bar di Kansas City, negli Stati Uniti, da un ex militare della Marina, Adam Purinton di 51 anni, che sparando ha gridato frasi xenofobe. Lo riferisce oggi la tv India Today. La vittima è Srinivas Kunchubhotla, 32 anni, impiegato nel quartier generale della compagnia Garmin, mentre Purinton è stato arrestato ieri ed accusato di omicidio e tentato omicidio. Anche uno dei due feriti, Alok Madasani, è un altro ingegnere di origine indiana. L'episodio à avvenuto nell'Austins Bar and Grill del municipio di Olathe di Kansas City, quando i clienti stavano guardando in televisione una partita di basket. Non sono chiare le ragioni della lite sorta all'improvviso e durante la quale l'ex militare ha estratto un'arma e fatto fuoco gridando fra l'altro, secondo quanto hanno riferito testimoni oculari, "andatevene dal mio Paese!".

09:51Filippine: arrestata senatrice che denuncia abusi Duterte

(ANSA) - BANGKOK, 24 FEB - La senatrice filippina Leila de Lima, una delle voci più critiche nei confronti del presidente Rodrigo Duterte e della sua "guerra alla droga", è stata arrestata questa mattina con l'accusa di aver ricevuto denaro da alcuni boss del narcotraffico già detenuti. De Lima, che nei mesi scorsi era stata rimossa dalla commissione parlamentare che indagava sugli abusi della crociata contro il narcotraffico lanciata da Duterte, si è consegnata questa mattina alle autorità dopo che ieri sera un tribunale di Manila aveva emesso il mandato di arresto nei suoi confronti. La senatrice respinge qualsiasi accusa, accusando Duterte di persecuzione politica. "Non riusciranno a zittirmi e a fermarmi nella mia battaglia per la verità e la giustizia e contro la repressione e le uccisione quotidiane del regime di Duterte", ha dichiarato oggi la de Lima. Gli eventi per i quali la senatrice è accusata risalgono al periodo tra il 2010 e il 2016, quando ricopriva l'incarico di ministra della giustizia.

09:45Gb: suppletive, Labour salva un seggio, ne cede un altro

(ANSA) - LONDRA, 24 FEB - Sospiro di sollievo a metà per il Labour di Jeremy Corbyn, che salva un collegio tradizionale della sinistra britannica nella sfida con il leader euroscettico dell'Ukip, Paul Nuttall, ma ne perde un altro a beneficio di una candidata filo Brexit del Partito Conservatore in una doppia elezione suppletiva svoltasi ieri. Entrambi i collegi, lasciati liberi da deputati uscenti laburisti, erano in palio in aree dell'Inghilterra 'profonda' che al referendum di giugno avevano detto sì al divorzio dall'Ue. In quello di Stoke on Trent il candidato corbynista Gareth Snell si è aggiudicato il seggio alla Camera dei Comuni resistendo con un vantaggio di 2500 voti, superiore alle attese, all'assalto di Nuttal, successore di Nigel Farage alla guida dell'Ukip, che mirava a conquistare un secondo scranno di deputato per i suoi. A Copeland, invece, il Labour ha perso il seggio - un fatto storico - a favore della candidata governativa Trudy Harrison: 2000 i suoi voti di scarto sul rivale Gill Troughton.

09:40Trump: Pence, ‘occasione della vita per valori conservatori’

(ANSA) - WASHINGTON, 24 FEB - Per il vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence gli Usa stanno vivendo, con l'amministrazione Trump, l'occasione della vita per adottare soluzioni conservatrici ai problemi dell'America. Pence lo ha sottolineato intervenendo alla Conservative Political Action Conference (Cpac), evento annuale del movimento conservatore negli Usa dove parlerà nelle prossime ore anche il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Così per Pence l'elezione di Donald Trump è "un'occasione per la quale abbiamo lavorato così tanto e così a lungo" e la nuova amministrazione da' ai conservatori il tempo di "dimostrare nuovamente che le nostre risposte sono le risposte giuste per l'America". Il vicepresidente torna quindi a parlare di Obamacare, la riforma sanitaria voluta dal Barack Obama, che dice - la nuova amministrazione revocherà e sostituirà, un "incubo che sta per finire" afferma, ma non senza esortare i conservatori a mobilitarsi per respingere i democratici.

Archivio Ultima ora