Ankara nega la tregua con i curdi in Siria

Pubblicato il 31 agosto 2016 da ansa

 Turkish soldiers passing Syrian border with tanks as they prepare for a military operation at the Syrian border as part of their offensive against the Islamic State (IS) militant group in Syria, Karkamis district of Gaziantep, Turkey, 25 August 2016. EPA/SEDAT SUNA

Turkish soldiers passing Syrian border with tanks as they prepare for a military operation at the Syrian border as part of their offensive against the Islamic State (IS) militant group in Syria, Karkamis district of Gaziantep, Turkey, 25 August 2016. EPA/SEDAT SUNA

ISTANBUL – La Turchia nega una tregua con i curdi in Siria e assicura che il suo intervento militare oltre confine “continuerà finché tutte le minacce non saranno completamente eliminate”. Il fragile cessate il fuoco, annunciato dagli Stati Uniti, si sgretola sotto i colpi dell’intransigenza di Ankara, che definisce “fuori discussione” qualsiasi accordo con “i terroristi”. Una situazione che, temono in molti, rischia di ridare fiato all’Isis dopo la ritirata di una settimana fa da Jarablus, all’inizio dell’operazione “Scudo dell’Eufrate”.

Dopo gli Stati Uniti, anche Russia e Iran – sostenitori del regime di Bashar al Assad – hanno espresso “preoccupazione” per le azioni delle forze armate turche. Teheran definisce “inaccettabile” la violazione della sovranità siriana, lanciando anche l’allarme sul rischio di nuove vittime civili. Mentre sul terreno continuano gli scontri e i raid aerei, la Turchia non molla la sua offensiva diplomatica contro la legittimazione delle milizie curdo-siriane del Pyd, sostenute dalla Coalizione a guida Usa nella guerra all’Isis.

L’ambasciatore americano ad Ankara, John Bass, è stato convocato al ministero degli Esteri e gli è stato riferito che “dichiarazioni di questo tipo non sono in alcun modo accettabili e non sono adatte a una relazione di alleanza”. La Turchia continua anzi a chiedere “l’immediata realizzazione dell’impegno preso dagli Usa che non ci sarà alcun elemento del Pyd/Ypg a ovest dell’Eufrate dopo l’operazione di Manbij”, strappata al Califfato due settimane fa.

Le notizie dal fronte parlano comunque di un allentamento nelle ultime ore degli scontri con i curdi. I ribelli dell’Esercito siriano libero, appoggiati da Ankara, si starebbero dirigendo a ovest verso al-Bab, altro fortino dell’Isis.

Ma a nord di Manbij non si ferma l’avanzata dei carri armati turchi, pronte a entrare in rotta di collisione con la coalizione delle Forze democratiche siriane (Sdf), guidata dai curdi. Intanto, i jihadisti del Califfato, secondo quanto riferiscono la loro agenzia Amaq e l’Osservatorio siriano per i diritti umani, hanno compiuto a ovest di Jarablus un attacco kamikaze contro i ribelli filo-Ankara, il primo dall’inizio dell’operazione militare. Non si hanno comunque notizie certe di vittime.

Sul piano diplomatico, cresce l’attesa per i colloqui tra i leader mondiali, previsti nel fine settimana a margine del G20 cinese. Sulla “crisi siriana”, riferisce il Cremlino, ci sarà un faccia a faccia tra Barack Obama e Vladimir Putin.

In agenda diversi incontri anche per il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Che intanto, assicura il suo portavoce, sta già lavorando per cercare di far tacere le armi almeno durante l’importante festività islamica del Sacrificio di settembre.

(Cristoforo Spinella/ANSAmed)

Ultima ora

21:20Calcio: Florenzi, messaggio a Milik

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Ci vedremo al San Paolo e ci scambieremo la maglia. Fieri della nostra forza e più forti del nostro destino. Un grande abbraccio! Ale". Con questi messaggio, pubblicato sul proprio account di Twitter, il romanista Alessandro Florenzi ha dato appuntamento al collega del Napoli, Arkadiusz Milik, che, come il giallorosso, ha subito due gravi infortuni al ginocchio a poche settimane di distanza. L'attaccante dei partenopei oggi è stato operato a Roma e tornerà in campo fra cinque-sei mesi.

21:10Calcio: Van Bronckhorst, il Feyenoord punta alla vittoria

(ANSA) - NAPOLI, 25 SET - "Arriviamo a Napoli con molti infortunati ma dobbiamo vedere le cose in modo positivo e giocare meglio come squadra, sarebbe ideale trovare subito il vantaggio domani ma sarà molto difficile. Non saremo favoriti". Lo ha detto Giovanni Van Bronckhorst, allenatore del Feyenoord, alla vigilia della sfida contro il Napoli in Champions League. Il Feyenoord arriva a Napoli senza il bomber Jorgensen e il difensore Botteghin che il tecnico olandese ricorda "tornerà a gennaio-febbraio", precisa Van Bronckhorst che punta a vincere: "Domani ci servono i tre punti - dice - giocheremo senza paura ma con equilibrio. Sarà importante non prendere gol in avvio. Sappiamo di non essere favoriti ma sappiamo come gioca il Napoli, fanno un pressing molto alto e noi non dovremo rischiare di perdere palloni, ma allo stesso tempo impostare da dietro".

20:56Sport: Lotti palleggia con atleti paralimpici

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Io vengo a giocare ragazzi. Invitatemi e vengo". Così il ministro dello Sport Luca Lotti che si è fermato a palleggiare con i calciatori della nazionale italiana Calcio Amputati al termine della inaugurazione del centro di preparazione paralimpica al Tre Fontane. Lotti si è fermato a palleggiare a lungo scherzando con gli atleti paralimpici che durante lo scambio del pallone lo esortavano ironicamente con queste parole: "Se cade (la palla, ndr) cade il governo".

20:47Calcio: condanna Agnelli, Malagò non si espone

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "La cosa peggiore è che il presidente di un Comitato olimpico giudichi una sentenza di primo grado. Penso che la giustizia sportiva ha tre gradi di giudizio, è giusto, doveroso, aspettare il completamento di tutto il percorso". Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commenta la sentenza del Tribunale federale nazionale della Figc che ha condannato a un anno di inibizione il presidente della Juve Andrea Agnelli per la vicenda legata alla vendita dei biglietti ai tifosi. "Dispiace comunque che il calcio e il nostro mondo - ha aggiunto Malagò a margine dell'inaugurazione del Centro di preparazione paralimpica - ogni tanto vada agli onori o agli oneri delle cronache con delle cose che indubbiamente dispiacciono a tutti in assoluto". "Non commento le sentenze", ha invece detto il ministro dello Sport Luca Lotti. Per quanto riguarda le infiltrazioni dei mafiosi nel calcio - ha aggiunto - la Commissione Antimafia ha fatto un ottimo lavoro sul quale poter lavorare come parlamento e come governo per il futuro".

20:36Sport: Lotti esalta Centro Paralimpici

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Vivo questa giornata con gioia, orgoglio e grande senso di responsabilità per quello che stiamo facendo oggi. L'inaugurazione della Cittadella dello Sport paralimpico, un modello unico, deve essere vissuta come si fa quando si inaugura la grande infrastruttura di interesse strategico per tutto il Paese. L'augurio è che la Cittadella dello Sport Paralimpico possa essere un'altra pietra miliare su cui costruire il futuro". E' quanto espresso dal ministro dello Sport, Luca Lotti, intervenuto all'inaugurazione del centro di preparazione olimpica del Comitato Italiano Paralimpico al Tre Fontane. "Il cammino davanti a noi è ancora lungo - ha precisato Lotti - per questo il governo ha approvato lo stanziamento di altri 6.5 milioni per il completamento del Centro con un palazzetto polifunzionale e foresteria che lo farà diventare davvero all'avanguardia nel mondo".

20:26Calcio: Udinese, Danilo salta anche la Sampdoria

(ANSA) - ROMA, 25 SET - Lesione tra il primo e il secondo grado del bicipite femorale della coscia destra: è il risultato evidenziato dagli esami strumentali cui si è sottoposto Danilo dopo l'infortunio che mercoledì scorso, nella sfida persa contro il Torino, l'ha costretto ad abbandonare il campo (e a mancare il successivo impegno contro la Roma). Il difensore seguirà ora il programma di recupero predisposto dallo staff medico della società bianconera saltando, dunque, anche la sfida casalinga con la Sampdoria (sabato alle 18). Intanto, Stipe Perica è tornato a lavorare con il gruppo, mentre Silvan Widmer sta completando il proprio percorso riabilitativo.

20:21Giappone: premier Abe, elezioni anticipate a ottobre

(ANSA) - TOKYO, 25 SET - Il premier giapponese annuncia lo scioglimento delle camere ed elezioni anticipate per avviare una 'rivoluzione della produttività' attraverso una maggiore equità fiscale e il mantenimento della sicurezza contro le minacce della Corea del Nord. Nel suo discorso alla nazione il premier si è fatto 'paladino della patria' e ha usato tutta l'esperienza dei suoi due precedenti mandati, approfittando dello scompiglio dell'opposizione. Lo scioglimento della Camera bassa - le elezioni sono previste per il 22 ottobre - anticipa di un anno la fine della legislatura e coincide con il recupero del tasso di approvazione del premier che, complice la crisi nella penisola coreana, è risalito intorno al 50% dopo un progressivo declino nei mesi estivi. Il tutto coincide con la divulgazione di due scandali di clientelismo riconducibili direttamente ad Abe, il cui clamore il partito democratico all'opposizione non è riuscito a capitalizzare.

Archivio Ultima ora