Calciomercato: salta Witsel, ma Juve si consola con Cuadrado

Pubblicato il 31 agosto 2016 da ansa

Juan Cuadrado of Juventus FC celebrates after scoring the 3-0 goal during Italian Serie A soccer match between Juventus Fc and Us Palermo at the Juventus stadium in Turin, 17 April 2016. ANSA / DI MARCO

Juan Cuadrado of Juventus FC celebrates after scoring the 3-0 goal during Italian Serie A soccer match between Juventus Fc and Us Palermo at the Juventus stadium in Turin, 17 April 2016. ANSA / DI MARCO

MILANO. – Niente doppio colpo della Juventus. Nell’ultimo giorno di calciomercato salta l’acquisto di WITSEL, che resta allo Zenit. Il club di San Pietroburgo ha giocato al rialzo, chiedendo 22 milioni per il belga che ha un solo anno di contratto. Allegri si deve così ‘accontentare’ di CUADRADO, il cui ritorno in bianconero è ufficiale, con un prestito triennale da 5 milioni a stagione e un riscatto fissato a 25.

Fumata bianca, in extremis, invece per MAKSIMOVIC. Il difensore serbo è passato dal Torino al Napoli in prestito con obbligo di riscatto fissato a 25 milioni. Un’operazione che ha tenuto col fiato sospeso fino all’ultimo: il giocatore è sbarcato a Roma con un aereo privato, dopo essere rimasto bloccato a Francoforte per un allarme-bomba nell’aeroporto. Percorso inverso per VALDIFIORI, acquistato dal Torino a titolo definitivo.

Nelle ‘ore del Condor’ si scatena anche Galliani che strappa al Cagliari, MATI FERNANDEZ, dopo aver ceduto DIEGO LOPEZ all’Espanyol e VERGARA all’Arsenal Tula. Mati Fernandez arriva in prestito con diritto di riscatto dalla Fiorentina. Sfuma il ritorno di JOVETIC al club viola: il montenegrino resterà nell’Inter, così come BROZOVIC. Andrea Della Valle incassa circa 27 milioni con la cessione di MARCOS ALONSO al Chelsea.

Le grandi del campionato si sono mosse per tempo, attivissime invece le ‘piccole’, come Crotone, Bologna e Pescara. L’Inter, dopo avere speso più di 70 milioni per Gabigol e Joao Mario, non cede i big in rosa e viene chiamata dall’ex nerazzurro MAICON, che si offre a costo zero. “Il mercato è chiuso – ha dichiarato il ds Ausilio, già nel pomeriggio -, JOVETIC era, è e sarà un giocatore dell’Inter”. Niente Fiorentina, quindi. E neppure Milan, ipotesi sussurrata nei corridoi dell’albergo del centro di Milano, sede degli ultimi giorni di mercato.

Decine di giornalisti, agenti e dirigenti di club di Lega Pro e Serie D, tutti presenti per raccontare le ultime, frenetiche ore. Messaggi, telefonate, aggiornamenti anche se gli affari che contano si fanno altrove, lontani da occhi indiscreti.

Trattative riportate passo a passo, alcune sfumate al rush finale, come quella di CERCI al Bologna. L’attaccante non ha superato le visite mediche e l’operazione è stata bloccata prima della firma: se ne riparlerà a gennaio.

Tengono banco, come sempre, i nomi di BALOTELLI e CASSANO: il primo passa al Nizza, il secondo è in rotta con la Sampdoria e ha rifiutato anche il Palermo. Ferrero sbotta: “È fuori rosa, ma rifiuta ogni soluzione”. Il club blucerchiato si consola con il prestito di KRANJC dal Cagliari.

La Fiorentina sostituisce Marcos ALONSO con l’uruguayano MAXI OLIVERA e cede GILBERTO al Latina. La Lazio si rinforza con LUIS ALBERTO dal Liverpool (ma nell’ultima stagione ha giocato con il Deportivo La Coruna).

Il Sassuolo acquista IEMMELLO dallo Spezia (che lo sostituisce con GRANOCHE), RICCI dalla Roma e FERRARI dal Crotone, ma lo lascia in prestito al club calabrese, dove si trasferiscono gli attaccanti neroverdi FALCINELLI e TROTTA.

Il Torino ufficializza HART e presta ICHAZO al Bari. AQUILANI sbarca a Pescara, BRIVIO si trasferisce dall’Atalanta al Genoa, che si rinforza con ORBAN e EDENILSON. MPOKU passa dal Chievo al Panathinaikos. La ‘Dea’ prende in prestito dalla Lazio il portiere BERISHA e PESIC dal Tolosa.

Il Bologna acquista a titolo definitivo TOROSIDIS, in prestito SADIQ e il portiere GOMIS. Ferma in entrata la Roma, dopo che WILSHERE ha scelto il Bournemouth: i giallorossi hanno ceduto in prestito all’Olympique Marsiglia, VAINQUEUR.

Ultima ora

19:24Cc Firenze: gip rigetta, non sentirà ragazze Usa

(ANSA) - FIRENZE, 19 SET - Il gip di Firenze Mario Profeta ha rigettato la richiesta della procura di tenere un incidente probatorio per ascoltare le due studentesse Usa che hanno denunciato la violenza sessuale subita da due carabinieri la notte tra il 6 e il 7 settembre scorso. Il gip ritiene che non vi siano i presupposti, neanche di urgenza, per acquisire di nuovo le testimonianze delle due giovani oltre ai verbali di denuncia. Le studentesse potranno tornare in Italia in un altro momento per i futuri processi.(ANSA).

19:23Padre con due bimbi tra rifiuti e topi a Parma

(ANSA) - PARMA, 19 SET - Un padre con due bambini piccoli in un locale di 20 metri quadri, umido e sporco, con un ammasso di rifiuti davanti all'ingresso e ratti che scorazzavano. Li ha trovati la Polizia municipale di Parma durante un controllo in un casolare nella zona San Leonardo. Nello stabile sono stati trovati diversi giacigli con tracce di recenti bivacchi e una donna straniera che dormiva ed è stata indirizzata alla Caritas. In una seconda unità è stato trovato l'uomo, un romeno, che ha detto di essere il padre dei piccoli e ha aggiunto che la mamma era invece 'impegnata' a chiedere l'elemosina in centro. Non avevano documenti e sono stati accompagnati al comando, dove i bambini sono stati ristorati; poi sono stati contattati i servizi sociali. Da un controllo pediatrico i bambini sono risultati in buona salute, nonostante le scarse condizioni igieniche. La famiglia è stata temporaneamente collocata in strutture emergenziali. (ANSA).

19:23Macron a Trump, accordo clima non sarà mai rinegoziato

(ANSA) - NEW YORK, 19 SET - "L'accordo non sarà mai rinegoziato. Rispetto profondamente la decisione degli Stati Uniti e la porta resterà aperta per un loro ritorno. Ma noi andremo avanti": così il presidente francese Emmanuel Macron dalla tribuna dell'Assemblea generale dell'Onu ha replicato a Donald Trump sull'accordo di Parigi sul clima.

19:22Birmania:Macron accusa,pulizia etnica contro Rohingya

(ANSA) - NEW YORK, 19 SET - Il presidente francese Emmanuel Macron denuncia la "pulizia etnica" in corso in Birmania contro i Rohingya nel corso del suo primo intervento all'Assemblea generale dell'Onu.

19:20Calcio: Lazio-Napoli, attesi oltre 20mila spettatori

(ANSA) - ROMA, 19 SET - Sono oltre 20mila gli spettatori attesi per la partita di domani sera tra Lazio e Napoli all'Olimpico. Di questi, quasi duemila provenienti da tutta Italia. Circa 200, invece, gli ultras partenopei in arrivo da Napoli, tutti in possesso di fidelity card. Il piano sicurezza è stato messo a punto ad un tavolo tecnico presieduto dal questore Guido Marino. Previsto un "presidio capillare del territorio" ma "senza blindatura", sottolinea la Questura. Controlli accurati ai caselli autostradali e telecamere della polizia scientifica, oltre il sistema di videosorveglianza dello stadio, soprattutto nelle aree esterne. L'afflusso prevede due direttrici opposte: per i laziali dall'area di Ponte Milvio, raggiungibile dalle arterie Flaminia, Salaria e tangenziale; mentre per i napoletani, che siederanno nel settore Sud, l'arrivo consigliato è dalla direttrice Aurelia e Olimpica per chi deve andare in tribuna Monte Mario. Venti le pattuglie di polizia e dei carabinieri che vigileranno per evitare incontri fra tifoserie.

19:05Maria: 500 centri di accoglienza a Porto Rico

(ANSA) - WASHINGTON, 19 SET - Sono 500 i centri di accoglienza installati a Porto Rico in vista del passaggio del'uragano Maria atteso per le prossime ore. La perturbazione - che è al momento classificata come di categoria 5 - ha parzialmente leggermente modificato la sua traiettoria e al momento si attende che il suo occhio sorvoli l'estremità sud-ovest dell'isola di St. Croix, stando al governatore delle Virgin Islands, Kenneth Mapp. E si prevede che le condizioni comincino a peggiorare da questa sera.

19:05Bus Catalogna: ancora archiviata la causa contro l’autista

(ANSA) - ROMA, 19 SET - Dopo quella di novembre scorso, un giudice del tribunale di Amposta, in Catalogna, ha deciso una nuova archiviazione della causa contro l'autista del bus sul quale morirono il 20 marzo 2016 13 studentesse dell'Erasmus, di cui 7 italiane. Secondo la stampa locale il gip riterrebbe che non ci siano indizi per accusare l'autista e vorrebbe rinviare le parti a un'eventuale causa civile. La decisione ha creato sconcerto tra i genitori: "consiglio a tutti di non mandare i propri figli in Spagna", ha esortato Alessandro Saracino, padre di Serena. Un altro genitore, Anna Bedin, madre di Elisa Valent, ha chiesto che "il Papa, il Presidente della Repubblica e del Consiglio ci stiano vicini". In ogni caso i legali spagnoli delle famiglie italiane hanno annunciato un reclamo contro la decisione del giudice istruttore catalano.

Archivio Ultima ora