Agosto, quasi 500 le vittime della violenza in Venezuela

Cresce la malavita. La microriminalità si fa sempre più attiva e spietata. La crisi economica all’origine delle alleanze tra vecchie bande rivali
Cresce la malavita. La microriminalità si fa sempre più attiva e spietata. La crisi economica all’origine delle alleanze tra vecchie bande rivali
Cresce la malavita. La microriminalità si fa sempre più attiva e spietata. La crisi economica all’origine delle alleanze tra vecchie bande rivali

CARACAS – Sono state quasi 500 le vittime della violenza ad agosto. E’ questa una cifra ragguardevole che conferma l’incremento delle morti a causa di scontri tra bande rivali per il controllo del territorio, di colpi andati male, di sequestri non riusciti o di vendette. Nella stragrande maggioranza dei casi, le vittime sono industriali, professionisti, studenti o gente povera che vive nei quartieri umili della città.

Le autoritá di polizia continuano a non rendere note le cifre ufficiali, né le statistiche in loro possesso. Comunque, nonostante la recinzione dell’Obitorio di Bello Monte, sede della medicina legale, non scappa all’attenzione dei rappresentanti di Ong, esperti nella materia, e giornalisti specializzati in cronaca nera, l’incremento delle vittime della malavita.

Stando, appunto agli esperti, negli ultimi due anni la cifra di cadaveri, prodotto della violenza, é aumentata superando prima la barriera dei 400 e, ora, quella dei 500. A gennaio del 2016, le vittime dei malviventi sono state 474, a febbraio 450, a marzo 434, in aprile 495, a maggio 475 giugno 500 e a luglio 535.

In totale, i cadaveri ricevuti nella sede della Medicina Legale negli ultimi otto mesi sono stati tre mila 844. Questa cifra, comparata con quella dell’anno precedente, mostra un incremento di quasi il 9 per cento. Infatti, lo scorso anno le vittime della delinquenza furono tre mila 533. Si stima che a fine anno il bilancio potrebbe essere di oltre i quattro mila morti.

Gli esperti coincidono nel segnalare come la crisi economica che vive il paese incida oggi anche nell’evoluzione della malavita. Infatti, pare che alcune vecchie bande rivali abbiano stretto alleanze per controllare un territorio sempre piú vasto, il loro potere di fuoco è migliorato con armi sempre piú sofisticate, e la microcriminalità pare ora non solo piú attiva ma anche più spietata. E così il costo del fenomeno, in termini di vite umane, si fa sempre più pesante.

Condividi: