Calcio Femminile: Verónica Herrera, voglio vincere la Coppa del Mondo

Pubblicato il 09 settembre 2016 da redazione

Calcio Femminile – Verónica Herrera: “Voglio vincere la Coppa del Mondo”

Calcio Femminile – Verónica Herrera: “Voglio vincere la Coppa del Mondo”

CARACAS – L’ultimo grande appuntamento con il calcio in rosa risale all’estate 2015, quando i Mondiali Femminili si disputarono in Canadà, allora la nazionale statunitense guidata delle ruba cuori Alex Morgan e Hope Solo alzarono la coppa al cielo. Quest’anno è il turno delle nazionali giovanili, infatti il 30 settembre in Giordania inizierà il Mondiale di Calcio Femminile under17 e si estenderà fino al 21 di ottobre. Le nazionali partecipanti saranno 16, tra cui il Venezuela, e sono state suddivise in quattro gironi da quattro squadre. La vinotinto è stata inserita nel Girone B insieme a Germania, Camerun e Canada.

Questa nazionale è allenata da Kenneth Zsemereta, un tecnico panameño che sin dal suo arrivo in Venezuela ha iniziato ad elaborare un capolavoro con la vinotinto femminile under 17: nazionale che sotto la sua gestione si é qualificata per tre volte consecutive al mondiale ed ha vinto in un paio di occasioni il campionato sudamericano di categoria.

Una delle protagoniste di questa vinotinto è Veronica Herrera, che si è appesa al collo in un paio di occasioni la medaglia d’oro del sudamericano. La Herrera nel campionato locale gioca nelle giovanili del Deportivo La Guaira e in un comunicato stampa ha parlato della sua preparazione per il mondiale che inizierà a fine mese.

“Sono fiera di tornare ad indossare la maglia della nazionale, nel gruppo si vede la voglia di fare bene per puntare a grandi cose. La nostra prima gara sarà nientemeno che contro la Germania, una delle big del torneo, noi stiamo lavorando per disputare una gara all’altezza contro di loro”.

Durante otto anni alla guida della nazionale Kenneth Zsemereta ha disegnato diversi capolavori: tre qualificazioni per i mondiali U17 (2010, 2013 e 2016): nelle qualificazioni per il torneo iridato ha vinto un bronzo e poi due ori consecutivi; ha vinto i Juegos Centroamericanos y del Caribe nel 2010 ed il secondo posto nei Juegos Bolivarianos (2009).

Da ricordare che nel torneo iridato del 2013, per noi italo-venezuelani ci fu una sorte di derby del cuore: nella finalina per il terzo posto azzurre e vinotinto si sono affrontate e, per la cronaca, le italiche si sono imposte 2-0 dopo i calci di rigore, ma i tempi regolamentari si erano conclusi con uno spettacolare 4-4.

Da segnalare che quando Zsemereta prese le redini della nazionale, trovò uno scenario poco incoraggiante: la vinotinto era una squadra che per ogni gol che segnava, minimo ne subiva cinque. Se prendiamo in considerazione il periodo di tempo tra il 1991 e 2006 la nazionale aveva vinto solo una gara.

Per questo motivo, Verónica Herrera non può fare altro che puntare in alto con la sua Vinotinto. “Abbiamo vinto due volte il campionato sudamericano e siamo arrivate quarte nel mondiale scorso. Queste cose non fanno altro che stimolarti a puntare sempre più in alto e farti sognare di essere tra le 22 protagoniste della gara decisiva, e perché no?, di vincere la coppa. Questa è la meta che noi ci siamo prefisse. La gara contro la Germania ci dirà di che pasta siamo fatte” ha confessato la giocatrice vinotinto.

La Herrera dice che il calcio femminile sta lasciando un’impronta importante nella storia della palla a chiazze e spera di continuare a portare in alto il nome del Venezuela. “Le nazionali U17 ed U20 hanno lasciato un segno importante qualificandosi per i rispettivi mondiali. Credo che le giocatrici debbano continuare ad afferrarsi alla nazionale e continuare la loro ascesa nelle diverse categorie fino ad arrivare a quella maggiore. Io mi vedo disputando un mondiale ad alto livello e vincendo la coppa del mondo.”

Fioravante De Simone

Ultima ora

11:12Thailandia: arrestato trafficante avorio

(ANSA) - BANGKOK, 20 GEN - La polizia thailandese ha arrestato uno dei più grossi trafficanti di animali selvatici, sospettato di aver gestito la maggior parte del contrabbando in Asia negli ultimi dieci anni. Boonchai Bach, 40enne thailandese di origini vietnamite, è stato preso in custodia ieri nel nord-est del paese, in relazione al contrabbando di zanne di rinoceronti provenienti dall'Africa, per un valore di oltre un milione di dollari, con il coinvolgimento di un funzionario locale e di un cittadino cinese. L'uomo - che ha respinto le accuse - avrebbe giocato un ruolo chiave insieme con la sua famiglia nel traffico di avorio, tigri, leoni ed altre specie a rischio di estinzione. La Thailandia è un paese di transito per il traffico di animali esotici, soprattutto verso la Cina, ed era considerata il più grande mercato illegale di avorio del mondo, prima dell'introduzione nel 2015 di un legge che punisce questi traffici.

11:09Ciclismo: Tour down under, Porte vince la penultima tappa

(ANSA) - ADELAIDE (AUSTRALIA), 20 GEN - Richie Porte ha vinto la 5/a e penultima tappa del Tour down under, gara d'apertura della stagione ciclistica internazionale, che si concluderà domani. L'australiano, vero e proprio beniamino di casa, con il tempo di 3h42'22", si è aggiudicato la McLaren Vale-Willunga Hill, lunga 151,5 chilometri, precedendo nell'ordine il sudafricano Daryl Impey di 8" e l'olandese Tom-Jelte Slagter di 10". Quest'ultimo guidava un gruppetto di corridori giunti sul traguardo con lo stesso tempo e del quale faceva parte anche l'italiano Diego Ulissi, che si è piazzato al settimo posto. In classifica generale al comando c'è sempre Impey, in 18h02'15", davanti a Porte (stesso tempo) e Slagter (a 16"), mentre Ulissi è quarto, con 20" di ritardo. Domani gran finale con la Adelaide-Adelaide (king William street) lunga 90 chilometri. (ANSA).

10:46Tennis: Australia, Fognini vola negli ottavi dopo cinque set

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Fabio Fognini segue l'esempio dell'altro azzurro Andreas Seppi e si qualifica per gli ottavi degli Australian open, in corso sui campi di Melbourne. Il tennista nato a Sanremo, 25/a testa di serie del torneo, ha battuto il 36enne francese Julien Benneteau, numero 59 del ranking Atp, dopo cinque set: di 3-6, 6-2, 6-1, 4-6, 6-3, il punteggio maturato in tre ore di gioco. Dal 1976, anno del successo in Coppa Davis in Cile, l'Italia non riusciva a presentare due atleti negli ottavi del tabellone maschile di un torneo valido per lo Slam: l'ultima volta accadde al Roland Garros, con Adriano Panatta - che poi avrebbe vinto - e Corrado Barazzutti.

10:22Usa: Pence partito per Medio oriente

(ANSA) - WASHINGTON, 20 GEN - Il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, e' appena partito per il suo annunciato tour in Medio Oriente, che lo vedrà in Egitto, Giordania e Israele. Il volo effettuerà una tappa di rifornimento in Irlanda in nottata, per poi proseguire verso il Cairo.

09:51Usa: Twitter, 700mila utenti incappati in propaganda Mosca

(ANSA) - WASHINGTON, 20 GEN - Twitter notificherà a quasi 700.000 utenti che hanno interagito con profili identificati quali potenziali veicoli di propaganda ad opera del governo russo durante le elezioni presidenziali americane del 2016. Lo ha reso noto il servizio di microblogging, che ha inoltre indicato migliaia di profili associati alla cosiddetta 'fabbrica dei troll', la societa' tecnologica russa 'Internet Research Agency' (Ira) di San Pietroburgo, che e' accusata di aver usato i social media per diffondere fake news nelle elezioni americane, profili che vanno ad aggiungersi a quelli gia' riportati al Congresso lo scorso ottobre. In particolare Twitter ha riferito di aver identificato 3.814 profili legati ad Ira, che hanno postato circa 176mila tweet nelle dieci settimane prima del voto, e altri 50.258 profili automatizzati considerati legati al governo russo che hanno twittato oltre un milione di volte.

09:17Pakistan: terrorismo,capo esercito conferma condanne a morte

(ANSA) - ISLAMABAD, 20 GEN - Il comandante dell'esercito pachistano, generale Qamar Javed Bajwa, ha confermato la condanna a morte sentenziata per dieci "terroristi irriducibili" da speciali tribunali militari. Lo ha reso noto l'Ufficio stampa dell'esercito (Ispr). In un comunicato l'Ispr ha precisato che i condannati sono stati coinvolti in "attività terroristiche, uccisione di civili innocenti, attacchi a istituzioni educative, brutale uccisione di soldati e in attacchi alle forze dell'ordine e alle forze armate del Pakistan". Secondo la Commissione per i diritti umani del Pakistan (Hrcp), dopo la revoca nel 2014 della moratoria sulle esecuzioni delle condanne a morte, ne sono state eseguite 471 mediante impiccagione.

09:04Coree: Sud chiede a Nord motivi cancellazione missione

(ANSA) - PECHINO, 20 GEN - La Corea del Sud ha chiesto al Nord in via formale le ragioni della sospensione comunicata ieri sera della missione che avrebbe dovuto inviare oggi per i sopralluoghi a Seul e a Gangnueng dove si esibiranno i suoi gruppi artistici di 240 persone, parte degli accordi sulla partecipazione alle Olimpiadi invernali di PyeongChang (9-25 febbraio). "Abbiamo inviato un documento al Nord alle 11:20 (le 3:20 in Italia) attraverso il canale di comunicazione di Panmunjom chiedendo una spiegazione sulla cancellazione della missione del team", ha riferito il ministro dell'Unificazione Cho Myung-gyon. La visita di due giorni, anticipata rispetto alla data del 25 gennaio concordata per i primi arrivi al Sud della delegazione nordcoreana, avrebbe visto impegnato un gruppo di 7 persone guidato da Hyon Song-wol, leader della Moranbong Band, gruppo pop femminile creato a luglio 2012 su volontà del leader Kim Jong-un.

Archivio Ultima ora