Prove di dialogo tra Governo e Opposizione

Zapatero, a su llegada a Caracas
Zapatero, a su llegada a Caracas
Zapatero, a su llegada a Caracas

CARACAS – Prove di dialogo. Il Sindaco di Caracas, Jorge Rodríguez, ha ammesso che sono avvenuti già due incontri con l’Opposizione per preparare un ambiente favorevole a un eventuale dialogo col governo.

L’esponente del Psuv ha affermato che si è mantenuto il massimo riserbo su richiesta dei quattro esponenti dell’Opposizione che hanno partecipato alle riunioni.

– Le persone indicate dal presidente Maduro per partecipare agli incontri – ha confessato Rodrìguez – sono Delcy Rodríguez, Roy Chaderton, Elias Jaua e il sottoscritto.

Da tempo, nei corridoi del Parlamento, si speculava su possibili incontri tra Opposizione e Governo per avviare un dialogo con due obiettivi principali: la realizzazione del Referendum e l’avvio di un grande accordo nazionale, assai simile al “Pacto de Punto Fijo”, per assicurare la governabilità del Paese.

Le resistenze verso un probabile accordo sono tante, sia in seno ai movimenti radicali di destra e di sinistra, sia nelle organizzazioni venezuelane all’estero.

Le dichiarazioni del Sindaco di Caracas confermano quanto si affermava sottovoce. L’ingovernabilità del Paese, la crisi istituzionale ed economica, stando agli esperti, avrebbero consigliato a governo e Opposizione di esplorare la possibilità di n udialogo.