“La Cumbre del Pueblo”, altra prova di forza dell’Opposizione

Pubblicato il 15 settembre 2016 da redazione

“La Cumbre del Pueblo”, altra prova di forza dell’Opposizione

“La Cumbre del Pueblo”, altra prova di forza dell’Opposizione

CARACAS – Il silenzio interpretato come una risposta. Quindi, una ragione in più per manifestare il proprio malcontento. Il Tavolo dell’Unità ha invitato i militanti dei partiti della coalizione, i simpatizzanti dell’Opposizione e chiunque non sia d’accordo con le politiche del governo a una protesta pacifica, domani, lungo la Av Libertador. Ma non solo, l’Opposizione manifesterà in tutte le città del Paese.

– La nostra aspirazione è che la manifestazione possa coprire la Av. Libertador, almeno fino alla Cantv – ha affermato Jesus “Chuo” Torrealba, Segretario Generale del Tavolo dell’Unità -. Di fronte al silenzio ufficiale, a maggior ragione bisogna protestare.

I cortei, che convoglieranno nell’Av. Libertador, partiranno dalla “Plaza Alfredo Sadel (Baruta), Plaza Milenium (Sucre), Plaza Altamira (Chacao), Plaza Brion e Los Cedros.

Il governatore dello Stato Miranda, Henrique Capriles Radonski, attraverso il suo account in twitter aveva speculato sulla possibilità di un gran corteo verso la sede centrale del Consiglio Nazionale Elettorale ma Torrealba ha smentito.

– Non si tratta che sia o no pertinente una manifestazione che arrivi alle porte dell’organismo elettorale – ha spiegato il Segretario Generale del Tavolo dell’Unità -. Quella sarà una carta che ci giocheremo al momento opportuno… L’importante, ora, è mostrare i muscoli con una manifestazione pacifica…

La manifestazione è stata battezzata dalla Mud (Tavolo dell’Unità) “La Cumbre del Pueblo, la Anticumbre democrática” e l’obiettivo principale è esercitare pressione sul Cne affinchè renda nota la data della raccolta del 20 per cento delle firme e accolga le altre richieste dell’Opposizione.

La Mud esige dal Consiglio Nazionale Elettorale che la circoscrizione per la raccolta delle firme sia nazionale, l’istallazione di un numero sufficiente di macchine per la raccolta delle firme (sono state chieste 19mila 500 “computer” per sei mila 500 seggi sparsi in tutto il paese), che la presenza delle “captahuellas” (computers per la registrazione e controllo dell’impronte digitale), e che la data sua la più prossima possibile così da permettere il Referendum Revocatorio entro l’anno.

Il processo di raccolta del 20 per cento delle firme si realizzerà, come lo ha già determinato il Cne, nel corso di 3 giorni.

Ultima ora

05:58Trump: Melania padrona di casa a cena con senatori

WASHINGTON - Rara apparizione della first lady Melania Trump in una occasione ufficiale alla Casa Bianca ospitando da padrona di casa una cena con i senatori, sia repubblicani sia democratici. ''E' stato un grande piacere aprire le porte della Casa Bianca agli stImati membri del Senato degli Stati Uniti, insieme con consorti e ospiti'', ha detto intervenendo in apertura dell'evento.

05:54Trump: Clinton rompe silenzio,”su sanita’ vittoria di tutti”

WASHINGTON - ''Una vittoria per tutti gli americani''. Cosi' la ex candidata presidenziale Hillary Clinton ha descritto la mancata approvazione della legge sulla Sanita' dopo che i repubblicani non hanno trovato il consenso e quindi i voti necessari al Congresso provocando cosi' il fallimento della proposta appoggiata dalla Casa Bianca, e si tratta del commento 'piu' politico' che la ex segretario di Stato si e' concessa fino ad ora dopo la sconfitta di novembre con l'elezione di Donald Trump presidente.

05:49Trump a senatori a Casa Bianca, ‘spero in lavoro bipartisan’

WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump riceve i senatori per una cena alla Casa Bianca e sembra lanciare un appello per un ''lavoro bipartisan'', su diversi temi, a partire dalla legge sulla Sanita'. ''So che troveremo presto un accordo sulla Sanita''', ha detto. ''Faremo un ottimo lavoro e speriamo comincera' ad essere anche bipartisan visto che vogliamo tutti la stessa cosa''.

05:28Trump, “perche’ fake news non su legami Podesta con Russia?”

WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump torna su Twitter e, in quella che appare come una reazione agli sviluppi circa il 'Russiagate', scrive: ''Perche' le Fake News non parlano dei legami di Podesta con la Russia come riferito da @FoxNews o del denaro dalla Russia a Clinton - vendita di uranio?''.

05:22Iraq: comandante Usa, ‘probabile ruolo’ in vittime Mosul

WASHINGTON - In quella che emerge come la prima possibile ammissione di responsabilita' da parte delle forze Usa circa le numerose vittime civili a Mosul, obiettivo di raid della coalizione anti Isis, il generale Stephen J. Townsend, comandante delle forze americane in Iraq ha affermato che un raid americano potrebbe aver provocato il crollo di un edificio a Mosul in cui oltre 100 civili sono rimasti uccisi.

05:17Brexit: May ha firmato lettera notifica articolo 50

LONDRA - La premier britannica Theresa May ha firmato la lettera per la notifica dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona che, nel momento della consegna al presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, segnerà l'avvio formale dell'iter della Brexit, il divorzio di Londra dall'Ue sancito dal referendum del 23 giugno scorso. Lo riporta la Bbc. La lettera - poche cartelle - sarà consegnata oggi alle 13,30 a Tusk dall'ambasciatore del Regno Unito a Bruxelles.

05:08Venezuela: duro scontro al consiglio permanente dell’Osa

WASHINGTON - Duro scontro oggi sull'impasse politica e la crisi economica del Venezuela al Consiglio permanente dell'Organizzazione degli stati americani (Osa), dove il governo di Nicolas Maduro ha respinto qualsiasi iniziativa di mediazione da parte dell'organizzazione, dopo essere stato messo in minoranza durante il dibattito. Dall'apertura della sessione, infatti, il rappresentante venezuelano - con l'assistenza dei colleghi di Nicaragua e Bolivia, gli unici ad assumere la difesa di Caracas nella discussione - ha cercato prima di annullare o sospendere la riunione, e successivamente di dichiararla illegale e senza valore, denunciandone l'''inaccettabile aspetto interventista''.

Archivio Ultima ora