Coppa Sudamericana: L’arancia meccanica di Saragò vola agli ottavi

Pubblicato il 15 settembre 2016 da redazione

Coppa Sudamericana: L’arancia meccanica di Saragò vola agli ottavi

Coppa Sudamericana: L’arancia meccanica di Saragò vola agli ottavi

CARACAS – Nella cultura occidentale è molto celebre il “Tocco d’oro” del re Mida, questo personaggio mitologico aveva la capacità di trasformare in metallo prezioso qualsiasi cosa toccasse, questo potere gli fu donato da Dioniso. Nell’attualità c’è un personaggio che ha un dono simile a quello di re Mida, stiamo parlando dell’allenatore italo-venezuelano Eduardo Saragò, capace di trasformare una squadra di metà classifica in una corazzata vincente. Ne sanno qualcosa Deportivo Italia e Deportivo Lara.

In questa stagione, alla guida del Deportivo La Guaira, è impegnato su due fronti: il Torneo Clausura e la Coppa Sudamericana. Proprio nella manifestazione continentale sta facendo parlare in positivo dalla sua arancia meccanica. Il Deportivo La Guaira ha eliminato a sorpresa lo squadrone dell’Emelec, vittoria interna per 4-2 e pareggio 0-0 a Guayaquil.

I padroni di casa si erano preparati per fare l’impresa e a ribaltare lo svantaggio, ma gli errori in fase di finalizzazione e le numerose imprecisioni tecniche dei calciatori dell’Emelec, soprattutto in fase di rifinitura alle punte, hanno fatto si che quella di ieri venga ricordata come una giornata nera per il club. Dal canto suo, gli arancioni di Saragò hanno scritto una pagina importantissima del futbol venezuelano essendo il primo club del paese a qualificarsi agli ottavi della Coppa Sudamericana.

A fine gara il tecnico di origine calabrese ha parlato della qualificazione: “Gran parte di questa qualificazione l’abbiamo ottenuta nella gara d’andata, quel giorno abbiamo dato una prova d’autorità dimostrando di avere la carte in regola per superare il turno.”

La squadra allenata dal tecnico di origine calabrese ora se la vedrà contro gli argentini del San Lorenzo. “Credo che fino adesso abbiamo fatto un ottimo lavoro, la nostra meta è continuare ad avanzare in questa competizione. La prossima settimana andremo in Argentina, da li cercheremo di portare a casa un buon risultato. L’illusione di arrivare fino in fondo non ce la toglierà nessuno” ha dichiarato Eduardo Saragò.

Fioravante De Simone

Ultima ora

14:05Femminicidio: Boldrini, nella società zoccolo duro misoginia

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - "Nella nostra società esiste uno zoccolo duro di misoginia". Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini intervenendo al gala di telefono azzurro. "La battaglia contro la violenza di genere deve andare avanti - ha sottolineato -. Le donne seppur fortissime e battagliere sono i soggetti che pagano il prezzo più alto".

14:04Mafia: Grasso, legalità è forza dei deboli

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAG - "La legalità è la forza dei deboli: per difenderla, cari ragazzi, occorre un impegno comune, ogni giorno, nello studio, nel lavoro e nella vita": lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso questa mattina nel Cenacolo di Santa Croce a Firenze dove ha premiato otto classi delle scuole superiori fiorentine che hanno partecipato ad una iniziativa sulla legalità organizzata dallo Spi-Cgil del Quartiere 1. "Sarete tentati, a volte - ha detto Grasso che da ieri partecipa a Firenze alle iniziative per il 24/o anniversario della strage di via dei Georgofili - dalla tentazione di prendere una scorciatoia, di accettare un compromesso o un indebito favore: dovrete avere il coraggio di mantenere pulita la vostra coscienza, di andare avanti a testa alta e schiena dritta". "Lavoro e legalità - ha concluso il presidente del Senato - sono fondamenta irrinunciabili della vita di una nazione che aspira ad essere prospera e giusta".

14:03L. elettorale: Guerini, intesa sia ampia

(ANSA) - MILANO, 27 MAG - "Intorno alla legge elettorale c'è la necessità di costruire l'intesa più ampia. Martedì c'è la direzione del partito e decideremo". Così Lorenzo Guerini (Pd) ha risposto sulla trattativa per la nuova legge elettorale a margine di una riunione del Pd lombardo al Pirellone. A chi gli chiedeva se ormai sia segnata la strada per le elezioni anticipate in autunno, il dirigente dem ha risposto: "Intanto iniziamo a fare la legge elettorale, poi è evidente che nel momento in cui la legge elettorale viene approvata tecnicamente è possibile andare al voto. Ma un pezzo alla volta, non mettiamo il carro davanti ai buoi". Quanto al dialogo Renzi-Berlusconi, Guerini ha risposto che sono "sciocchezze" le voci di un accordo in vista del dopo elezioni. "Noi - ha detto - siamo alternativi sia al grillismo sia al centrodestra. Dopodiché da soli la legge elettorale non possiamo farla. Ma quello che accadrà dopo il voto sarà un altro capitolo".

14:01Nuovi insulti su saracinesca sezione Lega Nord a Milano

(ANSA) - MILANO, 27 MAG - Una frase scritta con lo spray rosa è apparsa stamani sull'ingresso di una sezione della Lega Nord di Milano, in via Carcano. Ignoti hanno scritto: "Merde razziste morirete". La saracinesca della stessa sezione della Lega era stata presa di mira il 9 maggio scorso, una settimana dopo il blitz delle forze dell'ordine in Stazione Centrale. Sulla saracinesca in quel caso fu lasciata la scritta a vernice rossa "Razzisti assassini dovete morire, merde". Sui casi indaga la Digos.

14:01L. elettorale: Boldrini, dia rappresentanza e governabilità

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - "È importante che ci sia un' interlocuzione tra i gruppi, cosa che mi sembra ora esserci. Io non entro nel merito della legge ma mi auguro che sia una legge a vantaggio del nostro paese e che sia in grado di soddisfare alcune esigenze. Una legge che abbia tutto dentro: rappresentanza e governabilità. Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini a margine del gala delle ambasciatrici e degli ambasciatori di telefono Rosa. Quanto ai tempi, Boldrini ha detto: "in capigruppo ci siamo presi l'impegno all'unanimità di portarla in Aula e votarla entro giugno. Spero non ci siano ripensamenti su questo, altrimenti si esautora la capigruppo".

13:57Rally: auto fuoristrada travolge pubblico, morto bimbo

(ANSA) - TORINO, 27 MAG - Grave incidente al rally Città di Torino. A Coassolo, all'altezza di una curva, un'auto è uscita di strada e ha travolto alcuni spettatori. Un bambino di 6 anni è morto, i genitori feriti, mentre il fratellino di tre anni è rimasto miracolosamente illeso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Venaria Reale, insieme con le ambulanze del 118 e l'elisoccorso. Secondo una prima ricostruzione, l'auto avrebbe toccato il cordolo di cemento della strada, finendo al di là della linea di sicurezza senza che il pilota potesse fare qualcosa. Per il bambino di 6 anni i soccorsi sono stati inutili. Il rally, secondo quanto appreso, è stato subito sospeso.(ANSA).

13:52L. elettorale: Lotti, possibile incontro gruppi Pd e Fi

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAG - La prossima "sarà una settimana certamente decisiva, il presidente della Repubblica ha chiesto a tutte le forze politiche di fare una legge elettorale, Matteo Renzi e il Pd ci stanno provando e non è facile. Non credo che la prossima settimana l'incontro sarà tra Berlusconi e Renzi, magari lo sarà tra i gruppi parlamentari". Lo ha detto il ministro per lo sport Luca Lotti, a margine di una premiazione organizzata dal comitato toscano dilettanti al centro tecnico di Coverciano a Firenze, parlando con i giornalisti che gli chiedevano se la prossima settimana sarà cruciale per la legge elettorale e per un eventuale incontro Renzi-Berlusconi. "Vediamo che c'è sul tavolo, se Fi fa veramente sul serio e Beppe Grillo cosa dirà", ha aggiunto.

Archivio Ultima ora