Campionato italiano di softball Under 13: il Caronno del venezuelano Blanco sogna lo scudetto

Campionato italiano di softball Under 13: il Caronno del venezuelano Blanco sogna lo scudetto
Campionato italiano di softball Under 13: il Caronno del venezuelano Blanco sogna lo scudetto
Campionato italiano di softball Under 13: il Caronno del venezuelano Blanco sogna lo scudetto

CARACAS – Una volta Marcello Lippi disse: “Vincere è sempre importante ed è raramente frutto del caso. Puoi essere fortunato una volta, due, ma le vittorie sono sempre il frutto di un lavoro, di un gruppo formato al quale si contribuisce come allenatore.”

Nel campionato italiano di softball Under 13, c’é una squadra che conosce bene il significato di questa frase il Caronno. La squadra allenata dal venezuelano Argenis Blanco ha un record di 32 vittorie consecutive, 30 di questi sucessi sono arrivati nella regular season e due nei playoff. Questa scia positiva ha permesso al Caronno timbrare il biglietto per la finale scudetto.

Nella post season, dopo le due gare di apertura, vinte da Pianoro (5-4) e Caronno (9-0) su Vicenza, la gara finale aveva tutte le caratteristiche di uno spareggio. Infatti, il match decisivo non ha deluso le aspettative: nei tempi regolamentari la partita é stata dominata dalle difese, e si arriva al tie-break sullo 0-0. Nel supplementare segna un punto Pianoro, ma la Rhea chiude vittoriosa sul 2-1 finale.

Nella finale sfiderá il Colecchio Softball di Parma e l’Accademy di Nettuno. La caratteristica della formazione Emiliano-romagnola é la difesa e l’ottimo staff di lanciatori che ha a disposizione il manager. Mentre nel caso dei laziali é una delle rivelazioni del campionato. Nella passata stagione Colecchio e Caronno si sono sfidate ed ha avuto la meglio la squadra allenata da Blanco: vittoria per 1-0. Quest’anno hanno incrociato i loro destini in un torneo amichevole e l’incontro é stato vinto sempre dalla formazione del creolo.

Durante tutta la settimana il manager caraqueño ha svolto lavori sia a livello fisico, che a livello mentale. “Il mio é un gruppo disciplinato e che gli piace lavorare. L’unione e lo spirito di gruppo sono la nostra arma in piú” ha dichiarato Blanco.

Quando un allenatore è stimato ed amato, anche i giocatori seduti in panchina alla fine di un incontro vinto lo abbracciano e si complimentano con lui, cosa che si vede ogni domenica con il Caronno. Il manager deve essere anche un uomo saggio, poiché attraverso l’insegnamento tecnico-tattico deve saper dare lezioni di vita, perché a volte basta una parola per liberare un giovane dall’assedio della tristezza. Deve saper ascoltare tutti senza venir mai meno alle proprie convinzioni acquisite e sperimentate.

Blanco ha dimostrato che con la sua squadra é possibile puntare in alto. La finale si giocherá domani sul diamante di Colecchio dove le ragazze del Caronno sognano di salire sul gradino piú alto del podio.

Fioravante De Simone

Condividi: