Esplosione a New York, 29 feriti. Terrorismo, la pista più attendibile

Pubblicato il 19 settembre 2016 da redazione

NEW YORK – Per il momento il bilancio è di 29 feriti, alcuni in gravi condizioni. Ma poteva essere ben più pesante. L’ordigno, nascosto in un cassonetto, è esploso alle ore 20:30 circa a Manhattan tra la 23ma strada e la 7ma avenue, riaprendo le ferite lasciate dall’attentato durante la maratona di Boston. Le caratteristiche pare siano le stesse: un ordigno di fabbricazione artigianale realizzato con una pentola a pressione. A poche strade dal luogo dell’esplosione, è stata trovata un’altra bomba: anche questa una pentola a pressione con fili collegati a un telefono cellulare. Il dispositivo è stato subito rimosso. Non sono mancati, dopo l’esplosione, falsi allarmi di bombe.
Sebbene non vi siano prove di connessione terroristica, come ha commentato il sindaco di New York, l’italo-americano Bil de Blasio, è questa la pista che gli inquirenti considerano la più attendibile. A meno di due mesi dal voto per la Casa Bianca, la reazione dei due candidati è stata molto diversa l’una dall’altra. Donald Trump, senza perdita di tempo, ha dato per scontata la matrice terroristica:
– È una cosa terribile quella che sta succedendo nel nostro mondo… che sta accedendo nel nostro Paese. Saremo duri, intelligenti e vigili e metteremo fine a tutto questo.
Hillary Clinton invece da “politico di professione” è stata assai più prudente in attesa delle indagini:
– Prima di giudicare dovremo capire cosa è accaduto veramente. E’ necessario attendere informazioni precise che ci permettano di capire i moventi di questi individui, di queste persone. E’ indispensasbile capire chi si cela dietro questi incidenti. Il paese ora deve sostenere i primi soccorritori e pregare per le vittime.
Che effetto avrà questa esplosione sulla campagna elettorale? Conseguenze ci saranno sicuramente ed emergeranno nei prossimi giorni. Bisognerà attendere i prossimi sondaggi per capire se l’atteggiamento duro di Trump sia poi quello vincente o se gli americani apprezzano di più la condotta prudente e cauta dell’ex Segretario di Stato
Il presidente Barack Obama che assisteva a un pranzo di gala del Black Caucus, l’organismo che raccoglie i parlamentari afro-americani, ha subito ricevuto un resoconto dettagliato dell’accaduto.
L’area di Chelsea è una delle intersezioni più trafficate della città. Vi sono diverse stazioni della metropolitana e, soprattutto, ristoranti, supermercati e uffici. E’ anche una delle più frequentate dai turisti per i suoi negozi, il “Chelsea market” e la “high-line”, una lunga striscia di terra tra i grattacieli una volta percorso dei treni e ora riscattata e trasformata in attrazione turistica.
Immediatamente dopo l’esplosione, è scattato l’allarme nella città già in “stato di allerta” in vista del vertice di domani. Gli uomini della “Joint Terrorismi Task Force”, un gruppo di coordinamento tra Fbi e autorità locali, hanno dato inizio alle indagini immediatamente.
(Redazione a New York)

Ultima ora

05:56Germania: proiezioni finali, Cdu-Csu a 32,9, Spd 20,8

ROMA, 25 SET - L'autorita' federale per le elezioni ha leggermente modificato i dati delle proiezioni finali per il rinnovo del Parlamento tedesco diffusi dall'Istituto di sondaggi Zdf. L'Unione Cdu-Csu consegue il 33% dei voti, i socialdemocratici della Spd il 20,5% e gli oltranzisti di destra della Afd il 12,6%. Secondo Zdf poi, Fpd e' al 10,4% (+5,6%); i Verdi al 9,0% (+0,6%); Linke al 9,0% (+0,4%). Se queste proiezioni fossero confermate dai risultati finali, questa sarebbe la nuova divisione dei seggi in Parlamento: Cdu-Csu 238, socialdemocratici 148, AfD 95, liberali 78, Linke 66, Verdi 65.

05:43Usa: nuova stretta su ingressi, riguarda 8 Paesi

NEW YORK - L'amministrazione Trump ha annunciato una nuova stretta sugli ingressi negli Stati Uniti. Le nuove misure riguardano otto Paesi: oltre a cinque dei sei a maggioranza musulmana gia' presi di mira nel bando in scadenza alla mezzanotte (Iran, Somalia, Libia, Yemen e Siria) spuntano ora anche Ciad, Corea del Nord e Venezuela. Le restrizioni non riguarderanno chi gia' possiede un visto Usa. Scompare dalla lista il Sudan.

05:28Marocco, la polizia interrompe la festa di una sposa bambina

RABAT - C'erano la torta e i fiori, gli invitati, i regali, i parenti felici. Ma le immagini postate su Facebook hanno indignato la Rete: nell'abito bianco di quella che sembrava una sposa c'era una bambina, accanto a lei un uomo di 27 anni. È accaduto a Tetouan, poco più di 400 mila abitanti, nel nord del Marocco, ai piedi della catena del Rif. L'ondata di sdegno ha costretto la polizia a intervenire. Gli uomini in divisa hanno interrotto la cerimonia e rimandato a casa gli invitati. La madre della bambina assicura che si trattava soltanto di una festa di fidanzamento, una promessa di amore in attesa che la piccola raggiunga l'età giusta per sposarsi, i 18 anni previsti dalla Moudawana, il codice della Famiglia riscritto e aggiornato nel 2004.

05:21Kushner come Hillary, usa account email privato

NEW YORK - Jared Kushner come Hillary Clinton. Il genero di Donald Trump e uno dei piu' stretti consiglieri del presidente americano avrebbe infatti usato un account email privato per comunicare con altri alti responsabili dell'amministrazione Trump, contravvenendo all'obbligo di ricorrere solo alla email governativa ufficiale. Lo svela Politico.

04:20Trump, mie critiche ad atleti non c’entrano con razza

NEW YORK - "Questa vicenda non ha niente a che vedere con la razza. Riguarda solo il rispetto per la nostra bandiera e per il nostro Paese": cosi' parlando con i giornalisti Donald Trump e' tornato sulla protesta dei giocatori di football, inginocchiatisi su tutti i campi durante l'esecuzione dell'inno nazionale. Alcuni sono anche rimasti negli spogliatoi.

23:28Calcio: decide Zaza, il Valencia piega la Real Sociedad

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il Valencia è la quarta forza della Liga, dopo Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia. La squadra allenata da Marcelino Garcìa Toral è andata a vincere 3-2 sul difficilissimo terreno dell'Anoeta, a San Sebastian, contro la Real Sociedad. A decidere il posticipo della 6/a giornata ci ha pensato ancora una volta Simone Zaza, che ha battuto Rulli al 40' st. Moreno per i 'pipistrelli' aveva aperto le danze, dopo 26', il pari dei padroni di casa è arrivato al 33' grazie a Elustondo; Vidal ha riportato avanti il Valencia al 10' st, 4' più tardi Oyarzabal aveva firmato il momentaneo 2-2. A rompere l'equilibrio nei Paesi Baschi ci ha pensato l'attaccante italiano, al quarto gol in due partite (dei cinque in totale in questa Liga). Adesso in classifica Valencia 12 punti, Siviglia a 13, Atletico Madrid 14 e Barcellona in vetta con 18. Il Real Madrid è a -7 dai catalani. (ANSA).

23:24Ira Trump contro atleti, inaccettabile

(ANSA) - NEW YORK, 24 SET - "Grande solidarietà per il nostro inno nazionale e per il nostro Paese. Stare in ginocchio è inaccettabile": così il presidente americano Donald Trump replica su Twitter all'ondata di proteste sui campi di football americano. "Patrioti coraggiosi hanno combattuto e sono morti per la nostra grande bandiera, dobbiamo onorarli e rispettarli" aggiunge Trump.

Archivio Ultima ora