Renzi all’inaugurazione della Milano Moda Donna

Pubblicato il 21 settembre 2016 da ansa

Matteo Renzi all'evento di inaugurazione di Milano Moda Donna (Ansa)

Matteo Renzi all’evento di inaugurazione di Milano Moda Donna (Ansa)

MILANO. – “E’ la seconda volta che inauguro Milano Moda Donna, spero che non mi denunciate per stalking, anche perché intendo partecipare a tutte le prossime iniziative”: è la scherzosa minaccia fatta dal premier Matteo Renzi ai protagonisti della moda, al pranzo d’apertura della Milano Fashion Week. Dopo il galà dello scorso febbraio, in pochi credevano che il presidente del Consiglio sarebbe tornato a Milano per inaugurare le sfilate, invece lui ha tenuto a sottolineare il fatto che esserci non è una concessione, ma un dovere.

“Spero che quando, lo dico per i giornalisti, il più tardi possibile, mi auguro, qualcun altro verrà al posto mio, vorrei che fosse chiaro che compito istituzionale del Presidente del Consiglio, come quello di partecipare ad alcuni eventi, è – ha detto rivolgendosi alla platea di stilisti e imprenditori – quello di presenziare a questo evento. Non è una concessione del Presidente di turno, qui c’è un pezzo di economia, di creatività, di ingegno, di talento e di bellezza che merita il rispetto della politica, della cosa pubblica”.

Come lo scorso febbraio, per il pranzo con Renzi sono arrivati tutti i big della moda: stilisti come Giorgio Armani, Donatella Versace, Silvia Venturini Fendi, Anna Molinari, Angela Missoni, imprenditori come Patrizio Bertelli, Renzo Rosso, Matteo Marzotto, Lapo Elkann, Paolo Zegna, Brunello Cucinelli. E poi le istituzioni, dal ministro per lo sviluppo economico Carlo Calenda al sindaco Giuseppe Sala. Proprio il Comune di Milano, insieme alla Camera della moda, ha organizzato il pranzo nei laboratori della Scala dell’ex Ansaldo: ai lati delle due lunghe tavolate addobbate di frutti di stagione, i costumi e le scenografie del Piermarini.

Appena arrivato, il premier Renzi ha salutato i lavoratori della Scala e poi tutti gli invitati, fermandosi a parlare a lungo con la direttrice di Vogue America Anna Wintour, che si è dichiarata una sua grande fan, con il Ceo di Gucci Marco Bizzarri, che lo aveva invitato alla sfilata del pomeriggio, e con Giorgio Armani, che gli ha consigliato “di rimanere coinvolto ma distaccato”, augurandosi che la sua presenza “abbia un seguito vero”.

Ai big del settore Renzi non ha raccontato “cosa il governo farà per la moda nel 2017. Faremo molto e lo faremo insieme, ma quello che vi chiedo – ha detto – è che voi ci diate una mano, perché questo Paese scopra un Made in Italy affascinante almeno come quello delle vostre produzioni. Il Made in Italy che ci serve è il Made in Italy fatto di valori, di cultura, di ideali, di passione, quelle che stanno alla base degli artigiani che realizzano le vostre straordinarie opere, quello che sta alla base di queste donne e uomini che lavorano al Teatro della Scala, ma quello che sta alla base anche, e soprattutto, del nostro sentimento di popolo.

E’ per questo motivo che, come vi dico, il governo è pronto a fare molto per la moda e per il vostro settore. Vi chiedo: tutti insieme, diamo una mano, perché l’Italia, in Europa, al G7 e nel mondo torni ad essere quello che deve essere: costruttrice di speranza in un mondo che sceglie il risentimento, protagonista di opportunità in un mondo che spesso vive di paura. Sono certo che – ha concluso – se ce la metteremo tutta, insieme, ce la faremo”.

(di Gioia Giudici/ANSA)

Ultima ora

00:35Voto Gb:May su Brexit, non pagheremo qualunque prezzo

(ANSA) - LONDRA, 30 MAG - "Nessun accordo sulla Brexit è meglio di uno cattivo". La premier britannica ha ribadito in modo chiaro, nel corso del dibattito televisivo a distanza col leader laburista Jeremy Corbyn, che è pronta ad abbandonare i negoziati sull'uscita dall'Europa nel caso in cui non si riesca a trovare una intesa con l'Ue, a partire dalla questione del cosiddetto 'conto del divorzio'. Il primo ministro conservatore ha sottolineato che non è intenzionata a "pagare ogni prezzo" per ottenere un accordo.

22:56Voto Gb: Corbyn, ‘con noi non ci sarà Brexit senza accordo’

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - La Brexit ci sarà, ma non avverrà "senza un accordo" con l'Ue se al governo in Gran Bretagna andrà il Labour. Lo ha detto il leader laburista, Jeremy Corbyn, nel dibattito televisivo elettorale a distanza di stasera, assicurando di voler "rispettare il risultato del referendum", ma di voler negoziare anche "un accordo di libero scambio con Bruxelles" e mantenere rapporti stretti con l'Europa. Il leader laburista si è poi detto pronto a pagare all'Ue "quanto legalmente dovuto" per il divorzio. Quanto all'immigrazione, Corbyn ha infine detto di ritenere "probabile" una leggera riduzione dell'immigrazione, ma senza fare alcuna promessa di limitarla. Secondo Corbyn, l'attentato di Manchester è stato un gesto orribile e non ci sono giustificazioni per chi la commesso, ma deve suggerire anche una revisione della politica estera, che "non significa una politica estera più soft", bensì una politica che punti a stabilizzare i Paesi devastati da guerre e interventi militari, come la Siria e la Libia.

21:29Auto ‘impazzita’ travolge 5 persone a Roma, 2 gravi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Un'auto ha travolto 5 pedoni stasera a Roma. E' accaduto in via dei Colli Portuensi. I 5 feriti sono stati trasportati in ospedale dal 118 di Roma. Secondo quanto si è appreso, il più grave è un ragazzo di circa 30 anni rimasto incastrato sotto le ruote della macchina. Trasportata in ospedale in codice rosso anche una donna con vari traumi alla schiena. Gli altri tre sembrerebbero meno gravi. Sul posto polizia e polizia locale per i rilievi. Alla guida della Smart c'era una donna. Non si esclude che possa aver avuto un malore.

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

20:45Alfano, con Renzi posizioni distanti, 1/6 Ap deciderà

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Le posizioni sono distanti sia sul tema della legge elettorale e sia sul tema della durata della legislatura. Sarebbe stato naturale per il Pd cercare prima un accordo con il suo alleato di governo e non con le forze che sono all'opposizione. Ho convocato la direzione nazionale del partito il primo giugno e in quella sede prenderemo le nostre decisioni". Lo afferma il leader di Ap e ministro degli Esteri Angelino Alfano parlando da Fabriano.

Archivio Ultima ora