Testa a testa Clinton-Trump, battaglia nella notte

Pubblicato il 26 settembre 2016 da ansa

Battaglia nella notte tra Donald Trump e Hillary Clinton. Un duello senza esclusione di colpi o cortesie di troppo

Battaglia nella notte tra Donald Trump e Hillary Clinton. Un duello senza esclusione di colpi o cortesie di troppo

NEW YORK. – Battaglia nella notte tra Donald Trump e Hillary Clinton. Un duello senza esclusione di colpi o cortesie di troppo. Uno scontro che i due candidati hanno voluto, rifiutandosi persino di trovare un accordo minimo sulle regole di condotta, come vuole la tradizione. Una sfida in cui anche un solo particolare può imprimere la svolta ad una campagna elettorale ad altissima tensione.

Del resto Trump e Clinton arrivano al primo faccia a faccia televisivo alla pari, con i sondaggi che ad appena 43 giorni dall’Election Day certificano un sostanziale testa a testa, dopo che la candidata democratica ha dilapidato il grande vantaggio di cui godeva a fine luglio. Un equilibrio che anche un piccolo dettaglio può alterare, a favore dell’uno o dell’altra.

E l’America, spesso distratta e disinteressata, stavolta si ferma davvero, per un dibattito che tutti i commentatori definiscono “il più atteso della storia” delle presidenziali Usa. Perché in gioco ci sono due visioni diverse del futuro, in un momento in cui non solo gli Stati Uniti ma tutto il mondo sembra essere ad un bivio. E c’è anche un numero di elettori indecisi probabilmente superiore alle altre volte: un aspetto in parte legato all’impopolarità dei due candidati che rende per molti più difficile la scelta.

Oltre 100 milioni i telespettatori, un pubblico da Super Bowl. Un boom di ascolti che spazza via il precedente record del duello tv tra Ronald Reagan e Jimmy Carter, nel 1980. Nella sala della Hofstra University di Hempstead, nello stato di New York, un tifo quasi da stadio. I candidati si confrontano per lunghi, interminabili 90 minuti su sicurezza, terrorismo, immigrazione, ripresa economica, tensioni razziali.

Sempre attenti a non compiere quel passo falso che potrebbe risultare fatale. Si sono preparati per settimane all’evento. Hillary Clinton per ore si è allenata salendo su un podio davanti a un finto avversario. Ha studiato ogni minuscolo aspetto della personalità di Trump, per prepararsi a tutte le evenienze: quella di un tycoon aggressivo e politicamente scorretto (vedi lo spettro degli scandali passati di Bill Clinton); oppure quella di un tycoon che sceglie la strategia del candidato che sa essere misurato, che sa quando fermarsi. In una parola, ‘presidenziale’.

Difficile dire chi ha più da perdere. Con i principali media, dal Washington Post all’agenzia Bloomberg, che alla vigilia danno all’ex first lady le maggiori chance di vittoria. Almeno in questo primo confronto, a cui seguiranno il dibattito del 9 ottobre alla Washington University di St.Louis, in Missouri, e quello del 19 ottobre alla University of Nevada, a Las Vegas. Passando per il duello tra i due vice – Mike Pence e Tim Kane – del 4 ottobre.

Intanto il New York Times, dopo aver ribadito con forza il suo appoggio all’ex segretario di Stato, si scaglia con un nuovo editoriale contro Trump, definendolo “uno spaccone” che porta avanti una “campagna di insulti” e di “nazionalismo xenofobo”. Un candidato – si sottolinea – che racconta “falsità”.

E mai come questa volta i principali media e social media si sono mobilitati per smascherare in diretta tv le ‘bugie’ dei due candidati. E in America, si sa, non dire la verità all’opinione pubblica, anche su una piccola cosa, può risultare fatale.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

14:27Marzabotto: squadra 65 Futa visita sacrario vittime eccidi

(ANSA) - BOLOGNA, 19 NOV - I dirigenti, gli allenatori e i calciatori della 65 Futa di Loiano-Monghidoro, squadra che milita nella seconda categoria dilettanti bolognese si sono recati in visita al sacrario di Marzabotto per rendere omaggio alle vittime degli eccidi nazisti. Dopo che il presidente della società Fabrizio Santi ha deposto una composizione floreale sul monumento, tutta la squadra ha poi raggiunto la scuola di pace di Monte Sole per ascoltare la testimonianza di Anna Rosa Nannetti, sopravvissuta alla strage del '44. La visita, organizzata in accordo col sindaco di Marzabotto Romano Franchi, è stata la risposta al gesto di Eugenio Luppi, il calciatore della 65 Futa che domenica scorsa, proprio a Marzabotto, ha esultato dopo un gol con un braccio teso a ricordare il saluto romano e mostrando al pubblico una maglia nera con impressi il tricolore e l'aquila imperiale, simboli della Repubblica Sociale Italiana. Luppi, come era stato annunciato, non ha preso parte alla visita col resto dei compagni.(ANSA).

13:55Incendiata auto parroco in Calabria, s’indaga su motivi

(ANSA) - SCANDALE (CROTONE), 19 NOV - L'automobile del parroco della chiesa di San Giuseppe Operaio, della frazione "Corazzo" di Scandale, nel crotonese, é stata incendiata la scorsa notte da persone non identificate. La vettura, una Fiat Punto, malgrado il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, é andata distrutta. Le fiamme si sono estese ad un'altra vettura parcheggiata accanto di proprietà anche questa di un altro sacerdote, parroco della Chiesa di San Giovanni Battista di Crotone, e ad una parete laterale della chiesa. Le indagini sull'episodio sono state avviate dai carabinieri della Compagnia di Crotone e del Comando provinciale. Il parroco proprietario dell'auto incendiata, di origini africane e da circa un mese a Scandale, ha riferito ai militari di non sapersi spiegare i motivi dell'intimidazione. Gli investigatori, comunque, escludono il movente razzista. (ANSA).

13:49Berlusconi, aumenteremo pensione minima a mille euro

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - " Oggi nessuno anziano può vivere con una pensione minima di 500 euro: oggi è doveroso e indispensabile aumentare almeno a un milione di euro i minimi pensionistici . Nessun anziano deve essere escluso da questa misura, comprese le nostre mamme che hanno lavorato tutti i giorni a casa e che devono poter avere vecchiaia dignitoso. Se gli italiani ci faranno governare saranno questi i primi provvedimenti del nostro governo: è un impegno che prendo con voi". Lo dice Silvio Berlusconi in un messaggio a Federanziani. Berlusconi aggiunge che nel governo di centrodestra "ci sarà anche un ministero per la terza età".

13:48C. sinistra:Fratoianni a Fassino e Prodi,tempo scaduto

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - "A chi ci chiede l'alleanza, a chi ci chiama gufi e rosiconi, minoritari e irrilevanti, a quelli che ci chiedono alleanza nel nome del voto utile, se qualcuno ci chiede un incontro lo facciamo. Ma vogliamo dire a Fassino e Prodi, che il tempo è scaduto perché non ci sono ragioni politiche e culturali. Noi contro la destra lavoriamo ad una prospettiva incompatibile con questo Pd". Lo ha detto il segretario di Si, Nicola Fratoianni, nel suo intervento all'Assemblea del partito.

13:46C.sinistra: Bersani, porta aperta ma Fassino sottovaluta

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - I "mediatori" del Pd come Fassino "secondo me sottovalutano la situazione e il perché un pezzo di popolo se ne è andato. Io lascio aperta la porta però bisogna leggere la legge elettorale: non vince nessuno, ci si ritrova comunque in Parlamento". Lo dice Pier Luigi Bersani arrivando all'assemblea di Mdp in corso a Roma. "La sinistra deve chiedersi come mai perde il treno. Non do per scontato niente ma non ho visto nel Pd una sincera riflessione su nulla", aggiunge.

13:32Terrrorismo:3 espulsi,in contatto con foreign fighters

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Due erano in contatto con i foreign fighters dell'Isis che stanno ancora combattendo in Siria mentre un terzo sarebbe stato lui stesso in Siria, nel 2013, a combattere con lo Stato islamico. Si tratta di due cittadini marocchini e di un tunisino che sono stati espulsi per motivi di sicurezza dello Stato con un provvedimento firmato dal ministro dell'Interno Marco Minniti. Con quella di oggi salgono a 96 le espulsioni dall'inizio dell'anno, mentre sono 228 dall'inizio del 2015. Il tunisino, 31 anni con diversi precedenti penali per droga, era finito nella rete degli investigatori poiché sospettato di aver combattuto in Siria nel 2013. E' stato rintracciato a Perugia. Entrambi i marocchini espulsi, un 25 enne e un 26 enne, erano invece in contatto tramite Facebook con alcuni foreign fighters in Siria ed operativi nella stessa unita dell'Isis dove ancora combatte l'estremista 'milanese' Monsef El Mkhayar, il 21 enne condannato a 8 anni di carcere per terrorismo internazionale dai giudici di Milano.

13:18Addestratore sbranato da cane nel cortile condominiale

(ANSA) - TORINO, 19 NOV - Un giovane addestratore di cani è stato sbranato da un bull terrier che gli era stato affidato da un amico. Il suo corpo è stato trovato nella tarda serata di ieri in un terreno recintato tra Monteu da Po e Cavagnolo, nel Torinese. Aveva profonde ferite alla testa e al collo. La vittima, Davide Lo Bue, aveva 26 anni e viveva a Rivoli (Torino). A trovare il corpo è stato un vicino di casa, allarmato dal continuo abbaiare del cane. Su disposizione del servizio veterinario, il cane è stato affidato a un canile di Settimo Torinese. Le indagini sono coordinate dal pm Daniele Iavarone della Procura di Ivrea e condotte dai carabinieri di Chivasso.

Archivio Ultima ora