Un altro nero ucciso in California, era disarmato

Pubblicato il 28 settembre 2016 da ansa

Polly Usher is provided with the latest police killing story as protestors holds a  sign that reads 'Stop Police Killings' during a demonstration in Los Angeles, California, USA, 07 July 2016. EPA/MIKE NELSON

Polly Usher is provided with the latest police killing story as protestors holds a sign that reads ‘Stop Police Killings’ during a demonstration in Los Angeles, California, USA, 07 July 2016. EPA/MIKE NELSON

NEW YORK. – Ancora un nero ucciso dalla polizia negli Stati Uniti. Il quinto caso in pochi giorni dopo gli episodi di Tulsa, Charlotte e due a Baltimora. Teatro dell’ennesima uccisione i sobborghi di San Diego, in California, dove un trentenne afroamericano disarmato, molto probabilmente psicolabile, e’ stato abbattuto dagli agenti nel parcheggio nei pressi di un mall. Pare avesse puntato contro di loro un oggetto rivelatosi poi del tutto innocuo. Straziante il video girato con lo smartphone dalla sorella della vittima nei concitati momenti che hanno seguito gli spari.

Quanto basta per portare la tensione alle stelle in una comunità che conta circa 103 mila residenti di cui la stragrande maggioranza bianchi. Almeno duecento persone sono scese in strada per protestare contro i metodi violenti della polizia, accusata apertamente di razzismo. E si temono scontri come quelli della scorsa settimana a Charlotte.

Ma la rabbia monta in tutti gli Stati Uniti, con diverse manifestazioni in molte città e con un numero sempre maggiore di big dello sport e dello spettacolo che vengono allo scoperto per denunciare un’escalation di episodi ritenuta intollerabile. L’ultima a far sentire la sua voce è stata Serena Williams: “Non rimarrò in silenzio davanti all’uccisione di tanti afroamericani”, scrive la star del tennis su Facebook, denunciando come i neri siano sempre più nel mirino degli agenti e ammettendo di temere spesso per la vita dei suoi familiari.

La ricostruzione di quanto accaduto a El Cajon evidenzia ancora una volta l’assurdità dell’episodio. “Vi ho chiamato per chiedere di aiutarmi e avete ucciso mio fratello”, urla disperata la sorella della vittima nel video diffuso su tutti i media. In effetti i poliziotti erano intervenuti dopo una chiamata di routine in cui si segnalava una persona in preda a una crisi nervosa aggirarsi per strada, anche in mezzo al traffico. Probabilmente la disperata richiesta di intervento della sorella era per evitare che l’uomo si facesse del male.

Una volta giunti sul posto gli agenti – come racconta il capo della polizia – avrebbero chiesto più volte ad Alfred Olango (questo il nome della vittima) di calmarsi. Ma all’improvviso questi avrebbe estratto qualcosa dalla tasca dei pantaloni puntandola contro uno degli agenti. Non è ancora chiaro di che oggetto si trattasse, ma non di un’arma, come hanno ammesso gli stessi investigatori. A quel punto, mentre un poliziotto stava per intervenire con un taser, l’agente preso di mira da Olango ha esploso diversi colpi.

Secondo le statistiche – scrive il Washington Post – il 25% delle persone uccise dalla polizia americana riguarda persone con disturbi mentali. E la vittima di San Diego è la numero 716 ammazzata dagli agenti quest’anno. Lo scorso anno furono mille.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

04:33Savoia: salma Vittorio Emanuele III in arrivo dall’ Egitto

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - La salma di Vittorio Emanuele III è partita da Alessandria d'Egitto dove era sepolta nella cattedrale di Santa Caterina, per rientrare in Italia a bordo di un volo militare atteso stamani attorno alle 11. Lo ha riferito il Gr1 di Radio Rai, precisando che alla partenza erano presenti familiari e l'ambasciatore italiano al Cairo Giampaolo Cantini. Le spoglie del sovrano, a quanto si è appreso, sarebbero state portate da Alessandria in un aeroporto militare nelle vicinanze del Cairo, punto di partenza per l'Italia a bordo di un aereo militare. Il velivolo dovrebbe atterrare in mattinata in uno scalo militare del Piemonte, e la bara dovrebbe essere poi traslata al Santuario di Vicoforte, accanto a quella della regina Elena, sebbene alcuni familiari premano ancora per la traslazione nel Pantheon.

01:35Calcio: Francia, Psg a valanga e il Monaco resta a -9

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Il Paris Saint Germain risponde alla vittoria di ieri del Monaco infliggendo una dura lezione al Rennes, battuto 4-1 in trasferta con una doppietta di Neymar e gol di Cavani e Mbappè. I parigini, dopo 18 giornate, mantengono il +9 di vantaggio sui monegaschi. Fari puntati domani sulla sfida Lione-Marsiglia, match clou che mette di fronte due squadre in corsa per la Champions ed è una grande occasione per gli ospiti, guidati da Rudi Garcia sono in corsa per il secondo posto. Nonostante i gol di Balotelli, il Nizza annaspa al settimo posto e domenica ospita il Bordeaux. Tra le altre partite di oggi, il Digione ha battuto 3-0 il Lille e sale al settimo posto a quota 24, dove si trovano anche lo Strasburgo, che ha battuto 2-1 il Tolosa, e il Caen, che invece non è andato oltre lo 0-0 in casa col Guingamp. Seconda vittoria stagionale per il fanalino di coda Metz, che è riuscito a imporsi 3-1 a Montpellier.

01:05Calcio: Roma, Di Francesco “vittoria sofferta ma importante”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Questa gara era importante, avevo dato un segnale, e l'abbiamo vinta soffrendo. Si parla sempre degli episodi, che sono importantissimi, ma noi avremmo potuto fare gol prima. Abbiamo subito il primo tiro contro dopo 83', abbiamo sempre fatto la gara contro un Cagliari molto organizzato ma noi abbiamo voluto fortemente la vittoria. Ci teniamo stretti questi 3 punti". Lo ha detto l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo la vittoria al 94' sui sardi. "Abbiamo concesso pochissimo in difesa, il Cagliari non ci ha permesso di essere aggressivi ma abbiamo avuto una grande supremazia territoriale - ha proseguito -. Dovevamo essere più cinici e cattivi, dobbiamo lavorare ancora di più. Ma io non sono d'accordo sulla prestazione negativa, abbiamo fatto la partita. Abbiamo tirato in porta 20 volte, dovevamo essere più precisi".

01:03Cile: frana per piogge torrenziali, 3 morti e 15 dispersi

(ANSA) - SANTIAGO, 16 DIC - Piogge torrenziali nel sud del Cile hanno causato una frana che ha sommerso un villaggio: almeno tre persone sono morte e altre 15 risultano disperse. Lo riferisce il viceministro dell'Interno Madmud Aleuy, aggiungendo che le vittime sono due donne e un turista non ancora identificato. Le piogge hanno causato l'esondazione di un fiume vicino a una collina franata su 20 delle 200 case del villaggio di Villa Santa Lucia, nella regione meridionale di Los Lagos. La presidente Michelle Bachelet ha riferito su Twitter che i servizi di emergenza stanno lavorando dell'area "per soccorrere le persone colpite". Alcuni feriti sono stati evacuati in elicottero. (ANSA)

01:01Omicidio cestista Nba Lorenzen Wright, arrestata moglie

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Per l'uccisione nel 2010 dell'ex giocatore di basket Nba Lorenzen Wright, la polizia di Memphis ha arrestato l'ex moglie Sherra, 46 anni, e un suo coetaneo, Bill Turner, accusati ora di concorso nell'omicidio. Le forze dell'ordine non hanno reso noto cosa le abbia portate ai due e il movente del delitto, ma la svolta sarebbe stata impressa dal ritrovamento dell'arma usata nell'aggressione, in un lago vicino a Walnut, Mississippi, 75 miglia a est di Memphis. Il corpo di Wright, che allora aveva 34 anni, fu trovato alla periferia della città in stato di decomposizione dieci giorni dopo la sua scomparsa. Aveva diverse ferite d'arma da fuoco. Il cestista aveva giocato nell'Nba per 13 anni in 5 squadre, tra cui quella di Memphis.

00:50Basket: serie A, Sassari-Pistoia 88-81

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Dinamo Sassari infila la settima vittoria consecutiva fra Lega A e Champions sconfiggendo 88-81 sul parquet del PalaSerradimigni la The Flexx Pistoia in un anticipo dell'11/a giornata di serie A di basket. Mattatore della serata è la guardia biancoblu' Scott Bamforth che chiude la partita con 26 punti e 6 assist guidando i padroni di casa verso una vittoria per nulla scontata. Sassari sale a 14 punti, Pistoia resta ad 8.

00:49Incendi California, ancora evacuazioni contea S.Barbara

(ANSA) - SANTA BARBARA, 16 DIC - Brucia senza sosta la California, nella contea di Santa Barbara, dove sono state ordinate nuove evacuazioni nella zona di Montecito. Il forte vento spinge le fiamme verso le case dove risiedono alcuni vip, fra i quali la star della tv Oprah Winfrey. Finora Thomas Fire (questo il nome dato all'incendio) ha distrutto oltre 1.000 edifici e oltre 700 case e, secondo le autorità, potrebbe colpire altre 18.000 strutture. Ieri è costato la vita a un vigile del fuoco, morto soffocato dal fumo.

Archivio Ultima ora