Riecco Roma-Inter, tradizione di goleade ed emozioni

Pubblicato il 30 settembre 2016 da ansa

Serie A, Roma-Inter posticipo domenicale delle 20:45

Serie A, Roma-Inter posticipo domenicale delle 20:45

ROMA. – Uno spareggio per non dover salutare la zona scudetto già da ottobre. Roma e Inter vedono allontanarsi Juve e Napoli, col vento in poppa in campionato e in Champions, e si affrontano domenica all’Olimpico col fiato sospeso. Chi si ferma di nuovo è perduto: l’Inter ha il pesante fardello del doppio ko in Europa, la Roma si è riscattata col modesto Astra.

Spalletti, uomo di mondo, non ha stravolto la squadra; De Boer, olandese tutto di un pezzo, ha fatto turnover selvaggio subendo a Praga un ko devastante. Ora ci vuole una Juve-bis per ripartire ma la fiducia spinge la Roma che dovrà temere Icardi, goleador spacca-partite che ha riposato in Europa mentre è ancora incerto Joao Mario, collante del centrocampo.

Lo scatenato Totti, che dopo la festa dei 40 anni ha regalato tre assist e giocate sopraffine, partirà dalla panchina. Ma il suo peso lo avrà, come l’ha avuto negli ultimi 22 anni. In passato ha fatto soffrire Handanovic, Toldo e Julio Cesar che ancora ricorda con terrore quel pallonetto micidiale che l’ha trafitto il 26 ottobre 2005. Una delle tante perle confezionate a San Siro.

Se l’Inter è la squadra che l’ha più sconfitto, 14 volte, lui si è vendicato facendo 11 gol. Tra Roma e Inter è sempre una sfida spettacolare contrassegnata da prodezze e gol a raffica, soprattutto dopo calciopoli con la Roma unica avversaria di un’Inter stratosferica.

Ma il luna park ha origini antiche: nella preistoria ci sono due 6-0 per l’Inter nel 1930 e nel 1953 e uno per la Roma nel 1942; poi negli anni ’60 la Rometta infligge un secco 3-0 ai nerazzurri sulla strada euro-mondiale. Dagli anni ’80 sfide più equilibrate. Un’entrata alla brasiliana (il ‘carrinho’ di Falcao su Bagni che Agnolin marca col rosso) caratterizza un bel 3-1 nel 1981.

Poi nel 1991 si celebra la finale di Coppa Uefa: 2-0 a Milano per l’Inter del Trap, un gol e un palo di Rizzitelli all’Olimpico non bastano ai giallorossi di Ottavio Bianchi. Gli attacchi si scatenano: l’Inter di Bagnoli subisce un 4-1 nel 1992 poi l’arrivo di Ronaldo e Zeman spettacolarizzano i match e per la Roma sono tempi cupi: a fine 1997 viene espulso Totti e l’Inter s’impone 3-0 e nel ritorno 2-1 con una doppietta fantastica di Ronaldo.

L’anno dopo ancora due rovesci per Zeman: 4-1 a Milano e il funambolico 5-4 nel ritorno, sigillo si Simeone, con in campo il trio Baggio-Ronaldo-Zamorano. Con Capello il registro cambia: nel 2001 tappa saliente nella corsa verso lo scudetto è un 3-2 con doppietta di Montella. Ma il salto di qualità arriva con calciopoli: scudetto revocato alla Juve, l’Inter che piazza il poker di scudetti con Mancini e poi con Mourinho, e l’unica antagonista è la Roma di Spalletti che però ne mastica di bocconi amari: ko nella Coppa Italia 2005 e 2006 e fuochi d’artificio nella Supercoppa.

La Roma si porta sul 3-0 a San Siro, poi ko 4-3 ai supplementari con zampata di Figo. La rivincita si materializza nel 2007: un memorabile 6-2 nell’andata confeziona la vittoria nella Coppa Italia. Con un rigore di De Rossi vince anche la Supercoppa a Milano. Ma è un fuoco di paglia: 4-1 per l’Inter all’Olimpico e poi, anno di grazia 2007-2008, 1-1 a San Siro con polemiche furiose per un’espulsione di Mexes (per Totti è un ‘aiutone’).

Il ping pong prosegue: 2-1 e Coppa Italia alla Roma, 8-7 ai rigori e Supercoppa all’Inter. I nerazzurri prendono il largo: 4-0 all’Olimpico alla ripresa, 3-3 a San Siro e Roma ko nei quarti di Coppa Italia. Comincia l’era Mourinho che irride gli avversari coniando l’espressione ‘zero tituli’ per Ranieri: sulla strada del triplete l’Inter perde 2-1, la Roma si porta a -1 poi c’è la surreale sfida con la Lazio e all’ultima giornata Milito firma lo scudetto.

Ma prima a Ranieri sfugge anche la Coppa Italia: in finale 1-0 gol di Milito ma la partita è una corrida e Totti viene espulso per un calcione a Balotelli. Mourinho fugge nella notte Champions di Madrid e Benitez agguanta la Supercoppa, 3-1 alla Roma con doppietta di Eto’o.

Gli squilli successivi sono un 5-3 che Leonardo consegna a un Ranieri agli sgoccioli nel 2011 e un 4-0 sulle spalle del traballante Gasperini che illude la Roma. Poi comincia una serie positiva che dura quasi quattro anni con Zeman e Garcia e tre vittorie a San Siro con doppiette di Totti e Destro e un 4-2 in casa con doppio Pjanic.

Ma dall’aprile 2015 la Roma non vince più e Mancini si impone 2-1 con Icardi agli sgoccioli e 1-0 con Medel. Ora si riparte all’Olimpico, ed una gara che comunque lascera’ strascichi. E Juve e Napoli avranno un avversario di meno.

Ultima ora

20:32Calcio: serie A, Spal-Napoli 2-3

(ANSA) - FERRARA, 23 SET - Sesta vittoria e 18 punti per il Napoli che passa 3-2 a Ferrara in casa della Spal al termine si un match vibrante. Padroni di casa avanti al 13' con un rasoterra dal limite dell'area di Schiattarella che beffa Reina. Immediata la risposta del Napoli che pareggia dopo un minuto con Insigne che, servito da Callejon, lascia partire un sinistro che batte Gomis. Partenopei in vantaggio al 71' con un colpo di testa di Callejon dopo un cross dalla sinistra di Ghoulam. Poi Gomis dice di no a Milik - entrato nella ripresa al posto di Zielinski - e Mertens prima del 2-2 realizzato al 78' su punizione da Viviani. La squadra di Sarri non ci sta e torna in vantaggio all'83' con Ghoulam. Il Napoli finisce in 10 per un infortunio a Milik (erano già state effettuate tutte e tre le sostituzioni).

20:11Ansia a Bali per vulcano, 30mila gli evacuati

(ANSA) - BANGKOK, 23 SET - L'allerta è al massimo livello, e un'eruzione è considerata imminente. Bali vive ore di angosciosa attesa per il risveglio dopo mezzo secolo del vulcano Agung, nel nord-est dell'isola, che ha portato le autorità locali a disporre l'evacuazione precauzionale di quasi 30mila residenti in un raggio di 12 chilometri dal cratere. L'attività vulcanica dell'Agung (3.031 metri), la cui ultima eruzione risale al 1963, è aumentata progressivamente nell'ultima settimana, con centinaia di tremori a segnalare una salita del magma. Dopo una "eccezionale crescita" dell'attività sismica rilevata, il livello di allerta già alzato in settimana è stato portato al livello più alto. Gli evacuati, provenienti da una zona che non attira stranieri, sono stati portati in centri di accoglienza provvisori. L'agenzia nazionale per la gestione dei disastri sta cercando di procurarsi 500mila maschere per sopravvivere alla cenere, e prevede che l'emergenza possa durare un mese.

20:04M5s: Di Maio candidato premier e leader movimento

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Lui Di Maio è stato eletto candidato premier e leader del Movimento Cinque Stelle. I votanti delle primarie on line sono stati 37.442 ed il vice presidente della Camera ha ottenuto 30.936 preferenze. Di Maio prendendo la parola ha ringraziato tutti dagli attivisti fino ai fondatori del Movimento: Beppe Grillo e GianRoberto Casaleggio.

20:02Messico: salgono a 305 i morti del sisma del 19 settembre

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 23 SET - E' salito a 305 il nuovo bilancio dei morti del terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito il Messico lo scorso 19 settembre. Lo hanno reso noto oggi le autorità. Il responsabile della protezione civile, Luis Felipe Puente ha precisato che tra le 305 vittime, 167 persone hanno perso la vita nella capitale Città del Messico.

20:00Libia: Guterres vede Sarraj, ‘unire libici con road map’

(ANSA) - NEW YORK, 23 SET - Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha incontrato a margine dei lavori dell'Assemblea Generale il premier della Libia Fayez al Sarraj. Guterres - fa sapere il portavoce del Palazzo di Vetro - "ha sottolineato l'importanza di unire i libici con il piano d'azione facilitato dalle Nazioni Unite". I due hanno poi "discusso le conseguenze umanitarie e socioeconomiche dell'attuale situazione politica e della sicurezza".

19:56Iraq: curdi non cedono, lunedì referendum indipendenza

(ANSA) - BEIRUT, 23 SET - "Una occasione storica, che non può essere sprecata". Con queste parole il governatore di Kirkuk ha chiamato tutti i curdi iracheni a partecipare compatti lunedì al referendum per la loro indipendenza, osteggiato dai Paesi vicini e da gran parte della comunità internazionale. Il governatore, Najmaldin Karim, è forse la figura più rappresentativa delle tensioni che la consultazione rischia di esacerbare tra diverse etnie e gruppi confessionali, mentre la guerra all'Isis infuria ancora in diverse regioni, tra cui quella di Hawija, poche decine di chilometri a sud-ovest di Kirkuk. Il Parlamento di Baghdad, accogliendo una richiesta del premier Haidar al Abadi, ha votato una mozione per rimuovere dalla carica Karim, che però è rimasto al suo posto. La ragione è il fatto che il governatore, membro dell'Unione patriottica del Kurdistan (Upk), ha sostenuto con forza la tenuta del referendum anche a Kirkuk, nonostante questa provincia non faccia parte del territorio della regione autonoma del Kurdistan.

19:45Golf: Francesco Molinari, Ryder 2022 spinta per Italia

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Ha vinto un anno fa, punta al bis quest'anno su un green dove sono attesi tantissimi campioni "che ora guardano all'Italia come una meta golfistica per i propri viaggi". "C'è grande soddisfazione ed emozione nel poter difendere il titolo in Italia, davanti ai nostri tifosi, in un Open con un field fantastico - dice Francesco Molinari all'Ansa, parlando del 74/o Open d'Italia che si svolgerà al Golf Club Milano dal 12 al 15/10 -. Ci saranno tantissimi campioni e sarà davvero stimolante competere con loro. Grazie all'aggiudicazione della Ryder Cup, l'Open d'Italia ha fatto un salto di qualità incredibile Vivo a Londra e gioco prevalentemente negli Stati Uniti nel PGA Tour: posso assicurare che la prospettiva della Ryder Cup 2022 ha contribuito a cambiare l'immagine del golf italiano agli occhi degli stranieri. Per quanto mi riguarda, l'obiettivo principale per il 2018 è sempre quello di migliorare e raggiungere obiettivi ambiziosi. Mi concentrerò come negli ultimi anni soprattutto sul Pga Tour in America".

Archivio Ultima ora