L’industria delle telecomunicazioni promuove il piano Industria 4.0 varato dal Governo

Pubblicato il 06 ottobre 2016 da ansa

Foto convegno Ey a Capri. Da parte di Giuseppe Catuogno

Foto convegno Ey a Capri. Da parte di Giuseppe Catuogno

CAPRI (NAPOLI). – L’industria delle tlc promuove il piano Industria 4.0 varato dal Governo, programma che ha al centro gli investimenti in innovazione e che potrebbe essere ancora più appetitoso, grazie alla possibilità di inserire il superammortamento per gli investimenti in fibra nelle aree grigie. Il lavoro che il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda ha presentato pochi giorni fa e che finirà nella Legge di Bilancio è stato al centro del tradizionale appuntamento annuale di Capri che EY dedica al digitale.

A illustrare il piano nel dettaglio è stato proprio il ministro Calenda, in un videointervento nel quale ne ha ribadito i punti principali per la spinta degli investimenti, aggiungendo anche una ulteriore possibile misura per la diffusione della fibra nelle aree grigie, quelle dove c’è il 70% delle imprese, ma che non sono particolarmente ‘interessanti’ per il mercato e dove non è possibile l’intervento diretto dello Stato:

“Stiamo ragionando – ha annunciato Calenda – su cosa si può fare per incentivare l’offerta. Una delle analisi non conclusa consiste nella possibilità di considerare parte di questi investimenti nel superammortamento: è un ragionamento aperto anche con Bruxelles, perché le aree grigie sono un pezzo che realmente cambia il sistema produttivo italiano”.

L’ad di EY Donato Iacovone ha parlato di un piano che ha “tanti pregi”, quello di Microsoft Italia Carlo Purassanta ha osservato che ormai “a livello normativo è rimasto ben poco come freno” e quindi adesso “bisogna più afferrare l’opportunità che stare a guardare cos’è che manca”.

Forte apprezzamento è stato espresso anche dal numero uno di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, secondo cui si tratta di “un piano altamente virtuoso, molto strategico per il Paese e che creerà infinite opportunità”. Il presidente ha poi colto l’occasione non solo per smentire presunti dissidi al vertice del gruppo (“Non c’è mai stata tanta unità”) ma anche per fornire qualche aggiornamento sugli investimenti che Telecom sta facendo nella fibra:

“Abbiamo cablato nell’ultimo anno un’area grande come l’Austria e avanziamo di una Torino al mese”, ha rivendicato. Tuttavia, ha avvertito, “è inutile costruire un’infrastruttura se nessuno la compra”: quindi non è il caso di “costruire cattedrali nel deserto”, perché “è vero che prima deve venire l’offerta”, ma “non possiamo stare 10 anni davanti alla domanda, non possiamo permetterci scelte non sostenibili nel medio periodo, è un rischio come operatore”.

Diverso è il discorso delle aree bianche, quelle nelle quali l’investimento è a carico dello Stato grazie ai bandi Infratel che, però, sono finiti sotto la lente della giustizia amministrativa per i ricorsi presentati da Telecom e Fastweb: una prima risposta è arrivata dal Tar del Lazio, che deciderà direttamente nel merito il ricorso di Fastweb il prossimo 14 dicembre.

(dell’inviata Francesca Paggio/ANSA)

Ultima ora

12:43G20: Merkel incontrerà Putin a Sochi

(ANSA) - BERLINO, 28 APR - Angela Merkel incontrerà il 2 maggio il presidente Russo Vladimir Putin a Sochi, nell'ambito delle preparazioni per il G20 tedesco. Lo ha annunciato in conferenza stampa a Berlino il portavoce della cancelliera Steffen Seibert. Nell'ambito di questo incontro, ha sottolineato, si parlerà anche di temi attuali come il conflitto ucraino e la guerra in Siria. Alle 15,30 locali si terrà una conferenza stampa.

12:30Aemilia: al via appello a Bologna per 60 imputati

(ANSA) - BOLOGNA, 28 APR - E' cominciato nel palazzo della Corte di Appello di Bologna, presidiato da Polizia e Carabinieri, il secondo grado del processo in rito abbreviato di 'Aemilia'. Il 22 aprile 2016 il Gup Francesca Zavaglia aveva condannato 58 imputati su 71, con pene fino a 15 anni: tra appelli delle difese e impugnazioni della Dda sono 60 le posizioni ora al vaglio del collegio dei giudici della Corte. Tra le assoluzioni appellate dalla Procura di Bologna, i politici Giuseppe Pagliani, consigliere comunale Fi a Reggio Emilia accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, e Giovanni Paolo Bernini, ex assessore Pdl a Parma, prosciolto per prescrizione della corruzione elettorale. Le udienze, una cinquantina calendarizzate almeno fino a fine luglio, sono a porte chiuse nell'aula Bachelet di Palazzo Baciocchi. A rappresentare l'accusa, oltre ai sostituti pg Umberto Palma e Nicola Proto, anche i due Pm della Dda Beatrice Ronchi e Marco Mescolini, applicati al processo di 'Ndrangheta di cui hanno seguito l'inchiesta.(ANSA).

12:28Migranti: Legnini, di Zuccaro si occuperà Csm

(ANSA) - ROMA, 28 APR - "Dopo aver sentito i capi di corte e il presidente della prima commissione, Giuseppe Fanfani, sottoporrò il caso all'esame del comitato di presidenza alla prima seduta utile fissata per mercoledì 3 maggio". Lo ha detto il vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, interpellato sulle dichiarazioni del procuratore di Catania Zuccaro in tema di ong e migranti. Legnini ricorda tuttavia che "spetta al ministro della giustizia e al procuratore generale della Cassazione valutare se sussistono o meno i presupposti per l'esercizio dell'azione disciplinare".

12:24Stato-mafia: Mancino rinuncia a deposizione di Mattarella

(ANSA) - PALERMO, 28 APR - Il legale dell'ex ministro Nicola Mancino, l'avvocato Nicoletta Piromalli, ha comunicato alla corte d'assise di Palermo, che celebra il processo sulla cosiddetta trattativa Stato-Mafia, la rinuncia alla deposizione in aula del Capo dello Stato Sergio Mattarella, inserito nella lista testi della difesa prima della sua elezione a presidente della Repubblica.

12:18F1: Raikkonen domina prime libere in Russia, poi le Mercedes

(ANSA) - ROMA, 28 APR - Vola la Ferrari di Kimi Raikkonen nella prima sessione di prove libere in vista del gran premio di Russia di F1 che si correrà domenica sul circuito di Sochi. Il finlandese ha fermato il cronometro in 1:36.074 e si è lasciato alle spalle di soli 45millesimi il connazionale della Mercedes Valtteri Bottas, poi l'altro pilota Mercedes Lewis Hamilton, staccato di 607 millesimi. Quarto tempo per Max Verstappen della Red Bull distanziato di 1.1 secondi, quinto tempo per l'altro ferrarista Sebastian Vettel a 1.156. (ANSA).

12:14Terremoto: ultime scosse Visso collegate a terremoto ottobre

(ANSA) - ROMA, 28 APR - Le due scosse di terremoto di magnitudo 4.0 registrate nelle Marche, a Nord Ovest di Visso (Macerata), alle 23.16 e alle 23.19 del 27 aprile, sono collegate ai terremoti che si sono verificati in autunno nella stessa zona. Interessano infatti lo stesso sistema di faglie responsabile del sisma del 26 ottobre tra Perugia e Macerata. ''La sequenza è rimasta particolarmente attiva e in questi ultimi mesi localizziamo più di 100 eventi sismici al giorno, di magnitudo inferiore a 3.0, in tutta la zona interessata'', ha spiegato la sismologa Lucia Margheriti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). ''Questa notte - ha spiegato l'esperta - ci sono state 3 scosse di magnitudo superiore a 3, la prima di magnitudo 3.5 alle 23.09 le altre due di magnitudo 4.0 alle 23.16 e alle 23.19, nella porzione Nord del sistema di faglie attivato dalla sequenza sismica che sta interessando l'Appennino centrale da agosto, e possiamo dire che tutte e tre sono collegate a quelle principali avvenute nella stessa zona in ottobre''. È sempre lo stesso sistema di faglie, ha aggiunto, e questi terremoti sono tutti dovuti al meccanismo di 'distensione' dell'Appennino. Vi è stata anche una quarta scossa di magnitudo 3.4, ha aggiunto Margheriti, è stata localizzata alle 3,42 del 28 aprile a Nord Est di Pizzoli (L'Aquila): ''questa scossa è avvenuta nella porzione meridionale del sistema di faglie attivato dalla sequenza cominciata ad agosto ed è stata causata da un meccanismo un po' diverso, cioè di un movimento orizzontale delle placche che accomoda la deformazione generale''. (ANSA).

12:07Indipendentista sardo arrestato poco prima di consegnarsi

(ANSA) - ORISTANO, 28 APR - Aveva annunciato l'intenzione di presentarsi in carcere, proprio oggi, 28 aprile, festa del popolo sardo (Sa die de sa Sardigna) per scontare, da "prigioniero politico" le condanne già passate in giudicato, ma Salvatore "Doddore" Meloni è stato fermato dai carabinieri, dopo un breve inseguimento a sirene spiegate, un chilometro prima che arrivasse nel carcere oristanese di Massama. E' successo pochi minuti fa, sulla strada provinciale 292. L'indipendentista di Terralba (Oristano), 74 anni, noto per le sue numerose battaglie per l'indipendenza della Sardegna, era alla guida della sua Fiat Punto rossa con l'insegna della Repubblica di Malu Entu, da lui fondata dopo aver occupato l'isola di Mal di Ventre, davanti alla costa di Oristano. Alcune pattuglie dell'Arma ne hanno fermato la corsa e Meloni è stato preso in consegna dai carabinieri.

Archivio Ultima ora