Guerra: “Il presidente deve presentare all’An il bilancio preventivo”

El presidente de Venezuela, Nicolás Maduro, ofrece un discurso durante la presentación del informe anual de su gestión 2015 ante la Asamblea Nacional, 15 de enero de 2016.
El presidente de Venezuela, Nicolás Maduro, ofrece un discurso durante la presentación del informe anual de su gestión 2015 ante la Asamblea Nacional, 15 de enero de 2016.
El presidente de Venezuela, Nicolás Maduro, ofrece un discurso durante la presentación del informe anual de su gestión 2015 ante la Asamblea Nacional, 15 de enero de 2016.

CARACAS – Non è un capriccio di alcuni parlamentari, ma quanto stabilisce la Costituzione del 1999. Il “bilancio preventivo” del Paese dovrà essere approvato dal Parlamento. Piaccia o no. E’ quanto sostiene il presidente della “Subcomisión de Presupuesto de la Comisión de Finanzas” dell’Assemblea Nazionale e professore universitario, deputato José Guerra.

– L’articolo 313 della Costituzione – insiste il deputato – indica espressamente che l’esecutivo dovrà presentare il bilancio preventivo all’Assemblea Nazionale per la sua approvazione. E’ tassativo.

Guerra sostiene che nell’inseguire l’approvazione della Corte, il governo del presidente Maduro si pone al limite della legge. E prosegue:

– Il governo deve presentare un bilancio “sano”, che prenda in considerazione la vera realtà del Paese. Ed allora dovrà riconoscere un’inflazione di oltre il 300 per cento, i prezzi del barile di petrolio molto di sotto delle attese e che il tasso di cambio della valuta non è di 10 bolívares il dollaro.

Condividi: