Da 24 miliardi e mezzo la manovra che il governo si appresta a varare

Pubblicato il 11 ottobre 2016 da ansa

La slide pubblicata sul sito del Governo per illustrare il bonus per i maggiorenni da spendere in cultura. Roma, 4 maggio 2016. ANSA/ GOVERNO.IT

La slide pubblicata sul sito del Governo per illustrare il bonus per i maggiorenni da spendere in cultura. Roma, 4 maggio 2016. ANSA/ GOVERNO.IT

ROMA. – La manovra che il governo si appresta a varare sabato prossimo si preannuncia da 24 miliardi e mezzo. Ad anticipare i contenuti e l’importo complessivo della legge di bilancio è il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, tornato in Parlamento per rispondere ai rilievi dell’Ufficio parlamentare di Bilancio e per fornire dettagli sulle stime macroeconomiche del governo, corredate dalle misure in via di approvazione.

Gli interventi “espansivi”, quelli su cui l’esecutivo punta per portare effettivamente la crescita all’1% – numero da cui Padoan non si è ancora una volta discostato – valgono poco più di 22 miliardi. A questi vanno aggiunti però gli “oneri” delle politiche vigenti, pari ad altri 2 miliardi di euro. Il pacchetto più sostanzioso è legato, come noto, alla disattivazione delle clausole sull’Iva per 15 miliardi di euro e da cui deriverà una spinta “prudenziale” di 0,3 punti.

Allo “sviluppo”, ovvero alla messa in sicurezza delle scuole, alle opere pubbliche, ad ecobonus e sismabonus ma anche alla conferma del bonus mobili, alla nuova Sabatini e al Fondo di Garanzia per le Pmi, saranno destinati 3,8 miliardi, mentre per il sociale (pensioni minime, famiglia e rinnovo dei contratti pubblici) saranno stanziati 3,15 miliardi. Per Industria 4.0, comprensivo dell’iperammortamento per l’innovazione, il governo pensa invece a 350 milioni il primo anno (che lievitano a 4,5 miliardi nel 2018).

Le coperture arriveranno in gran parte da “aumenti permanenti di gettito” e entrate Iva (oltre 8 miliardi e mezzo), da spending review e tagli (2,6 miliardi) e dalla voce “ulteriori coperture”. In tutto 18,4 miliardi. Su questo il governo non svela ancora i particolari, ma le indiscrezioni parlano, ad esempio, di vendita delle frequenze e di anticipo di gare dei giochi.

Altri 6 miliardi arriveranno però dal deficit, che il governo conferma, per il momento, al 2%. Proprio su questa cifra e sulla possibilità di alzarla, magari al 2,2%, rimane però ancora qualche dubbio, alimentato dallo stesso Padoan e dall’Ufficio parlamentare di bilancio.

Pur confermando la “non validazione” del 3 ottobre, l’Upb non ha infatti chiuso totalmente la porta a un possibile cambio di opinione rispetto al giudizio negativo espresso finora nel caso in cui le stime fossero modificate nel Documento programmatico di bilancio che sarà presentato il 17 ottobre a Bruxelles. Una eventualità non esclusa dal ministro, che giudica “non significativo” lo scarto tra le previsioni del governo e quelle dell’Autorità indipendente.

“La composizione della manovra e quindi alcuni suoi effetti sono ancora passibili di variazione in quanto il Disegno di legge di Bilancio deve essere ancora discusso e approvato dal Consiglio dei Ministri. – ha spiegato – Una volta che il Governo avrà licenziato il disegno di legge, verrà trasmesso alle autorità economiche europee e al Parlamento il Documento programmatico di bilancio”.

In ogni caso, aveva detto il ministro in mattinata, riferendosi a quanto affermato dal commissario agli affari economici dell’Ue, Pierre Moscovici: ”noi non giochiamo con le regole”. Sul tema l’opposizione è però già scatenata.

Beppe Grillo attacca parlando di dati sulla crescita “falsificati” per fare campagna elettorale in vista del referendum, mentre Renato Brunetta parla di muro contro muro. “Il governo vada pure avanti, il Parlamento – avverte – ne prenderà atto”.

(di Mila Onder e Silvia Gasparetto/ANSA)

Ultima ora

16:13Post Expo: accordo con parti sociali per rilancio sito

(ANSA) - MILANO, 19 GEN - Sindacati, Arexpo e le associazioni datoriali hanno raggiunto un accordo per la regolamentazione, la regia ed il monitoraggio dei flussi di manodopera relativi alle opere di riqualificazione del sito di Expo 2015. Lo annunciano Cgil, Cisl e Uil di Milano insieme alle rispettive categorie (Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil), che hanno sottoscritto l'accordo con Ance, Assolombarda e la stessa Arexpo. L'intesa prevede che le parti sociali affianchino Arexpo nella valorizzazione e riqualificazione del sito (che diventerà un polo della ricerca) e partecipino alla cabina di regia e al tavolo di monitoraggio dei flussi della manodopera. In particolare le imprese assegnatarie per le opere informeranno la Cassa edile su eventuali subappalti, impegnandosi ad applicare il contratto nazionale di lavoro per tutti i lavoratori coinvolti nell'area. Arexpo, inoltre, inserirà nei bandi di gara clausole sociali per la stabilità occupazionale.(ANSA).

16:11Rep. ceca: parlamento, via l’immunità a Babis

(ANSA) - PRAGA, 19 GEN - Il Parlamento ceco ha deciso di togliere l'immunità al premier in pectore Andrej Babis e al suo vice Jaroslav Faltynek (entrambi del movimento Ano). Entrambi quindi saranno sottoposti a procedimento penale per aver utilizzato fondi europei per costruire il resort di lusso 'Il Nido della Cicogna'. A favore hanno votato 111 deputati contro 69 dei 180 deputati presenti.

16:09Cina: Comitato centrale propone teorie Xi in Costituzione

(ANSA) - PECHINO, 19 GEN - Il Comitato centrale del Partito comunista cinese ha proposto di iscrivere nella Costituzione le teorie del segretario generale Xi Jinping, in una mossa destinata a rafforzare la sua posizione. In una nota diffusa al termine della sua seconda sessione plenaria di due giorni tenuta a Pechino, il Comitato ha discusso per la prima volta dal 2004 gli emendamenti da apportare alla Carta incorporando "il pensiero sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era", summa delle teorie di Xi, così come definito nel 19/mo congresso del Pcc dello scorso ottobre che ha cnfermato Xi per un altro mandato quinquennale. "Una proposta del Comitato centrale sulla revisione della Costituzione è stata adottata nella riunione", ha reso noto l'agenzia Nuova Cina.

16:08Calcio: Zenga, soddisfatto da campagna acquisti Crotone

(ANSA) - CROTONE, 19 GEN - A metà tra mercato e campionato,Walter Zenga prepara la delicata gara contro il Verona di domenica. "Dovevamo alzare la qualità della squadra - dice a proposito della campagna acquisti - perché senza qualità non si va da alcuna parte e posso dirmi soddisfatto di quello che la società ha fatto". Il tecnico del Crotone non si sbilancia sull'utilizzo dei nuovi acquisti già da domenica. "Valuteremo - spiega il tecnico - se schierare nuovi acquisti già da Verona. Sono arrivati dei nuovi calciatori perché avevamo necessità di poter cambiare le cose in partita. Non ho meriti nell'anticipo delle operazioni di mercato rispetto al passato, è stato un lavoro fatto bene ed in sinergia. Sono state esaudite le mie richieste perché volevo avere un gruppo a disposizione già subito Noi prepariamo la gara su noi stessi per esprimere quello che abbiamo in mente di fare Io sono sempre ottimista per i riscontri avuti, che sono stati di un certo livello. Come sono convinto che si esce da situazioni difficili con la qualità".

16:08Sci: Svindal vince superG cdm a Kitzbuehel, Fill settimo

(ANSA) - KITZBUEHEL (AUSTRIA), 19 GEN - Il norvegese Aksel Svindal, con il tempo di 1'30''72, ha vinto il superG di coppa del mondo di Kitzbuehel, terzo successo in questa disciplina nella localita' austriaca. Per lui, a 35 anni, e' il 35/o successo in carriera oltre a cinque titoli mondiali, un oro olimpico e due coppe del mondo. Sul secondo gradino del podio è salito il suo connazionale Kjetil Jansrud (1'31''22) e sul terzo l'austriaco Matthias Mayer (1'31''28). Per l'Italia il migliore e' stato Peter Fill, settimo (1'31''64). Piu' indietro Christof Innerhofer, Dominik Paris, Mattia Casse e Matteo Marsaglia. Si e' gareggiato con un paio d'ore di ritardo per nuvole a bassa quota e una nevicata che ha ammorbidito e rallentato il fondo sui tratti pianeggianti: condizioni non favorevoli per gli azzurri. Inoltre come pista di gara e' stata usata la parte alta della Streif con arrivo sopra il salto della Hausbergkante. Gli spettatori erano in basso, nel grande stadio al traguardo della Streif, dove sono stati sistemati grandi schermi tv.

16:03Catalogna: ex ministro, ‘tutta Spagna deve fare autocritica’ (2)

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Durante l'incontro, Piqué ha sottolineato che "la Catalogna non vuole l'indipendenza" e che l'indipendentismo catalano ha radici molto lontane nel tempo. Dagli anni Ottanta "sono stati inseriti discorsi nella cittadinanza che hanno portato a pensare di poter raggiungere indipendenza", attraverso i media e "diminuendo la presenza della nazione spagnola". Questi "argomenti populisti" hanno convinto "buona parte della cittadinanza, ma non la maggioranza". Una dichiarazione di indipendenza è "possibile solo se si ha una maggioranza molto ampia, un riconoscimento internazionale, una classe dirigente affidabile, cose che non ci sono" in Catalogna. "Oggi la Spagna sta bene, ha superato la crisi, e questo rende ancora più contraddittoria la richiesta d'indipendenza". In ogni caso, "continua a essere una realtà che quasi metà della Catalogna pensa che l'indipendenza sia la scelta migliore. È nostra responsabilità capire cosa fare, per convincerli che la Spagna è un buon affare".

16:01Morto Gesualdi: i funerali domani alle 12 a Barbiana

(ANSA) - FIRENZE, 19 GEN - I funerali dell'ex presidente della provincia di Firenze ed ex allievo di Don Milani Michele Gesualdi, si terranno domani a Barbiana alle 12. E' aperta invece dalle 12,30 la camera ardente, a Firenze nella sede dell'Opera della Madonnina del Grappa. Gesualdi è morto ieri pomeriggio nella sua abitazione a Calenzano dopo aver combattuto a lungo con la sla. (ANSA).

Archivio Ultima ora