Hillary Clinton sceglie Ralph Lauren, simbolo dell’American Dream

Pubblicato il 11 ottobre 2016 da ansa

Hillary Clinton con un completo Ralph Lauren al primo evento di campagna elettorale al Four Freedoms Park a Manhattan, New York, 13 giugno 2015  (Spencer Platt/Getty Images)

Hillary Clinton con un completo Ralph Lauren al primo evento di campagna elettorale al Four Freedoms Park a Manhattan, New York, 13 giugno 2015
(Spencer Platt/Getty Images)

NEW YORK. – Hillary Clinton sceglie Ralph Lauren, sposando uno stile dalle linee pulite ed eleganti, adatto per un presidente. E diventa la nuova musa dello stilista simbolo del ‘sogno americano’ che dal Bronx finirà dritto alla Casa Bianca, se Clinton sarà eletta. La scelta di Ralph Lauren non è ancora ufficiale. Ma il trend osservato lascia adito a pochi dubbi: Clinton ha scelto lo stilista per tutti gli appuntamenti più importanti, tradendolo durante la campagna solo in alcune occasioni con Giorgio Armani.

Dal tailleur blu elettrico indossato in occasione dell’annuncio della sua discesa in campo nella corsa alla Casa Bianca al completo pantalone bianco sfoggiato sul palco della Convention democratica, passando per quello rosso del primo dibattito e quello bianco e blu del secondo contro con Donald Trump, Clinton ha scelto Ralph Lauren.

Se la Casa Bianca sarà affidata allo stilista americano, Clinton interromperà la ‘tradizione’ di Michelle Obama, che ha approfittato il suo status di First lady per promuovere nuovi stilisti americani, e seguirà le orme di Jacqueline Kennedy e Nancy Reagan, che si erano affidate a un unico designer, salvo eccezioni.

Scegliendo Ralph Lauren Clinton va sul sicuro e rinuncia ad azzardare. D’altronde i completi pantalone fanno da anni notizia, soprattutto nel male con scelte di colori e tagli discutibili. Con Ralph Lauren invece Hillary rivede e rende più femminile la sua ‘uniforme’ pubblica, lanciando allo stesso tempo un messaggio in linea con la sua narrativa di netta contrapposizione a Donald Trump.

La scelta di uno stilista americano si contrappone infatti alle scelte ‘made in Europe’ della famiglia Trump, con The Donald che indossa i completi Brioni e Melania i marchi europei, come la camicia di Gucci rosa sfoggiata nell’ultimo dibattito.

Ralph Lauren invece è l’incarnazione del sogno americano. Nato nel Bronx, ha iniziato la sua carriera come venditore di cravatte, poi ha costruito un vero e proprio impero sulla mitologia del West, in cui i cowboy potevano vagabondare fra i bisonti nello spirito del romanzo inglese il ‘Ritorno di Bridesheard’.

Ralph Lauren e Clinton hanno anche molti punti in comune: sono quasi coetanei e hanno frequentato gli stessi contesti politici e sociali. L’unica ‘pecca’ di Ralph Lauren è non aver frequentato abbastanza la Casa Bianca, un onore riservato in molte occasioni a Oscar de la Renta, che ha vestito spesso Laura Bush. Ma se Clinton vincerà, Ralph Lauren avrà la possibilità di recuperare il tempo perduto.

Ultima ora

10:16Turchia:maxi-blitz contro rete Gulen,oltre 800 arresti

(ANSAmed) - ISTANBUL, 26 APR - Nuova maxi-operazione in Turchia contro la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Una serie di retate condotte simultaneamente in 54 province hanno portato la scorsa notte all'arresto di almeno 803 sospetti affiliati alla struttura considerata eversiva, secondo fonti di polizia. Ai blitz, coordinati dalla procura generale di Ankara, hanno partecipato 8.500 agenti. L'operazione prosegue in queste ore alla ricerca di altri possibili sospetti.

09:57Inchiesta su Protezione civile Calabria, 4 arresti

(ANSA) - CATANZARO, 26 APR - Un funzionario della Protezione civile della Regione Calabria e tre imprenditori sono stati arrestati dalla Guardia di finanza e dalla Dia di Reggio Calabria con l'accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato. Gli arresti sono stati eseguiti nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Catanzaro. L'indagine ha anche portato ad un sequestro di beni per oltre 250 mila euro. Secondo quanto si è appreso, il funzionario coinvolto nell'inchiesta è stato portato in carcere, mentre i tre imprenditori sono stati posti ai domiciliari. L'inchiesta che ha portato agli arresti potrebbe essere partita, anche se al momento mancano conferme ufficiali, dalle denunce presentate nei mesi scorsi, subito dopo il suo arrivo alla guida del settore, dal responsabile della Protezione civile regionale, Carlo Tansi, che aveva riferito di avere scoperto illeciti nella gestione del comparto.(ANSA).

09:51Agguato a Bari, ucciso netturbino 50enne

(ANSA) - BARI, 26 APR - Un uomo, Amedeo Michele, di 50 anni, incensurato, operatore ecologico, è morto dopo essere stato ferito da persone non ancora identificate, con colpi d'arma da fuoco. L'agguato è avvenuto a Bari ieri sera a tarda ora in via Fazio, nel quartiere San Paolo, ora nei pressi dell'Amiu, azienda di raccolta dei rifiuti urbani dove l'uomo lavorava. Soccorso dagli operatori 118 è morto dopo un'ora dal ricovero. L'uomo sarebbe stato affiancato da un'automobile dalla quale i sicari avrebbero sparato. Indagini sono in corso da parte degli agenti della squadra mobile della questura di Bari.

09:44Spazio: Cina tratta con Esa collaborazione base lunare

(ANSA) - PECHINO, 26 APR - La Cina sta discutendo l'ipotesi di collaborare con player internazionali, inclusa l'European Space Agency (Esa), alla costruzione di una base sulla Luna. Lo ha reso noto il segretario generale dell'Agenzia spaziale cinese (Cnsa) Tian Yulong, nel resoconto dei media locali, senza fornire altri dettagli. L'Esa ha lanciato il progetto 'Moon Village', descritto come possibile base internazionale da cui far partire le future spedizioni per Marte.

09:40Trump: Conway, legge spesa non prevederà fondi muro

(ANSA) - ROMA, 26 APR - Lo stanziamento dei fondi necessari per l'avvio della costruzione del muro al confine tra Stati Uniti e Messico non sarà previsto nella legge di spesa che dovrà essere approvata entro venerdì: lo ha detto alla Fox News la consigliera del presidente americano Donald Trump, Kellyanne Conway, sottolineando comunque che il progetto resta una "priorità molto importante" per l'amministrazione.

09:27Mercante d’arte denuncia il furto di due quadri da 27milioni

(ANSA) - MONZA, 26 APR - Un mercante d'arte, italiano ma residente all'estero, ha denunciato di essere stato truffato e derubato di due quadri, un Rembrandt e un Renoir, per un valore totale di circa 27 milioni di euro, la scorsa settimana a Monza. Secondo quanto riferito da Il Giorno, dopo essersi accordato con due sedicenti facoltosi uomini d'affari di origine ebrea, con i quali ci sarebbero stati diversi contatti preliminari, il mercante d'arte ha raccontato di essersi presentato con le due opere in un ufficio affittato a Monza dai due compratori, proprio per chiudere la trattativa. Sulla dinamica ci sono alcuni dettagli ancora da chiarire ma, durante l'incontro finale per l'acquisto, i due truffatori sarebbero riusciti a fuggire con i due quadri. Sulla vicenda indagano i carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza.

07:56Due operai morti su ferrovia Bolzano-Brennero

(ANSA) - BOLZANO, 26 APR - E' di due operai morti e tre feriti il bilancio di un incidente ferroviario avvenuto la scorsa notte sulla linea del Brennero a Bressanone. Nell'incidente, poco prima della mezzanotte, sono stati coinvolti due mezzi tecnici di una ditta esterna che stava svolgendo dei lavori, uno dei quali - precisa il 118 - ha preso fuoco. Due operai sono morti sul colpo, altri tre sono stati ricoverati con ferite gravi agli ospedali di Bolzano e Bressanone. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la Croce bianca, la polizia e i carabinieri. L'incidente - ha precisato Rfi - è avvenuto alle 23.55 di ieri sera tra due mezzi tecnici, una rincalzatrice e una profilatrice, di proprietà della ditta Rossi G.C.F., che sta svolgendo dei lavori sulla linea ferroviaria. La circolazione dei treni è sospesa tra Fortezza e Bressanone ma è stato attivato un servizio sostitutivo con autobus tra Brennero e Bolzano. Rfi ha già attivato un'inchiesta per stabilire le cause dell'accaduto

Archivio Ultima ora