Per le pensioni fino a 1.000 euro, quattordicesima di 350-500

Pubblicato il 13 ottobre 2016 da ansa

Per le pensioni fino 1.000 euro, quattordicesima di 350-500

Per le pensioni fino 1.000 euro, quattordicesima di 350-500

ROMA,. – Tra i 330 e i 500 euro di quattordicesima in arrivo per i pensionati fino a 1.000 euro, tra i 100 e i 150 euro di aumento per chi già percepisce la quattordicesima mensilità e un ‘costo’ per l’ Ape “tra il 4,5% e il 5% per ogni anno di anticipo”. A poche ore dall’incontro tra Governo e sindacati sugli interventi in materia previdenziale da inserire nella legge di bilancio il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini fornisce alcuni dettagli su come sarà composta la parte previdenziale.

Un confronto quello con i sindacati che secondo il premier, Matteo Renzi, “è oggettivamente un passo in avanti significativo” anche se al momento non è prevedibile quale possa essere l’effettivo successo di quella che il governo definisce ”un’opportunità”.

“Non so quanti accetteranno”, ha specificato Renzi. Mancano ancora diversi tasselli del puzzle a partire dall’identificazione della platea che potrà avere accesso all’Ape agevolata, ovvero al reddito ponte verso la pensione senza costi per il lavoratore over 63 anni in condizioni di bisogno.

Secondo le ultime indiscrezioni è difficile che si scrivano le diverse attività gravose come chiedono i sindacati. E’ probabile invece che si dia da subito l’accesso al beneficio ai disoccupati, i disabili e i parenti di disabili (è possibile che si usi il criterio di chi ha già la legge 104) rinviando all’anno prossimo la definizione dei lavori faticosi.

La “coperta” dell’Ape agevolata rischia di essere comunque corta e resta aperto il tema dell’importo del reddito ponte verso la pensione (a livello Naspi, l’assegno di disoccupazione con un limite a 1.300 euro, o inferiore). La Ragioneria preme per un reddito di sussistenza che renda meno conveniente l’accesso, mentre i sindacati chiedono che sia quanto più possibile vicino alla pensione che si è maturata.

Si stanno facendo i conti anche sull’Ape volontaria. Se, infatti, fino a pochi giorni fa si era parlato di un intervento neutro per le casse dello Stato (quindi con un carico per il lavoratore che decide di uscire dal lavoro superiore al 6% annuo), nei giorni scorsi il premier, Matteo Renzi, ha parlato di una restituzione per il prestito di circa il 5% annuo.

Percentuale confermata anche da Nannicini che ha puntualizzato la necessità di un aiuto fiscale dello Stato per tenere bassa la percentuale di penalizzazione. Questo significa, dato che il prestito va restituito in 20 anni, che il carico degli interessi e del premio assicurativo per i casi di premorienza sarà a carico dello Stato, probabilmente spalmato in avanti sugli anni.

E’ previsto infatti che le rate residue in caso di morte non pesino sugli eredi. E anche questo confermato da Nannicini che spiega: “gli eredi non rischiano niente”. La scommessa probabilmente è legata alla scarsa appetibilità dello strumento che dovrebbe far sì che la platea degli utilizzatori sia bassa e quindi non troppo gravosi anche i costi per lo Stato. E’ probabile invece che si definiscano delle agevolazioni per le aziende che in vista di ristrutturazioni decidono di pagare contributi per i lavoratori più anziani in uscita.

Appare sostanzialmente definito invece l’aumento per le pensioni più basse attraverso il meccanismo della quattordicesima, una somma aggiuntiva da dare una volta l’anno legata ai contributi versati.

Si prevede l’estensione della platea (2,1 milioni di persone over 64 che hanno redditi personali complessivi inferiori a una volta e mezza il minimo, circa 750 euro al mese) di circa 1,2 milioni estendendo il limite di reddito a due volte il minimo (circa 1.000 euro al mese). Gli importi (da 336 a 504 euro l’anno a seconda dei contributi versati) saranno aumentati del 30% per coloro che la percepiscono già (quindi la somma di 504 euro passerebbe a 666 euro).

La misura però non tiene conto né del reddito familiare (teoricamente può prendere la quattordicesima la moglie di un uomo benestante che ha versato pochi anni di contributi) né degli anni di pensione ricevuti (ad esempio una baby pensionata, uscita a 40 anni e a riposo da 25 dopo meno di 20 anni di contributi versati).

La discussione è ancora aperta sulle ricongiunzioni dei periodi contributivi (i costi sembrano superiori a quelli inizialmente ipotizzati) e sul possibile riscatto della laurea sia ai fini della pensione di vecchiaia sia di quella anticipata.

Si va inoltre verso l’equiparazione della no tax area tra lavoratori e pensionati e verso il “bonus” previdenziale per i lavoratori precoci impegnati in attività faticose o disoccupati con l’accesso alla pensione una volta raggiunti i 41 anni di contributi. Per le attività usuranti si allargheranno le maglie eliminando il vincolo dell’impiego in questa attività nell’ultimo anno di lavoro.

Ultima ora

21:54Calcio: Inter-Bologna, Gabigol esordio da titolare

(ANSA) - MILANO, 17 GEN - Gabigol per la prima volta titolare contro il Bologna in Coppa Italia. Il giovane attaccante brasiliano partirà dal primo minuto, al fianco di Joao Mario e Eder, con Palacio unica punta. Una chance importante per Barbosa che finora e' stato utilizzato solo nei minuti finali di tre partite di campionato. Una gestione che ha sollevato molte polemiche, soprattutto da parte dell'agente che aveva anche ipotizzato il trasferimento in prestito del giocatore. Gabigol, costato quasi 30 milioni di euro, questa sera negli ottavi di Coppa Italia avrà quindi la possibilità di dimostrare il suo valore. Torna anche Medel, che formera' la coppia di centrali con Murillo. Terzini D'Ambrosio e Ansaldi, mentre a centrocampo confermati Gagliardini e Kondogbia. In porta c'e' Carrizo al posto di Handanovic.

21:50Raggi: difficile governare Roma, ma città sta cambiando

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Governare Roma "non lo definirei un peso ma un onore, certo è una città difficile, ci sono responsabilità, le conoscevamo prima di candidarci e siamo pronti a farcene carico come stiamo già facendo". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi intervistata a 'di Martedì' su La7. "La città sta cambiando ma quando si costruisce si deve fare la buca, scavare, costruire le fondamenta. Gli operai sono a lavoro a costruire solide fondamenta", ha aggiunto. "La macchina amministrativa è uscita fuori da Mafia Capitale a pezzi, quindi noi tutti insieme ci stiamo facendo carico di ricostruire la macchina - ha sottolineato -. Quando è ricostruita possiamo iniziare a guidare". La Raggi ha parlato anche del caso Marra ("è stato un errore ma ora è un capitolo chiuso") e della collega di Torino, Chiara Appendino, in testa ai gradimenti. "Ognuno deve fare il sindaco della propria città, è brava", ha detto. E sul possibile avviso di garanzia: "si leggono e si valuta cosa fare".

21:21Calcio: Crotone, Cordaz, vogliamo giocarcela fino al termine

(ANSA) - CROTONE, 17 GEN - "Ci crediamo, siamo vivi e vogliamo giocarcela fino al termine". Così Alex Cordaz, portiere e capitano del Crotone, cerca di risollevare il morale della squadra dopo il ko casalingo con il Bologna ed in vista della gara di domenica prossima a Marassi contro il Genoa. "Quella contro l'undici di Juric - dice il numero uno del Crotone - è una gara fondamentale, come sarà peraltro da qui alla fine per ogni partita. Il morale deve essere alto. Non dobbiamo guardare a quello che è successo o non è successo perché non ne abbiamo il tempo. Dobbiamo solo concentrarci su Genoa e cercare di ottenere il massimo". Contro i rossoblu liguri il Crotone ritroverà Ivan Juric, l'allenatore che ha permesso ai calabresi la conquista della Serie A. "Conosciamo bene Juric - dice Cordaz - ma lui ha le sue armi e la sua squadra. Noi adesso non possiamo guardare l'avversario. Che sia Genoa, Empoli o Juventus, dobbiamo giocarcela con chiunque e fare punti''.

21:06Killer Florida, ‘ho agito in nome dell’Isis’

(ANSA) - NEW YORK, 17 GEN - Esteban Santiago, l'uomo accusato di aver ucciso cinque persone all'aeroporto di Fort Lauderdale, in Florida, ha detto agli agenti dell'Fbi di aver effettuato l'attacco a nome dell'Isis: lo ha detto l'agente speciale del Bureau Michael Ferlazzo durante la sua testimonianza in udienza, secondo quanto riporta la Cnn. L'agente non ha spiegato se Santiago sostiene di avere legami con lo Stato Islamico o se e' stato solo ispirato dall'organizzazione terroristica.

20:54Maltempo: partoriente da Desulo a Nuoro in sei ore

(ANSA) - NUORO, 17 GEN - Quasi un'odissea quella vissuta oggi da una partoriente di Desulo che ha impiegato sei ore per percorrere la strada provinciale 7, che collega il paese del Mandrolisai, dove la neve ha superato il mezzo metro, con Nuoro. Tutto comunque è andato bene, la donna è stata ricoverata all'ospedale San Francesco e potrebbe partorire nelle prossime ore. Una vicenda che il sindaco di Desulo, Gigi Littarru, ha stigmatizzato su Facebook: "Secondo voi può una partoriente fare un viaggio di sei ore per raggiungere l'ospedale di Nuoro? In Sardegna, a Desulo accade anche questo. Mi tengo per me le maledizioni di rito. Siamo governati da incapaci, che puntualmente non capiscono o non vogliono capire". La donna, con la gravidanza a termine, è partita verso Nuoro alle prime ore del mattino, dopo le prime avvisaglie del parto, ma raggiungere il capoluogo barbaricino si è rivelato più complicato del previsto. "Con la riforma sanitaria ci hanno chiuso l'ospedale di Sorgono, che era a pochi chilometri, ora però ci permettano di avere i mezzi per liberare la strada - ha dichiarato il sindaco all'ANSA - Chi ci governa ancora non sa che siamo paesi di montagna distanti ore dal primo ospedale. Qui non stiamo chiedendo la luna ma solo mezzi per permetterci di vivere in questo territorio. Quando siamo venuti a conoscenza del viaggio della donna abbiamo allertato la Protezione civile e tutto è andato bene. Ma non si può vivere in queste condizioni. La Regione deve sapere che anche nei piccoli paesi dimenticati dal mondo c'è bisogno della presenza dello Stato". (ANSA).

20:41Maradona: de Magistris’evento per tutti magari il 10 maggio’

(ANSA) - NAPOLI, 17 GEN - "Un evento organizzato e voluto da Alessandro Siani". Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando, nel corso della diretta Facebook dalla pagina di Repubblica Napoli, dello spettacolo di ieri sera al Teatro di San Carlo con Maradona, sottolineando che "è stata una bella serata, il teatro era stracolmo". "Noi lavoriamo a un evento allo stadio San Paolo in occasione dei 30 anni dallo scudetto - ha affermato - se possibile il 10 maggio, ma comunque in quel mese". "Pensiamo a un evento accessibile a tutti - ha aggiunto - durante il quale conferire la cittadinanza onoraria a Maradona". "Noi consideriamo Maradona un bene comune - ha concluso - e per lui deve esserci un evento popolare, accessibile a tutti".

20:39Attivista Femen contro statua Trump a Museo Cere

(ANSA) - MADRID, 17 GEN - Un'attivista dell'organizzazione femminista Femen ha fatto irruzione nel Museo delle Cere di Madrid per contestare a seni nudi l'inaugurazione di una statua dedicata al presidente eletto americano Donald Trump. La donna ha gridato varie volte in inglese "stringete il patriarcato per i testicoli" e "fascista!", prima di essere allontanata dai dipendenti del museo. Femen Spagna ha rivendicato l'iniziativa pubblicando sul proprio sito una foto di spalle della donna, affermando che "Femen ha preso per i testicoli la statua di Trump nel Museo delle Cere".

Archivio Ultima ora