Berlusconi rientra dagli Usa, pronto a giocare la partita del referendum

Pubblicato il 13 ottobre 2016 da ansa

Foto Vincenzo Livieri - LaPresse

Foto Vincenzo Livieri – LaPresse

ROMA. – Rientrato nella notte dagli Stati Uniti dove si era recato per dei controlli al cuore e forse per fugare dubbi sulla sua salute, Silvio Berlusconi decide di riunire a Milano (ancora in forse se ad Arcore o a via Rovani) gli altri due leader del centrodestra: Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

Un vertice che fa seguito al summit del mese scorso in cui il Cavaliere con il cosiddetto ‘duo lepenista’ aveva programmato un nuovo giro di tavolo per proseguire nell’impegno comune per il ‘no’ al referendum. La nuova riunione dei tre leader ha comunque un obiettivo immediato: rassicurare quanti, soprattutto dentro Forza Italia, non sono convinti fino in fondo che l’ex premier voglia realmente spendersi per il referendum.

Dubbi che in realtà non mancano anche al segretario della Lega e alla leader di Fratelli d’Italia, scettici sulle intenzioni ‘barricadere’ del leader azzurro. Ecco perchè domani sia Meloni che Salvini chiederanno spiegazioni al diretto interessato.

Certo, le condizioni di salute di Berlusconi che è stato costretto a prolungare la sua permanenza a New York dopo il malore avuto all’arrivo nella Grande Mela, comporteranno un impegno lontano dalla prima linea.

La campagna del Cavaliere sarà soprattutto mediatica con interviste televisive e spot. In dubbio almeno per ora anche la conferenza programmatica di Forza Italia originariamente prevista per metà novembre e che avrebbe dovuto segnare il rientro sulla scena di Berlusconi, ma che ancora non ha una data certa.

Insomma la strategia che l’ex capo del governo ha in mente sul referendum è ancora tutta da definire anche se una cosa appare certa: la volontà del Cavaliere di tener aperte diverse strade. Un ventaglio di possibilità di cui fa parte anche “l’operazione” che sta portando avanti Stefano Parisi con l’avvio del tour di Megawatt che da domani fino alla seconda metà di novembre lo porterà in giro per tutta l’Italia.

Prima tappa Palermo ad un’iniziativa organizzata da Gianfranco Miccichè ras di Forza Italia e da sempre tra i principali sponsor di mister Chili. L’intenzione dell’ex Dg di Confindustria è quella di creare una propria rete sul territorio da far ‘pesare’ nel momento in cui si dovranno costruire le future alleanze. Un progetto bocciato in toto dai big di Forza Italia.

Le scintille a Milano nel corso del confronto tra Parisi e Giovanni Toti (da sempre sostenitore dell’alleanza con Fdi e Lega) fotografano alla perfezione lo stato dei rapporti tra i colonnelli azzurri e l’ex candidato al comune di Milano. E non è un caso che nelle stesse ore in cui Parisi è in Sicilia, i vertici del partito insieme a quelli di Fratelli d’Italia e Carroccio si ritroveranno a Milano per dar vita ad una sorta di maratona oratoria per il no al referendum.

L’ostilità nei suoi confronti non sembra preoccupare Parisi che anzi continua a puntare il dito contro la ‘vecchia’ classe dirigente di Forza Italia. L’ultima a finire sul banco degli imputati è la riforma della P.a targata Renato Brunetta. “Non ha fatto nulla”, accusa l’ex manager “siamo il penultimo paese Ocse come digitalizzazione nella P.a”. Un giudizio che non è piaciuto al padre della riforma: “Parisi – attacca Brunetta – impegnato nel suo triste e fallimentare tour acchiappa gonzi e malmostosi di Forza Italia, non ha forse studiato le leggi”.

(di Yasmin Inangiray/ANSA)

Ultima ora

23:01Undicenne incinta dopo violenza, arrestato vicino casa

(ANSA) - TORINO, 24 NOV - Incinta, dopo una violenza sessuale, a soli 11 anni. Un uomo di 35 anni è stato arrestato dalla polizia, a Torino, perché accusato di aver abusato della figlia di una vicina di casa di cui si prendeva cura quando i genitori non c'erano. La piccola, lo scorso 17 novembre, è stata accompagnata all'ospedale dalla mamma perché "aveva la pancia gonfia". I medici le hanno spiegato che, in realtà, aspettava un bimbo. Al momento l'uomo, difeso dall'avvocato Wilmer Perga, si è avvalso della facoltà di non rispondere. (ANSA).

22:59Droga: cocaina in thermos figlio 14 mesi, padre arrestato

(ANSA) - SINALUNGA (SIENA), 24 NOV - Nascondeva la cocaina nel thermos del figlio di 14 mesi per svolgere indisturbato la sua attività di spaccio. Per questo un 32enne di origini albanesi ma da tempo in Italia, residente a Sinalunga (Siena) è stato arrestato dalla Polizia con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo, giudicato per direttissima, si trova ora ai domiciliari. Gli investigatori della Sezione Antidroga della Squadra Mobile da tempo monitoravano le attività dell'uomo e ieri sera, lo hanno fermato a bordo della sua auto per un controllo. A bordo c'erano due pacchetti sottovuoto con 50 grammi di cocaina ciascuno. A casa, nel corso della perquisizione, i poliziotti hanno trovato altri due pacchetti sottovuoto di oltre 50 grammi ciascuno di cocaina e un altro involucro termosaldato, contenente più di 12 grammi della stessa droga, nascosto dentro al thermos del piccolo, in cucina.

22:58Sieropositivo fa credere di essere sano per rapporti,fermato

(ANSA) - FIRENZE, 24 NOV - Avrebbe preteso rapporti non protetti pur sapendo di esser sieropositivo, convincendo i partner di essere sano e di avere un'allergia al lattice. In questo modo l'uomo, un 24enne originario della Romania, residente a Firenze, avrebbe infettato il suo compagno, e dopo la fine della loro relazione avrebbe continuato ad avere rapporti non protetti con altri partner, risultati poi negativi al test dell'Hiv. Per il 24enne è scattato l'arresto, in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere disposta dal gip di Firenze Paola Belsito su richiesta della pm Christine Von Borries: lesioni gravissime e tentate lesioni gravissime le accuse contestate.

22:48Calcio:striscioni pro Mladic,Zenit sotto inchiesta da Uefa

(ANSA) - NYON (SVIZZERA), 24 NOV - L'Uefa ha avviato un procedimento a carico dello Zenit di San Pietroburgo, dopo che i suoi tifosi, ieri nel corso del match di Europa League contro i macedoni del Vardar, hanno srotolato uno striscione di dieci metri inneggiante al criminale di guerra Ratko Mladic. Si tratta del generale serbo che, per le atrocità commesse durante il conflitto nella ex Jugoslavia, mercoledì scorso è stato condannato all'ergastolo per genocidio e crimini contro l'umanità dal Tribunale internazionale delle Nazioni Unite. In Russia Mladic ha sempre goduto di simpatie tra gruppi di fanatici nazionalisti e razzisti e ora anche gli ultrà dello Zenit gli hanno voluto testimoniare la loro 'vicinanza'. Per questo ora il club allenato da Roberto Mancini rischia un provvedimento disciplinare da parte dell'Uefa.

22:38Calcio: già in 50.000 per Napoli-Juventus

(ANSA) - NAPOLI, 24 NOV - Sono già 50.000 gli spettatori che hanno il biglietto in tasca per Napoli-Juventus di venerdì primo dicembre. Il Napoli ha, infatti, comunicato che, finora, sono circa 50.000 i biglietti venduti, compresa la quota abbonati, che a Napoli da anni è particolarmente bassa e conta solo 6.000 fedelissimi. Per il big match contro i bianconeri ci sarà quindi il tutto esaurito e, verosimilmente, si va verso un record d'incasso.

22:17Violenza donne: ‘Non sei da sola’ su grattacielo Pirelli

(ANSA) - MILANO, 24 NOV - In vista della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che ricorre domani, la facciata principale di Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, si è illuminata questa sera con la scritta "Non sei da sola": un'iniziativa simbolica, viene spiegato in una nota, "per dire basta alle violenze sulle donne e ricordare che in Lombardia ci sono leggi per la tutela delle vittime". Lo stesso messaggio si "accenderà" sul Pirellone anche domani e domenica sera. Nel primo semestre 2017 sono state 3 mila e 737 le donne che hanno chiesto aiuto ai centri antiviolenza, mentre 189 donne e 154 minori sono ospiti delle case rifugio. "La retorica non serve. Servono azioni mirate e concrete di educazione, rispetto e insieme di prevenzione e contrasto ad un fenomeno che ha dati preoccupanti", sottolinea il presidente dell'Assemblea lombarda Raffaele Cattaneo.

22:15Pagnozzi confermato segretario Comitati olimpici europei

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - La 46/a assemblea dei Comitati Olimpici Europei, in svolgimento a Zagabria, ha eletto per acclamazione lo sloveno Janez Kocijancic alla guida dei Coe per il quadriennio 2017-2021. Kocijancic era - da un anno - facente funzione dopo l'uscita di scena dell'irlandese Hickey. L'Assemblea ha anche confermato, sempre per acclamazione, Raffaele Pagnozzi segretario per la terza volta e Kikis Lazarides come tesoriere. Per il ruolo di vicepresidente è stato eletto il danese Niels Nygaard con 27 voti, preferito all'olandese Andrè Bolhuis. Nel consiglio sono stati eletti Spyros Capralos (41 voti), Djordje Visacki (41), Jean Michel Brun (40), Andrezej Krasnicki (37), Zlatko Matesa (37), Daina Gudzineviciute (36), Liney Rut Halldorsdottir (33), Alejandro Blanco (31), Jozef Liba (31), Hasan Arat (28) e Bill Sweeney (29). All'Assemblea di Zagabria il Coni è presente con il presidente Giovanni Malagò e con il segretario generale, Roberto Fabbricini.All'apertura dei lavori ha partecipato anche il Presidente del Cio Thomas Bach.

Archivio Ultima ora