Nobel per la Letteratura a Dylan, gigante della cultura

Pubblicato il 13 ottobre 2016 da ansa

(FILE) A file picture dated 29 June 2001 shows US singer-songwriter Bob Dylan performing on the main stage at the Roskilde Festival in Roskilde, Denmark. Dylan will celebrate his 75th birthday on 24 May 2016.  EPA/Niels Meilvang

(FILE) A file picture dated 29 June 2001 shows US singer-songwriter Bob Dylan performing on the main stage at the Roskilde Festival in Roskilde, Denmark. Dylan will celebrate his 75th birthday on 24 May 2016. EPA/Niels Meilvang

ROMA. – Bob Dylan, alias Robert Allen Zimmerman, premiato con il Nobel per la Letteratura, è forse il più enigmatico tra i geni della musica popolare. Nessuno come lui si è accanito contro il suo mito, divertendosi a spiazzare pubblico e critica con scelte sorprendenti che vanno dalla svolta elettrica degli anni ’60 alla conversione al credo dei Cristiani rinati fino al recente approdo agli spot pubblicitari, Victoria’s Secret compreso (ma per gli investitori rappresenta un testimonial formidabile). Per non parlare del rapporto che ha con il suo repertorio, che rende spesso indecifrabile al pubblico dei suoi concerti.

Menestrello di Duluth, 24 maggio 1941, è un gigante della cultura degli ultimi 50 anni: come ha detto Bruce Springsteen nel discorso con cui nel gennaio 1988 ha introdotto la sua inclusione nella Rock and Roll Hall of Fame: “Bob ha liberato le nostre menti nello stesso modo in cui Elvis ha liberato il nostro corpo. Ci ha dimostrato che il fatto che questa musica abbia una natura essenzialmente fisica non significa che sia contro l’intelletto”.

Da questo punto di vista il suo contributo è addirittura difficile da definire: con i dischi incisi negli anni ’60 all’inizio della sua carriera, ha aperto alla musica popolare le porte della grande letteratura, creando un modello (il cantautore) e un mito contro cui ha lottato tutta la vita. Il fatto è che proprio le sue canzoni più celebri di quel periodo, così immerse nella tradizione popolare americana e al tempo stesso assolutamente anti retoriche nella loro essenza, hanno rappresentato, e ancora rappresentano, la sintesi perfetta dello spirito di quel tempo, diviso tra le aspirazioni a un mondo migliore, il rifiuto della guerra, la ricerca di un’identità per i giovani, da poco diventati effettivamente una nuova categoria sociologica.

Ma da The Frewheelin’ Bob Dylan, Blonde on Blonde, The Times They Are a Changin’ e Highway 61 Revisited sono passati quasi 50 anni e Dylan, che ha sempre ostinatamente rifiutato il ruolo del profeta, li ha trascorsi tra alti e bassi, svolte improvvise e iniziative sorprendenti, ostentando un’olimpica indifferenza a quello che succede attorno alla sua musica.

Dalla metà degli anni ’80 si è imbarcato nell’ormai celebre Never Ending Tour (il tour senza fine), suonando, sempre con la stessa band, più di 100 date all’anno: i concerti ormai sono sempre più sgangherati, prevedibili nel rifiuto della ritualità del live show e nella storpiatura dei pezzi. Non c’è evento che possa cambiarne la natura: possa essere un’esibizione di fronte a papa Wojtyla e a 300 mila persone o, di recente, i suoi concerti in Cina o a Saigon.

Inutilmente i media hanno sperato di sentire da lui parole contro la censura praticata dal governo di Pechino o qualche allusione alla guerra del Vietnam. Ma così come ha fatto tante volte, Dylan è riuscito a sorprendere tutti: dopo più di 30 anni, i suoi album più recenti, Modern Times e Together Through Life sono tornati in classifica e a mettere d’accordo la critica, cosa che non succedeva dalla fine degli anni ’80 con il bellissimo Oh Mercy.

Nel frattempo ha pubblicato una raccolta di canzoni natalizie e, rompendo il suo proverbiale isolamento, ha condotto uno strepitoso programma radiofonico infarcito di raffinate selezioni musicali e divertenti interventi parlati. Un enigma che ora compie 70 anni: vien da pensare che ha fatto bene il regista Todd Haynes a usare sei personaggi e sei attori (compresa Cate Blanchett) per raccontare Bob Dylan nel film Io non sono qui.

(di Paolo Biamonte/ANSA)

Ultima ora

12:36Architetto con il cranio fracassato in strada a Sarzana

(ANSA) - LA SPEZIA, 22 OTT - Un architetto di 50 anni è stato trovato agonizzante la notte scorsa sul ciglio della strada a Sarzana, nel quartiere Bradia. da due ragazzi che hanno avvertito il 118. L'uomo, Giuseppe Di Negro, è morto prima dell'arrivo dell'ambulanza. Sul posto polizia di Sarzana, Squadra mobile e Scientifica della Spezia. Il corpo dell'uomo, un architetto incensurato, si trovava sul ciglio della strada nel quartiere Bradia, a poca distanza dalla sua auto, e presentava una profonda ferita sul cranio. Sul caso indaga il commissariato di Sarzana e la Squadra mobile della Spezia che non escludono l'omicidio: le ferite alla testa secondo una prima ispezione esterna del medico legale potrebbero esser state inferte con un corpo contundente. (ANSA).

12:20Bambino di quattro anni cade da edificio, è grave

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - Un bambino di quattro anni è grave in ospedale dopo essere caduto stamani da un edificio in via Isimbardi, a Milano. E' stato portato in ospedale in gravi condizioni ma all'arrivo dei soccorsi appariva cosciente. Sul posto gli operatori del 118 e gli agenti della Questura di Milano.

12:18Ubriaco entra in chiesa, urla e agita una borsa, arrestato

(ANSA) - BRESCIA, 22 OTT - Un uomo di nazionalità marocchina questa mattina durante la Messa delle 8.30 è entrato nella chiesa di Manerbio, nella Bassa Bresciana, e dopo aver preso posto nei primi posti ha iniziato ad urlare agitando una borsa. I presenti sono scappati spaventanti mentre il parroco invitava alla calma. L'uomo è stato bloccato dai carabinieri. Era ubriaco al momento del suo ingresso in chiesa e non sarebbero emersi profili legati all'integralismo islamico.

11:29Spari nella notte a Torino, morto albanese. Due ricercati

(ANSA) - TORINO, 22 OTT - Un albanese di 39 anni è morto all'ospedale Martini di Torino, dove era stato ricoverato perché ferito da alcuni colpi di pistola. La sparatoria nella notte in via Fidia, davanti ad un bar aperto tutta la notte. Due gli uomini che hanno fatto fuoco per poi dileguarsi, secondo la prima ricostruzione degli investigatori della Squadra Mobile intervenuti sul posto. Ancora da chiarire i motivi dell'agguato. Tra le ipotesi degli inquirenti, un regolamento di conti tra bande albanesi. La polizia è sulle tracce dei fuggitivi.(ANSA).

11:12Siria: liberato principale campo petrolifero Isis

(ANSA) - BEIRUT, 22 OTT - Le forze democratiche siriane a guida curda, alleate degli Usa, hanno preso il controllo del principale campo petrolifero siriano in mano all'Isis, quello di Al-Omar.

10:54Trump: De Niro, ‘prima lo arrestano meglio è’

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Robert De Niro non ha dubbi: prima arrestano o mettono in stato d'accusa (impeachment) il presidente americano Donald Trump, meglio è. La star di Hollywood non ha perso l'occasione per tornare ad attaccare l'inquilino della Casa Bianca anche dal Montenegro, dove si trovava venerdì per il Global Citizen Forum. "Nel mio Paese abbiamo un'amministrazione che non è affatto di aiuto", ha detto il 74enne attore democratico americano secondo quanto riporta Newsweek, sottolineando che il Paese ha perso la leadership nella lotta al cambiamento climatico perché "abbiamo un leader che non fa il leader, che non sa quello che fa". "Non posso immaginare che vada avanti per altri tre anni", ha aggiunto l'attore riferendosi sempre a Trump. "Prima può essere messo sotto accusa ('impeached')" meglio è, "o forse sarà arrestato e messo in prigione...". Non è la prima volta che de Niro attacca Trump: lo scorso ottobre l'aveva definito in un video "cane, maiale, truffatore": mi "piacerebbe prenderlo a pugni", aveva detto.

09:32Terremoti: scossa magnitudo 4,9 in Nuova Zelanda

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Una scossa di terremoto di magnitudo 4,9 é stata registrata oggi circa 14 chilometri a sudovest di Kaikoura, in Nuova Zelanda, ad una profondità di 10 chilometri: lo rende noto l'Istituto geofisico americano (Usgs). Per ora non si hanno notizie di vittime o danni.

Archivio Ultima ora