Empresas productoras de alimentos estarán obligadas a vender 50% de sus productos al Gobierno

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da redazione

Empresas productoras de alimentos estarán obligadas a vender 50% de sus productos al Gobierno

Empresas productoras de alimentos estarán obligadas a vender 50% de sus productos al Gobierno

CARACAS. – Con el objetivo de restablecer la economía venezolana, quedó decretado en el artículo 12 de la Resolución 010/16, que los productores de los sectores agroalimentarios, de higiene personal, aseo del hogar, entre otros, estarán en la obligación de impartir el 50% de su producción a los Comités Locales de Abastecimiento y Distribución (CLAP).

Para “establecer las normas para regular los mecanismos, términos y condiciones de venta a empresas u otros entes públicos, de un determinado porcentaje del total de producción de una empresa pública o privada, o de un sector productivo, a los fines de estabilizar el abastecimiento oportuno a los”, reza la resolución en artículo 1.

Asimismo, el edicto estipula que los fabricantes que se nieguen a acatar el mandato serán sancionados con las penas que asigna la Ley Orgánica de Seguridad y Soberanía Alimentaria.

“Las empresas públicas y privadas dedicadas a la producción de insumos o bienes de los sectores agroalimentario, de higiene personal y aseo del hogar, están obligadas a vender hasta 50% de su producción a los entes públicos que indique el responsable del Vértice Construcción y Consolidación de un Nuevo Sistema de Distribución y Comercialización de la Gran Misión de Abastecimiento Soberano”, indica el artículo 2 de la nueva ley.

El presidente Nicolás Maduro expresó que esta medida se suma a los esfuerzos que realiza su gobierno para controlar la escasez alimentaria. Aseguró además, que esto servirá para abastecer a la nación y terminar con la “especulación” de algunos sectores.

(Dairys Berrio)

Ultima ora

15:18Afd,elezioni finite,in Parlamento un altro linguaggio

(ANSA) - BERLINO, 26 SET - "La campagna elettorale è finita. Noi abbiamo una grande responsabilità nei confronti dei nostri elettori. Ed è ovvio che il linguaggio di una campagna elettorale è diverso da quello che si usa in Parlamento". Lo ha detto Alexander Gauland, incontrando la stampa in Parlamento, prima di riunire il gruppo parlamentare di Afd.

15:15Monito Steinmeier, no antisemitismo e odio stranieri

(ANSA) - BERLINO, 26 SET - "Questa domenica elettorale ha cambiato la statica politica del nostro paese. Le controversie, anche le più aspre controversie appartengono della democrazia. Ma per questo devono valere le regole, come il rifiuto di ogni forma di antisemitismo e odio dello straniero". Lo ha detto il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier. Il presidente ha citato anche "la responsabilità per la storia tedesca".

15:02Egitto: sventolano bandiera gay, sette arresti

(ANSA) - IL CAIRO, 26 SET - Alcuni giovani sono stati arrestati o identificati in Egitto per aver sventolato la bandiera del movimento omosessuale a un concerto rock. Ad essere arrestata è una "persona responsabile di aver filmato e promosso il concerto su Facebook", mentre identificazioni hanno riguardato "un certo numero di persone che hanno sventolato bandiere Lgbt", scrive l'agenzia Mena citando un' "alta fonte della sicurezza" e riferendosi ai drappi multicolore che simboleggiano i diritti di lesbiche, gay, bisessuali e transgender. "Sono in corso misure per arrestarle", aggiunge l'agenzia. Il sito del quotidiano Al Youm7 precisa che, sulla base di immagini di telecamere di sorveglianza, gli "arresti" hanno colpito "sette omosessuali" che fra l'altro "hanno inneggiato alla depravazione e all'immoralità" a un concerto del gruppo "Mashrou' Leila" alla periferia est della città (New Cairo). In Egitto, paese musulmano al 90%, l'omosessualità è un tabù e, pur non bandita per legge, è perseguita come "depravazione".

14:58Cannabis:Farina,testo deludente,mi dimetto da relatore

(ANSA) - ROMA, 26 SET - "Purtroppo il testo che andrà in Aula sulla Cannabis non risponde alle richieste e alle aspettative su questo tema. Un testo molto distante dalla discussione pubblica di questi anni nel nostro Paese e dalle esperienze concrete ormai diffuse in diversi Stati del mondo. Per queste ragioni ho ritenuto di presentare le dimissioni da relatore. Dimissioni necessarie che rendono più libero me e il gruppo di Sinistra Italiana-Possibile per il confronto in Aula". Lo afferma il deputato di SI-Possibile Daniele Farina, al termine della commissione.

14:58L.elettorale, slitta voto commissione su testo base

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Una questione procedurale sollevata da M5S e da Mdp ha provocato lo slittamento dell'adozione del Rosatellum 2.0 come testo base da parte della commissione Affari Costituzionali della Camera, che sta esaminando la legge elettorale. Si attende ora il responso della presidente Laura Boldrini sul problema sollevato.

14:57Banche: ok Senato a mozione unitaria con 196 sì

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Riceve il via libero unanime dell' Aula del Senato, con 196 sì, la mozione sulle banche proposta dal governo e illustrata all'Assemblea dal sottosegretario Pier Paolo Baretta. Il documento, in cui si parla anche dell'interdizione perpetua dai pubblici uffici per tutti gli amministratori giudicati responsabili, è stato sottoscritto dai presidenti di tutti i gruppi parlamentari che hanno ritirato le precedenti mozioni presentate.

14:57Vertici M5S, no a mini-direttorio, ormai c’è Di Maio

(ANSA) - ROMA, 26 SET - "Non ci sarà alcun mini-direttorio, il tema non è in agenda e non è stato mai discusso". Così fonti vicine a Davide Casaleggio e dell'entourage di Luigi Di Maio smentiscono "categoricamente" all'ANSA l'ipotesi di un mini-direttorio. "Ora abbiamo un candidato premier che è anche capo della forza politica, il che rende superflua la costituzione di qualsiasi altro organo di guida e indirizzo, compiti assunti in pieno da Di Maio dopo la sua designazione", spiegano le stesse fonti.

Archivio Ultima ora