Migranti: in 10 mesi 20 mila bimbi non accompagnati

Pubblicato il 18 ottobre 2016 da ansa

US actress Susan Sarandon carries a refugee child at the east coast of Lesvos island, Greece, 18 December 2015, at the spot where boats with migrants arrived. The actress and activist witnessed first-hand the refugees arrival and particularly helped children to change their soaked clothes, socks and shoes and supported the volunteers and the non-governmental organizations in the reception of the migrants and refugees.  EPA/PANAGIOTIS BALASKAS

US actress Susan Sarandon carries a refugee child at the east coast of Lesvos island, Greece, 18 December 2015, at the spot where boats with migrants arrived. The actress and activist witnessed first-hand the refugees arrival and particularly helped children to change their soaked clothes, socks and shoes and supported the volunteers and the non-governmental organizations in the reception of the migrants and refugees. EPA/PANAGIOTIS BALASKAS

ROMA. – Da gennaio ad ottobre 2016 oltre 20.000 bambini non accompagnati o separati dai genitori sono arrivati in Italia via mare. Questo dato già da solo supera il numero di bambini arrivati in Italia nel 2015, 16.500; di questi 12.300 erano bambini non accompagnati e separati. A renderlo noto è l’Unicef secondo il quale il numero di bambini rifugiati e migranti arrivati in Italia nel 2016 ha raggiunto livelli senza precedenti. Tra gli ultimi bambini rifugiati e migranti arrivati ci sono 3 neonati, due dei quali nati su una nave della Guardia Costiera Italiana nel Mediterraneo Centrale e uno al porto.

Nei soli primi 9 mesi del 2016 dunque il numero di bambini arrivati via mare è stato più alto dell’anno scorso. Quest’anno oltre il 90% dei bambini ha viaggiato da solo, mentre nel 2015 i minori non accompagnati erano il 75%. Sempre nel 2016 c’è stato anche un incremento di bambini che provengono dall’Egitto, anche se la maggior parte proviene ancora dall’Africa Occidentale.

La situazione dei bambini rifugiati e migranti in Italia è sempre più critica – denuncia l’Unicef – e il sistema di protezione italiano è al limite. “Ogni settimana centinaia di bambini arrivano qui, ognuno di loro ha esigenze reali e urgenti: dai neonati agli adolescenti che viaggiano da soli e che non sanno che cosa li aspetta in un paese che non conoscono”, spiega Sabrina Avakian, Child protection officer dell’UNICEF.

“Molti bambini hanno subìto profondi traumi a causa del viaggio, hanno visto affogare persone; alcuni hanno terribili ustioni dovute al carburante sui gommoni; i bambini e le loro madri hanno bisogno di cure specifiche per l’allattamento, tutti loro hanno bisogno di adeguata protezione e di un posto in cui vivere”.

Nel terribile dramma della vita e delle morte in mare, una madre nigeriana è rimasta in stato di shock totale dopo che i suoi due bambini, di 3 e 4 anni, sono scivolati dalle sue braccia e sono affogati durante la traversata dalla Libia.

Fino ad oggi, oltre 3.100 persone sono affogate nel Mediterraneo Centrale, rendendo questo l’anno più pericoloso. Un numero indefinito di bambini è morto in mare. UNHCR, i servizi sociali italiani e l’UNICEF stanno lavorando per accelerare le nomine di tutori e migliorare le condizioni di accoglienza. L’alto numero di minori stranieri ha portato a ritardi significativi – anche di un anno di tempo – nel nominare tutori o garantire supporto legale.

Ultima ora

18:49Calcio: Vicenza, ingaggiato Marco Amelia

(ANSA) - VICENZA, 27 FEB - La carriera di Marco Amelia, classe 1982, campione del mondo 2006 con la nazionale italiana (era il terzo portiere), riparte da Vicenza. La società biancorossa ha comunicato oggi pomeriggio in via ufficiale l'ingaggio dell'estremo difensore, con un contratto sino al prossimo 30 giugno. Nell'ultima stagione Amelia aveva militato nel Chelsea, in Premier League. Nel corso della sua carriera ha vestito le maglie anche di Palermo, Genoa e Milan. Il mercato degli svincolati si chiuderà domani alle ore 19.

18:35Tiro a volo: Cenci uccisi da mafia burocrati

(ANSA) - NEW DELHI, 27 FEB - "Oggi in pedana non ci sono state ansia e tensione agonistica, solo rabbia e amarezza. vorrei raccontare la storia di venti anni di impegno, sacrificio e amore per lo sport. Quello vero, dove i sogni si realizzano sulle pedane e non nei ristoranti e nelle sale dei grandi alberghi, in cui 3 burocrati decidono il destino degli atleti: è mia convinzione che 3 siano i burattinai che hanno tirato i fili di questo teatrino". E' lo sfogo del ct dell'Italia del Double Trap Mirco Cenci che oggi ha parlato al termine della prova di Cdm disputata a New Delhi - vinta dall'australiano James Willet - dell'esclusione dai prossimi giochi di Tokyo 2020 della disciplina del tiro a volo. "Non posso mascherare il mio rancore - attacca Cenci - verso coloro che, solo pochi mesi fa all'Olimpiade di Rio, mi hanno stretto la mano mentre di nascosto affilavano il coltello per colpire l'agnello sacrificale e uccidere la nostra passione e la più spettacolare delle discipline del tiro a volo".

18:26Carnevale: omaggio a Dante alle sfilate di Rio de Janeiro

(ANSA) - SAN PAOLO, 27 FEB - Omaggio a Dante Alighieri alle sfilate del Carnevale di Rio de Janeiro. La scuola di samba di Salgueiro, che con nove vittorie è una delle più titolate del Carnevale carioca, ha dedicato i propri carri allegorici alla Divina commedia. Gli autori hanno intitolato la sfilata 'La Divina commedia del Carnevale' ed il pubblico ha molto apprezzato soprattutto il carro dedicato all'Inferno, con un imponente diavolo col forcone che sovrastava decine di ballerini mascherati denominati 'luogotenenti del diavolo'. "Sono in pieno inferno, ardendo di una incontrollabile febbre di allegria", erano le parole della canzone che accompagnava la sfilata di Salgueiro. (ANSA)

18:23Migranti: fonti, Ue apre strada infrazioni su relocation

(ANSA) - BRUXELLES, 27 FEB - Con una comunicazione sui ricollocamenti, attesa per mercoledì, dopo l'ok del collegio dei commissari Ue, Bruxelles apre la strada alla possibilità di aprire procedure di infrazione ai Paesi che "non tengono il passo" sullo schema delle 98.255 'relocation' previste da Italia e Grecia, da completare entro settembre 2017. Lo riferiscono fonti Ue all'ANSA. Inoltre, per i servizi legali dell'esecutivo comunitario, il programma dovrà essere completato e non si potrà ritenere concluso sulla base della scadenza di settembre.

18:19Casa Bianca, aumento spese Difesa per 54 miliardi dollari

(ANSA) - NEW YORK, 27 FEB - La Casa Bianca punta ad aumentare le spese per la difesa di 54 miliardi di dollari attraverso un taglio corrispettivo sul fronte delle spese di altre agenzie e dipartimenti. Lo riporta la Casa Bianca nel corso di una conference call con i giornalisti. In particolare - si spiega - tagli consistenti sono previsti sul fronte degli aiuti all'estero. (ANSA).

18:13Calcio: Scarpa d’Oro, Messi balza in testa

(ANSA) - ROMA, 27 FEB - Grazie alla rete decisiva segnata contro l'Atletico Madrid, l'argentino del Barcellona Lionel Messi è salito al comando della classifica della Scarpa d'Oro 2016/17 con 40 punti. Gonzalo Higuaín ed Edin Dzeko, a digiuno di gol nel weekend, sono stati scavalcati anche da Edinson Cavani, che ha firmato il suo 26/o gol in 25 partite di Ligue 1 con il Psg. Al terzo posto, alla pari con gli attaccanti di Juventus e Roma, ci sono anche due bomber di Bundesliga, Pierre-Emerick Aubameyang e Robert Lewandowski. L'attaccante del Borussia Dortmund ha realizzato una splendida doppietta contro il Friburgo mentre il polacco addirittura una tripletta nel travolgente 8-0 del Bayern Monaco contro l'Amburgo.

18:00Bus turistici contro Comune Firenze,no rispetta sentenze Tar

(ANSA) - FIRENZE, 27 FEB - "Nardella rispetta le sentenze": questo uno degli striscioni esposti nel corso del presidio organizzato stamani in centro a Firenze dal sindacato dei noleggiatori di bus turistici Emet Toscana per protestare contro "il mancato rispetto delle sentenze del Tar da parte del Comune di Firenze sulla questione degli abbonamenti per l'accesso alla città". Gestori dei bus turistici e Palazzo Vecchio sono da tempo impegnati in un braccio di ferro che ha portato alla sospensione da parte del tar della normativa con cui l'amministrazione limitava di numero e rincarava i pass per l'ingresso dei mezzi a Firenze, ripristinando la precedente disciplina, meno restrittiva. Il Comune ha dichiarato di voler ricorrere contro la decisione, rinviando però la restituzione delle somme maggiori percepite dopo la pronuncia dell'appello. Decisione che ha fatto infuriare i noleggiatori dei bus: "Palazzo Vecchio non attua le sentenze - hanno detto i noleggiatori - e a Firenze ci viene impedito di lavorare correttamente".(ANSA).

Archivio Ultima ora