Raggi ad Antimafia: “Trovato il Far West, lotta al malaffare”

Pubblicato il 19 ottobre 2016 da ansa

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse 21-09-2016 Roma Politica Campidoglio. Conferenza stampa sulle Olimpiadi "Roma 2024" Nella foto Virginia Raggi Photo Fabio Cimaglia / LaPresse 21-09-2016 Rome (Italy) Politic Campidoglio. Press Conference on the Olympics "Roma 2024" In the pic Virginia Raggi

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse
21-09-2016 Roma
Politica
Campidoglio. Conferenza stampa sulle Olimpiadi "Roma 2024"
Nella foto Virginia Raggi
Photo Fabio Cimaglia / LaPresse
21-09-2016 Rome (Italy)
Politic
Campidoglio. Press Conference on the Olympics "Roma 2024"
In the pic Virginia Raggi

ROMA. – “Il Far West” trovato nei conti del Campidoglio, con bandi di gara per gli appalti che erano l’eccezione e non certo la regola. Ma anche l’inizio dello “sradicamento” delle infiltrazioni criminali nella macchina del Comune di Roma, dopo lo choc dell’inchiesta Mafia Capitale. La sindaca M5S Virginia Raggi si presenta per la prima volta in Commissione parlamentare Antimafia, rivendicando risultati e buoni propositi di oltre tre mesi di amministrazione, nel fuoco di fila di domande sull’assessore all’Ambiente indagata Paola Muraro e su Ostia.

Il tempo non le basta a rispondere su questi temi e Raggi dovrà tornare. Una relazione “lacunosa” la sua secondo diversi commissari, in particolare quelli del Pd; “esaustiva” invece per la deputata M5S Giulia Sarti.

La prima sindaca di Roma post indagine ‘Mafia Capitale’ parla di “un sistema che dobbiamo sradicare e che abbiamo iniziato a sradicare”. “Bisogna invitare tutti i cittadini a mantenere la guardia molto alta – aggiunge Raggi, accompagnata dagli assessori al Bilancio e alle Politiche sociali -. Mafia Capitale va combattuta tutti i giorni” perché è un fenomeno che “riguarda la cosa pubblica”.

“La nostra parola d’ordine è discontinuità”, scandisce. Ma i membri dell’Antimafia la incalzano su Muraro e le sue consulenze all’Ama e sugli incontri del deputato M5S Stefano Vignaroli con il ras delle discariche Manlio Cerroni, da loro considerati segnali di continuità negativa.

Il senatore Pd Stefano Esposito, ex assessore della giunta Marino, chiede a Raggi cosa intenda fare a Ostia, unico Municipio sciolto per mafia. Tra i due frecciate e tensione, come con altri esponenti dem. “Occorre ancora vigilare su settori come ambiente, rifiuti, servizi sociali e politiche abitative – dice Raggi -, noi lo stiamo facendo e probabilmente a ciò sono legati alcuni atti di intimidazione ricevuti. Vuole dire che abbiamo messo il dito nella piaga”.

“Spesso dietro la gestione dei rifiuti si nascondono le mire della criminalità organizzata – afferma -. A Roma con questa amministrazione non c’è e non ci sarà alcuno spazio per queste attività e questi soggetti”. Gli appalti dovranno tornare a gare regolari dopo anni di proroghe e affidamenti diretti, spiega la sindaca. E poi la prima rotazione dei dirigenti entro la fine di ottobre.

“Sul patrimonio immobiliare – afferma Raggi – abbiamo trovato una situazione disastrosa, Roma non lo conosce. Per anni é stato affidato a società esterne”, come “la Romeo Gestioni che dopo la fine del contratto ha portato via tutti i dati su pc. Dobbiamo recuperarli in qualche modo”.

E ancora la situazione dei conti, “con debiti fuori bilancio per 230 milioni”, che assieme ai bandi di gara fa dire a Raggi “abbiamo trovato un Far West”.

Intanto il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, testimone nel processo Mafia Capitale, oggi si è avvalso della facoltà di non rispondere, in quanto indagato in attesa di archiviazione nello stesso procedimento. L’esponente Pd ha denunciato per calunnia Salvatore Buzzi, presunto numero due dell’ organizzazione, “che ha accusato me e altre decine di persone di aver commesso alcuni reati”.

“Chiederò io stesso – dice Zingaretti – di essere sentito nel processo contro di lui”. Ma Alessandro Di Battista deputato M5S é sarcastico: “Pensate cosa direbbe il TG1 se io, Luigi Di Maio, Roberto Fico o Virginia Raggi, in un processo come Mafia Capitale, o non rispondessimo o ci avvalessimo della facoltà di non rispondere”.

(di Luca Laviola/ANSA)

Ultima ora

01:09Venezuela annuncia la sua uscita dall’Osa

(ANSA) - CARACAS, 27 APR - La ministra degli Esteri del Venezuela Delcy Rodriguez ha annunciato oggi il ritiro dall'Organizzazione degli Stati Americani (Osa), dopo la convocazione di un vertice dei ministri degli esteri dell'organismo regionale per discutere la crisi a Caracas. "L'Osa ha insistito con le sue azioni intrusive contro la sovranità della nostra patria e dunque procederemo a ritirarci da questa organizzazione", ha detto Rodriguez, aggiungendo che "la nostra dottrina storica è segnata dalla diplomazia bolivariana della pace, e questo non c'entra niente con l'Osa". Sono salite a 28 le vittime delle proteste in corso nel paese.

00:20Calcio: Premier, Tottenham vince, rimane in scia Chelsea

(ANSA) - LONDRA, 26 APR - E' finito bene per il Tottenham di Mauricio Pochettino il derby londinese sul campo di un agguerrito Crystal Palace. Quando tutti gli attacchi degli Spurs si stavano rivelando inutili, al 32' è arrivato il colpo vincente di Eriksen, che con un bel destro da fuori area ha segnato il gol dell'1-0 che consente al Tottenham di rimanere in scia dei 'cugini' del Chelsea, primi nella Premier con +4 (78 punti contro 74) sui rivali. Negli altri posticipi di oggi del campionato inglese, successo di misura (1-0) dell'Arsenal sul Leicester e del Middlesbrough sul Sunderland.

00:12Calcio:Coppa Francia,Monaco schiera riserve,Psg lo surclassa

(ANSA) - PARIGI, 26 APR - Il Monaco semifinalista in Champions (tra una settimana c'è la sfida con la Juventus) e in piena corsa per il titolo della Ligue 1, preferisce lasciar perdere la Coppa nazionale. Così il tecnico Leonardo Jardim manda in campo nella semifinale contro il Paris SG una squadra imbottita di ragazzi delle giovanili e con i veterani italiani De Sanctis e Raggi. Il risultato è che i parigini travolgono i rivali con un 5-0 che li proietta in finale contro l'Angers. Di Draxler, Cavani, Matuidi e Marquinhos le reti del PSG, a cui va aggiunto l'autogol di Mbae.

00:04Calcio:Spagna,Barcellona e Real Madrid a valanga,13 gol in 2

(ANSA) - BARCELLONA, 26 APR - Dopo lo scontro diretto nel 'Clasico', targato Messi, il campionato spagnolo continua ad essere nel segno di Barcellona e Real Madrid e dei rispettivi, larghi, successi. Così è stato anche nelle partite di questo 34/o turno della Liga. Il Barcellona ha ricevuto al Camp Nou la visita dell'Osasuna, travolgendo per 7-1 il team basco, già indebolito dalle numerose assenze. Bellissima la coreografia del pubblico per i 500 gol di Messi, che ha ripagato il pubblico con una doppietta. A segno due volte anche Andrè Gomes e Paco Alcacer, mentre Mascherano ha segnato su rigore. Travolgente anche il Real Madrid, sul campo di un Deportivo La Coruna distratto in difesa e privo dei vari Kroos, Keylor Navas, Benzema, Carvajal, Cristiano Ronaldo e Modric per via del turn-over: è finita 6-2, con Morata in gol dopo 53 secondi. Al 14' ha raddoppiato James Rodriguez, poi sono arrivate le marcature di Lucas Vazquez, ancora James, Isco e Casemiro. Ora Real e Barcellona sono al comando, con 78 punti e +10 sull'Atletico Madrid.

23:41Ascoltare i suoni di Manhattan nel 17.o secolo

(ANSA) - NEW YORK, 26 APR - Prima della colonizzazione, la natura a Manhattan era così rigogliosa che l'isola di New York poteva diventare "la gloria dei parchi nazionali americani": parola di Eric W. Sanderson della Wildlife Conservation Society. Ora, grazie al progetto Calling Thunder, si può entrare nella Manhattan del 17/mo secolo sentendo i suoni della natura, disponibili sul sito Unsung.NYC, dove vengono contrapposti al frastuono del 21/mo secolo, dando vita ad un ponte uditivo che attraversa 400 anni. Il progetto è basato sul lavoro di Sanderson e Markley Boyer, che hanno creato visualizzazioni del paesaggio di Manhattan nel 1609, allora conosciuta come Mannahatta, "l'isola dalle molte colline". Immagini messe al fianco della metropoli di oggi, dove al posto di colline e ruscelli ci sono da grattacieli e tunnel della metropolitana, e invece degli aceri rossi i pannelli luminosi di Times Square.

23:33Aste: diario JFK venduto a 781mila dlr

(ANSA) - NEW YORK, 26 APR - Un diario scritto da John Fitzgerald Kennedy in Europa dopo la Seconda Guerra Mondiale durante la sua breve carriera da giornalista è stato venduto per 718mila dollari. Secondo la casa d'arte di Boston RR Auction era stimato 200mila dollari. Una vendita ben oltre le aspettative quindi. L'acquirente è un collezionista di Beverly Hills dell'ex presidente americano. Kennedy tenne il diario nel 1945, all'epoca aveva 28 anni e lavorava come corrisponde per il gruppo Hearst. All'interno sono contenuti suoi pensieri personali sui leader mondiali nonché sul futuro delle Nazioni Unite. Il diario di 61 pagine fu dato dallo stesso Kennedy a Deirdre Henderson, un'assistente del suo ufficio durante la campagna presidenziale alla fine degli anni '50.

23:32Calcio:Coppa Germania,Bayern eliminato,Borussia lo batte 2-3

(ANSA) - MONACO, 26 APR - E' il Borussia Dortmund la seconda finalista della Coppa di Germania. I gialloneri di Tuchel hanno compiuto l'impresa di vincere, per 3-2, in casa del Bayern Monaco, eliminando la squadra di Ancelotti. Ora, per il trofeo nazionale, giocheranno la finale contro l'Eintracht Francoforte il 27 maggio a Berlino. Il Borussia è andato in vantaggio al 19' con Reus, poi il Bayern ha capovolto la situazione segnando con Javi Martinez e Hummels. Nella ripresa è salito alla ribalta Dembelé, 20 anni il 15 maggio, inseguito a lungo dalla Roma in sede di mercato: il francese prima ha servito l'assist vincente per il colpo di testa con cui Aubameyang ha realizzato il 2-2, poi ha segnato la rete della vittoria del Borussia con un gran sinistro all'incrocio dei pali.

Archivio Ultima ora