L’Ue apre alla Cina, ma affila le armi per la difesa commerciale

Pubblicato il 19 ottobre 2016 da ansa

People walk past an entrance gate of Ditan Park decorated with red lanterns ahead of the Chinese Lunar New Year in Beijing, Tuesday, Feb. 2, 2016. Chinese will celebrate the Lunar New Year on Feb. 8 this year which marks the Year of Monkey on the Chinese zodiac. (ANSA/AP Photo/Andy Wong)

People walk past an entrance gate of Ditan Park decorated with red lanterns ahead of the Chinese Lunar New Year in Beijing, Tuesday, Feb. 2, 2016. Chinese will celebrate the Lunar New Year on Feb. 8 this year which marks the Year of Monkey on the Chinese zodiac. (ANSA/AP Photo/Andy Wong)

BRUXELLES. – Eliminare la ‘lista nera’ dei Paesi senza lo status di economia di mercato, aggirando così il problema della Cina, e legarla al rafforzamento degli strumenti di difesa commerciale per poter continuare a tutelare le imprese europee con dazi più elevati in stile Usa, in caso di dumping in settori come l’acciaio. E’ la nuova strategia proposta dalla Commissione Ue, per cui è un modo per continuare a tutelare il mercato europeo dall’invasione dei prodotti cinesi ma senza infrangere le regole del Wto. Per altri, invece, è un effetto boomerang che di fatto equivale, come denuncia Confindustria, a concedere lo status di economia di mercato alla Cina.

“La sovraccapacità produttiva è il cancro del commercio mondiale”, ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Ue alla crescita Jyrki Katainen, che ha incontrato il vicepremier cinese Ma Kai per illustrargli le nuove misure Ue e definire i dettagli della piattaforma congiunta sull’acciaio che verrà lanciata “presto”.

Rafforzare gli strumenti di difesa Ue e “la questione del protocollo di accesso al Wto della Cina” sono “legati l’uno all’altra”, ha messo in chiaro. La partita è però ancora del tutto aperta, e si giocherà venerdì mattina al vertice Ue dove, oltre all’accordo di libero scambio con il Canada tenuto in ostaggio dalla Vallonia, atterrerà sul tavolo dei 28 anche il dossier che affila i dazi e che da tre anni è bloccato al Consiglio da diversi Paesi ‘liberisti’, in primis Gran Bretagna, Olanda e Svezia.

La scommessa della Commissione Ue, legando i due dossier, è mettere pressione sui 28 per avere l’ok entro l’11 novembre, alla prossima riunione dei ministri del commercio, al pacchetto sui dazi in tempo per dicembre, quando giungono a scadenza le disposizioni sul calcolo del dumping nei protocolli di adesione della Cina (ma anche di Vietnam e Tagikistan) al Wto.

Il rafforzamento delle difese commerciali Ue, tra l’altro, prevede l’esenzione dalla regola del cosiddetto ‘dazio inferiore’ per i settori vittime di dumping e sovrapproduzione che potrebbe quindi andare a beneficio dell’industria siderurgica. E, con le chiusure degli impianti britannici vittime dalla concorrenza sleale cinese e la Brexit alle porte, anche Londra potrebbe adottare una posizione meno intransigente rispetto al passato sulla questione, su cui finora si è arenato il pacchetto.

Una mossa, però, che per la vicepresidente di Confindustria per l’Europa Lisa Ferrarini è “profondamente sbagliata” e nient’altro che un “maquillage” della concessione dello status di economia di mercato alla Cina. “I due temi non andrebbero mischiati”, ha avvertito, e “il mix fatto non ha senso e va solo a discapito delle imprese” che tra l’altro dovranno sostenere a loro carico l’onere della prova del dumping.

In ogni caso i dazi già applicati e le indagini aperte non verranno toccati da queste proposte e, in caso di stallo, resterà comunque in vigore lo status quo, senza invasioni ‘cinesi’ sul mercato Ue.

(di Lucia Sali/ANSA)

Ultima ora

23:28Usa: è morto l’astronauta John Glenn

(ANSA) - WASHINGTON, 8 DIC - E' morto John Glenn, il primo astronauta americano ad andare in orbita intorno alla Terra. Per 24 anni ha poi rappresentato l'Ohio al Senato degli Stati Uniti. Aveva 95 anni.

22:38Calcio: la Roma fa 0-0 in casa Astra, Sassuolo-Genk rinviata

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - La Roma chiude il girone di Europa League con uno 0-0 a Bucarest, in casa dell'Astra Giurgiu, che comunque festeggia: assicurato il primo posto per il giallorossi, il secondo va proprio alla squadra romena, in forza della sorprendente vittoria del Plzen che in casa rimonta due gol di svantaggio e batte 3-2 l'Austria Vienna. Sassuolo-Genk, l'altra partita di un'italiana, e' rinviata a domani per la nebbia fitta sullo stadio di Reggio Emilia. Va ai sedicesimi anche il Manchester United, grazie allo 0-2 firmato Mkhitaryan-Ibrahmovic in casa dello Zorya, ma secondo dietro il Fenerbahce. L'Anderlecht perde in casa 3-2 col St.Etienne che lo sorpassa al primo posto del girone, ma si consola con la qualificazione da seconda. Nel gruppo D, avanti Zenit e Az Alkmaar: lo scontro diretto va agli olandesi (3-2), e' la prima sconfitta dei russi che pero' conservano il primo posto

22:08Natale: acceso il presepe di Manarola, 200 figure di luce

(ANSA) - MANAROLA, 8 DIC - Compie 40 anni il presepe di Manarola che oggi si è acceso con le sue oltre 200 figure luminose sulla collina a picco sul mare più famosa delle Cinque Terre. La natività più grande del mondo ha attirato migliaia di persone per ammirare l'accensione e lo spettacolo pirotecnico. Ad accendere il presepe Mario Andreoli, 89 anni, ideatore della rappresentazione e che anche quest'anno ha partecipato personalmente sistemando gli angeli sopra la capanna. Alla cerimonia hanno preso parte anche la sindaco di Riomaggiore (Manarola è una frazione) Fabrizia Pecuani e il presidente del parco delle Cinque terre Vittorio Alessandro che hanno sottolineato come "il presepe di Mario racconti la storia del territorio e deve essere valorizzato anche in futuro". Presenti il presidente della Regione Giovanni Toti e gli assessori Ilaria Cavo e Giacomo Giamperdrone. Toti ha detto che "l'accensione del presepe è il primo avvenimento di Lamialiguria inverno. Sarà un Natale importante compatibilmente col momento difficile del paese con la crisi che non si risolve. Abbiamo stanziato risorse importanti per eventi che arrivano sino a gennaio", ha detto Toti. (ANSA).

22:07Cacciati da San Basilio, Raggi: nuova casa

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Per la famiglia di origine marocchina cacciata due giorni fa dalla casa assegnatagli a San Basilio è in arrivo un nuovo alloggio. Ad annunciarlo è la sindaca di Roma, Virginia Raggi, che oggi ha incontrato in Campidoglio Mourad, Fatia e i loro bambini. "L'accoglienza e il senso di comunità sono valori condivisi da tutti i romani - le parole della prima cittadina -. Sarà assegnata loro una nuova casa". Buone notizie dunque, dopo il "vergognoso episodio" - come l'ha definito la stessa sindaca - di due giorni fa nei palazzi popolari del quartiere alla periferia orientale della Capitale. Una protesta che ha costretto la famiglia a lasciare l'abitazione che gli sarebbe spettata di diritto. Abitazione che - come ha rivelato oggi l'assessore alle Politiche Sociali, Laura Baldassarre - sarebbe stata di nuovo occupata.

22:02Football Leaks: Ronaldo “Preoccupato? Chi non deve,non teme”

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - "Ti sembro preoccupato? Chi non deve non teme". Così Cristiano Ronaldo ha risposto a un cronista di Rtp che gli ha chiesto lumi sulla vicenda 'Football Leaks' che lo vedrebbe coinvolto. La battuta, riportata dal quotidiano Marca, è arrivata nella zona mista del Bernabeu, dopo il match di Champions contro il Borussia Dortmund. Cristiano Ronaldo ha detto di non essere preoccupato dal dossier che lo accuserebbe di avere evaso 150 milioni di tasse, rispondendo con un sorriso: "Me ves preocupado? Quien no debe, no teme". L'asso portoghese, stando al dossier, sarebbe accusato di avere 'deviato' verso le Isole Vergini Britanniche, un paradiso fiscale nei Caraibi, proventi per 150 milioni relativi ai suoi diritti di immagine e che sarebbe sotto inchiesta per gli anni 2011/13.

21:41Calcio: Crotone, canone 100 mila euro annui per fitto stadio

(ANSA) - CROTONE, 8 DIC - Centomila euro annui per i campionati 2016/17 e 2017/18. E' l'ammontare del canone di locazione che l'Fc Crotone dovrà pagare al Comune per l'utilizzo dello stadio Ezio Scida, secondo quanto stabilito nella convenzione siglata tra il Comune e la società rossoblù. In precedenza, la convenzione prevedeva un canone annuo di locazione di 30 mila euro. Nell'atto è previsto anche che, nel caso la Soprintendenza dovesse prorogare l'autorizzazione per l'installazione della tribuna centrale (che tra due anni è previsto debba essere smontata), la struttura attualmente noleggiata dall'Fc Crotone possa essere acquistata dal Comune.

21:35Calcio: curva Inter diserta San Siro per protesta

(ANSA) - MILANO, 8 DIC - La curva nord dell'Inter diserterà San Siro per la partita di stasera contro lo Sparta Praga. Una decisione in segno di protesta per il pessimo rendimento in Europa League da parte della squadra nerazzurra, già eliminata dalla competizione. Il secondo anello verde, cuore del tifo organizzato nerazzurro, resterà quindi vuoto. Pochi i tifosi attesi a San Siro, per una partita che non dovrà emettere verdetti. L'Inter è già eliminata e lo Sparta Praga è qualificato come primo del Girone K.

Archivio Ultima ora