Anche a Maracay “L’Italiano e la creatività: costume, moda e design”

lingua1

MARACAY. – Quest’anno anche a Maracay è stata celebrata con una serie di eventi la “Settimana della Lingua Italiana nel Mondo”, dedicata alla Creatività italiana e ai suoi prestigiosi marchi, al settore moda, ai costumi e al design,

Le attività sono iniziate con l’inaugurazione della galleria di Arte Postale con la partecipazione di Ana M. Rincones, Alexis Barrios, Bárbara Colmenares, Carolina Ruíz, Freddy Contreras, Ignacio Zambrano, Juan Andara, Luis León, Luis Trujillo, Marcos Briceño, Pablo Gómez, Rizzeira Herrera, Sabrina Ballette e Yrene Briceño.

Di seguito Carolyn Aldana, fondatrice in Venezuela del progetto 365 che sta rivoluzionando il design nel paese, ha tenuto un’interessante conferenza sull’importanza dei marchi italiani e sulla moda.

moda

Sempre nell’ambito della Settimana della lingua italiana nel mondo lo stilista Gerardo Rasetta, titolare di un importante atelier di Maracay e per vari anni anche ambasciatore della prestigiosa marca italiana di moda Brioni con sede in Abruzzo, ha tenuto una conferenza sulla moda e sartoria italiana e la sua influenza nel mondo.

Per concludere la settimana, Giuseppe De Luca con Gelitza Gómez ed Evelyn Ranauro Borges hanno reso omaggio alla posa della prima pietra della Casa d’Italia di Maracay come esempio della creatività dei nostri migranti che sono arrivati a Maracay fra il 1960/70. Uno straordinario concerto del gruppo “Vivace”, puro talento aragüegno per il mondo, ha concluso la cerimonia.

presidente-mar5acay

In chiusura di “Tradizionando” che ormai da cinque anni si svolge in uno dei Centri italiani in Venezuela per ricordare e mettere in risalto le nostre tradizioni, sono stati consegnati riconoscimenti a Marcella Mosca che con i suoi 97 anni continua a dare slancio non solamente al Comitato Ecologico del Centro Italiano Venezolano di Caracas ma anche a lottare affinchè il Centro abbia un vero Teatro, e a Mariano Palazzo, per il suo impegno culturale in FAIV, la Federazione delle Associazioni Italiane in Venezuela, ed essere stato uno dei mentori e fondatori di “Tradizionando”, le cui tre prime edizioni si sono svolte a Maracay, mentre la quarta a Barquisimeto.

Il riconoscimento è stato una bellissima opera d’arte in vetrofuso: “L’imponente Avila” dell’artista Maria De Bartolo che era presente alla consegna. A conclusione della giornata dedicata alle tradizioni, il Gruppo Arlecchino” ha offerto una meravigliosa rappresentazione.

dirigenti-faiv

Alla cerimonia erano presenti dirigenti della Federazione delle Associazioni Italo-Venezolane FAIV come il presidente Carlos Villino (Caracas), il tesoriere Miguel Tortola (Maracay) e il direttore principale Reinaldo Alcalá (Puerto Ordaz); e alcuni i rappresentanti del COMITES: Mirna Casinelli e Pietro Caschetta.