Sul voto estero è rischio bagarre, il fronte del No in trincea

Pubblicato il 02 dicembre 2016 da ansa

brogli-voto-estero

ROMA. – Quanto inciderà il voto degli italiani all’estero sull’esito finale? La domanda, nel tam tam pre-voto, prende corpo esponenzialmente trascinandosi dietro il rischio che, se il Sì dei connazionali residenti fuori dall’Italia risultasse decisivo, scoppi una vera e propria bagarre.

Il fronte del No è ormai in trincea da giorni e non accenna ad abbassare il tiro. “I voti all’estero sono inventati o comprati da Renzi”, attacca Matteo Salvini laddove Massimo D’Alema incalza: “sul voto all’estero bisogna essere vigilanti e organizzati”. Parole sulle quali è netta la replica del premier Matteo Renzi: “le polemiche stanno a zero, siamo seri”.

Eppure, nel giorno in cui le schede elettorali ‘atterrano’ a Fiumicino da dove saranno trasportate a Castelnuovo di Porto per essere scrutinate, le polemiche divampano come non mai. E il rischio è che segnino anche la notte elettorale: nella cittadina che, tradizionalmente, ospita lo scrutinio dei voti all’estero è previsto l’arrivo in massa di rappresentanti di lista di M5S e Sinistra Italiana.

E non è escluso che, nel pieno della notte, sopraggiungano anche i parlamentari. Anche perché le notizie che giungono dai parlamentari che si sono occupati della campagna all’estero parlano di affluenza superiore a quella delle Politiche del 2013, quando votò il 31,59%. C’è chi, ad esempio, parla di un affluenza di circa il “35%” con picchi in Europa.

In Svizzera, ad esempio, dove l’elettorato “è del tutto assimilabile a quello italiano pare ci sia stata una buona affluenza, forse pari al 40%”, si spiega. Mentre nei Paesi più lontani dall’Italia potrebbe crescere la propensione per il Sì “in quanto il voto è più distaccato, più concentrato sulla riforma”, si osserva. A ciò si aggiunga il trend tradizionalmente filo-governativo dei votanti all’estero.

“E’ stata una campagna partecipata, si ha la percezione che è un tema dirimente per la politica del Paese”, spiega Aldo Di Biagio senatore Ap eletto nella circoscrizione Europa. E, “dalla campagna chiusa oggi, ho la percezione che 2 su 3 votino Sì”, osserva.

L’incidenza del voto estero, secondo i boatos parlamentari, potrebbe essere del 3% sull’esito finale di una sfida che sembra essere più che mai in bilico. Da qui l’attenzione ‘massima’ sugli italiani all’estero. “Parlare di brogli internazionali non solo non ha senso ma è anche offensivo per tutte le istituzioni che svolgono questo compito”, sottolinea il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

“Sulle cose sostanziose non abbiamo ancora avuto risposta dalla Farnesina”, ribatte il Comitato del No che prepara una task force per monitorare lo scrutinio e, eventualmente, avanzare i ricorsi promessi. Brogli? “Con il voto a matita tutto è possibile”, osserva Silvio Berlusconi laddove D’Alema pungola: “che la nostra Costituzione sia scritta da persone che vivono in Argentina, che non parlano neppure più l’italiano, mi sembra una bizzarria oltre i limiti, nel caso in cui si tratti di persone vere e non di schede elettorali comprate e riempite da una sola mano”.

Questa polemica “è un film che ogni volta si ripropone”, chiude Renzi. Ma a Castelnuovo Di Porto, domenica notte, l’aria rischia di essere pesante.

(di Michele Esposito/ANSA)

Ultima ora

16:10Calcio: agente Deulofeu, lui alla Roma? E’ un ipotesi

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "E' tutto da vedere però la Roma è un grandissimo club, quindi rappresenta un'ipotesi". Gines Carvajal, procuratore di Gerard Deulofeu, è intervenuto ai microfoni di Romanews WebRadio strizzando l'occhio ai giallorossi. L'esterno classe '94 è stato autore di una buona seconda parte di stagione con la maglia del Milan, collezionando 4 gol e 3 assist in 17 presenze. Sono tanti i nomi accostati al club capitolino per individuare il sostituto dell'egiziano Salah.

15:53Motop: Olanda, seconde libere a Vinales

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Maverick Vinales ha firmato il miglior tempo delle seconde libere, classe motoGp, sul circuito olandese di Assen, con il tempo di 1'33"130. Seconda un'altra Yamaha, quella di Jonas Folger, staccato di 367 millesimi. Terza la Honda di Marc Marquez (+0.652). Seguono la Ducati di Andrea Dovizioso (+0.660), la Honda di Cal Crutchlow (+0.698) e la seconda Yamaha ufficiale con Valentino Rossi (+0.700). Completano la top ten - cioè i piloti che al momento accederebbero alla Q2 di domani - Danilo Petrucci, Johann Zarco, Alvaro Bautista e Dani Pedrosa. In una sessione interrotta qualche minuto per la caduta di un pò di pioggia, sono rimasti fuori dal gruppo dei migliori sia Lorenzo (14/o tempo) che Iannone (17/o).

15:49Calcio: Messi apre alla Cina ‘andarci non è impossibile’

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Anche Lionel Messi non esclude una possibile esperienza in Cina. In una intervista a Espn, l'asso argentino del Barcellona apre ad un'avventura nel calcio della Grande Muraglia: "Non posso dire che andare in Cina sia impossibile - afferma l'argentino - nessuno può dire che ci sia qualcosa di impossibile nel calcio di oggi, ma non mi è mai passato per la mente. Terminare la mia carriera al Barcellona è quello che ho sempre voluto e quello che sogno. Penso solo a questo club e a vincere il maggior numero possibile di titoli la prossima stagione".

15:29Brexit:Gentiloni,da May buone intenzioni ma verificare

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - La proposta del premier britannico Theresa May "è una dimostrazione di buone intenzioni, ma ci sono molte cose da verificare nel merito". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa da Bruxelles, al termine del vertice europeo.

15:27Wp, Cia accertò che Putin diresse campagna hackeraggio

(ANSA) - WASHINGTON, 23 GIU - La Cia accertò che Vladimir Putin fu coinvolto direttamente nella campagna di hackeraggio per screditare le presidenziali Usa sulla base di fonti interne al governo russo. Lo rivela il Washington Post che ricostruisce con decine di fonti anonime dell'intelligence Usa le reazioni di Obama per fermare le interferenze russe. La Cia sarebbe venuta in possesso di specifiche istruzioni di Putin per sconfiggere o almeno danneggiare la candidata dem Hillary Clinton e aiutare il suo rivale Donald Trump.

15:26Gentiloni,su migranti Italia soddisfatta da vertice Ue

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "Sul tema migratorio credo che l'Italia possa essere soddisfatta dalle conclusioni raggiunte, anche se sappiamo bene che i problemi con cui ci dobbiamo confrontare non si risolvono con le conclusioni di un documento del Consiglio europeo". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni nella conferenza stampa a Bruxelles.

15:22Calcio: Berlusconi, Donnarumma? Serve indulgenza

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Tradiscono di più i politici o i calciatori? "I calciatori sono professionisti, fa parte della loro professione cambiare squadra". E il portiere del Milan "Donnarumma è un bravissimo ragazzo di 18 anni che si trova davanti a scelte difficili e con somme importanti. Non bisogna giudicarlo male". Lo ha detto Silvio Berlusconi, intervistato a L'Aria che tira su La7. Invece "sono stati 500 i politici che hanno cambiato casacca in questa legislatura sovvertendo il voto degli italiani", ha sottolineato.

Archivio Ultima ora