Italia: 2016 in deflazione, ma balzo dei prezzi in dicembre

Pubblicato il 04 gennaio 2017 da ansa

ROMA. – Il 2016 è stato il primo anno di deflazione per l’Italia da oltre mezzo secolo, a partire dal 1959. I dati provvisori dell’Istat indicano, nella media dei dodici mesi, un calo dei prezzi al consumo dello 0,1% rispetto all’anno precedente. Le quotazioni del petrolio ai minimi e i consumi deboli sono così riusciti dove nemmeno i lunghi anni della crisi avevano potuto: a portare l’inflazione sotto zero in otto mesi su dodici.

A partire da novembre, i prezzi sono tornati a salire, ma non abbastanza da ribaltare il risultato dell’intero anno. A dicembre, poi, il tasso di inflazione ha raggiunto lo 0,5% nei dati provvisori, il livello maggiore da due anni e mezzo, dal maggio 2014. Si tratta comunque di un dato lontano da quello dell’insieme dell’Eurozona, dove i prezzi crescono a velocità doppia (+1,1%), e pure dall’obiettivo della Banca centrale europea di un’inflazione vicina ma inferiore al 2%.

A spingere al rialzo i listini, il mese scorso, è stata soprattutto l’energia, sull’onda del rialzo delle quotazioni del petrolio dopo l’accordo dei Paesi Opec per il taglio della produzione. In particolare i prezzi dei beni energetici non regolamentati, come i carburanti, hanno guadagnato a dicembre il 2,4% dopo aver perso nell’intero 2016 il 5,9%. Hanno così guidato i rincari insieme ai servizi di trasporto e ai beni alimentari non lavorati.

Anche il carrello della spesa, con i prodotti alimentari, per la cura della casa e della persona è diventato più costoso, dello 0,6% rispetto al 2015, a ridosso del Natale, dopo essere rimasto praticamente fermo nel corso dell’anno.

Alla luce di questi dati i commenti si dividono tra chi teme di più la deflazione, con i rischi di una spirale tra calo dei prezzi, dei profitti, dell’occupazione e dei consumi, e chi è più spaventato da possibili rialzi dei prezzi in un contesto di ripresa ancora debole.

La deflazione è “una pessima notizia” secondo Confesercenti e le associazioni dei consumatori Federconsumatori e Adusbef vi leggono la “drammaticità” delle condizioni dell’economia. Del resto i consumi, ricorda il Codacons, sono calati di 80 miliardi in otto anni di crisi. D’altra parte, l’ufficio studi di Confcommercio stima che l’inflazione raggiungerà già a gennaio valori prossimi all’1%, e vede in questo un possibile “freno al potere d’acquisto delle famiglie”.

Per il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, bisogna rilanciare la domanda con “la stabilità dei governi che eliminino l’austerità e si propongano lo sviluppo”. Mentre Federdistribuzione chiede politiche di sostegno ai consumi.

Dalle campagne arriva intanto un allarme. La Coldiretti denuncia per i prezzi riconosciuti agli agricoltori un crollo di circa il 6% nel 2016, al punto che “in alcuni casi come per il grano non coprono neanche i costi di produzione”.

(di Chiara Munafò/ANSA)

Ultima ora

18:00Ciclismo: Mondiali, Italia chiude con più medaglie di tutti

(ANSA) - ROMA, 24 SET - L'Italia chiude il Mondiale 2017 di ciclismo su strada, a Bergen, con un bottino di medaglie più alto rispetto agli altri Paesi: ben sette, frutto di due ori, tre argenti e due bronzi. In realtà l'Italia occupa il secondo posto del medagliere dietro l'Olanda, ma solo perché i 'tulipani' hanno vinto quattro ori e due argenti, senza riuscire a collezionare bronzi. Italia con una medaglia in più, quindi, ma con due ori in meno. Al terzo posto c'è la Danimarca, con cinque medaglie (due ori, un argento e due bronzi), poi la Germania (un oro, un argento e un bronzo) e la Gran Bretagna (un oro e due bronzi) con tre allori. Seguono Francia con due medaglie (un oro e un bronzo), la Slovacchia con un oro, gli Stati Uniti con due argenti, l'Australia (un argento e tre bronzi), quindi i padroni di casa della Norvegia con un argento.

17:59Lazio: Inzaghi “Immobile super,ma forza è il gruppo”

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Per noi era una partita molto delicata, dopo il brusco stop contro il Napoli. I ragazzi sono stati bravissimi, sapevo che sarebbe entrato avrebbe fatto il suo dovere: abbiamo giocato bene e vinto su un campo non semplice. Il nostro punto di forza è il gruppo. Immobile? Non ci sono più aggettivi per lui: è il nostro bomber e il nostro trascinatore, ma ha anche una squadra dietro che lavora bene per farlo esprimere al meglio". Simone Inzaghi si coccola il goleador della sua Lazio, protagonista della doppietta nel 3-0 al Verona. "Corsa Champions? Dobbiamo essere bravi a rimanere nei piani alti della classifica - sottolinea il tecnico a Premium -: forse rispetto ad altri siamo meno attrezzati, ma abbiamo un gruppo che con il lavoro quotidiano può togliersi delle soddisfazioni. I complimenti nei miei confronti mi fanno piacere: in questo momento sono soddisfatto di come si sta esprimendo la squadra".

17:59Caccia militare in mare durante esibizione a Terracina

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Un velivolo Eurofighter dell'Aeronautica militare è caduto in mare a Terracina durante un air show. La notizia è stata confermata dalla stessa Aeronautica militare. Il pilota del caccia Eurofighter non si sarebbe lanciato con il paracadute, abbandonando il velivolo precipitato in mare durante il Terracina Air Show. Lo riferiscono all'ANSA alcuni testimoni.

17:40Napoli, Milik verso intervento al ginocchio

(ANSA) NAPOLI, 24 SET - Si va verso l'intervento chirurgico per Arek Milik dopo l'infortunio al legamenti del ginocchio destro subito ieri nel finale della sfida contro la Spal. La risonanza magnetica effettuata oggi in una clinica di Castel Volturno (Caserta) ha evidenziato un problema che - si apprende - lo porterà con ogni probabilità nuovamente sotto i ferri. Domani, dopo una nuova visita a Roma, a Villa Stuart, che precederà l'intervento, si saprà di più sull'entità del problema ai legamenti e sui tempi di rientro. Milik, 23 anni, lo scorso anno aveva subito ad ottobre la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro, saltando in pratica tutta la stagione.

17:37Calcio: Inter e Lazio avanti tutta, il Benevento sprofonda

(ANSA) - ROMA, 24 SET - L'Inter piega la resistenza del Genoa al 42' st grazie a D'Ambrosio e continua a vedere da vicino la Juve e il Napoli, che distano solo 2 punti (18 contro i 16 dei nerazzurri). Grazie alla vittoria in trasferta sul Verona (3-0), la Lazio è a 5 punti dalle due battistrada e a +1 sulla Roma che, però, ha una partita in meno rispetto ai 'cugini' biancocelesti. In coda va al Crotone il derby per la salvezza, che vince 2-0 sul Benevento in casa.

16:53Violenza sessuale: studentessa denuncia stupro a Rimini

(ANSA) - RIMINI, 24 SET - Ha riferito di essere stata violentata, forse da due uomini italiani, una studentessa Erasmus di nazionalità spagnola, che ieri nel tardo pomeriggio si è presentata ai carabinieri di Rimini per sporgere denuncia. La ragazza, 20enne, in compagnia di altri studenti stranieri, a Rimini per l'Erasmus, ha riferito solo alcuni flash, ricordi annebbiati probabilmente dall'assunzione di alcol. La ventenne ha detto di aver conosciuto prima un uomo poi l'altro in un locale, venerdì notte, e dopo aver bevuto in compagnia di questi alcuni drink si sarebbe appartata. Non ricorderebbe la presunta violenza, né avrebbe dato una descrizione dei due uomini. Al termine della serata sarebbe tornata a casa con degli amici. Quando si è svegliata ieri mattina la studentessa ha accusato dolore alle parti intime e si sarebbe resa conto di essere stata violentata. E' stata quindi accompagna in pronto soccorso dove i medici hanno riscontrato lesioni che non escluderebbero però una violenza sessuale. (ANSA).

16:50Gotti Tedeschi, nessuna accusa a Papa, documento atto devoto

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il documento rivolto al Papa e contenente perplessità sulla Amoris Laetitia, firmato da 62 studiosi, molti dei quali laici, "è una supplica scritta da teologi, non parla di eresie ma dice che indirettamente potrebbe facilitare eresie. Sia chiaro: io non accuso il Papa, io gli voglio bene. Io sono per la Chiesa e per il Papa e non mi distaccherò mai né dalla Chiesa né dal Papa. Il documento è un atto devoto, un invito alla riflessione". Lo spiega all'ANSA l'ex presidente dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi, tra i firmatari del documento 'Correctio Filialis', correzione filiale.

Archivio Ultima ora