Ecco il Mondiale a 48 squadre. La Fifa vara la storica riforma

Pubblicato il 10 gennaio 2017 da ansa

ZURIGO. – Dal 2026, il Mondiale si disputerà con 48 squadre. Sono bastati due minuti – secondo quanto svelato da Evelina Christillin – al Consiglio della Fifa per adottare all’unanimità, oggi a Zurigo, la storica decisione. E’ passata la formula preferita dal presidente Gianni Infantino.

Dunque, sedici gruppi da tre squadre, con le prime due ammesse alla fase ad eliminazione diretta che comincerà con i sedicesimi di finale. In tutto, 80 partite invece delle 64 attuali. “La durata della competizione non sarà però aumentata – ha spiegato il presidente della Fifa, alludendo agli attuali 32 giorni – ed, al massimo, una nazionale giocherà sette gare, proprio come oggi”.

“Dall’altro canto sedici squadre supplementari avranno l’opportunità di partecipare al Mondiale, un evento magico. Nulla aiuta piu’ lo sviluppo del calcio che la prospettiva di partecipare ad una Coppa del mondo”, ha gongolato l’italo-svizzero, precisando che 12 stadi basteranno per ospitare la manifestazione. Infantino ha così mantenuto la propria promessa elettorale di allargare il Mondiale, ma effettuando anche un grande passo in direzione dei club che non volevano un aumento delle gare né della durata della competizione.

Ciononostante, l’associazione dei clubs europei (ECA) ha espresso, tramite un comunicato, la sua opposizione alla scelta effettuata “più per motivi politici che sportivi e di cui non si percepisce l’urgenza”. Un’ opposizione più di principio che altro. “Ognuno fa il proprio mestiere”, ha detto sorridendo Evelina Christillin, membro italiano del Consiglio.

“Noi alla Fifa dobbiamo pensare al mondo e questo cambiamento sarà sicuramente positivo”. A tal punto che la Uefa ha deciso di votare compatta a favore della riforma, nonostante l’opposizione della federazione tedesca e spagnola. ”Se si dovesse aspettare di convincere tutti, non si prenderebbe alcuna decisione. Effettuiamo studi approfonditi sul tema da più di un anno”, ha ribattuto Infantino.

”Con questo nuovo format, ogni partita sarà decisiva”, ha aggiunto il presidente. Il quale ha anche respinto l’accusa di svilire la competizione. “Siamo entrati nel 21mo secolo. Il calcio non è più una questione che riguarda solo Europa e Sud-America. Il livello generale è molto cresciuto. Ricordo che all’ultimo Mondiale il Costa Rica ha eliminato Italia ed Inghilterra.”

Il presidente ha appoggiato la tesi con l’ausilio dei numeri. “Col passaggio a 48 squadre, il 23 per cento dei membri della Fifa sarà rappresentato al Mondiale. Una cifra molto più bassa rispetto a tutte le competizioni continentali”. Ovviamente, resta ancora molto da fare e per far passare la riforma è stato opportuno evitare la spinosa questione dei posti a disposizione di ogni confederazione.

“Se ne parlerà con calma. C’é tempo. Ogni Confederazione vedrà il proprio totale aumentare. Alcune di molto, altre di meno. Seguiremo vari criteri, fra i quali lo sviluppo del calcio ma anche i risultati sportivi”, ha temperato Infantino.

Secondo le prime indicazioni, l’Europa potrebbe passare da 13 a 16 posti. Il presidente ha aggiunto: “L’urgenza era conoscere il numero di squadre ed il format del torneo, per poter lanciare la procedura di candidatura”. Questa – dalla quale saranno escluse Asia ed Europa (salvo casi eccezionali) in quanto organizzatrici dei Mondiali 2022 e 2018 – dovrebbe concludersi a maggio del 2020.

Per bocca di Victor Montagliani, il presidente della Concacaf (America del Nord, central e Caraibi), il Canada ha già espresso il proprio interesse, magari presentando un dossier assieme a Stati Uniti e Messico. Sempre in tema di Mondiale, ma Russia 2018, Infantino ha detto che ”tutto procede secondo le previsioni”.

Il Consiglio Fifa ha fissato alcune date: le federazioni dovranno fornire entro il 4 maggio 2018 una lista di 30 giocatori. Dal 21 al 27 maggio i calciatori dovranno essere a riposo (salvo i finalisti della Champions League). Il 4 giugno le 32 nazionali dovranno designare i 23 giocatori che parteciperanno alla Coppa del mondo russa, dal 14 giugno al 15 luglio 2018.

Ultima ora

18:50Spente fiamme in capannone, trovato corpo carbonizzato

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Il cadavere carbonizzato di un uomo è stato trovato, oggi pomeriggio, dai vigili del fuoco, al termine delle operazioni di spegnimento di un incendio divampato in un capannone abbandonato a Baranzate di Bollate, nel Milanese. Al momento non è stato possibile risalire all'identità della vittima, ma i carabinieri, che stanno svolgendo gli accertamenti, ritengono che possa trattarsi di un senzatetto. Il luogo in cui è stato trovato il corpo è un anfratto in cui era stato ricavato un riparo con dei cartoni, una sorta di capanna. Non si esclude nemmeno che le fiamme siano partite proprio da un tentativo maldestro di riscaldarsi accendendo dei materiali infiammabili.

18:43Calcio: Ancelotti in panchina per match solidarietà

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Uefa e Onu hanno annunciato oggi a Ginevra che uniranno le forze per organizzare una partita di solidarietà con il sostegno del Cantone di Ginevra, della città e della Fondazione dello stadio di Ginevra. Il match, che vedrà la partecipazione di due squadre guidate da celebrità del calcio, si giocherà sabato 21 aprile 2018 alle 16. In nome della solidarietà e del riconoscimento dell'importanza dello sport nella società, 'Match for solidarity' è finalizzata a promuovere la pace, i diritti umani e il benessere nel mondo, attraverso gli obiettivi di sviluppo sostenibile stabiliti dalle Nazioni Unite. Il ricavato di questa partita sarà utilizzato per finanziare progetti umanitari e di sviluppo internazionali. Le due squadre, allenate da Carlo Ancelotti e Didier Deschamps, avranno rispettivamente come capitani Luis Figo e Ronaldinho. Gli allenatori e i capitani selezioneranno le proprie squadre nelle prossime settimane. La partita sarà arbitrata da Pierluigi Collina.

18:32Incidenti lavoro, operaio morto a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 12 DIC - Un operaio è deceduto in un incidente sul lavoro, avvenuto in salita Tarsia, nel centro cittadino di Napoli. L'uomo stava lavorando su un terrazzo di uno stabile in Salita Tarsia quando probabilmente ha perso l'equilibrio ed è caduto. La dinamica è in fase di ricostruzione da parte della Polizia di Stato. L'operaio stava ricoprendo il terrazzo con una guaina impermeabile; nella caduta, terminata su un'automobile in sosta, ha trascinato con sé anche la bombola del gas e il cannello bruciatore che stava utilizzando. Forse sul posto c'era anche un collega.

18:25Calcio: Giampaolo, pronti a battaglia in Coppa

(ANSA) - GENOVA, 12 DIC - "Non ci sono partite semplici e gli avversari forti ti stimolano. Ce la giocheremo alla pari". Marco Giampaolo si affida a SampTv per presentare l'ottavo di Coppa Italia contro la Fiorentina di domani. "Alla Coppa ci teniamo anche se - ha spiegato - la formula così concepita è difficile, perché devi vincere fuori casa a Firenze per passare il turno. In ogni caso la rispettiamo come sempre e farò giocare la miglior formazione possibile. Abbiamo recuperato bene rispetto alla partita di sabato alcuni elementi non sono al meglio della condizione. Dovremo farei i conti con alcune assenze. In ogni caso chi scenderà in campo darà battaglia". A Genova sono rimasti Viviano, Quagliarella e Linetty, tutti per motivi fisici "Domattina - aggiunge Giampaolo - farò la valutazione di chi è disponibile. A oggi non ho la minima idea di chi far giocare. La Fiorentina? E' una squadra forte che è cresciuta e arriva a questa sfida dopo i risultati positivi con Lazio e Napoli".

18:23Tetraplegico per tre mesi in autobus a scuola nel milanese

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Tre mesi di tempo perché uno studente tetraplegico di 16 anni, milanese, ottenesse un trasporto adeguato alla scuola che frequenta fuori città, a Corsico. Nel frattempo è stato costretto ad andare sull'autobus accompagnato dalla madre o in auto col padre, perché "il Comune di Milano non ha fornito il mezzo adeguato poiché l'istituto era fuori dal capoluogo lombardo". La denuncia è di Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega: "è un episodio davvero spiacevole, sono imbarazzato nel dire che sono dovuto intervenire su un'assenza del Comune chiedendo un intervento della Regione e non mi sembra giusto che un disabile non abbia il trattamento di cui ha diritto". "La Regione nel cuore dell'estate ha trasferito le competenze per i trasporti degli studenti superiori disabili ai Comuni, - ha replicato il Comune -. Purtroppo per la decina di studenti che vanno fuori città il contributo di Regione Lombardia è molto al di sotto del costo del servizio. Quindi il Comune ha avuto bisogno di reperire le risorse".

18:19Serena Grandi a giudizio per fallimento ristorante

(ANSA) - RIMINI, 12 DIC - Serena Grandi è stata rinviata a giudizio per il fallimento, dichiarato nel 2015, della società 'Donna serena srl' che ha gestito il ristorante la 'Locanda di Miranda', nel borgo San Giuliano di Rimini. L'attrice bolognese, 59 anni, all'anagrafe Serena Faggioli, difesa dall'avvocato Christian Guidi, sarà giudicata a partire dal prossimo 12 giugno davanti al Tribunale collegiale. Stando alle accuse, Serena Grandi, in qualità di legale rappresentante della società 'Donna serena' avrebbe distratto parte dei beni strumentali, impiegati presso il ristorante, e sottratto i libri contabili e altra documentazione obbligatoria per legge relativi alla gestione della 'Locanda di Miranda'. La procedura fallimentare della società è ancora in corso davanti al Tribunale fallimentare di Rimini.(ANSA).

18:13Il Rally del Salento ‘corre’ con la Pizzica

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il Rally del Salento e la Pizzica, perfetto connubio in un territorio davvero unico per le sue eccellenze. Parte da queste basi l'accordo tra Aci Lecce e la Fondazione la Notte Della Taranta presentato durante la serata dal titolo "La danza del volante" svoltasi presso la Sala Angioina del Castello di Copertino. Un'importante sinergia, quella tra il Rally del Salento gara di rilievo internazionale, e la Pizzica, danza popolare salentina famosa in tutto il mondo, che si presenta come un nuovo ed inedito canale di promozione del Salento. "Unire due manifestazioni che pur nella diversità delle loro esperienza sono la massima espressione del territorio nei loro rispettivi campi è stato un risultato particolarmente importante" ha affermato il Presidente dell'Aci Lecce Aurelio Filippi Filippi. Per il n.1 dell'Aci Sticchi Damiani "Il Rally del Salento ha contribuito a far si che il territorio salentino fosse conosciuto non solo per il mare ma per tutta una serie di attrattive''

Archivio Ultima ora