Politici spiati: denunciato anche un carabiniere, è caccia ai soldi

Pubblicato il 12 gennaio 2017 da ansa

Un’immagine del Cnaipic, il Centro nazionale anticrimine informatico della Polizia postale,.
10 gennaio 2017. ANSA/ MASSIMO PERCOSSI

ROMA. – Si allarga e accelera l’inchiesta sulla megaoperazione di cyberspionaggio che negli ultimi sei anni sarebbe stata messa in atto dai fratelli Giulio e Francesca Maria Occhionero. Gli inquirenti, che si sono incontrati nell’ufficio del procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone, per fare il punto sulle indagini, sono a caccia dei soldi che i due potrebbero avere ottenuto da “clienti” in cambio di informazioni riservate illecitamente acquisite.

Ma non è tutto. Ben presto nel registro degli indagati potrebbero finire altre persone. In primis un secondo appartenente alle forze dell’ordine che si sarebbe adoperato per capire cosa stesse accadendo a Occhionero dal punto di vista giudiziario.

Si tratta di un vice brigadiere dei carabinieri che è stato denunciato all’autorità giudiziaria per aver commissionato ad un suo sottoposto l’accesso al Sistema di indagine (Sdi) delle forze dell’ordine per verificare la sussistenza di procedimenti penali dei due fratelli. Un’iniziativa – e qui torna l’appartenenza di Occhionero alla massoneria – legata ad una richiesta di un ‘fratello’ di loggia di Giulio. Il militare, infatti, ha ammesso di aver fatto eseguire l’accesso su richiesta di un suo amico massone, che a sua volta potrebbe finire ora indagato.

Sviluppi sono attesi anche per quanto riguarda la madre dei due arrestati, la docente della Sapienza, Marisa Ferrari. Al vaglio degli inquirenti c’è anche la sua posizione perché sospettata di aver tentato di ostacolare l’attività di indagine. In particolare ha negato di avere la disponibilità di un garage nel quale sono stati trovati, oltre a documenti ora al vaglio della polizia postale, anche computer di nuova generazione, e non datati come affermato dai fratelli Occhionero, i cui difensori hanno presentato istanza di scarcerazione al gip che dovrà esprimersi nei prossimi giorni.

Intanto entra nel vivo l’attività istruttoria che punta a ricostruire la galassia economica e finanziaria dei due arrestati. Ufficialmente disoccupati, gli Occhionero conducevano una vita con uno standard alto. Da qui la decisione di avviare accertamenti contabili sui conti sia in Italia ed eventualmente all’estero. Obiettivo di chi indaga è ricostruire il flusso finanziario dei due arrestati e accertare la reale attività delle quattro società, riconducibili a Giulio Occhionero, e tutte domiciliate a Regent Street a Londra. Le società risultano inattive da circa tre anni e i due Occhionero si dichiarano disoccupati malgrado un alto tenore di vita.

Chi indaga vuole comprendere a cosa servissero i centinaia di dati acquisiti illecitamente (depositati anche in un server negli Usa per i quali la Procura ha già avviato due rogatorie) alla luce di quanto dichiarato dall’ingegnere nucleare che, anche nell’ambito dell’interrogatorio di garanzia, ha affermato di essersi in passato occupato di mettere a punto software matematici che puntavano a monitorare l’evoluzione del mercato borsistico ed immobiliare.

Per questo da oggi è partita l’attività di analisi dei pc e cellulari travati in possesso dei due arrestati anche se per conoscere le centinaia di migliaia di file ‘depositati’ nei server negli Stati Uniti bisognerà attendere il corso delle rogatorie per le quali ci vorranno alcune settimane. Infine è già all’attenzione dei magistrati di piazzale Clodio la denuncia presentata da Alfonso Papa, ex parlamentare del Pdl ed ex magistrato, recentemente condannato a Napoli a quattro anni e mezzo nell’ambito di un filone dell’inchiesta sulla P4. Papa lamenta di essere parte offesa in quanto oggetto della presunta attività di hackeraggio da parte dei due arrestati.

(di Marco Maffettone e Francesco Tamburro/ANSA)

Ultima ora

16:43Gb: revival per Marx, ‘restauriamo la sua tomba’

(ANSA) - LONDRA, 15 DIC - E' tempo di 'revival' per Karl Marx nel Regno Unito. Con l'avvicinarsi di un importante anniversario, nel 2018 ricorrono i 200 anni dalla sua nascita, il cimitero di Highgate, nel nord di Londra, ha lanciato la proposta per una ambiziosa ristrutturazione della tomba che ospita le spoglie del padre del comunismo. Come ha spiegato al Times Ian Dungavell, il direttore del complesso monumentale dove sono sepolti artisti, filosofi e star dei giorni nostri, il progetto prevede l'ingrandimento della tomba di Marx con l'inserimento di piante e blocchi di granito al fine di permettere un migliore accesso dei tanti visitatori. Nell'ultimo anno sono stati 85 mila e in gran parte sono venuti per vedere dove riposa l'autore del 'Capitale'. Secondo Dungavell, al revival marxiano ha contribuito anche il leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, col suo nuovo socialismo e i suoi apprezzamenti su Marx, da lui definito "grande economista".

16:43Truffa casa di riposo: arrestato ex assessore, sequestri

(ANSA) - BARI, 15 DIC - Avrebbero gonfiato i costi dei lavori di ristrutturazione della casa di riposo "Sant'Anna" di Noci (Bari), ente ecclesiastico con sede a Roma, ottenendo tramite la Regione Puglia fondi europei non dovuti pari a 1,5 milioni di euro. Per i reati, a vario titolo contestati, di truffa aggravata, emissione di fatture per operazioni inesistenti e auto-riciclaggio, la Guardia di Finanza ha arrestato, con concessione dei domiciliari, l'ex assessore comunale di Noci Vittorio Lippolis, "ritenuto - dicono i finanzieri - il promotore e principale artefice della frode". Nei suoi confronti è stato eseguito anche un sequestro preventivo pari a 1,7 milioni di euro. Ad altre 15 persone, due consulenti, due religiose rappresentanti dell'ente ecclesiastico e imprenditori, è stato notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari. Gli accertamenti dei finanzieri della Tenenza di Putignano (Bari), coordinati dal pm Federico Perrone Capano, sono stati eseguiti fra il 2014 e il 2016.

16:43Calcio: Mihajlovic, vittoria con Lazio ha ‘stappato’ il Toro

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "La vittoria di Roma ci ha stappato come una bottiglia di champagne, ci voleva. Non dobbiamo montarci la testa, spero sia servita anche all'ambiente per avere più equilibrio". I tre punti con la Lazio hanno restituito entusiasmo al Toro, che ospita il Napoli. "Gli azzurri sono l'unica squadra che ci ha preso a pallonate, spero che i giocatori abbiano la mia stessa voglia di rivincita", sottolinea Mihajlovic. "Giocano il miglior calcio. E recuperano Insigne, il che non è una grande notizia per noi - osserva -. Mi fa sorridere quando leggo che si mette in discussione Sarri, ha fatto un lavoro meraviglioso. Un momento di difficoltà ci può stare, ma le grandi squadre ripartono sempre, spero tra una settimana...". Il Torino ha preparato la partita "sui loro difetti e sulle nostre qualità", spiega Mihajlovic, che ritrova Ljajic, dopo la punizione della tribuna, e Niang. Possibile che entrambi si accomodino in panchina per lasciar spazio a Iago Falque e Berenguer, mancato partenopeo la scorsa estate.

16:35Israele: premier Netanyahu interrogato dalla polizia

(ANSAmed) - TEL AVIV, 15 DIC - Per la settima volta, il premier Benyamin Netanyahu è stato interrogato dalla polizia nella sua residenza ufficiale di Gerusalemme nell'ambito di due inchieste giudiziarie su presunte corruzioni. Lo riportano i media ricordando che l'ultimo interrogatorio del premier si è svolto, per quatto ore, lo scorso 19 novembre sempre a Gerusalemme.

16:30Gerusalemme:1 milione protesta a Gaza

(ANSAmed) - GAZA, 15 DIC - Una massiccia adunata - calcolata da fonti locali in quasi un milione di persone - si è svolta in queste ore a Gaza partendo da Rafah, nel sud, fino Beit Hanoun, al nord, lungo la strada Salah Adin. Durante la dimostrazione - convocata da tutte le fazioni palestinesi contro la decisione di Trump su Gerusalemme subito dopo le preghiere del venerdì nelle Moschee - è stato chiesto di continuare la protesta ogni venerdì. Subito dopo manifestanti si sono diretti verso la barriera di demarcazione con Israele dove sono cominciati scontri con l'esercito dello Stato ebraico.

16:29Gb: Harry e Meghan si sposano il 19 maggio

(ANSA) - LONDRA, 15 DIC - Il principe Harry e la fidanzata Meghan Markle si sposeranno il prossimo 19 maggio al Castello di Windsor. L'annuncio ufficiale è stato dato da Kensington Palace.

16:28Nato: ‘grave preoccupazione’ per sistema missili russo

(ANSA) - BRUXELLES, 15 DIC - "Gli alleati hanno individuato un sistema missilistico russo che solleva seria preoccupazione". E' quanto afferma, in una nota, il Consiglio Atlantico della Nato sottolineando che il Trattato Inf (che vieta i missili intermedi), "per 30 anni cruciale per la sicurezza Euro-Atlantica", è rispettato dagli Usa mentre il non rispetto da parte russa dei patti post-guerra fredda è motivo di "di grave e urgente preoccupazione".

Archivio Ultima ora