Baseball: l’italo-venezuelano Cervelli, il mago del guantone

Francisco Cervelli (Photo by Justin K. Aller/Getty Images)
Francisco Cervelli
(Photo by Justin K. Aller/Getty Images)

CARACAS – L’italo-venezuelano Francisco Cervelli nel mondo della Major League Baseball (MLB) é stato sempre classificato come uno dei migliori cátcher. Quando indossava la casacca dei New York Yankees la sua carriera era bloccata non perchè non ne avesse le capacità, ma dal supertalento di un grande nome tipo Jorge Posada.

Il giocatore di origine pugliese, ha deciso di cambiare aria, lasciando la grande mela per la cittá di Pittsburgh, dimostrando che tutto quello che si diceva di lui era vero. Con la maglia dei Pirates non solo si è guadagnato il posto da titolare, ma anche un soprannome speciale: “l’aspirapolvere”. Il motivo? Adesso ve lo spieghiamo. Il campione della nazionale azzurra è capace di far diventare strike qualsiasi palla lanciata dai pitcher.

Il campione nato 30 anni fa a Valencia, può vantarsi di essere un mago trasformando le ‘ball’ in ‘strike’ grazie al suo ‘framing’ con cui riesce ad ingannare gli arbitri. Quella abilità era ben nota alla franchigia di Pittsburgh quando decisero di puntare su di lui circa due anni fa.

Le squadre di baseball sanno che a livello divensivo avere una ball in più o uno strike in meno possono valere punti preziosi durante una gara, figuriamoci nell’arco di una stagione. Il sistema Statcast, un programma che aiuta a tenere le statistiche di ogni situazione che avvine sui diamanti della MLB, ha segnalato che il giocatore italo-venezuelano è nella Top ten dei migliori ricevitori del campionato.

Questo software ha rilevato che Cervelli nell’arco della stagione 2015 ha regalato ben 1.174 strike, mentre nel 2016 sono stati 847, ma bisogna segnalare che l’azzurro non ha giocato molte gare a causa di problemi fisici.

Questa abilità del ricevitore valenciano fanno sperare ad un buon piazzamento della nazionale azzurra nel World Baseball Classic. L’Italia é inserita nel girone D, lo stesso del Venezuela e dove ci sono anche Messico e Porto Rico. Questo gruppo avrá come sede la cittá di Jalisco in terra azteca. Gli azzurri faranno il loro esordio il prossimo 9 marzo contro i padroni di casa, due giorni dopo ci sará il match contro la vinotinto, mentre il 12 marzo ci sará quella contro il Porto Rico.

(Fioravante De Simone)