La crescita dell’Eurozona scavalca gli Usa, ma ora è rebus Bce

Pubblicato il 31 gennaio 2017 da ansa

ROMA. – Come in una rivincita che spazza via mesi di ‘fake news’ che la vorrebbero eterna Cenerentola dell’economia, l’Eurozona chiude il 2016 con una crescita superiore a quella degli Usa: è la la prima volta dal 2008, e l’inflazione prossima al 2% fa dimenticare i timori di deflazione.

Ma i numeri pubblicati da Eurostat, oltre alla benzina per l’amministrazione Trump che ha dato il via alla sua offensiva contro l’export europeo, forniscono un bel dilemma a Mario Draghi. Perché rischiano di avvicinare la normalizzazione della politica monetaria cogliendo alcuni Paesi decisamente impreparati: se Germania, Francia e Spagna corrono sia sul versante della crescita che dell’inflazione, l’Italia è il caso più eclatante di un Sud d’Europa ancora molto debole: preoccupa, anche per l’impatto sui conti pubblici, la prospettiva di una stretta al quantitative easing.

Secondo l’ufficio statistico l’economia dei Paesi dell’euro ha chiuso il 2016 in gran forma, con una crescita dell’intero anno dell’1,7% – sui massimi di un decennio – dopo un quarto trimestre balzato dello 0,5%. Una crescita che per la prima volta in nove anni, da quel 2008 segnato dall’implosione di Lehman Brothers che aprì a una recessione dolorosissima, supera gli Stati Uniti, fermi nel 2016 a +1,6%: di fatto la smentita della narrazione che vuole un’Eurozona la cui crescita è prigioniera dell’austerity tedesca.

Crescono infatti non solo la Germania, che va verso un +1,9% nel 2016 fatto anche di investimenti e consumi e spesa pubblica, a dispetto di tante critiche per la sua vocazione all’export. Ma anche la Francia nonostante la crisi politica, il terrorismo, i problemi strutturali, con un Pil in accelerazione dello 0,4% nel trimestre al traino di consumi e investimenti. E la Spagna, +0,7% nel trimestre. Tassi di crescita che appaiono distanti visti dall’Italia, che stima un +0,2% per il quarto trimestre e secondo Bankitalia va verso un +0,9% nell’intero 2016.

La disoccupazione, poi, sembra quasi segnare platealmente un bivio, con strade opposte prese dai Paesi più forti e quelli ancora in difficoltà: in Italia risale al 12%, in Germania scende più del previsto al 5,9%, sui minimi record. Nell’Eurozona scende al 9,6%, ai minimi, appunto, dal 2009, archiviando il decennio post-Lehman.

Un divario ancora più preoccupante se si guarda all’inflazione, la cui assenza in Europa (fino a far parlare del rischio di deflazione) ha finora giustificato il quantitative easing, l’acquisto massiccio di titoli di Stato da parte della Bce. In Spagna i prezzi volano del 3% a gennaio, ai massimi di oltre quattro anni. La Germania viaggia ormai all’1,9%, l’Eurozona presa complessivamente sale all’1,8%. Siamo a un passo dalla soglia per la stabilità dei prezzi che è nel mandato della Bce, “vicina ma inferiore al 2%”. Se non fosse che Italia, il più grande di un nucleo di Paesi ancora in difficoltà sulle banche, sul debito, sulle ragioni strutturali, il 2016 si è chiuso in deflazione ‘tecnica’ (-0,1% medio) e dicembre è fermo allo 0,4%.

La Germania è già in pressing sul quantitative easing di Draghi, gli analisti parlano ormai del ‘tapering’, il ridimensionamento progressivo degli acquisti di debito che Draghi è attentissimo a non nominare perché evoca la sfortunata operazione che costrinse la Fed a una marcia indietro. La Bce da aprile rallenterà gli acquisti di titoli a 60 miliardi di euro al mese dagli 80 attuali, ma mantiene l’impegno a restare attiva almeno per tutto l’anno.

Draghi ha detto di voler vedere un “sostenuto aggiustamento dell’inflazione” prima di imboccare l’exit strategy. A ragion veduta: l’aumento dell’inflazione risente di fatto di un importante effetto-denominatore (risente di una comparazione dei prezzi con quelli, particolarmente deboli, di un anno fa) e l’inflazione ‘core’ è ancora ferma allo 0,9%. ma la discussione è cominciata, e da giugno in poi tutto potrebbe essere rimesso in discussione.

Non è una buona notizia per l’Italia, che non solo ha una crescita debole e un’inflazione debolissima, ma soprattutto è al limite sul fronte dei conti pubblici e da anni non riesce a tagliare il debito. Gli interventi della Bce hanno fatto via via crollare il tasso medio sui titoli di Stato italiani da oltre il 3% allo 0,8% in tre anni. E ogni punto percentuale che verrà riguadagnato con il ‘tapering’ costa all’Italia qualcosa come 23 miliardi sul bilancio: una situazione che in molti considerano insidiosa, con uno spread in rialzo da settimane e oggi a 185 (la Spagna è a 115) e i timori per la tenuta dell’Eurozona rinfocolati dalle elezioni in arrivo: soprattutto in Francia, ma nessuno esclude del tutto anche in Italia.

(di Domenico Conti/ANSA)

Ultima ora

09:01Blitz antimafia a Roma, sequestri per 280 milioni

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Arresti e sequestro di beni da 280 milioni di euro a Roma: anche bar, ristoranti, pizzerie e sale slot. I carabinieri del Comando provinciale di Roma stanno eseguendo una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 23 persone ritenute responsabili a vario titolo di appartenere a due associazioni a delinquere finalizzate a estorsione, usura, riciclaggio, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita e il fraudolento trasferimento di beni o valori. I carabinieri, nel corso di un'operazione condotta anche con la partecipazione dei finanzieri del locale Nucleo di Polizia Tributaria, stanno eseguendo nelle province di Roma, Napoli, Milano e Pescara un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Roma su richiesta della locale DDA nei confronti di 23 persone. Decine le perquisizioni. La maxi-operazione scaturisce da un'indagine dei carabinieri denominata "Babylonia", su due sodalizi criminali "in vertiginosa crescita" sul territorio capitolino, con base a Roma e Monterotondo.

08:35Caporalato: polizia arresta in flagranza due imprenditori

(ANSA) - RAGUSA, 23 GIU - La Polizia di Stato di Ragusa ha arrestato in flagranza di reato, per sfruttamento di braccianti agricoli, due imprenditori di Vittoria: i fratelli Angelo e Valentino Busacca. Titolari di un'azienda di 40.000 mq di coltivazione in serra di ortaggi sono accusati di caporalato e sfruttamento di manodopera. Impiegavano 26 operai illegalmente: 19 richiedenti asilo, 5 rumeni (2 donne) e due tunisini. Sette di loro alloggiavano in abitazioni fatiscenti nell'azienda in condizioni degradanti. Erano retribuiti con 25 euro al giorno per almeno 8 ore di lavoro senza ferie, astensione o giorni di riposo. Solo la domenica a volte non lavoravano, ma non venivano pagati. Ieri venti agenti della Squadra Mobile di Ragusa hanno fatto accesso nell'azienda cogliendo in flagranza gli operai addetti alla raccolta dei pomodoro. (ANSA).

08:30Iraq: cecchino canadese uccide jihadista da 3,5 km distanza

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Un cecchino delle forze speciali canadesi ha ucciso un terrorista dell'Isis in Iraq da una distanza di oltre 3,5 chilometri stabilendo così un nuovo record per il colpo mortale confermato dalla distanza più lunga, che in precedenza era detenuto da un soldato britannico. Secondo quanto riporta il Times, il proiettile e' stato sparato da un fucile di precisione McMillan TAC-50 ed ha impiegato meno di 10 secondi per raggiungere l'obiettivo, che si trovava a 3.540 metri di distanza. Lo stesso esercito canadese ha confermato l'episodio.

08:26Venezuela: manifestante 22enne ucciso a Caracas

(ANSA) - CARACAS, 23 GIU - Un giovane 22enne è morto ieri a Caracas durante una manifestazione contro la riforma costituzionale lanciata dal presidente Nicolas Maduro. Lo ha reso noto il deputato oppositore José Manuel Olivares. Si tratta della 75a vittima dall'inizio dell'ondata di proteste contro il governo venezuelano, nei primi giorni dell'aprile scorso.

08:23Terremoti: scossa 6,8 in Guatemala, 4 feriti e danni minori

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - E' di quattro feriti e danni di lieve entità il bilancio della forte scossa di terremoto di magnitudo 6,8 che ha interessato giovedì il sud del Guatemala. Lo riportano i media locali. Secondo i rilevamenti del servizio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro in mare a oltre 45 km di profondità ed epicentro a più di 20 km dalla costa.

23:38Europei U.21: Slovacchia-Svezia 3-0

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - La Slovacchia ha battuto 3-0 la Svezia campione uscente nell'altra partita del gruppo A degli Europei under 21, giocata a Lublino. Reti di Chrien al 5' pt, Mihalik al 22' pt e Satka al 28' st. Questo successo permette alla Slovacchia, seconda nella classifica finale del girone, di finire a quota 6 punti con una differenza reti di +3. Ancora in corsa (alle semifinali del torneo si qualifica anche la migliore seconda dei tre gruppi) rimangono Portogallo (in campo domani contro la Macedonia, con 3 punti e una differenza reti di 0), Repubblica Ceca (ha 3 punti e differenza reti di 0, sabato match con la Danimarca) e l'Italia (stessa situazione e gioca sabato contro la Germania).

23:37Europei U.21: Inghilterra in semifinale, 3-0 alla Polonia

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - L'Inghilterra si è qualificata per le semifinali dell'Europeo under 21 battendo la Polonia per 3-0 a Kielce la Polonia padrona di casa, conquistando il primo posto nel girone A, con 7 punti. Le reti sono state segnate da Gray al 6' pt, Murphy al 24' st e Baker al 36' st.

Archivio Ultima ora