Bersani: “Fermatevi”. Ultimi appelli, ma scissione in vista

Pubblicato il 16 febbraio 2017 da ansa

Scintille Pd:Bersani,Renzi rottami Italicum e voto sì

ROMA. – Il Pd ormai cammina su una linea di faglia sulla quale domenica, salvo ripensamenti dell’ultima ora, si scatenerà il terremoto: nelle ultime ore si moltiplicano gli appelli ma nessuno si sposta dalla proprie convinzioni e più che appelli sembra partito il gioco del cerino. L’ultimo incontro tra Lorenzo Guerini e Pier Luigi Bersani con la proposta renziana di un confronto programmatico nei tempi del congresso è stata respinta al mittente dall’ex segretario che chiede al leader dem e ai suoi di “fermarsi” e di non “stravolgere il Pd per le velleità di una persona sola”.

Matteo Renzi, al Nazareno, ha incontrato tutti gli esponenti della maggioranza, da Piero Fassino a Maurizio Martina. Ma alla luce del fallito incontro tra Guerini e Bersani, l’impressione al vertice Pd è che la minoranza abbia tratto il dado della scissione con la motivazione giudicata “incomprensibile” sui tempi del congresso da rinviare a dopo le amministrative con l’unico scopo di logorare il leader dem e poi chiedere le dimissioni.

Altro che “questione di date e lana caprina”, ribatte a brutto muso Bersani, che nella minoranza viene descritto come il più rassegnato, rispetto a Michele Emiliano e a Roberto Speranza, sul fatto che ormai non ci sia più nulla da fare. E che, con la road map di un congresso entro aprile, Renzi abbia deciso “di mettere una spada di Damocle sul governo Gentiloni e di trasformare il congresso in un’immediata e rapida conta”.

Domani il segretario lancerà un ultimo appello per cercare di evitare uno strappo che farà male a tutti. Ma, osservano i renziani con toni più o meno dialoganti, il “grido” di Bersani è “paradossale perchè Renzi si è già fermato aprendo il congresso, che ancora Rossi e Emiliano chiedono sui loro siti, mentre la minoranza va verso la scissione”.

Certo Dario Franceschini e Andrea Orlando avrebbero preferito che, pur di evitare la scissione, il leader si spingesse a concedere qualche mese in più per il congresso. “Dalla maggioranza ieri e oggi sono arrivati segnali importanti. È fondamentale che ne arrivino da subito anche dalla minoranza”, osserva il Guardasigilli alludendo alla sua proposta di un confronto programmatico, condiviso anche da Martina e Zingaretti, da fare in avvio di fase congressuale ma respinto come un bluff dalla minoranza.

“Il 4 dicembre è caduto un impero. È finita l’epoca della rottamazione: ora è il momento di costruire. E Renzi è la persona meno adatta per ricostruire il Paese”, sentenzia lapidario Michele Emiliano. Come dice Beppe Fioroni, ormai per tenere unito il Pd “serve l’attack”.

E la scissione viene data a tal punto per scontata che nel Pd ci si interroga se, dopo l’uscita della minoranza, avrà ancora senso fare il congresso. E se ci saranno candidati, non di facciata, pronti a sfidare Renzi.

Non ha intenzione, almeno per ora, di unire la sua strada a quella del Pd Giuliano Pisapia. L’ex sindaco di Milano, che sta costruendo il suo Campo Progressista, ha incontrato ieri il segretario Pd e, a quanto si apprende, avrebbe chiarito di voler tenersi per ora le mani libere.

“Campo Progressista prosegue in piena autonomia il lavoro”, ha spiegato Pisapia oggi su Facebook aggiungendo di auspicare uno sforzo “per ritrovare valori comuni prima delle ragioni di divisione” nei due campi di battaglia del fine settimana: il congresso di Si a Rimini e l’assemblea del Pd a Roma.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

10:36Calcio: Trofeo Bernabeu, l’anno prossimo toccherà al Milan

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Dopo avere affrontato lo Stade Reims l'anno scorso e la Fiorentina, che stasera sarà in campo a Madrid, nel 2018 il Real ha scelto il Milan come sfidante per il Trofeo Santiago Bernabeu. Lo riferisce l'edizione online di As. Il club 'merengue' vuole proseguire il proprio cammino a ritroso, rivivendo le prime finali che gli regalarono le prime tre Coppe dei Campioni delle cinque conquistate di seguito in altrettante edizioni disputate. Era il Real di Puskas, Gento e Di Stefano. La squadra degli invincibili, che dominava il mondo alla fine degli anni '50. Nel 1956, i 'blancos' superarono nella finale del neonato trofeo europeo proprio la squadra francese dello Stade Reims, nel 1957 la Fiorentina campione d'Italia in carica e nel 1958 il Milan, a Bruxelles, per 3-2, dopo che i rossoneri erano stati in vantaggio due volte. Nel 2019, in occasione del 40/o anniversario del Trofeo Santiago Bernabeu, si dovrebbe tornare alla formula originaria, con la disputa di un quadrangolare.

10:25Viaggio su carrozze d’epoca da Napoli a Pompei e Paestum

(ANSA) - NAPOLI, 23 AGO - Un treno storico dal centro di Napoli ai due Parchi Archeologici di Pompei e Paestum, patrimonio dell'UNESCO. Mercoledì 30 agosto nuova occasione per salire a bordo di Archeotreno Campania e delle vetture d'epoca Centoporte e Corbellini. Fischio di partenza alle 9.25 nella stazione di Napoli Centrale, con arrivo a Pompei alle 10.05. Alle 14.05 il treno lascerà Pompei per raggiungere Paestum, da dove ripartirà alle 17.44 per arrivare a Napoli alle 19.22. Il costo del biglietto di andata e ritorno è di 20 euro per gli adulti e 10 euro per i ragazzi. I bambini fino a 4 anni non compiuti, accompagnati da un adulto pagante, viaggiano gratis (senza garanzia di posto a sedere). Prezzo ridotto del 50% per coloro che sceglieranno di utilizzare il treno storico solo all'andata o al ritorno. A bordo del treno i viaggiatori potranno acquistare lo speciale voucher a tariffa ridotta e con ingresso prioritario per la visita dei due Parchi Archeologici. I biglietti per Archeotreno Campania sono acquistabili. (ANSA).

10:24Polvere sospetta non era antrace, ma dolcificante diabetici

(ANSA) - FORLI', 23 AGO - Non era antrace, ma dolcificante per diabetici, la polvere sospetta di colore biancastro uscita da un pacco proveniente dalla Germania che lunedì aveva fatto scattare l'allarme al centro di smistamento di Poste italiane a Forlì. Lo riferiscono media locali, precisando che le analisi non sono ancora ufficiali ma nell'informativa consegnata dagli investigatori alla Procura si parla di 'stevia rebaudiana' destinata ad un nigeriano di 30 anni residente in città e con regolare permesso, che aveva ordinato quel particolare zucchero via internet alcuni giorni prima, proprio a causa della patologia di cui soffre. Gli agenti della Digos hanno eseguito una serie di controlli sull'uomo: il suo profilo non ha destato sospetti. L'allerta era scattata due giorni fa, verso le 10.30, e aveva provocato l'intervento di vigili del fuoco, polizia, carabinieri e artificieri. Era stato avviato il protocollo sicurezza, gli uffici erano stati chiusi e tre impiegati erano stati isolati per timore di contaminazioni. (ANSA).

10:20Terremoto Ischia: Ciro, il mio primo pensiero è stato Dio

(ANSA) - NAPOLI, 23 AGO - "Il mio primo pensiero quando ho rivisto la luce è stato Dio. Allora davvero esiste, ho pensato". Non ha più voce Ciro Marmolo, 11 anni, il "bambino eroe" dagli enormi occhioni neri, l'ultimo dei tre fratellini ad essere estratto vivo dalle macerie della palazzina crollata in seguito al terremoto che ha devastato Casamicciola sull'isola d'Ischia. Ai microfoni di TV Luna, Ciro si lascia andare a cuore aperto: "quando ho saputo che il più piccolo dei miei fratelli stava bene mi sono fatto coraggio e ho detto: ce la devo fare". Ciro è ricoverato all'ospedale Rizzoli di Lacco Ameno. Con lui, nella grande stanza colorata di giallo, arancione e verde ci sono la mamma Alessia, incinta al quinto mese di una bimba e i fratellini Pasquale 7 mesi e Matias 8 anni. Dal canto suo mamma Alessia guarda i suoi figli e dice: "ho capito che quella notte maledetta è intervenuta la mano di Dio a salvarci. Ho imparato ad apprezzare la vita".

10:19Calcio: Draxler interessa al Bayern, pronti 40 milioni

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Julian Draxler presto potrebbe tornare a esibirsi nella Bundesliga. Il fantasista attualmente in forza al PSG, con un contratto in scadenza nel 2021, continua a suscitare l'interesse del Bayern Monaco e del 'suo' allenatore Carlo Ancelotti. Secondo il Sun, il club più titolato di Germania ha già pronta un'offerta di 40 milioni di fronte alla quale difficilmente la dirigenza del club francese però cederà. L'agente di Draxler, al di là delle dichiarazioni di facciata, preme tuttavia per garantire al proprio assistito spazio e considerazione. Sarebbe stato lo stesso giocatore, anche per via dell'enorme concorrenza nel reparto avanzato del PSG, a chiedere di tornare in Germania.

10:16Terremoto Ischia:notte tranquilla,all’alba avvertita scossa

(ANSA) - ISCHIA (NAPOLI) 23 AGO - E' trascorsa tranquilla sull'isola di Ischia la seconda notte dopo il terremoto di lunedì sera. All'alba però una nuova scossa di 1.9 gradi è stata avvertita dagli abitanti dei comuni di Casamicciola e Lacco Ameno colpiti dal sisma. Secondo quanto viene riferito, diverse persone sono scese in strada e sono subito state avviate le verifiche su eventuali nuovi crolli, ma al momento non vengono rilevati ulteriori danni a cose o persone.

10:15Terremoto Ischia: Procura Napoli valuta inchiesta disastro

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - La Procura di Napoli sta valutando l'ipotesi di aprire un'inchiesta contro ignoti per disastro colposo e omicidio colposo plurimo in seguito ai danni provocati dal terremoto avvenuto ieri sera sull'isola di Ischia. "Sono nel quadro ordinario delle valutazioni possibili in questo momento"' ha dichiarato Giovanni Melillo, capo della procura di Napoli, ai microfoni di '6 su Radio 1'. Melillo ha poi specificato che si tratta di un "quadro complesso e bisognoso di approfondimenti". Sul possibile legame tra il fenomeno dell'abusivismo edilizio e il crollo di alcuni edifici sull'isola, il capo della Procura di Napoli ha dichiarato: "Non sfuggono i costi sociali, che anche in queste occasioni si rivelano, di fenomeni gravi come quello dell'edilizia illegale e dell'abusivismo edilizio. All'abusivismo edilizio corrisponde una delle priorità del lavoro della procura della Repubblica di Napoli; un fenomeno che in Campania ha dimensioni straordinariamente gravi e come tale va affrontato".

Archivio Ultima ora