Anche delegazione del M5s alla commemorazione della morte del presidente Chàvez

Pubblicato il 02 marzo 2017 da redazione

Manlio Di Stefano, capogruppo M5S in Commissione Affari Esteri della Camera

CARACAS. – E’ iniziata a Buenos Aires la tournèe della delegazione di parlamentari del Movimento 5 Stelle; una tournèe che si concluderà l’11 marzo. La delegazione dei “pentastellati” è composta da Manlio Di Stefano, capogruppo M5S in Commissione Affari Esteri della Camera,e Vito Petrocelli, vicepresidente del Comitato Italiani all’estero.
Non è una casualità che la visita dei “cinque-stelle” sie iniziata in Argentina. Nel Paese la comunità italiana è una delle più numerose tra quelle radicate all’estero. Priorità sarà data alla nostra Collettività, ma la delegazione sosterrà anche incontri istituzionali con tutto l’arco parlamentare del Paese.

Ornella Bertorotta, capogruppo della stessa commissione al Senato

Il Venezuela sarà la seconda tappa della missione dei pentastellati. Sono previsti diversi incontri con i rappresentanti delle organizzazioni regionali dell’America Latina, come Celac, Unasur, Alba-TCP, e incontri bilaterali con i diversi rappresentanti governativi della regione. Questi assisteranno, come d’altronde anche la delegazione del Movimento 5 Stelle, alle manifestazioni in occasione del 5 marzo, anniversario della morte di Hugo Chávez.

– Tutti i paesi della regione con cui ci siamo relazionati in questi quattro anni lamentano uno scarso ruolo dell’Italia – ha scritto sul profilo Fb Di Stefano -. Da Berlusconi a Renzi, i governi del passato hanno fatto troppo poco e male. Quando saremo al Governo, al contrario, considereremo di massima importanza il potenziamento delle relazioni con l’America Latina”.

Prosegue poi:

“Nel nostro viaggio in America Latina porteremo la voce di un Movimento libero, autonomo e che, a differenza degli altri partiti italiani, non ha l’agenda dettata dagli interessi delle grandi corporazioni che li finanziano. E porteremo anche con fierezza la nostra politica estera che si basa sul rispetto della sovranità, dell’indipendenza, dello stato di diritto e dell’autodeterminazione di ogni popolo per la costruzione di un mondo realmente multipolare e che rispetti il diritto alla pace di tutte le popolazioni”.

Vito Petrocelli, vicepresidente del Comitato Italiani all’estero

Non ha precisato, però, se nella politica estera del M5s è contemplato anche il rispetto dell’autonomia dei poteri e la difesa delle libertà democratriche, prima fra tutte quella di espressione, che in Italia sono state difese anche, anzi soprattutto, nei terribili “anni di piombo”.

  • Dolce Vito

    Si, è contemplato.

  • Hector

    E alle commemorazioni delle morti di Hitler e Stalin quando ci andate? Ma vi siete totalmente rincoglioniti? Hugo Chavez e’ stata la peggiore piaga e condanna a morte di un paradiso chiamato Venezuela e voi andate a commemorarne la sua morte? Siete allo stesso livello di quegli indegni di Bertinotti, Mina’, Fassino ed altri che accecati dall’ideologia politica affogano nell’ignoranza piu’ assoluta. Mollate i vostri piatti di spaghetti e le vostre BMW ed andate a viverci in Venezuela. Se sopravvivete, tra sei mesi ne riparliamo. Patetici!!!

    • Maurizio Comandini

      BRAVO

  • Fabio Perfetti

    Siete dei vergognosi rappresentanti del parlamento italiano. Andate a ossequiare uno dei peggiori governi e dittature .Gli Italiani in Venezuela hanno portato lavoro e hanno ricevuto tanto da quel paese, poi una dittatura castro-comunista ha ridotto un popolo nella miseria più assoluta , con mancanza di cibo, medicine e generi di prima necessità, con una corruzione ai massimi livelli, narco-traffricanti inseriti negli alti vertici dello stato, con una totale mancanza di diritti umani e centinaia di prigionieri politici. Mi sono ricreduto sulle vostre idee di rinnovamento, siete falsi tanto quanto il governo venezuelano

  • Hector

    Che schifo questa gente.

  • Giancarla Marchi

    Di Stefano: sei nato in un paese libero e democratico. Io sono nata in uno che era libero e democratico e ora mi ritrovo a convivere con una libert’a camuffata ed una democrazia inesistente! Attenti M5S!! Informatevi, vi prego.

    • Maurizio Comandini

      ASSASSINI SEQUESTRATORI NARCOTRAFFICANTI UNA VOLGAR BANDA DI BANDOLEROS GRILLO SEI PROPIO UN DEFICENTE RIMANI A CASA TUA CHE E MOLTO MEGLIO BUFFONE

  • Maurizio Comandini

    UNA BANDA DI ASSASSINI IL BANDOLERO SI CHIAMA MADURO ALIAS IPPOPOTAMO 1000 PESOS VIVO O MORTO

Ultima ora

16:14Calcio: Moratti, Borja Valero profilo che serve a Inter

(ANSA) - MILANO, 23 GIU - "Borja Valero il regista giusto per l’Inter? Chi lo sa, speriamo di sì. E’ un grande giocatore, ha esperienza, è punto di riferimento per tutta la squadra e ha personalità: è il profilo che serve". L'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti, intervistato da Premium Sport, approva la trattativa per portare il centrocampista della Fiorentina in nerazzurro. Tra l'Inter e lo spagnolo ci sarebbe già un accordo per un triennale, manca solo l'intesa tra i due club con l'Inter che avrebbe già messo sul tavolo un'offerta ufficiale. "Bernardeschi? E’ bravo - continua Moratti - ma anche noi abbiamo degli ottimi giocatori".

16:10Calcio: agente Deulofeu, lui alla Roma? E’ un ipotesi

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "E' tutto da vedere però la Roma è un grandissimo club, quindi rappresenta un'ipotesi". Gines Carvajal, procuratore di Gerard Deulofeu, è intervenuto ai microfoni di Romanews WebRadio strizzando l'occhio ai giallorossi. L'esterno classe '94 è stato autore di una buona seconda parte di stagione con la maglia del Milan, collezionando 4 gol e 3 assist in 17 presenze. Sono tanti i nomi accostati al club capitolino per individuare il sostituto dell'egiziano Salah.

15:53Motop: Olanda, seconde libere a Vinales

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Maverick Vinales ha firmato il miglior tempo delle seconde libere, classe motoGp, sul circuito olandese di Assen, con il tempo di 1'33"130. Seconda un'altra Yamaha, quella di Jonas Folger, staccato di 367 millesimi. Terza la Honda di Marc Marquez (+0.652). Seguono la Ducati di Andrea Dovizioso (+0.660), la Honda di Cal Crutchlow (+0.698) e la seconda Yamaha ufficiale con Valentino Rossi (+0.700). Completano la top ten - cioè i piloti che al momento accederebbero alla Q2 di domani - Danilo Petrucci, Johann Zarco, Alvaro Bautista e Dani Pedrosa. In una sessione interrotta qualche minuto per la caduta di un pò di pioggia, sono rimasti fuori dal gruppo dei migliori sia Lorenzo (14/o tempo) che Iannone (17/o).

15:49Calcio: Messi apre alla Cina ‘andarci non è impossibile’

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Anche Lionel Messi non esclude una possibile esperienza in Cina. In una intervista a Espn, l'asso argentino del Barcellona apre ad un'avventura nel calcio della Grande Muraglia: "Non posso dire che andare in Cina sia impossibile - afferma l'argentino - nessuno può dire che ci sia qualcosa di impossibile nel calcio di oggi, ma non mi è mai passato per la mente. Terminare la mia carriera al Barcellona è quello che ho sempre voluto e quello che sogno. Penso solo a questo club e a vincere il maggior numero possibile di titoli la prossima stagione".

15:29Brexit:Gentiloni,da May buone intenzioni ma verificare

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - La proposta del premier britannico Theresa May "è una dimostrazione di buone intenzioni, ma ci sono molte cose da verificare nel merito". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa da Bruxelles, al termine del vertice europeo.

15:27Wp, Cia accertò che Putin diresse campagna hackeraggio

(ANSA) - WASHINGTON, 23 GIU - La Cia accertò che Vladimir Putin fu coinvolto direttamente nella campagna di hackeraggio per screditare le presidenziali Usa sulla base di fonti interne al governo russo. Lo rivela il Washington Post che ricostruisce con decine di fonti anonime dell'intelligence Usa le reazioni di Obama per fermare le interferenze russe. La Cia sarebbe venuta in possesso di specifiche istruzioni di Putin per sconfiggere o almeno danneggiare la candidata dem Hillary Clinton e aiutare il suo rivale Donald Trump.

15:26Gentiloni,su migranti Italia soddisfatta da vertice Ue

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "Sul tema migratorio credo che l'Italia possa essere soddisfatta dalle conclusioni raggiunte, anche se sappiamo bene che i problemi con cui ci dobbiamo confrontare non si risolvono con le conclusioni di un documento del Consiglio europeo". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni nella conferenza stampa a Bruxelles.

Archivio Ultima ora