Italia avanti sulla parità dei salari, boom imprenditrici

Pubblicato il 08 marzo 2017 da ansa

ROMA. – Poche differenze di trattamento salariale, una maggiore conquista di ruoli dirigenziali con l’avanzare delle generazioni, tantissimo lavoro autonomo. La fotografia che emerge dalla messe di dati su donne e lavoro in questo 8 marzo 2017 tratteggia il quadro di un universo femminile nel nostro Paese in cammino verso la parità di genere sul lavoro, con tanta fatica, ma con qualche progresso sostanziale.

Da un lato, il baratro del tasso di occupazione con quei più di 18 punti percentuali che separano ancora nettamente donne (tasso occupazione dicembre 2016 al 48,1%) e uomini (66,6%), dall’altro il cammino virtuoso che l’Italia ha fatto sulla parità salariale che ci colloca al quarto posto in Ocse per uguaglianza con un gap del 5,6%.

Molti i segnali di un forte movimento: dal +6% in un anno delle dirigenti femminili under 40 nel settore privato, al boom dell’imprenditoria femminile con oltre 10 mila aziende guidate da donne in più nel 2016. In tutto sono 1,32 milioni. E se il lavoro a volte è autonomo non per scelta ma per mancanza di alternative, la crescita delle lavoratrici autonome in Italia ci colloca al primo posto in Ue.

A testimoniare che, se come ha ricordato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella gli uomini “si devono mettere in discussione” e “rinunciare alle loro riserve mentali”, le donne italiane lo stanno già facendo da un bel po’ di tempo. Ecco allora, in dettaglio, quale è la situazione.

SALARI – L’Italia è al quarto posto tra i paesi Ocse con un gap medio del 5,6%, decisamente inferiore a quello di Francia e Germania, dove la differenza di stipendio è rispettivamente del 13,7% e del 17,1% e alla media dei paesi Ocse che è del 14,7%. A guidare la classifica il Belgio, dove la disparità è al 3,3%, seguito da Lussemburgo (4,1%) e Slovenia (5%). La maggiore differenza si registra in Corea (36,7%) preceduta da Estonia (28,3%) e Giappone (25,9%). Negli Usa il gender gap è del 18,9%, nel Regno Unito è del 16,9%. I dati sono calcolati sulla media dei salari lordi nel 2015 (o dell’ultimo anno disponibile).

DIRIGENZA – Le donne dirigenti nel settore privato sono il 16% del totale con una crescita del 20% negli ultimi 5 anni, mentre gli uomini sono calati del 6%. Secondo i dati di ManagerItalia (2015), su 112.795 dirigenti privati le donne sono 18.058, gli uomini 94.737. Forte l’aumento delle donne con l’abbassarsi dell’età: tra i dirigenti under 40 il 13% sono donne il 6% uomini. Netto aumento anche per i quadri: le donne, aumentate del 15% negli ultimi 5 anni, sono oggi il 29% del totale. Tra i settori la dirigenza femminile è maggiore nei servizi, attività professionali scientifiche e tecniche e i servizi alle imprese Uno scenario che ritroviamo specularmente con percentuali un po’ più alte tra i quadri.

IMPRESE & LAVORO AUTONOMO – Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016, con una crescita, rispetto al 2015, dello 0,72% per complessive 1 milione e 321.862 aziende: il 21,8% del totale delle imprese esistenti nel nostro Paese, secondo i dati Unioncamere. L’Italia inoltre secondo i dati Eurostat elaborati da Cna è prima in Ue per il più alto numero di lavoratrici indipendenti, insieme al Regno Unito. Nel terzo trimestre 2016, nella popolazione di età lavorativa compresa tra i 15 e i 64 anni del nostro Paese, le lavoratrici indipendenti sono 1,4 milioni precedendo Regno Unito, Germania, Spagna, Francia e la Polonia. In Italia, il 30,9% dell’occupazione indipendente è di sesso femminile.

QUOTE ROSA E CDA – Grazie alla legge del 2011 la rappresentanza femminile nei cda e’ cresciuta in modo consistente: a fine 2016 le donne ricoprivano il 31,6% dei posti da consigliere (7,4% nel 2011). Le donne pero’ ricoprono ancora perlopiù cariche non esecutive: il loro ruolo come amministratore delegato resta marginale (dal 2,5% al 3,2%). Cresce il numero delle ‘interlocker’, cioe’ delle consigliere che siedono in piu’ cda: il 18% tre anni fa, il 30% l’anno scorso. Piuù degli uomini (il 18%).

(di Monica Paternesi/ANSA)

Ultima ora

01:34Calcio: Mkhitaryan dice sì all’Arsenal, Sanchez allo United

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Il centrocampista armeno del Manchester United Henrikh Mkhitaryan ha accettato la proposta di trasferirsi all'Arsenal, aprendo la strada allo scambio con il cileno Alexis Sanchez, molto atteso da Jose Mourino. Il 28enne centrocampista, 28 anni, si sottoporrà alle visite mediche tra domani e lunedì dopo aver trovato nella giornata di oggi l'accordo con il club londinese, di cui al momento non si conoscono i termini. Secondo i media inglesi, il trasferimento avverrà 'alla pari', avendo trovato i club un accordo su una valutazione di 35 milioni di sterline per entrambi i giocatori.

01:14Calcio: pari Atletico e Valencia ko, sabato pro-Barcellona

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Barcellona domina la Liga anche senza giocare, visto che le rivali fanno a gara per gettare punti e perdere ulteriore terreno sulla capolista. L'Atletico Madrid, impegnato col Girona, si è fatto bloccare sull'1-1 e praticamente può dire addio alle pur flebili speranze di contendere il titolo ai blaugrana. I punti di distacco tra prima e seconda sono ora otto, con il Barca che ha una partita in meno (domani col Betis). Il Valencia, terzo in graduatoria, ha addirittura perso a Las Palmas, sprecando l'occasione di affiancare la squadra di Simeone. Vince invece il Villarreal, 2-1 a Levante, e sale al quarto posto in attesa della partita domenicale del Real Madrid.

01:13Liberia: presidente Weah in campo per partita di beneficenza

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - L'ex fuoriclasse George Weah torna al calcio per un giorno, in occasione degli eventi che precedono il suo insediamento come presidente della Liberia: l'ex milanista è sceso in campo per una partita di beneficenza con una squadra creata per l'occasione - la Weah All Stars Team, con molti ex colleghi calciatori - , sfidata in campo dai militari delle forze armate liberiane. Il match - finito 2 a 1 per la squadra del neo presidente - si è svolto al Barclay Training Center di Monrovia. Weah, 51 anni, giurerà da presidente il 22 gennaio.

00:35Calcio: serie B, Cesena-Bari 1-1

(ANSA) - CESENA, 20 GEN - Finisce in parità la sfida dell'"Orogel Stadium Manuzzi" tra Cesena e Bari, ultima sfida del sabato nella 22/a giornata di serie B. All'acuto di Laribi nel primo tempo risponde il Bari con un'autorete di Suagher. Pareggio alla fine giusto giunto al termine di una gara vivace in cui non sono mancate le occasioni da una parte e dall'altra, la più clamorosa la traversa colpita dal barese Cissè a 5' dal termine. Il Bari è sesto con 35 punti, il Cesena raggiunge l'Entella a quota 24.

22:33Calcio: Lipsia ko, raggiunto da Bayer e M.Gladbach

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Lipsia perde 2-1 a Friburgo e viene agganciato al secondo posto dal Bayer Leverkusen, vittorioso 4-1 sul campo dell'Hoffenheim, e dal Borussia Moenchengladbach, impostosi 2-0 sull'Augusta. Dopo 19 turni di Bundesliga, la capolista Bayern Monaco ha 13 punti di vantaggio con una partita in meno e domani riceve il Werder Brema. Molto affollata la zona Champions-Europa League. Alle spalle del terzetto a 31 punti, ci sono a quota 30 il Borussia Dortmund, oggi un pareggio 1-1 a Berlino in casa dell'Hertha, lo Schalke 04, che battendo domani l'Hannover scavalcherebbe tutti portandosi al secondo posto da solo, e l'Eintracht, vittorioso per 3-1 a Wolfsburg. In coda, il Magonza batte lo Stoccarda 3-2 e lo raggiunge al quart'ultimo posto. Nella sfida Amburgo-Colonia ha la meglio il fanalino di coda, che vince 2-0 in trasferta.

22:27Calcio: tripletta di Aguero, il City riprende a correre

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Niente cambia in vetta alla Premier League dopo il sabato di incontri della 24/a giornata. Vince 3-0 il Manchester City nell'impegno tardo pomeridiano col Newcastle e mantiene 12 punti di vantaggio sul Manchester United, che si impone 1-0 in casa del Burnley, e 15 sul Chelsea, vittorioso 4-0 a Brighton. Il Liverpool giocherà lunedì a Swansea per riagganciare, in caso di vittoria, la squadra di Conte al terzo posto. Il Tottenham gioca domani e nel frattempo l'Arsenal, con un liberatorio 4-1 al Crystal Palace dopo due pareggi e una sconfitta, gli si è avvicinato. All'Ethiad Stadium il primo gol dei Citizens è stato assegnato ad Aguero, che su cross di De Bruyne ha sfiorato di testa il pallone. Nella ripresa, El Kun ha segnato altre due reti, la prima su rigore. Ed il City riparte dopo il ko con il Liverpool. Lo United ha capitalizzato al massimo una rete di Martial al 9' della ripresa, mentre l'Arsenal ha dilagato sul Palace segnando con Monreal, Iwobi, Koscielny e Lacazette.

22:16Incidenti montagna: alpinista scivola e muore

(ANSA) - PANIA DELLA CROCE (LUCCA), 20 GEN - Un alpinista è morto a seguito delle ferite riportate per una caduta nel Vallone dell'Inferno sul versante occidente della Pania della Croce (Lucca). L'uomo, secondo quanto si appreso, sarebbe finito nella Buca della neve. A dare l'allarme al 118, intorno alle 17, gli altri componenti del gruppo che si trovavano con l'uomo. L'elicottero Pegaso 3 a causa delle condizioni atmosferiche e dell'approssimarsi del buio non ha potuto raggiungere l'alpinista ma è riuscito a trasportare gli uomini della stazione di Lucca, insieme con il medico, a circa 1 ora e 20 minuti di distanza, lungo il sentiero del pastore che sale al Rifugio Rossi. Sul posto si è diretta anche la squadra di Querceta(Lucca). L'uomo era in condizioni disperate. In corso le operazioni di recupero della salma. Il Sast (Soccorso alpino e speleologico Toscano) ricorda che in quota le condizioni della neve non sono buone: vento e pioggia hanno fatto affiorare strati di neve molto ghiacciata.

Archivio Ultima ora