Arriva Salvini, guerriglia e molotov. Napoli sotto scacco

Pubblicato il 11 marzo 2017 da ansa

ANSA / CIRO FUSCO

NAPOLI. – Il corteo pacifico e colorato contro l’arrivo di Matteo Salvini a Napoli è terminato alle 17.30 quando bandiere, musica e cori che avevano caratterizzato fino ad allora la manifestazione, hanno lasciato la scena a molotov, sassi e lacrimogeni.

Finisce con il quartiere Fuorigrotta ostaggio della guerriglia urbana per 45 minuti, ridotto a un campo di battaglia con macchine devastate, segnali stradali divelti, cassonetti dei rifiuti dati alle fiamme, la gente presa dal panico che si rifugia nei palazzi e nei negozi, tre persone arrestate e tre denunciate tra gli attivisti dei centri sociali e trentaquattro feriti (28 tra polizia e carabinieri, 6 tra i manifestanti) per un pomeriggio di violenza che a Napoli non si ricordava da tempo, dalla riunione della Bce a ottobre 2014.

Scontri annunciati da giorni di polemiche e ora tutti a dire che c’era da aspettarselo dopo che la sede del comizio, la Mostra d’Oltremare, occupata dai centri sociali, è stata prima negata e poi riassegnata d’ufficio al leader leghista nel giro di poche ore su disposizione del ministro dell’Interno Minniti. E dopo che le polemiche a distanza tra il sindaco di Napoli de Magistris e lo stesso Salvini sono andate avanti per settimane.

I riflettori erano puntati proprio sul sindaco De Magistris: il sindaco in mattinata si era schierato contro la prefettura che aveva ordinato la concessione della Mostra d’Oltremare per la manifestazione di Salvini (“respingiamo il provvedimento del governo”) e aveva sostenuto che “Lo Stato ha fatto prevalere il capriccio di Salvini”.

La presenza di De Magistris al corteo fino all’ultimo è stata in dubbio. Alla fine non è andato. Tuttavia l’associazione che fa capo a lui, Dema, è ben rappresentata dalla moglie Mariateresa Dolce. E in piazza scende anche mezza giunta comunale con gli assessori Gaeta, Clemente, Borriello e Palmieri. Con loro anche il presidente del Consiglio Comunale Sandro Fucito.

Nel corteo c’e’ un po’ di tutto. Ci sono i centri sociali e gli attivisti politici di Dema, ma anche Verdi e Sinistra Italiana. Ci sono i precari, i movimenti di lotta per il lavoro, i collettivi studenteschi e i neoborbonici, ma c’e’ chi riconosce anche alcune frange di ultrà del Napoli. Ci sono tanti giovani, ma anche adulti in età matura.

La rappresentazione di questa galassia così composita è data dai cori che si susseguono. A Bella Ciao, storico inno del partigiano, si sovrappone ‘Un giorno all’improvviso’ leit motiv dei successi del Napoli al San Paolo e negli stadi di tutta Italia.

La violenza scatta quando la marea di manifestanti (oltre 5 mila per gli organizzatori, tra le due e le tremila unità per le forze dell’ordine) arriva davanti a quello che dovrebbe essere il capolinea del corteo, piazzale Tecchio, a poche decine di metri dall’ingresso della Mostra d’Oltremare dove nel frattempo è arrivato il leader della Lega.

Agenti in assetto anti sommossa sbarrano le vie d’accesso all’ente fieristico. E’ a quel punto che giovani incappucciati o con i caschi in testa prendono in mano il corteo e parte qualche petardo, seguito da alcuni fumogeni, all’indirizzo della polizia assiepata davanti alla Mostra. Un altro cordone di forze dell’ordine è alla fine della strada, all’incrocio tra piazzale Tecchio e via Diocleziano.

Dal corteo si stacca un gruppo di violenti che fa il giro della piazza e sorprende le forze dell’ordine alle spalle con il lancio di molotov e pietre. Un mezzo dei carabinieri, colpito da una bottiglia incendiaria, per un attimo prende fuoco. Seguono minuti di vera e propria guerriglia urbana davanti alla stazione dei Campi Flegrei, con le forze dell’ordine costrette a indietreggiare prima di riorganizzarsi e respingere i facinorosi con l’aiuto di idranti e lacrimogeni per oltre un chilometro.

Ciò che resta del corteo deve rinculare lungo viale Giulio Cesare per poi disperdersi definitivamente a via Consalvo. In tutto gli scontri durano 45′. L’aria irrespirabile e le macerie per terra sono ciò che resta di un pomeriggio di battaglia che non serve a spegnere le polemiche, anzi, se possibile le rinfocola.

“Colpa di chi non ha voluto ascoltare il messaggio di buon senso – spiega il sindaco de Magistris – che avevamo lanciato suggerendo di organizzare in un luogo che non fosse riconducibile all’Amministrazione la manifestazione di un politico che ha fatto della sua vita un atto di fede contro Napoli”.

Dalla Mostra Salvini non le manda a dire: “Complimenti a de Magistris. Sta tirando su una bella gioventù. Quattro delinquenti che non sono Napoli. La prossima volta la organizziamo a piazza del Plebiscito e così vediamo”. Per poi prendersela con i centri sociali, “conigli che hanno paura di scendere in piazza contro la camorra forse perché hanno qualche mamma o papà che con i clan ci campa”.

(di Armando Petretta e Patrizia Sessa/ANSA)

Ultima ora

12:02Tennis: Australia, Halep e Kerber volano in semifinale

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Tutto facile per la romena Simona Halep e la tedesca Angelique Kerber che hanno raggiunto la semifinale degli Australian Open, battendo rispettivamente la ceca Carolina Pliskova (6-3 6-2) e l'americana Madison Keys (6-1 6-2). Per la Halep, attualmente numero uno del mondo, sarà la quinta semifinale Slam della carriera, ma la prima in Australia. Vittoria senza problemi anche per la tedesca Kerber, ex numero uno del mondo, che praticamente non ha lasciato spazio alla rivale. per la Kerber è la seconda semifinale a Melbourne, dove vinse nel 2016, ma soprattutto segna il ritorno della tennista nella top ten dopo un periodo con risultati altalenanti. In semifinale si affronteranno Kerber e Halep da una parte, e la danese Caroline Wozniacki contro la belga Elise Mertens dall'altra. (ANSA).

11:52Droga: spaccio a scuola, tre arresti nel Ragusano

(ANSA) - RAGUSA, 24 GEN - Una banda di spacciatori che vendeva droga in una scuola di Ragusa durante l'intervallo e nelle piazze della città frequentate dai giovani è stata sgominata dalla Polizia di Stato, che ha arrestato tre persone, una delle quali all'epoca dei fatti minorenne, e ne ha denunciate in totale 11. Fondamentale la collaborazione dei dirigenti scolastici. L'operazione, denominata 'Ricreazione', è stata eseguita dalla squadra mobile, che ha eseguito provvedimenti restrittivi emessi dal Gip della Procura iblea. Gli spacciatori si rifornivano a Catania, contattavano i giovani clienti telefonicamente o su Facebook. Gli scambi di droga avvenivano sempre a scuola o nelle piazze di Ragusa luogo di ritrovo dei più giovani. Dalle intercettazioni dei colloqui tra spacciatori ed i loro genitori è emerso che quest'ultimi anziché punire severamente i figli, si occupavano di nascondere la droga o di disfarsene per evitare altri problemi in famiglia.

11:30Tennis: Australia, sorpresa Chung, vola in semifinale

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Il 21enne sudcoreano Hyeon Chung è il terzo semifinalista degli Australian Open, dopo Kyle Edmund e Marin Cilic. Chung, numero 58 del mondo, ha infatti battuto ai quarti l'americano Tennys Sandgren rivelazione del torneo (n. 97 del ranking) con il punteggio di 6-4 7-6 (5) 6-3. Il giovanissimo Chung quindi continua la sua marcia senza perdere terreno e anzi mostrando i denti ai prossimi avversari. Il coreano arriva infatti alle semifinali dopo aver eliminato Sascha Zverev, numero 4 del mondo e Novak Djokovic, attualmente numero 14 del ranking dopo un lungo stop per l'infortunio al gomito e sei volte vincitore a Melbourne. Con l'approdo in semifinale Chung, che ha vinto le Next Gen Finals, arriva dove mai era giunto un giocatore della Corea del Sud. Erano 14 anni che un giocatore così lontano dai vertici mondiali (Chung è il numero 58) non conquistava la semifinale. (ANSA).

11:29Quattro rapine a mano armata, arrestato dalla Polizia

(ANSA) - BOLOGNA, 24 GEN - Quattro rapine a mano armata in altrettanti negozi di Bologna: di questo è accusato Vincenzo De Leonardis, originario di Brindisi e da tempo residente in Emilia, nei confronti del quale il Gip di Bologna Franco Raffa, su richiesta del Pm Gabriella Tavano, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dalla squadra mobile brindisina, su indicazione di quella bolognese. L'indagine della Polizia ha ricostruito le responsabilità dell'arrestato per i 'colpi' del 18 aprile, 26, 28 e 30 maggio 2016 al NaturaSi di via Po, al Bimbostore di via Larga, al supermercato Metà di via Irnerio e alla farmacia Cirenaica di via Bentivogli. Casco integrale in testa, De Leonardis ha minacciato i presenti con una pistola semiautomatica Beretta calibro 9 e si è fatto consegnare in tutto circa 5.000 euro. Lo hanno incastrato le descrizioni dei testimoni e i filmati di videosorveglianza. In una perquisizione è stata anche trovata l'arma. Ora è in carcere a Brindisi. (ANSA).

11:29Filippine: lava vulcano Mayon scesa a 3 km dal cratere

(ANSA) - BANGKOK, 24 GEN - La lava eruttata dal vulcano filippino Mayon è già arrivata fino a tre chilometri al cratere, dopo essere stata sparata a 600 metri di altezza, con nubi di cenere che si estendono fino a cinque chilometri sopra la vetta. Lo ha reso noto l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia. L'eruzione, finora intermittente, è ancora in corso stamattina, dopo un'esplosione ieri sera, una delle più violente dall'inizio dell'eruzione la settimana scorsa. L'area di evacuazione è stata estesa fino a un raggio di 8 chilometri dal cratere, nel timore che una potente eruzione molto più distruttiva possa avvenire nei prossimi giorni. Finora oltre 56mila persone sono state costrette a lasciare le proprie case.

11:21Maltempo: Senna in piena, Parigi in allerta, chiuse stazioni

(ANSA) - PARIGI, 24 GEN - Senna, Marna e principali fiumi della Francia in piena, Parigi in allerta e militari dispiegati per aiutare la popolazione ad evacuare dai primi centri inondati, come Villeneuve-Saint-Georges, nella banlieue est parigina. A Parigi, dove l'allerta è massima per il livello della Senna, oggi oltre i 6 metri ma previsto in crescita fino a venerdì, cinque stazioni della RER, la metropolitana regionale che attraversa la capitale, sono state chiuse. Si tratta della RER C, che in buona parte costeggia il fiume, passando fra l'altro davanti alla Tour Eiffel. La sindaca Anne Hidalgo ha riunito la cellula di crisi in Comune, "restiamo estremamente vigili", ha annunciato. Il Louvre e il Museo d'Orsay, come nel 2016, hanno spostato le opere custodite nei piani sotterranei al sicuro nel timore di inondazioni. In totale sono 23 i dipartimenti francesi questa mattina in vigilanza "arancio", che precede solo di un grado la massima allerta, "rossa".

11:10Basket: Nba, Lebron James record, 7/o marcatore di sempre

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Un record per entrare nella storia del grande basket americano, ma soprattutto un record che potrà ancora essere ampiamente migliorato. Nella partita di questa notte in Nba fra Cleveland Cavaliers e San Antonio Spurs, infatti il re dei marcatori Lebron James ha messo a segno 28 punti, superando così la fatidica soglia dei 30.mila punti in carriera. Traguardo notevole al quale sono arrivati soltanto sei altri grandi campioni prima di lui. In vetta a questa speciale classifica di marcatori c'è Kareem Abdul-Jabbar (38.387 punti), seguito da Karl Malone (36.928), poi Kobe Bryant (33.643), Michael Jordan (32.292), Wilt Chamberlain (31.419) e Dirk Nowitzki (30.808). Lebron James con i suoi 33 anni è il più giovane di sempre ad aver raggiunto questo traguardo, generalmente ottenuto a fine carriera o quasi. Per il bomber dei Cleveland quindi la salita di qualche gradino è ancora possibile. (ANSA).

Archivio Ultima ora