Alitalia stringe sul piano di rilancio,verso tagli da un miliardo

Pubblicato il 13 marzo 2017 da ansa

ROMA. – Ultimi giorni di lavoro sul piano di rilancio di Alitalia. Il consiglio di amministrazione tornerà a riunirsi a breve, probabilmente mercoledì, per dare il via libera definitivo al piano che punta a far ripartire la compagnia attraverso un ripensamento del business e ad un sforbiciata ai costi nell’ordine di un miliardo di euro solo per i primi tre anni.

Per attuarlo al meglio si punta anche ad una riorganizzazione del management, con un tandem al vertice della compagnia: l’amministratore delegato Cramer Ball dovrebbe essere affiancato da Luigi Gubitosi (probabilmente nel ruolo di presidente esecutivo), il cui arrivo potrebbe essere deciso nel prossimo board.

Il piano, che il consiglio della scorsa settimana, ha definito “serio e realistico”, ha l’ambizioso compito di far ridecollare una compagnia che, nonostante l’accordo da 1,758 miliardi di euro di due anni e mezzo fa con Etihad per ristrutturare la compagnia italiana e riportarla all’utile quest’anno, ha archiviato il 2016 con una perdita stimata intorno al mezzo miliardo e si trova ora a fare i conti con una liquidità sufficiente per uno al massimo due mesi.

La manovra, che dovrebbe valere tra 900 milioni e 1,2 miliardi in 5 anni, ridisegna il modello business, dividendo la compagnia in due: una ‘divisione’per il lungo raggio ed una con una formula ‘ibrida’ sul breve e medio raggio. Il piano si sviluppa sul doppio binario dell’aumento dei ricavi e del taglio dei costi.

In particolare su quest’ultimo fronte la sforbiciata potrebbe arrivare fino ad un miliardo entro il 2019, come indicato dal Wall Street Journal. Una cifra che comprenderebbe anche i risparmi derivanti dal costo del personale, attraverso la rinegoziazione del contratto di lavoro e il taglio di posti di lavoro. Questa voce però finora non è stata conteggiata, perché sarà oggetto della trattativa con i sindacati.

Sulla riduzione dei costi (escluso il costo del lavoro) l’a.d. Ball ha annunciato a gennaio di aver identificato 160 milioni di tagli per il 2017, cifra che ora, dopo le richieste delle banche, potrebbe lievitare fino a 190 milioni. Nell’arco di piano la riduzione dei costi potrebbe arrivare a regime a circa 300-320 milioni.

Tutti numeri cui andranno aggiunti i risparmi sul costo del personale. Su questo aspettano alla finestra i sindacati, che dovranno rinegoziare con l’azienda il nuovo contratto e trattare sul delicato tema degli esuberi, che indiscrezioni quantificano tra 1.600 e 2.000. A loro il piano verrà presentato probabilmente la prossima settimana, dopo che sarà stato presentato al Governo, che il 9 gennaio scorso aveva concesso 2-3 settimane all’azienda per un piano “dettagliato e condiviso”.

Intanto continua la polemica sulla decisione della compagnia di interrompere dal 27 marzo le operazioni su Reggio Calabria. A fianco dei calabresi si schiera il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro, che avverte: “Una città metropolitana non può essere isolata dal resto del Paese. Senza collegamenti efficienti, senza infrastrutture non può esserci sviluppo”.

Ball in una lettera inviata venerdì ai dipendenti spiega che “non sono decisioni prese a cuor leggero”, ma questi voli “producono ingenti perdite” e “per molti mesi abbiamo dialogato con le autorità del territorio” senza trovare una soluzione. Ball ribadisce comunque la disponibilità a valutare con le competenti autorità “nuovi scenari che consentano di ripristinare in maniera sostenibile i voli”.

(di Enrica Piovan/ANSA)

Ultima ora

15:58Renzi, spero sia scelto migliore, se vogliono Visco facciano

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Nella mozione Pd c'è un giudizio sul passato, ma per il futuro sceglierà Gentiloni. Io non ho nomi. Ho un profilo: vorrei che chiunque fosse scelto sia il migliore o la migliore possibile". Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più". "Volete nominare Visco? Fatelo. Volete nominare un altro? Fatelo. Ma il giudizio su quanto accaduto deve essere il più laico possibile", sottolinea.

15:57Bankitalia: Renzi, rivendico sia merito che metodo

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Sia nel merito che nel metodo rivendico quanto fatto" con la mozione Pd su Bankitalia. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più".

15:52Gb: all’asta l’ultimo quadro dipinto da Winston Churchill

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Va all'asta l'ultimo dipinto realizzato da Winston Churchill: lo annuncia l'agenzia Pa citando un dirigente della celebre casa d'aste Sotheby's. L'opera, raro esempio d'arte 'astratta' nella produzione di sir Winston, s'intitola 'The Goldfish Pool At Chartwell'. Fu completata nel 1962 e donata poco prima della morte del primo ministro britannico della Vittoria (nel '65) al sergente Edmund Murray, sua storica guardia del corpo. Rievoca il luogo che Churchill definì "il più speciale al mondo" per rilassarsi durante la II guerra mondiale. Stando alle previsioni, dovrebbe essere aggiudicata per una cifra attorno alle 80.000 sterline, circa 90.000 euro. Pittore dilettante quanto prolifico, oltre che statista, storico, giornalista e premio Nobel per la letteratura, Churchill dipinse in un quarantennio - dopo essersi appassionato all'hobby del pennello a partire dagli anni '20, come strumento per uscire dalla depressione in un momento politico e personale buio - 544 fra acquerelli e altre opere.

15:38Catalogna: Dastis,molte immagini violenza polizia sono false

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Finora, molte delle immagini diffuse sono dei fake, se c'è stato uso della forza da parte della polizia è stato limitato e comunque rispettava le disposizioni delle autorità" per il rispetto della legge. Lo ha detto il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis alla Bbc, rispondendo ad una domanda sulla violenza della polizia il primo ottobre in Catalogna, durante le operazioni di voto del referendum indipendentista. "Se c'è stato uso della forza, e alcune immagini in effetti lo testimoniano, non è stato deliberato, ma è stato provocato", ha aggiunto Dastis.

15:36Namibia: rivincita del rinoceronte, azzoppato un bracconiere

(ANSA) - IL CAIRO, 22 OTT - Un cacciatore di frodo ha avuto la peggio in una battuta al rinoceronte in un parco nazionale del nord della Namibia: è stato gravemente ferito ad una gamba dall'animale e poi arrestato. La vittoria del rinoceronte sul suo persecutore consumatasi nell'Etosha National Park è stata descritta dal sito del quotidiano "The Namibian" basandosi su informazioni della polizia di Kunene. L'uomo, Luteni Muharukua, di età imprecisata, era penetrato nel parco assieme ad altri bracconieri per cacciare rinoceronti. Mentre erano sulle tracce di un esemplare, l'altrimenti mansueto mammifero è "sbucato dal nulla e ha caricato" i criminali: nella fuga, Muharukua è caduto e il rinoceronte "lo ha gravemente ferito alla gamba". A minacciare l'esistenza di questi animali imponenti ma "dall'indole pacifica" è il commercio di corni che ha causato la morte della metà dei rinoceronti durante gli anni Settanta.

15:31Russia: liberato Navalny dopo 20 giorni di prigione

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Il leader dell'opposizione russa Aleksey Navalny è stato rilasciato dopo aver scontato i 20 giorni di carcere che gli erano stati inflitti per aver organizzato una manifestazione non autorizzata. Uscito dal carcere, Navalny ha dichiarato sui social che spera di partecipare ad una manifestazione organizzata in serata nella città meridionale di Astrakhan.

15:30Referendum: Regione Lombardia, alle 12 affluenza 10,8%

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - In Lombardia alle 12 ha votato il 10,75% degli elettori. Il dato è riferito al 97,5% delle sezioni, 8.893 sezioni su 9.224. Lo ha comunicato Regione Lombardia, precisando che l'affluenza del 6,25%, resa nota in un primo momento, si riferiva solo a una parte delle sezioni e che il conteggio del sistema elettronico era in via di aggiornamento.

Archivio Ultima ora