Il governo chiede la fiducia sul decreto legge penale

Pubblicato il 14 marzo 2017 da ansa

Andrea Orlando ministro della giustizia
ANSA / MATTEO BAZZI

ROMA. – Il Guardasigilli Andrea Orlando riesce a tirar fuori dalle secche del Senato la riforma del processo penale (era stata approvata alla Camera nel settembre 2015 e in commissione Giustizia del Senato il 1 agosto 2016) e a rimetterla al centro del dibattito politico ottenendo il voto di fiducia per domani (e l’immediato voto finale) ma la polemica anche nella maggioranza non si placa, con il ministro Enrico Costa (Ncd) che ribadisce il suo “no” al testo e alle norme sulla prescrizione che “allungano a dismisura i processi”.

E perplessi sono anche i senatori del “Movimento Democratici e progressisti”. Annunciano in Aula, come fa Nerina Dirindin, che voteranno la fiducia al provvedimento, ma chiedono che “almeno in sede di decreti delegati” le cose migliorino, a cominciare dalla norma che rischia di rimettere in discussione il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari prevedendo la destinazione alle “Residenze di Esecuzione delle Misure di Sicurezza” (REMS) delle persone riconosciute inferme al momento della commissione del reato.

Mentre altri, come Felice Casson (Mdp), uno dei relatori della riforma, avvertono che non voteranno il testo perché “mediocre”, “non risolve i problemi” e ha “solo la funzione di essere la bandierina per il ministro della Giustizia”.

Anche il gruppo di Ncd parla di “testo migliorabile”, ma dopo una breve riunione, decide che “tutto sommato”, dirà sì alla fiducia perché “il provvedimento comunque dei passi avanti li ha fatti rispetto alla versione della Camera”. I termini per la prescrizione ad esempio, sottolinea la sottosegretaria alla Giustizia, Federica Chiavaroli (Ncd), “siamo riusciti a farli passare da 3 anni a 18 mesi ed è già qualcosa”.

Nella riforma si prevede infatti che dopo la sentenza di condanna in primo grado il termine di prescrizione resti sospeso fino al deposito della sentenza di appello, e comunque non oltre 18 mesi. Stesso tempo per la condanna in appello. Netta invece la contrarietà di FI (l’indicazione del gruppo è di votare contro anche se alcuni assicurano che usciranno dall’Aula”), della Lega, di Cor-Di e del M5S.

“Ma non preoccupatevi – spiega un senatore di Ala ai cronisti – nessuno anche su un provvedimento così mediocre metterà in difficoltà il governo. Ricordatevi che si deve arrivare al 2018…”. E, in attesa che domani l’Aula si esprima sulla fiducia, a complicare le cose è la commissione Bilancio che dà un parere condizionato sull’emendamento del governo che punta a ridurre e uniformare la spesa delle intercettazioni. Chiede in sostanza che, trattandosi di una delega, il decreto interministeriale che si dovrà fare e che conterrà previsioni di spesa dovrà ripassare alla Bilancio per un parere.

Sulle prime nel Pd si discute “perché non sta scritto da nessuna parte che un atto amministrativo debba passare all’esame del Parlamento”. Poi si sospendono i lavori della commissione e si cerca un’intesa, con il capogruppo Luigi Zanda che arriva in commissione e incontra a quattr’occhi il presidente della commissione Bilancio Giorgio Tonini. Mentre molti nella maggioranza parlano di “un problema politico”, di “un braccio di ferro tra renziani e orlandiani”. Alla fine la commissione Giustizia decide di non recepire il parere.

E una “ricomposizione” si troverà solo per il maxiemendamento (il testo uscito dalla commissione sul quale il governo chiede la fiducia) che deve passare comunque il vaglio della Bilancio. Questa, infatti, insiste: il parere sul decreto interministeriale dovrà essere dato, “ma il governo – come sottolinea in Aula il viceministro dell’Economia Enrico Morando – potrà anche non tenerne conto…”.

(di Anna Laura Bussa/ANSA)

Ultima ora

13:17Bimbo di 26 mesi muore schiacciato da tv in Salento

(ANSA) - LEVERANO (LECCE), 20 OTT - Un bambino di 26 mesi é morto schiacciato dal televisore che gli è caduto addosso mentre tentava di accenderlo. La tragedia é avvenuta nell'abitazione della famiglia della vittima a Leverano, in Salento. Il piccolo, figlio unico, era in casa con la madre. Approfittando di un momento di disattenzione della donna, il piccolo si é diretto nel soggiorno, è salito sul carrello sul quale era posizionata la tv, un vecchio modello col tubo catodico e, nel tentativo di accenderla, l'ha fatta cadere. L'apparecchio l'ha schiacciato. Vano il disperato tentativo dei sanitari del 118 di rianimarlo. La mamma è sotto choc. Sul posto sono al lavoro i carabinieri della scientifica.

13:16Rogo nel forlivese scatenato da petardi, tre denunciati

(ANSA) - MODIGLIANA (FORLÌ-CESENA), 20 OTT - Due cacciatori di 47anni e il figlio 17enne di uno di loro sono stati denunciati dai carabinieri per incendio colposo. Il tutto ha preso il via nel tardo pomeriggio di ieri col divampare di un violento incendio in un podere di Modigliana, sull'Appennino forlivese. Sono stati distrutti oltre quattro ettari di macchia mediterranea e solo il faticoso lavoro dei vigili del fuoco ha impedito che il rogo raggiungesse un'abitazione. L'incendio, hanno verificato i militari intervenuti, è stato provocato dallo scoppio di alcuni petardi, e tre persone erano state viste allontanarsi velocemente a bordo di due auto subito dopo il divampare delle fiamme. I tre sono stati ben presto identificati e raggiunti nelle loro abitazioni. Si tratta di due cacciatori del posto e del minorenne. Secondo quanto emerso il 17enne avrebbe fatto scoppiare i petardi con l'intenzione di indirizzare i volatili impauriti verso i fucili del padre e dell'amico. (ANSA).

13:0713enne giù da finestra scuola a Roma, è morto

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Un ragazzino di 13 anni è morto dopo essere precipitato da una finestra della scuola Santa Maria, di via Tasso, nel centro di Roma. Secondo quanto si è appreso, il ragazzino, è stato soccorso in gravissime condizioni dal 118 ed è deceduto poco dopo. Ancora da chiarire le circostanze della caduta del ragazzo.

12:59L. Elettorale: 179 emendamenti in Commissione al Senato

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Sono solo 179 gli emendamenti al Rosatellum 2.0 presentati in Commissione Affari costituzionali del Senato. Lo riferisce il presidente della Commissione e relatore Salvatore Torrisi, contattato al telefono. "Ci sono emendamenti di M5s, di Mdp, del Misto, di Gal e Qualcuno anche da parte di deputati del Pd e della Lega. Lunedì alle 16 iniziamo e proseguiamo ad oltranza", ha concluso.

12:58Bankitalia: Cav, sinistra vuole posti, no asse con Renzi

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - "Sul caso Bankitalia la mia posizione è stata di massima trasparenza e chiarezza: ho denunciato l'antico vizio della sinistra per l'occupazione dei posti e ribadito, allo stesso tempo, che è comprensibile la volontà di controllo su quello che è successo in questi anni. Tutto questo ho detto anche per invocare il rispetto delle regole, che qualcuno ha disinvoltamente dimenticato o addirittura violato. Nessun "asse con Renzi", come qualche giornale ha maliziosamente insinuato". Lo afferma il leader di FI Silvio Berlusconi.

12:52Solo e in pigiama, a 3 anni di notte in piazza Maggiore

(ANSA) - BOLOGNA, 20 OTT - Nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino, cantava Lucio Dalla. Invece ben prima dell'alba di mercoledì un bimbo di tre anni, solo, scalzo e in pigiama, è stato soccorso dai carabinieri in piazza Maggiore. Verso le 4.30 la centrale operativa del 112 è stata informata della presenza del piccolo, che stava vagando per la piazza. Una pattuglia della stazione Bologna è intervenuta e i militari sono risaliti ai genitori del bimbo, una coppia d'italiani residenti in zona. La madre era assente per motivi di lavoro, il padre e la domestica stavano dormendo e non si erano accorti che era uscito di casa.(ANSA).

12:51Uomo accoltellato e ucciso durante lite a Roma, un arresto

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Un uomo è stato accoltellato e ucciso stamattina alla periferia di Roma. La vittima è un 50enne che è stato raggiunto da più coltellate durante una lite. Sul posto i carabinieri del Nucleo radiomobile di Roma che hanno bloccato il responsabile, un 32enne. Non si esclude che possa avere problemi psichici. Ancora da chiarire i motivi della lite.

Archivio Ultima ora