Visco: “La soluzione non è un’uscita dall’euro, sarebbe un trauma”

Pubblicato il 16 marzo 2017 da ansa

MILANO. – La mancanza di fiducia tra i paesi europei è il nodo da sciogliere secondo il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco che ‘bacchetta’ l’Italia: è per colpa delle promesse non mantenute sul debito che non si riesce a trovare un accordo sulla politica monetaria.

Visco, chiamato dall’Ispi a parlare di Europa a diverse velocità, sottolinea che “il punto fondamentale è la mancanza di fiducia che c’è tra i principali paesi, e in particolare tra noi e i tedeschi”. Non è questione di essere europeisti, lo siamo entrambi, cruciale è la questione del debito pubblico.

“Non è possibile fare una politica monetaria in queste condizioni, ci vuole una gestione di bilancio unica, ma per farlo ci vuole un debito comune” e la Germania il nostro debito non lo vuole, giustamente fa capire il governatore.

“Il nostro debito è al 130% e quello dei tedeschi al 70%, Ciampi aveva promesso che lo avremmo portato al 60%. Non abbiamo fatto quello che avevamo promesso: è l’incapacità di questo Paese di fare i compiti per crescere rapidamente e meglio”, ha spiegato Visco. Le promesse che i Governi fanno ai propri cittadini “devono essere mantenibili”.

E dire che si abbassano le tasse per tutti, un esempio per tutti, non è una “promessa mantenibile”. “Nessuno dei governi che si sono susseguiti è riuscito ad avere una politica che dicesse ai cittadini: guardate è difficile, bisogna procedere in modo organico, bisogna lavorare su varie componenti, che sia la scuola, che sia il mercato del lavoro, che sia l’innovazione tecnologica”.

“Si va avanti e indietro (tra responsabilità nazionali e globali, ndr) su temi fondamentali come il lavoro che mancherà nei prossimi anni. E non ne parla nessuno, solo il Papa ne ha parlato. Di certo “la soluzione non è un’uscita ordinata dall’euro, perché sarebbe un’uscita traumatica e disastrosa e sta a noi evitarlo”.

Ultima ora

13:35Barcellona: terroristi in Francia prima dell’attacco

(ANSA) - PARIGI, 22 AGO - Alcuni membri della cellula terroristica responsabile degli attentati di Barcellona erano in Francia poche settimane prima dell'attentato. Lo ha affermato il ministro dell'Interno, Gerard Collomb, ai microfoni di Bfm-tv, sottolineando che l'Audi A3 utilizzata per l'attacco a Cambrils era stata fotografata da un autovelox nella regione parigina. "Questo gruppo è venuto a lavorare a Parigi ma è stata un'andata e ritorno rapida", ha poi affermato Collomb.

13:25Morto Faccia da mostro: Procura sequestra casa e barca

(ANSA) - CATANZARO, 22 AGO - La Procura antimafia di Reggio Calabria ha disposto il sequestro probatorio della casa, della barca e del telefono cellulare di Giovanni Aiello, l'ex poliziotto della Mobile di Palermo conosciuto come "Faccia da mostro", deceduto ieri mattina sulla spiaggia di Montauro. Il provvedimento è stato disposto dal procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo titolare dell'inchiesta "'Ndrangheta stragista" che vedeva coinvolto lo stesso Aiello già sottoposto a perquisizione lo scorso 24 luglio. Si tratta di un sequestro probatorio in attesa degli esiti dell'autopsia disposta dalla Procura di Catanzaro. Gli accertamenti degli uomini della Squadra mobile sono proseguiti fino a tarda notte. Gli investigatori hanno raccolto anche la testimonianza della moglie di Aiello. Nell'attesa che venga effettuato l'esame autoptico, il corpo di Aiello si trova nel policlinico universitario di Catanzaro.

13:09Calcio: ufficiale, Kalinic nuovo giocatore del Milan

(ANSA) - MILANO, 22 AGO - Nikola Kalinic è ufficialmente un nuovo giocatore del Milan, l'undicesimo acquisto del club rossonero in questa sessione di mercato. "Ac Milan comunica - si legge sul sito - di avere acquisito a titolo temporaneo, con obbligo di riscatto, da Ac Fiorentina le prestazioni sportive di Nikola Kalinic che ha firmato un contratto con il Club rossonero fino al 30 giugno 2021". Kalinic indosserà la maglia numero 7.

13:02Barcellona: atterrato a Verona volo con feretri italiani

(ANSA) - VERONA, 22 AGO - E' atterrato poco fa all'aeroporto militare di Villafranca di Verona il Boeing 767 dell'Aeronautica militare che ha trasportato le salme di due dei tre italiani morti nell'attentato di Barcellona, Luca Russo, di Bassano del Grappa (Vicenza) e Bruno Gulotta, di Legnano (Milano). Dopo gli onori militari e l'accoglienza da parte delle autorità - per il Veneto è presente il governatore Luca Zaia - i feretri proseguiranno verso le rispettive città di provenienza.

12:43Ischia:salvato Mattias, vigili ormai vicini a Ciro

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - E' stato estratto vivo dai vigili del fuoco uno dei due bambini sotto le macerie ad Ischia. Si tratta di Mattias: il bimbo sta bene. I vigili del fuoco hanno ormai raggiunto e stanno lavorando per estrarre anche Ciro. Anche lui sta bene, secondo le informazioni dei vigili del fuoco.

12:41Polizia sequestra 300 pastiglie di yaba, un arresto

(ANSA) - MONFALCONE (GORIZIA), 22 AGO - Oltre 300 pastiglie di yaba, una micidiale sostanza sintetica nota come "Droga della pazzia" o "Droga di Hitler", sono state sequestrate dagli agenti del commissariato di Polizia di Monfalcone (Gorizia) che hanno arrestato un cittadino bengalese - N.M., di 36 anni - che vive a Monfalcone ed é regolarmente impiegato in una ditta di carpenteria L'uomo è stato fermato durante servizi straordinari di controllo del territorio, intensificati in seguito ai recenti atti di terrorismo. La yaba é una sostanza stupefacente a base di metanfetamina; a volte viene miscelata con i residui della lavorazione dell'eroina ed è molto diffusa nei paesi asiatici (Bangladesh e India, in particolare). Induce mancanza di sonno per lunghi periodi, scatena comportamenti violenti e crea subito una forte dipendenza causando gravi danni alla salute. Veniva utilizzata dall'esercito tedesco per rendere i soldati insensibili alla fatica durante la Seconda guerra mondiale.

12:31Mondiali 2018: il 25/8 convocati della Spagna per l’Italia

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Julen Lopetegui diramerà la lista dei convocati della Nazionale spagnola per le partite contro Italia e Liechtenstein venerdì 25 agosto, alle 12,30. Lo annuncia la Federcalcio spagnola. Le 'Furie rosse' affronteranno la Nazionale di Ventura il 2 settembre nello stadio Bernabeu di Madrid e il 5 torneranno in campo a Vaduz, per la sfida contro il Liechtenstein. Entrambe le partite, che si disputeranno alle 20,45, fanno parte della fase di qualificazione ai Mondiali dell'anno prossimo in Russia. Sempre il 25 agosto, ma alle 12,45, fa sapere la Federcalcio spagnola, verranno resi noti anche i convocati della Spagna Under 21: la squadra di Albert Celades affronterà l'Italia a Toledo il primo settembre, il giorno prima del match fra le Nazionali maggiori. (ANSA).

Archivio Ultima ora