Coppa Libertadores: l’italo-venezuelano Savarino regala la prima vittoria allo Zulia

L'abbraccio dei giocatori dello Zulia dopo la vittoria
L’abbraccio dei giocatori dello Zulia dopo la vittoria

CARACAS – Il 30 giugno 2005 veniva fondato nella cittá di Maracaibo lo Zulia Fútbol Club. Quasi dodici anni dopo, la formazione lagunare festeggia la sua prima storica vittoria in Coppa Libertadores. La squadra allenata da Daniel Farías ha battuto per 0-1 gli uruguaiani del Nacional in una gara disputata nello stadio Gran Parque Central della cittá di Montevideo.

Il mattatore dell’incontro é stato l’italo-venezuelano Jefferson Savarino che ha trafitto la porta charrúa al 31esimo minuto di gioco. L’attaccante di origine italica é diventato il secondo venezuelano che riesce a fare un gol sul campo del Nacional: prima di lui ci era riuscito Alexis Chirinos con la maglia del Deportivo Táchira nell’edizione 2004 della Coppa Libertadores.

La vittoria esterna é servita a marabini per riscattarsi del ko subito (1-2) la scorsa settimana nello stadio Pachencho Romero contro la Chapecoense.

L’ultima vittoria di una squadra dello stato Zulia nella Coppa Libertadores risale al 31 marzo del 2006, allora lo scomparso Unión Atlético Maracaibo vinse per 3-0 contro i messicani dei Pumas nello stadio Pachencho Romero di Maracaibo. Il trionfo dei lagunari é servito anche per fermare la scia positiva del Nacional, non perdeva da nove turni.

“Il bello del calcio é che sempre puoi riscattarti. Abbiamo giocato una buona gara e dobbiamo migliorare gara dopo gara. Dobbiamo percorrere tanta strada. Siamo venuti a cercare un risultato positivo, abbiamo giocato a viso aperto su un campo difficile come quello del Nacional” ha dichiarato Juan Arango a fine gara.

Il prossimo impegno dello Zulia nella Coppa Libertadores sará contro il Lanús, il 18 aprile. Mentre in campionato scenderá in campo domenica a Maracaibo contro lo Zamora dell’italo-venezuelano Francesco Stifano.

(Fioravante De Simone)