Trump trema, l’Fbi indaga sui legami con la Russia

Pubblicato il 20 marzo 2017 da ansa

FBI Director James Comey (L) and National Security Agency Director Mike Rogers (R) prior to testifying before the House Select Intelligence Committee hearing on Russian active measures during the 2016 election campaign on Capitol Hill in Washington, DC, USA, 20 March 2017. EPA/SHAWN THEW

WASHINGTON. – Quello che il direttore dell’Fbi James Comey è disposto a concedere lo mette sul tavolo subito, confermando in apertura dell’audizione davanti alla commissione intelligence del Congresso che il Bureau sta indagando su possibili legami ed un eventuale coordinamento tra la Russia e l’entourage di Donald Trump nell’ambito di una più vasta inchiesta sul sospetto di interferenze di Mosca nelle elezioni presidenziali americane.

E’ la prima scossa che manda alla Casa Bianca da Capitol Hill, seguita poi a stretto giro dalla smentita di intercettazioni presso la Trump Tower, cosa che forse ancor di più mette in difficoltà il presidente, che resta aggrappato a quei 140 caratteri con cui ha accusato il predecessore Barack Obama di averlo spiato durante la campagna elettorale.

E’ la prima volta che Comey ammette pubblicamente l’esistenza dell’inchiesta sul Russiagate e lo fa – spiega – con l’autorizzazione del dipartimento di Giustizia, rompendo quindi in nome dell’interesse pubblico una prassi di segretezza altrimenti osservata al millesimo. Nessun altro dettaglio sui tempi o sulle modalità.

“E’ frustrante, ma altro non dirò”, avverte la commissione che lo mette sulla graticola per ore, senza tuttavia ottenere più di qualche commento. Comey ha infatti riconosciuto che i russi possano avere avuto delle preferenze per Trump (candidato prima e presidente poi), che il presidente russo Vladimir Putin preferisce avere a che fare con leader “che siano businessman, come Berlusconi per esempio, perché con loro é più facile negoziare”, che la Russia vorrebbe vedere sollevate le sanzioni imposte in seguito alla crisi ucraina, così come a Mosca non dispiacerebbero altre Brexit.

Fino a riferire la ricostruzione dell’intelligence secondo cui i russi “odiano” Hillary Clinton e “volevano danneggiarla”, ma “a fine estate erano convinti che Clinton avrebbe vinto”, che Trump non avesse chance e quindi decisero di rivolgere l’attenzione verso la candidata democratica.

La seconda scossa è però quella che forse nell’immediato dà più fastidio a Trump: “Non abbiamo informazioni a sostegno” di quanto espresso nel tweet del presidente Donald Trump con le accuse al suo predecessore Barack Obama di averlo intercettato presso la Trump Tower.

Eppure il presidente aveva promesso “vedrete, altro uscirà”, nell’imbarazzo seguito ai quei 140 caratteri diventato anche un ‘pasticcio’ diplomatico dopo aver tirato in ballo un presunto coinvolgimento degli 007 britannici. Nessun individuo può ordinare che un americano venga intercettato. E’ una opzione che viene garantita dopo un rigoroso processo, ha confermato ancora Comey, come a ‘scagionare’ Obama.

Quindi la stoccata definitiva da parte del capo dell’Nsa, Mike Rogers, che da parte sua ha chiarito: “Nessuno ha chiesto al Regno Unito di intercettare Donald Trump”. Tale richiesta “andrebbe espressamente contro gli accordi” tra le agenzia di intelligence di diversi paesi.

La Casa Bianca resta per ora immobile, con il portavoce Sean Spicer che non cede di un millimetro dal podio della sala stampa e piuttosto rilancia i sospetti diffusi da Trump via Twitter sui presunti rapporti tra la campagna di Hillary Clinton e i russi e sul rifiuto del comitato nazionale democratico di far esaminare dall’Fbi i propri server hackerati, mentre torna a condannare le “criminose” fughe di notizie diffuse dai media: “Indagare e avere prove sono cose diverse”.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

05:03Sparatoria San Diego, killer si e’ arreso dopo 8 ore

NEW YORK - E' di due morti e due feriti gravi il bilancio della sparatoria avvenuta in un complesso abitativo di National City, nei sobborghi di San Diego, in California. I poliziotti hanno catturato il killer che per 8 ore ha resistito barricato in un appartamento: sarebbe ferito.

03:55Filippine: assedio a Marawi, oggi tregua per fine Ramadan

MANILA - L'esercito filippino osservera' oggi una tregua di otto ore nella sua offensiva terrestre e navale contro i militati islamici affiliati all'Isis della citta' meridionale di Marawi, per consentire agli abitanti, molti dei quali residenti lungo le vie dei combattimenti, di celebrare la fine del Ramadan. Il portavoce dell'esercito, generale Restituto Padilla, ha detto che ''la pausa umanitaria'' negli attacchi militari comincera' alle 6 del mattino locali ma verra' revocata immediatamente se i militanti apriranno il fuoco o minacceranno le truppe o i civili.

01:13Attore Domenico Diele investe e uccide una donna in scooter

(ANSA) - SALERNO, 25 GIU - E' l'attore Domenico Diele l'uomo di 32 anni che la notte scorsa ha investito e ucciso una 48enne nei pressi dell'uscita autostradale di Montecorvino Pugliano, nel Salernitano. L'attore, senese di origini, ma trapiantato da tempo a Roma, si trovava in zona per le riprese del film 'Una vita spericolata' del regista Marco Ponti. Volto emergente del cinema e della fiction, ha recitato in diverse pellicole, tra cui 'Acab', e in numerose serie di successo della tv, come 'Don Matteo' e '1992'.Sembra che Diele stesse tornando da una festa che si era tenuta a Matera quando con la sua auto, intorno alle 2 del mattino, ha urtato lo scooter su cui viaggiava la 48 enne Ilaria Dilillo che è morta praticamente sul colpo a causa delle ferite riportate. Gli agenti della Polizia stradale di Eboli hanno arrestato il 32enne con l'accusa di omicidio stradale aggravato. L'udienza di convalida della misura è prevista per lunedì.

00:59Italia rovente, a Ferrara percepiti 49 gradi

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - Chi ha potuto ha cercato refrigerio al mare. Ma non sempre chi si è rifugiato sulle spiagge è riuscito ad evitare l'afa, che ieri ha attanagliato gran parte dell'Italia, con temperature da capogiro, non solo nelle città. Complice l'elevata umidità, il caldo avvertito è stato largamente superiore ai gradi segnati dal termometro, con 10-12 tacche in più rispetto alle cifre reali. E i numeri sono stati da record: come a Ferrara, dove la temperatura percepita ha raggiunto all'ora di pranzo i 49 gradi, a fronte degli effettivi 37. E a Termoli, in Molise, dove il calore sentito è arrivato a 46 gradi, anche se la colonnina di mercurio si era fermata a 30. E pure a Capo Frasca, in Sardegna, con 37 gradi reali, ma la sensazione che ce ne fossero 44. Roventi anche le città che sono state segnalate dal Ministero della Salute con il bollino rosso. A Bologna la temperatura avvertita è stata di 42 gradi, a fronte dei 35 effettivi; 40 a Torino, Brescia e Bolzano.

23:42Europei U.21: Bernardeschi, che cuore questa Italia

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "L'emozione è tanta, io quando indosso questa maglia provo sempre qualcosa di speciale e particolare. Fare un gol così importante è veramente bellissimo". E' un Federico Bernardeschi felice quello che commenta il successo dell'under 21 azzurra sulla Germania, arrivato per il suo gol al 30'. "Credo ci sia da fare tanti complimenti a questa squadra - dice ancora il talento azzurro -: con il cuore si va avanti, e non c'è niente da fare e non ci si smentisce mai. Ma ce lo meritavamo, e abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna, visto che la Danimarca ha vinto. La nostra è stata una grande partita". Poi parla della sua rete. "Ho capito subito che avrei potuto fare gol - dice -. Ho tirato di sinistro perché sono più sicuro". Sottolinea poi che "questa squadra è un gruppo unito e lo ripeterò sempre: siamo così. Ma sappiamo di non aver fatto ancora niente. Ora c'è la Spagna, che è la squadra che ha impressionato di più in questo Europeo. Ma se questa Italia gioca con il cuore è dura per tutti".

23:39Calcio: Di Biagio, ora pensiamo a fare miracolo con Spagna

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "Le critiche nei miei confronti? oggi abbiamo vinto, e non ci saranno. Comunque ci stanno, fanno parte del nostro lavoro. In questo caso bisogna capire dove migliorare". Questo il commento del ct dell'Under 21 Gigi Di Biagio dopo il successo sulla Germania che è valso l'accesso alle semifinali. "Oggi abbiamo fatto una buonissima gara contro un'avversaria forte - dice -. Il nostro obiettivo era di di vincere 1-0 e poi vedere cosa poteva succedere, e così è stato. Ora c'è da migliorare e arrivare in fondo, quindi ora subito con la testa alle semifinale". La mossa vincente è stata quella del 'falso nueve', con il trio Chiesa-Bernardeschi-Berardi che non ha dato punti di riferimento agli avversari. "La mossa è riuscita perchè abbiamo vinto - sorride Di Biagio -, altrimenti stavamo qui a parlare di scelta sbagliata. Abbiamo giocato bene perché abbiamo alzato il ritmo". Adesso c'è la semifinale di martedì a Cracovia contro la Spagna. "Cercheremo di fare il miracolo - dice Di Biagio - ma ora pensiamo a recuperare".

23:38Europei U.21: Italia-Germania 1-0

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Serviva l'impresa e gli Azzurrini l'hanno compiuta battendo 1-0 la quotatissima Germania. Un successo che permette alla formazione del tecnico Gigi Di Biagio di accedere alla semifinale dell'Europeo Under 21, in Polonia, dove martedì prossimo affronterà l'altrettanto temibile Spagna, che ha chiuso a punteggio pieno il proprio girone. Sul passaggio del turno ha influito e non poco la vittoria della Danimarca, che ha battuto 4-2 la Repubblica ceca, permettendo anche alla Germania di avanzare. In semifinale i tedeschi affronteranno l'Inghilterra. A Cracovia il gol partita l'ha siglato Bernardeschi al 30' del primo tempo. Unica nota negativa le ammonizioni di Berardi e Conti che, diffidati, sono stati ammoniti. Salteranno l'impegno con la Spagna.

Archivio Ultima ora