Trump trema, l’Fbi indaga sui legami con la Russia

Pubblicato il 20 marzo 2017 da ansa

FBI Director James Comey (L) and National Security Agency Director Mike Rogers (R) prior to testifying before the House Select Intelligence Committee hearing on Russian active measures during the 2016 election campaign on Capitol Hill in Washington, DC, USA, 20 March 2017. EPA/SHAWN THEW

WASHINGTON. – Quello che il direttore dell’Fbi James Comey è disposto a concedere lo mette sul tavolo subito, confermando in apertura dell’audizione davanti alla commissione intelligence del Congresso che il Bureau sta indagando su possibili legami ed un eventuale coordinamento tra la Russia e l’entourage di Donald Trump nell’ambito di una più vasta inchiesta sul sospetto di interferenze di Mosca nelle elezioni presidenziali americane.

E’ la prima scossa che manda alla Casa Bianca da Capitol Hill, seguita poi a stretto giro dalla smentita di intercettazioni presso la Trump Tower, cosa che forse ancor di più mette in difficoltà il presidente, che resta aggrappato a quei 140 caratteri con cui ha accusato il predecessore Barack Obama di averlo spiato durante la campagna elettorale.

E’ la prima volta che Comey ammette pubblicamente l’esistenza dell’inchiesta sul Russiagate e lo fa – spiega – con l’autorizzazione del dipartimento di Giustizia, rompendo quindi in nome dell’interesse pubblico una prassi di segretezza altrimenti osservata al millesimo. Nessun altro dettaglio sui tempi o sulle modalità.

“E’ frustrante, ma altro non dirò”, avverte la commissione che lo mette sulla graticola per ore, senza tuttavia ottenere più di qualche commento. Comey ha infatti riconosciuto che i russi possano avere avuto delle preferenze per Trump (candidato prima e presidente poi), che il presidente russo Vladimir Putin preferisce avere a che fare con leader “che siano businessman, come Berlusconi per esempio, perché con loro é più facile negoziare”, che la Russia vorrebbe vedere sollevate le sanzioni imposte in seguito alla crisi ucraina, così come a Mosca non dispiacerebbero altre Brexit.

Fino a riferire la ricostruzione dell’intelligence secondo cui i russi “odiano” Hillary Clinton e “volevano danneggiarla”, ma “a fine estate erano convinti che Clinton avrebbe vinto”, che Trump non avesse chance e quindi decisero di rivolgere l’attenzione verso la candidata democratica.

La seconda scossa è però quella che forse nell’immediato dà più fastidio a Trump: “Non abbiamo informazioni a sostegno” di quanto espresso nel tweet del presidente Donald Trump con le accuse al suo predecessore Barack Obama di averlo intercettato presso la Trump Tower.

Eppure il presidente aveva promesso “vedrete, altro uscirà”, nell’imbarazzo seguito ai quei 140 caratteri diventato anche un ‘pasticcio’ diplomatico dopo aver tirato in ballo un presunto coinvolgimento degli 007 britannici. Nessun individuo può ordinare che un americano venga intercettato. E’ una opzione che viene garantita dopo un rigoroso processo, ha confermato ancora Comey, come a ‘scagionare’ Obama.

Quindi la stoccata definitiva da parte del capo dell’Nsa, Mike Rogers, che da parte sua ha chiarito: “Nessuno ha chiesto al Regno Unito di intercettare Donald Trump”. Tale richiesta “andrebbe espressamente contro gli accordi” tra le agenzia di intelligence di diversi paesi.

La Casa Bianca resta per ora immobile, con il portavoce Sean Spicer che non cede di un millimetro dal podio della sala stampa e piuttosto rilancia i sospetti diffusi da Trump via Twitter sui presunti rapporti tra la campagna di Hillary Clinton e i russi e sul rifiuto del comitato nazionale democratico di far esaminare dall’Fbi i propri server hackerati, mentre torna a condannare le “criminose” fughe di notizie diffuse dai media: “Indagare e avere prove sono cose diverse”.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

21:19Calcio: amichevoli, Sassuolo batte Real Vicenza 9-0

(ANSA) - VIPITENO (BOLZANO), 22 LUG - Nove gol del Sassuolo nell'amichevole disputata a Vipiteno contro il Real Vicenza. Mattatori del test i due attaccanti Iemmello e Falcinelli, con il primo che ha firmato un poker, doppietta invece per l'ex del Crotone. Senza Berardi, arrivato solo da un paio di giorni nel ritiro, l'allenatore Bucchi ha tenuto a riposo il portiere titolare Consigli. Il primo tempo si è chiuso sul 3-0, con la rete in apertura di Sensi e la successiva doppietta di Falcinelli. Nella ripresa sono cambiati tutti gli 11 titolari, compreso il tridente offensivo formato da Politano, Falcinelli e Ragusa. Subito in rete Duncan poi è toccato a Iemmello. Sul 5-0 è stato il turno di Matri e gran finale nel segno di Iemmello, che ha portato il risultato finale sul 9-0.

21:07Pd: Conferenza programmatica, Orlando ed Emiliano nel gruppo

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - "Si è formalizzato il gruppo ristretto, che sarà responsabile dei contenuti della Conferenza Programmatica 'Italia 2020' e che si svolgerà a ottobre, gruppo che sarà composto da Andrea Orlando, Michele Emiliano, Graziano Delrio, Sergio Chiamparino, Maria Elena Boschi. Per la segreteria Maurizio Martina e Tommaso Nannicini". Lo annuncia un comunicato dell'ufficio stampa del Pd. Anche nella nuova organizzazione dei dipartimenti del partito figurano, tra le 20 donne e i 20 uomini che li guideranno, esponenti delle minoranze interne.

21:07Migranti: Berlusconi, disponibili ad aiutare governo

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Siete disponibili ad un tavolo nazionale sull'emergenza migranti? "Ovviamente sì", risponde Silvio Berlusconi. "Abbiamo messo a disposizione del governo, come è giusto fare di fronte a una simile tragedia, la nostra esperienza e la nostra competenza. Ci sono stati degli incontri e delle manifestazioni di disponibilità, ma mi pare che non si sia andati oltre", ha detto in una intervista a Tiscalinews. Il leader di Forza Italia ha contemporaneamente sottolineato che "su questo tema negli ultimi giorni sono state dette cose molto gravi. Il PD e i governi da esso sostenuti hanno fortissime responsabilità, che ora cercano di nascondere, dando la colpa una volta all'Europa - che pure non è esente da responsabilità - una volta addirittura, e questo è davvero ridicolo, ai nostri governi".

21:06Pd: Renzi, chi gioca dentro rispetti maggioranza interna

(ANSA) - POGGIBONSI (SIENA), 22 LUG - "Ci sono ragioni ideologiche nella scissione, e ragioni personali che non mi sembrano sufficienti a giustificare la scissione", "ma noi non buttiamo fuori nessuno. Chi decide la leadership nel partito? Gli iscritti. Tutti insieme con le primarie si decide una strategia. Chi gioca nel partito deve rispettare i voleri della maggioranza dentro il partito". Lo ha detto Matteo Renzi alla Festa del Pd a Poggibonsi (Siena), rispondendo a una domanda del pubblico sulla scissione della sinistra interna al Pd. "Non si possono fare sempre le primarie", "qualcuno le vorrebbe spesso, sembra la collezione autunno-inverno...", ha anche ironizzato.

21:05L.elettorale: Renzi, scriverla con Grillo e Berlusconi

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - (ANSA) - POGGIBONSI (SIENA), 22 LUG - "Io le regole del gioco sono per scriverle insieme a Grillo e a Berlusconi, non contro di loro. Dopodichè bisogna che gli altri ci stiano...": così il segretario del Pd Matteo Renzi sulla legge elettorale rispondendo alle domande del pubblico a Poggibonsi (Siena) dove presenta il libro 'Avanti' alla festa del partito.

20:51Berlusconi, visita a sorpresa a Golfo Aranci

(ANSA) - GOLFO ARANCI, 22 LUG - Visita a sorpresa di Silvio Berlusconi, in vacanza a Porto Rotondo, questo pomeriggio alla Festa del Gusto a Golfo Aranci. L'ex premier attorno alle 18 ha fatto una passeggiata tra gli stand allestiti sul lungomare in occasione della manifestazione enogastronomica dedicata ai prodotti sardi e internazionali in programma da giovedì 20 e che si chiude domenica 23 luglio. Accompagnato dalla sua scorta e insieme ai sindaci di Olbia, Settimo Nizzi e di Golfo Aranci, Giuseppe Fasolino (entrambi di Fi), Berlusconi si è fermato per scambiare due battute con i numerosi espositori, una ottantina, si è concesso ai selfie, infine si è complimentato con lo staff organizzatore. "Ci ha fatto i complimenti per la manifestazione - racconta all'ANSA Alessia Littarru, presidente dell'associazione Primavera Sulcitana - è stata una bella sorpresa per noi e per tutti gli espositori".

20:40Trump, Nyt svelò piano contro Baghdadi

(ANSA) - WASHINGTON, 22 LUG - "Il fallimentare New York Times ha vanificato gli sforzi degli Usa per uccidere il terrorista più ricercato, Al-Baghdadi (il capo dell'Isis, ndr). La loro agenda malata sulla Sicurezza Nazionale". Lo scrive il presidente Usa Donald Trump in uno della raffica di tweet pubblicati oggi. Nel suo tweet Trump non entra del dettaglio e non specifica a quale articolo del New York Times faccia riferimento. Il giornale della Grande Mela, dando conto dei commenti del presidente in un più vasto articolo, ipotizza però che il presidente possa aver reagito ad un servizio di Fox News trasmesso proprio prima che Trump intervenisse su Twitter e in cui si citava il generale americano Tony Thomas che ad un forum ha dichiarato che le forze americane erano particolarmente vicine ad al Baghadi dopo che in un'incursione del 2015 erano state recuperate informazioni. "Una pista ottima. Sfortunatamente venne fatta filtrare da un importante quotidiano nazionale una settimana dopo e la pista scomparve".

Archivio Ultima ora