A New York, Modena e Girona i miglior ristoranti al mondo

Pubblicato il 05 aprile 2017 da ansa

Massimo Bottura, Osteria Francescana, ritira il premio quale miglior chef europeo e secondo migliore del mondo a Melbourne © ANSA/Ansa

ROMA. – La doppietta è come il soufflé, non sempre riesce, anche ai migliori chef del pianeta. Massimo Bottura, al World’s 50 Best Restaurants tenutosi quest’anno a Melbourne in Australia, perde la corona di miglior chef al mondo e la passa a Daniel Humm dell’Eleven Madison Park Restaurant a New York, premiato anche come “Miglior chef del Nord America”.

Sembra una piccola scivolata quella del patron dell’Osteria Francescana a Modena, Bottura è secondo nella classifica che raccoglie il giudizio di 1.040 esperti internazionali da 26 aree culinarie, ed è stato premiato come “Miglior chef d’Europa”. Sul podio, al terzo posto, i fratelli Roca con El Celler de Can Roca, che per la qualità dell’ospitalità ricevono anche il premio Ferrari, consegnato dalla produttrice di Trentodoc, Camilla Lunelli.

La cerimonia di premiazione dei primi 50 ristoranti del mondo, la creme de la creme della ristorazione globale, è stata emozionante: sfilano 50 super eroi, ha detto il conduttore. Quando il cerchio si è stretto sulla top ten, che delinea una geografia di eccellenze negli Usa (1), Italia (1), Spagna (3), Francia (1), Perù (1), Thailandia (1), Perù (1), Austria (1), si è capito che l’alta cucina parla molto spagnolo e che il duello al vertice era tra Humm del Madison in 11 Madison Avenue, premiato lo scorso anno da Ferrari, e Bottura, patron e anima del ristorante modenese di Via Stella 22 a Modena.

Quest’anno l’ha spuntata il nordamericano, ma la premiazione si è conclusa con un abbraccio collettivo tra i primi tre talenti al mondo. I 50 Best sono diventati un evento itinerante: l’edizione australiana segue quella tenutasi a New York lo scorso anno, dopo la serie di premiazioni a Londra fin dal 2002.

Tra gli chef italiani, nella top 100 mondiale, l’Italia svela il volto più giovane dei suoi talenti ai fornelli, anche se manca una affermazione femminile. Conquista il 15/o posto Enrico Crippa di Piazza Duomo ad Alba; 29/o i fratelli Alajmo de Le Calandre a Rubano (Pd), scala dall’84/o al 43/o Niko Romito del Reale a Castel di Sangro (Aq); scivola dal 46/o al 59/o posto David Scabin del Combal Zero di Torino.

“L’ingresso del nostro ristorante Reale nella classifica dei World’s 50 Best è una grande soddisfazione – ha commentato Niko Romito -, che condivido con mia sorella Cristiana e con la mia squadra. È un riconoscimento che premia anche l’Abruzzo, la mia terra, che rivive costantemente nei miei piatti”.

Il bergamasco Umberto Bombana, col suo “Otto e mezzo” a Hong Kong, è al 60/o posto e vince il premio alla carriera. Premio Lavazza al Blue Hill di New York. Diners Club premia l’inglese Heston Blumenthal del The Fat Duck.

(di Alessandra Moneti/ANSA)

Ultima ora

11:58Ema: attesa a Milano per decisione oggi a Bruxelles

(ANSA) - MILANO, 20 NOV - Attesa a Milano per la votazione di oggi a Bruxelles sulla nuova sede di Ema, l'Agenzia del farmaco, che per effetto Brexit dovrà lasciare Londra. Tra le 19 città candidate, Milano è tra le favorite. I Paesi chiamati a decidere sono 27, le operazioni di voto, a cui per l'Italia partecipa il sottosegretario agli Affari Europei Sandro Gozi, prendono il via alle 17. "Siamo tutti in attesa della decisione" ha detto il presidente del Consiglio Regionale, Raffaele Cattaneo, presenziando a una mostra a Pirellone. Nel caso di vittoria di Milano, Palazzo Pirelli diventerà la nuova sede dell'Agenzia. Il sindaco, Giuseppe Sala, attenderà l'esito del voto nel suo ufficio a Palazzo Marino. Il presidente della Lombardia Roberto Maroni ha fatto sapere che commenterà l'esito in Regionem dove sarà allestita una sala apposita. "Mi auguro che gli Stati europei facciamo una scelta di qualità - ha detto ieri a Milano il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani - e che non ci siano baratti sotto banco, che venga prescelta la città che offre le migliori condizioni, nell'interesse dell'Agenzia. Certamente Milano ha le caratteristiche per essere prescelta".

11:26Migranti: Forza Nuova, striscioni contro Patriarca Moraglia

(ANSA) - VENEZIA, 20 NOV - Militanti di Forza Nuova hanno affisso nell'area marciana degli striscioni provocatori nei confronti del Patriarca Francesco Moraglia, contestando l'accoglienza offerta nei patronati ai migranti provenienti dall'ex base di Conetta. Per il coordinatore regionale del movimento Andrea Visentin, "non ultimo, questi gesti plateali e propagandistici a favore dei cosiddetti 'migranti', rischiano di innescare quella 'guerra tra poveri', a cui siamo contrari e che vogliamo impedire". "Ci chiediamo Eccellenza - continua rivolto a Moraglia - se, dalle stanze dorate del Suo palazzo, veda gli italiani, sempre più schiacciati dalla crisi e non tutelati nei loro più elementari diritti sociali dalle istituzioni preposte, dormire al freddo in una macchina, risparmiare sulle spese sanitarie, non arrivare alla prima settimana; apra le porte degli immobili diocesani anche a loro".

11:25Cadavere uomo trovato in acqua fossi medicei a Livorno

(ANSA) - LIVORNO, 20 NOV - Il cadavere di un uomo, non ancora identificato, è stato recuperato questa mattina dai sommozzatori dei vigili del fuoco nelle acque dei fossi medicei, sotto gli scali Finocchietti a Livorno. A richiedere l'impiego dei sommozzatori è stata la polizia, che, intervenuta sul posto anche con la scientifica, ha avviato tutti gli accertamenti per risalire all'identità e alle cause del decesso. A scoprire il corpo è stato un pescatore: stava per uscire per una battuta di pesca quando ha visto la salma galleggiare vicino alla sua barca.

11:18Calcio: Allegri, “schiaffi immeritati, ora reagire”

(ANSA) - TORINO, 20 NOV - "Se non si è reattivi con la testa, si prende gli schiaffi anche quando non li si merita". Massimiliano Allegri torna così, via Twitter, sulla sconfitta della sua Juventus contro la Sampdoria. "Ora reagire con positività - è la richiesta del tecnico bianconero - che i giorni da qui al 6 gennaio diranno tanto su chi siamo e dove vogliamo andare!".

11:16‘Tribunale ordini dimissioni di Mugabe

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Il presidente dell'associazione dei veterani di guerra in Zimbabwe, Chris Mutsvangwa, ha annunciato in una conferenza stampa che chiederà "un ordine del tribunale per far dimettere Robert Mugabe". Lo riporta la Bbc. Il capo dei veterani dello Zimbabwe ha annunciato "nuove proteste di piazza" nei prossimi giorni. "Il tuo tempo è finito", ha detto Mutsvangwa rivolgendosi a Mugabe. Ieri il presidente 93enne ha spiazzato tutti in un discorso trasmesso in diretta televisiva durante il quale non solo non ha annunciato le sue attese dimissioni, ma ha anche dichiarato di voler presiedere il congresso del partito a dicembre. Ieri lo stesso Zanu-PF aveva intimato a Mugabe di dimettersi entro oggi a mezzogiorno altrimenti si sarebbe dato il via all'impeachment.

11:02Arresto De Luca: stop domiciliari, ora misura interdittiva

(ANSA) - PALERMO, 20 NOV - Il gip di Messina ha disposto la revoca degli arresti domiciliari per il neo deputato regionale Cateno de Luca, accusato di evasione fiscale sostituendo la misura con quella interdittiva del divieto di esercizio di posizioni apicali negli enti coinvolti nell'inchiesta. Per il giudice sussistono i gravi indizi di colpevolezza di De Luca ma si sarebbero affievolite le esigenze cautelari. La settimana scorsa, dopo le continue esternazioni sui social del deputato il gip aveva disposto il divieto di comunicazione con l'esterno. (ANSA).

11:01Migranti: ex Moi Torino, trasferiti i primi profughi

(ANSA) - TORINO, 20 NOV - Ha preso il via questa mattina, a Torino, il trasferimento dei primi migranti dall'ex Moi, il villaggio olimpico da tempo occupato da famiglie di profughi e migranti. Le operazioni prendono il via dalle cantine. I primi migranti verranno collocati in posti letto messi a disposizione dalla Diocesi di Torino. "Per ora sta andando tutto bene - afferma Davide Ricca, presidente della Circoscrizione 8 -. È stato portato avanti un progetto condiviso con gli occupanti, che già da ieri sono stati informati del trasferimento. Questo è un primo passo per la liberazione delle palazzine e la loro restituzione al quartiere". Nelle palazzine dell'ex villaggio olimpico di Torino 2006 vivono in tutto circa 750 stranieri, 50 dei quali nei sotterranei. Il progetto Moi - acronimo di Migranti Opportunità Integrazione - è stato messo in campo con Prefettura, Comune di Torino, Regione Piemonte, Città Metropolitana, Diocesi e Compagnia di San Paolo.(ANSA).

Archivio Ultima ora