Champions: super Juve e Dybala stellare, Barca umiliato

Pubblicato il 11 aprile 2017 da ansa

Paulo Dybala (R) festeggia il gol contro il Barcellona. Torino, 11aprile 2017
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

TORINO. – Annichilito il Barcellona, la Juventus viaggia verso le semifinali di Champions. Per i bianconeri è stata una delle più belle serate della sua storia in Champions, una sonora rivincita della sconfitta di Berlino, dove persero la Coppa dopo però aver fatto paura ai blaugrana. Questa sera più che paura hanno suscitato ammirazione per il totale controllo della partita.

Per il Barcellona sarà molto più difficile la remuntada: sarà questo sicuramente il leit motiv dei prossimi sette giorni prima del ritorno al ‘Campo Nou’. Ma recuperare tre gol alla Juve sarà più difficile che annullarne 4 al Psg. E per la squadra di Luis Enrique il 6-1 ai francesi rischia di restare un’impresa irripetibile.

Come aveva fatto il Psg all’andata in Francia, anche la Juventus ha chiuso il primo tempo sul 2-0: merito della squadra nel suo insieme, subito aggressiva e sicura, al tiro con Khedira, alto,- già dopo 23”. Sopra tutti merito di due perle di un Dybala da Pallone d’oro, in un quarto d’ora, due colpi del suo magico sinistro che hanno lasciato a bocca aperta, oltre che der Stegen e la sempre troppo molle difesa blaugrana, lo stesso connazionale Messi.

Sono bastati 6′ e 36″ alla Juventus per accendere d’entusiasmo lo stadio e fare alzare gli occhi al cielo ai 2.300 tifosi giunti a Torino dalla Catalogna: spalle alla porta, ‘La Joya” ha girato mirando al palo interno, l’assist confezionato da Cuadrado con un doppio passo e tocco d’interno che ha lasciato di sasso Mathieu.

Il Barcellona, colpito nel vivo, ha reagito: improduttivo però il su tiki taka, l’azione più bella è stato un lancio lungo in verticale di Messi che ha liberato in area Iniesta: il diagonale del centrocampista spagnolo è stato ‘sporcato ‘in angolo da Buffon. Dopo il calcio d’angolo, su azione di rimessa, la Juventus ha innescato l’azione in velocità: Manduzkic dalla fascia sinistra ha scodellato un pallone troppo invitate per l’indiavolato Dybala: sinistro al volo mezzo metro dentro l’area, altro pallone angolatissimo e der Stegen ancora battuto.

Due a zero per la Juve, come era finito il primo tempo a Parigi, come è andata al 90′ a Malaga, sabato scorso. Del Barca, a parte l’intrusione di Iniesta poco o niente da segnalare. Male Suarez che di testa in tuffo ha mancato il pallone in area: sorpreso anche Chiellini che si è visto il pallone arrivare sul piede rischiando l’autogol. Per la Juve anche la palla del 3-0 al 44′: tiro di Higuain dopo un rimbalzo strano del pallone, parata di der Stegen con un po’ troppa insicurezza.

Luis Enrique ha cercato di dare una sistemata all’assetto e ha tolto nell’intervallo Mathieu, inserendo Andrè Gomes. Destro subito pericoloso di Messi al 2′ il Barcelona sembrava ridestarsi, Suarez anticipato da Buffon, due tiri, alti, di Neymar e Iniesta hanno messo un po’ di pressione alla Juventus ; fuochi d’artificio continui: Higuain ha piazzato dal limite, parata a terra di der Stegen e poi il ‘Pipita’ si è fatto respingere il tiro dal portiere in uscita.

Ma ecco il terzo gol della Juventus, segnato da Chiellini: sul calcio d’angolo si è liberato della morsa di Mascherano in area e ha piazzato di testa nell’angolo opposto. Piccoli sussulti blaugrana, ma Juve grantica: Suarez si è liberato al tiro (23′), il suo diagonale deviato in angolo. Per tutto quel che resta il Barcellona ha cercato di segnare almeno un gol, ma ha cozzato contro la difesa bianconera: insuperabili Chilelini e Bonucci, ma anche Dani Alves e Alex Sandro.

Messi non è riuscito a destreggiarsi, Suarez è stato ancora impreciso e pure Rakitic che ha spara alto un destro (42′). L’ultimo tiro di testa di Sergi Roberto, al 94′, debolissimo.

(di Renato Botto/ANSA)

Ultima ora

19:45F1:Hamilton,Vettel? Quattro volte campione mondo non fa così

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - "E' visibile cosa è successo, è chiaro quello che è accaduto. Io dico che non è la condotta che ci si aspetta da un quattro volte campione del mondo, ma è andata così''. Lewis Hamilton risponde così sull'episodio che lo ha visto litigare in pista con Vettel in regime di safety-car. La frenata incriminata?: "Non è vero che ho frenato improvvisamente. Ci sono state varie volte che la safety car è passata in quel punto dove con la curva non vedevo le sue luci e quindi dovevo controllare il passo".

19:32Confederations: Cile-Australia 1-1

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - Il Cile si è qualificato per le semifinali della Confederations Cup pareggiando 1-1 con l'Australia in una partita del gruppo B giocata oggi allo Spartak Stadium di Mosca. Reti di Troisi al 42' pt e Rodriguez al 22' st. In semifinale i cileni affronteranno il Portogallo mercoledì a Kazan. Questa la classifica finale del gruppo B: Germania 7 3 2 1 0 7 4 Cile 5 3 1 2 0 4 2 Australia 3 3 0 2 1 4 5 Camerun 1 3 0 1 2 2 6.

19:31Confederations: 3-1 al Camerun, Germania in semifinale

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - La Germania si è qualificata per le semifinali della Confederations Cup vincendo il gruppo B grazie al successo di oggi per 3-1 (0-0) sul Camerun in un match giocato a Sochi. Le reti sono state segnate da Demirbay al 3' st, Werner al 21' st e al 36' st e Aboubakar al 33' st. Giovedì prossimo a Sochi i tedeschi affronteranno il Messico nella seconda semifinale.

18:56Fifa: confermata inchiesta su Russia,doping a Mondiali 2014

(ANSA) - ZURIGO (SVIZZERA), 25 GIU - La Fifa ha confermato che sta collaborando con l'agenzia mondiale antidoping nell'indagine successiva ad articoli del giornale 'Daily Mail', secondo cui i 23 giocatori che hanno partecipato al Mondiale di Brasile 2014 sono sotto inchiesta da parte per doping. A questi se ne aggiungerebbero altri 11 all'epoca non convocati. Nel suo comunicato l'ente calcistico mondiale precisa che i giocatori russi vennero "tutti sottoposti a controlli a sorpresa su sangue ed urina", e che tali test dettero esito negativo. Ci sono poi stati anche i controlli del post-partita, anche questi negativi. "La Fifa ha inviato i campioni organici affinché venissero analizzati in un laboratorio di Losanna accreditato presso la Wada". Quattro 'reduci' di quella nazionale russa hanno giocato anche nella Confederations Cup in corso: Kanunnikov, Glushakov, Akinfeev e Samedov. Il presidente della federcalcio russa Vitaly Mutko, ha negato qualsiasi ipotesi di doping nel calcio e ha accusato i media britannici di "cospirazione".

18:55Shaesta, la mia impresa su un monomotore

(ANSA) - CAGLIARI, 25 GIU - Ieri Londra, domani Atene. E oggi Cagliari, unica tappa in Italia. Poi Cairo, Manama, Dubai, Mumbai, Calcutta e tanti altri aeroporti. Sino al ritorno al punto di partenza, Daytona beach, in Florida. Shaesta Waiza, ventinove anni è una pilota afghana, ma trasferita a Richmond, Stati Uniti, da quando era bambina. Da sola sta cercando di fare il giro del mondo a bordo di un piccolo aereo. Un monomotore a pistoni, appositamente equipaggiato per la coraggiosa impresa. Tanta fatica, ma anche tanta gioia. Quando è arrivata all'aeroporto di Cagliari Elmas, alle 14, era raggiante. A riceverla il vicepresidente della Sogear, Gabor Pinna, e il direttore di Enac Sardegna, Marco Di Giugno. Sembrava, nonostante il gran caldo, fresca come una rosa. "Sardegna, Italia, bellissimi posti - ha detto subito dopo essere scesa dal suo fedele compagno di viaggio - sono contentissima di essere qui". Ma non è né un giro turistico, né una scommessa personale. Una sfida, quella sì. Per dare coraggio ad altre donne. Come lei. Per dire che ce la possono fare. A volare, a fare il giro del mondo. In senso stretto, ma anche in senso metaforico. Lontano dalle violenze, dalle limitazioni, dalle barbarie. Lontano da quello che succede in Afghanistan: "Il burka? - ha spiegato - a Kabul c'è abbastanza libertà per le donne, ma nel resto del Paese la situazione è diversa. Poi dipende anche dalle famiglie". Un giro del mondo che suona come un invito a tutte le ragazze del mondo. A guidare gli aerei, o comunque a volare alto: "Se credete in voi stesse - ha sottolineato sull'aeroporto di Elmas - potete farcela, potete inseguire il vostro sogno e raggiungere qualsiasi cosa desideriate". Un'occasione di incontro, visti i temi comuni sulla parità di genere, che non si sono lasciate sfuggire le donne della rete Heminas e dell'Associazione Giulia Giornaliste: una delegazione ha avuto modo di scambiare le esperienze tra i due Paesi in un colloquio, con la pilota, aperto e produttivo. Un messaggio quello sulle pari opportunità lanciato anche dal sito internet Dream Soar, quartier geniale virtuale dell'impresa. "Solo lo 0,6% dei piloti sono donne. Le ragazze hanno bisogno di sapere che possono farcela". (ANSA).

18:49Sanità:Campania, consiglieri Verdi,scarafaggi al Loreto Mare

(ANSA) - NAPOLI, 25 GIU - Il consigliere regionale dei Verdi della Campania, Francesco Borrelli, in una nota dice di aver ricevuto la segnalazione che alcuni "scarafaggi sono stati trovati al reparto di Radiologia dell'ospedale 'Loreto Mare'" di Napoli. Si tratta, a suo giudizio, di una ulteriore testimonianza di sporcizia e di degrado. "Per questo chiedo immediatamente come è già avvenuto per l'ospedale San Paolo e il San Giovanni Bosco - aggiunge Borrelli - che sia realizzata rapidamente una disinfestazione dell'ospedale e insisto nel chiedere che siano rapidamente bandite le gare per realizzare nuove gare d'appalto per le pulizie degli ospedali della Asl Napoli e di tutta la Campania in generale". Borrelli fa sapere, infine, che domani si recherà al Loreto Mare "per ottenere immediate spiegazioni dal Direttore Sanitario".(ANSA).

18:47Moto: Renzi “giù il cappello per Rossi, entusiasma mondo”

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - "Per noi amanti dello sport fine settimana con più luci che ombre. Peccato per la Ferrari anche se comunque Vettel mette in cascina altri due punti in più di Hamilton. Ma il weekend sportivo è segnato da alcune prodezze, tra le quali mi è impossibile non citare quella di Federico Bernardeschi nell'Under21 che vola in semifinale. Ma il gradino più alto del podio, tanto per cambiare, spetta a lui, Valentino Rossi che vince in Olanda. Ormai sono finiti anche gli aggettivi per definirlo: semplicemente giù il cappello per un pilota che a 38 anni continua a entusiasmare il mondo". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Matteo Renzi.

Archivio Ultima ora