Fatima: Papa, pastorelli saranno santi il 13 maggio

Pubblicato il 20 aprile 2017 da ansa

CITTA’ DEL VATICANO. – Il Papa, venendo incontro al sentire della Chiesa non solo portoghese, ha deciso: i pastorelli di Fatima, Francisco e Giacinta, diventeranno santi a cento anni esatti dalla prima apparizione della Madonna. Bergoglio presiederà il rito durante il suo viaggio nel santuario portoghese, in agenda da tempo per il 12 e 13 maggio. Sarà la terza volta che papa Francesco presiederà una canonizzazione fuori Roma, dopo quelle di Giuseppe Vaz a Colombo, nello Sri Lanka il 14 gennaio 2015 e di Junipero Serra a Washington, il 23 settembre dello stesso anno.

L’atteso annuncio è giunto dal concistoro, nel quale il Papa ha anche stabilito di annoverare nel registro dei santi i 30 martiri del Rio Grande del Norte, i tre adolescenti protomartiri messicani, un sacerdote spagnolo, e il predicatore cappuccino italiano Angelo D’Acri. Tutti questi saranno canonizzati il 15 ottobre.

“Cinque dei beati” presentati al Papa perché ne decidesse la canonizzazione, ha affermato durante il concistoro il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione per il culto dei santi, “sono bambini e adolescenti, questo è molto significativo perché nella storia dei nostri giorni, non di rado, bimbi e adolescenti sono oggetto di sfruttamento e di mercificazione”.

I futuri piccoli santi, ha commentato Amato, sono invece “testimoni di verità e libertà, messaggeri di pace di una umanità riconciliata nell’amore”. E questa è indubbiamente una delle chiavi di lettura del viaggio del Papa latinoamericano in Portogallo: la santità non ha età. Oggi forse sembra scontato, ma c’è stato un tempo in cui la Chiesa dubitava di poter riconoscere la santità dei piccoli, pensando che non avessero la maturità dovuta.

Un’altra chiave di lettura del viaggio a Fatima Bergoglio l’ha fornita lo scorso 5 aprile, ricordando che il centenario delle apparizioni di Fatima vuole significare che il male non avrà il sopravvento, il male si può sconfiggere. Chi conosce la sua devozione mariana, inoltre, può trovare un’altra chiave, senza timore di sbagliare, nella figura di Maria come colei che sa piangere di compassione e intercedere per sostenere i deboli.

E’ comunque la santità dei piccoli che è in luce oggi, con l’annuncio della data della canonizzazione dei due pastorelli che dal 13 maggio al 13 ottobre 2017, una volta al mese, ebbero apparizioni della Vergine, mentre durante il 1916 avevano assistito alla apparizione dell’angelo della pace.

Francisco e Giacinta, insieme con la cugina Lucia dos Santos, – poi diventata suor Lucia, vissuta fino al 2005 e custode per lunghi anni dei ‘segreti’ di Fatima – andavano a accudire il gregge nella Cova da Iria, avevano 8 e 7 anni, lì ebbero la visione di una signora vestita di luce, ma anche visione dei tormenti dell’inferno.

I piccoli presero molto sul serio le visioni e, come ha ricordato il cardinale Saraiva Martins in una recente conversazione con la Cns, si opposero anche al tentativo del sindaco, di far dichiarare loro che si erano inventati tutto. Il sindaco per raggiungere il suo scopo isolò anche i due pastorelli dalla cugina Lucia, dicendo loro di averla bruciata viva perché non aveva negato le apparizioni, ma i due non si fecero convincere.

Un atto di coraggio da adulti, che tanti adulti non avrebbero saputo compiere. Francisco si ammalò poi di influenza “spagnola” e morì nel 1919 dopo mesi di malattia. Giacinta si ammalò ugualmente di spagnola, patì di più e più a lungo, e morì nel 1920.

“Avvenire” riferisce che il miracolo che ha portato alla canonizzazione dei pastorelli è la guarigione, inspiegabile per la scienza, completa e irreversibile, di un bimbo brasiliano caduto dalla finestra, da un trauma cranico con perdita di materia cerebrale.

(giovanna.chirri@ansa.it)

Ultima ora

02:02Iraq: autobomba a Baghdad, almeno 10 morti

(ANSA) - BAGHDAD, 30 MAG - Almeno 10 persone sono morte e altre 22 rimaste ferite per l'esplosione ieri sera di una autobomba fuori da una popolare gelateria di Baghdad. L'attentato è avvenuto pochi giorni dopo l'inizio del Ramadan, mese sacro durante il quale i musulmani digiunano durante le ore diurne: al tramonto bar e ristoranti si riempiono rapidamente di avventori, tra cui molte famiglie. L'attacco ha colpito un locale nel centro della capitale irachena ed è stato effettuato con dell'esplosivo piazzato in una macchina lasciata parcheggiata. Al momento non c'è stata alcuna rivendicazione ma nel passato l'Isis ha rivendicato attentanti simili, come quello con un camion bomba esploso durante il Ramadan dello scorso anno che ha ucciso centinaia di persone.

00:35Voto Gb:May su Brexit, non pagheremo qualunque prezzo

(ANSA) - LONDRA, 30 MAG - "Nessun accordo sulla Brexit è meglio di uno cattivo". La premier britannica ha ribadito in modo chiaro, nel corso del dibattito televisivo a distanza col leader laburista Jeremy Corbyn, che è pronta ad abbandonare i negoziati sull'uscita dall'Europa nel caso in cui non si riesca a trovare una intesa con l'Ue, a partire dalla questione del cosiddetto 'conto del divorzio'. Il primo ministro conservatore ha sottolineato che non è intenzionata a "pagare ogni prezzo" per ottenere un accordo.

22:56Voto Gb: Corbyn, ‘con noi non ci sarà Brexit senza accordo’

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - La Brexit ci sarà, ma non avverrà "senza un accordo" con l'Ue se al governo in Gran Bretagna andrà il Labour. Lo ha detto il leader laburista, Jeremy Corbyn, nel dibattito televisivo elettorale a distanza di stasera, assicurando di voler "rispettare il risultato del referendum", ma di voler negoziare anche "un accordo di libero scambio con Bruxelles" e mantenere rapporti stretti con l'Europa. Il leader laburista si è poi detto pronto a pagare all'Ue "quanto legalmente dovuto" per il divorzio. Quanto all'immigrazione, Corbyn ha infine detto di ritenere "probabile" una leggera riduzione dell'immigrazione, ma senza fare alcuna promessa di limitarla. Secondo Corbyn, l'attentato di Manchester è stato un gesto orribile e non ci sono giustificazioni per chi la commesso, ma deve suggerire anche una revisione della politica estera, che "non significa una politica estera più soft", bensì una politica che punti a stabilizzare i Paesi devastati da guerre e interventi militari, come la Siria e la Libia.

21:29Auto ‘impazzita’ travolge 5 persone a Roma, 2 gravi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Un'auto ha travolto 5 pedoni stasera a Roma. E' accaduto in via dei Colli Portuensi. I 5 feriti sono stati trasportati in ospedale dal 118 di Roma. Secondo quanto si è appreso, il più grave è un ragazzo di circa 30 anni rimasto incastrato sotto le ruote della macchina. Trasportata in ospedale in codice rosso anche una donna con vari traumi alla schiena. Gli altri tre sembrerebbero meno gravi. Sul posto polizia e polizia locale per i rilievi. Alla guida della Smart c'era una donna. Non si esclude che possa aver avuto un malore.

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

Archivio Ultima ora